**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2006

Domanda del 13.10.2006

Il mio gatto ha diciotto anni. Fino a tre giorni fa non ha avuto problemi di sorta. Poi improvvisamente ci siamo accorti che aveva le pupille dilatate e che non vedeva. Nel giro di poche ore, poi, si è indebolito, non ha più voluto mangiare, ha prodotto parecchia saliva ed ha rigettato liquido giallo. Abbiamo fatto subito le analisi del sangue che hanno dato il seguente risultato: AZOTEMIA 381 - CREATININA 6,20 -FOSFORO 19,7 - POTASSIO 9 - PIASTRINE 1197. Attualmente è ricoverato presso una clinica con le flebo di glucosio, ma ho paura che lo stress del posto non conosciuto lo indebolisca ulteriormente (ma ho paura che se lo portassi a casa non avrebbe le chance che la cura offre). Dai range di riferimento si capisce chiaramente che la situazione non è buona...vorrei gentilmente il vostro parere sul da farsi... Grazie anticipatamente per la risposta.

Buongiorno, la situazione da Lei descritta è estremamente grave, probabilmente con una prognosi infausta. Il gatto andrà monitorato per alcuni giorni per valutare se e come ha possibilità di uscire da tale quadro clinico.
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 13.10.2006

salve ho una lupa cecoslovacca di 12 anni che si è accoppiata 62 gioni fa con un lupo cecoslovacco di 3 anni.la gravidanza è andata bene. ieri ho notato che era dimagrita e non voleva mangiare,cosi ho deciso di portarla del veterinario il quale gli ha fatto una ecografia e non ha trovato nessun cucciolo dentrol'utero,inoltre è stato molto divulgativo senza darmi una spiegazione chiara.ho avuto la conferma che era partorita perchè la cagna ha avuto una perdita abbondante di sangue.volevo sapere che cosa ha spinto la cagna a mangiare i cuccioli?ah,mi stavo dimenticando di un particolare che il maschio sta sempre con lei..grazie rispondetemi al più presto!

Buongiorno, dalla sua descrizione degli eventi non sono in grado di aiutarla a capire molto di più. Di certo un cane di 12 anni è bene che non si accoppi più: non so e non capisco come mai non abbiate evitato che ciò potesse accadere.
Ora si dedichi alla salute della sua cagna, che mi pare sia cosa primaria.
cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 14.10.2006

Buon giorno ho un gatto di 18 anni che ha sempre avuto un problema di stitichezza, ora però non accenna neanche più di tentare. Prima per un periodo vomitava ogni tanto, lamentandosi. Abbiamo fatto fare esami ed è risultato azotemiae transaminasi, 4 volte il valore e dalla radiografia fegato e reni gonfi, inoltree ha la pancia molto gonfia, la terapia che ci hanno dato da fare è un dito di flebo per ridratarlo a giorni alterni anche con glucosio e tutti i giorni medicina per disintossicarlo, poi olio di vasellina e perette, non ha più vomitato. Il gatto come vitalità va a giorni, mangia anche se non molto, si muove ogni tanto, e vuole le coccole da noi. Volevo solo sapere se secondo lei dobbiamo spingere per l'eutanasia o possiamo nutrire ancora qualche speranza di ripresa. Grazie

Buongiorno, credo sia impossibile rispondere alla sua domanda. Normalmente uno dei principi su cui si deve ragionare nel percorso che porta alla eutanasia è quello dell'evitare l'accanimento terapeutico. Nella sua definizione però io non posso aiutarla ma può solo farlo lei con il suo medico veterinario curante, a viso e a cuore aperto.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 15.10.2006

il mio yorkshire di 6 anni quando deve uscire per passeggiare ha il vizio di mordere il guinzaglio e tenerlo in bocca fin quando si stanca come posso risolvere questo problema?

Buongiorno, il problema da lei riferito probabilmente si accompagna ad altri comportamenti anche solo leggermente non normali. Il mio consiglio in questi casi è sempre e solo quello di rivolgersi ad un medico veterinario specialista esperto in medicina comportamentale.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 15.10.2006

buongiorno Dottor Minetti,sono un cucciolo di quasi 7mesi di razza Labrador Retriver. Ho un problema:durante i miei lunghi pisolini respiro affannosamente e i miei genitori,dopo avermi fatto fare una lastra e visto risultava una bronchite,sotto consiglio del mio veterinario mi hanno somministrato x 20g. l'antibiotico Zimox 500mg. A distanza di 15g dalla fine della cura ho ancora problemi di respiro durante la notte. Cosa mi consiglia? sono un pò preoccupato! Grazi dell'attenzione. Distinti saluti da Boh (il cucciolo)

Buongiorno Boh, torni dal suo medico veterinario a fare radiografie di controllo in 3 proiezioni del torace.
Io chiederei anche di fare due esami del sangue (spero non abbia paura degli aghi...).
Poi metterei un umidificatore dove dorme, così per vedere se respira meglio.
Dica al suo padrone di stare tranquillo, magari la sera ceni un pochino prima per digerire meglio... :-)
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 15.10.2006

Ciao,
a casa ho un gatto..ma ogni volta che mangia le scatolette poi l'alito ha uno strano odore.Puoi dirmi per favore cosa devo fare?e il perchè?

Buongiorno, probabilmente l'alitosi è dovuta ai componenti delle scatole che lei usa. Provi a cambiarle e veda se rimane uguale. Poi faccia visitare il gatto, magari ha problemi clinici da lei non individuati.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 16.10.2006

Buongiorno, ho un gatto di 10 anni abituato ad uscire che da 3/4 giorni vomita dalle 2 alle 4 volte al giorno solo cibo o liquido chiaro. La voglia di giocare non gli manca e nemmeno l'appetito. Pertanto vorrei sapere quale tipo di problema potrebbe avere.
Grazie.Cordiali saluti.

Buongiorno, in questi casi solo una accurata visita veterinaria, magari corredata di radiografie, può essere d'aiuto.
Si attivi subito in tal senso.
cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 16.10.2006

buongiorno, grazie intanto per la disponibilità.
avrei due domande:
1) la mia cagnolina soffre di depressione quando passa il periodo in cui dovrebbe averei cuccioli, ma non si gonfiano le mammelle nè fanno latte, piagnucola tutto il giorno; è vero che si rischiano tumori se non si sterilizza?
2) la mia cagnolina ha un'ulteriore problema, è legata in maniera maniacale ai panni di lana; se vede in giro un panno, non si vuole più spostare e lo veglia continuamente e non vuole che si avvicini nessuno; questo attaccamento così forte è normale?
grazie mille

Buongiorno, ambedue le situazioni descritte sono patologiche. La prima come lei ha capito è legata ad una alterazione ormonale che causa una modificazione comportamentale, quindi essa va affrontata in primis non come patologia del comportamento (lei parla addirittura di depressione) ma come malattia probabilmente dell'apparato riproduttore (ovaie in particolare). Inoltre le confermo che l'incidenza dei tumori maligni mammari è molto più elevata in cagne intere che in cagne precocemente sterilizzate. Per il problema "pezze di lana" non mi sento di fare ipotesi, potrebbe essere ancora coinvolto l'apparato riproduttore (fa la cuccia?) oppure no.
Valuti quindi il problema col suo veterinario curante e chieda una visita comportamentale.
cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 16.10.2006

La ringrazio per la risposta che mi ha fornito. Purtroppo come giustamente ha osservato, la prognosi è stata infausta. Spero solo di aver fatto tutto il possibile (è stato ricoverato in una clinica veterinaria per circa 6 giorni con le flebo di glucosio dalle 8 alle 20 riparato in una incubatrice per scaldarlo) e che la paura di essere lontano da noi e dalla sua casa non lo abbia fatto stare peggio. La situazione, prima di precipitare, era leggermente migliorata e in nostra compagnia aveva dato segni di ripresa facendo le fusa e bevendo un pò. Per noi Whisky era uno della famiglia a tutti gli effetti...è come se avessi perso un fratello di 18 anni...credo che sia veramente crudele che la durata della vita di una creaturina così completa e preziosa sia così breve. Cordiali saluti. Laura

Buongiorno Laura, purtroppo la vita dei nostri animali domestici è davvero troppo breve.
Un caro affettuoso saluto.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 16.10.2006

salve, mi scusi se insisto; grazie intanto per le risposte.
il discorso della sterilizzazione, se fatta adesso all'età di 5 anni, secondo lei è tardi per risolvere il problema? si può fare dopo le mestruazioni?
no, non fà la cuccia coi panni di lana, li tratta come se avesse davanti un osso.
che tipo di patologie alle ovaie possono esistere che provochino qyuesti comportamenti? sono risolvibili?
grazie e scusi ancora

Buongiorno, credo che la cosa migliore sia quella di valutare lo stato di salute del cane, tramite una visita clinica accurata, alcuni esami di laboratorio, una ecografia addominale completa.
Le risposte alle sue domande le avrà quindi con certezza. La sterilizzazione si può fare a qualunque età, quando sia il caso e lo stato di salute generale lo consenta.
Il cane non ha le "mestruazioni" bensì delle fasi del ciclo che si chiamano estro (in cui diventa fertile ed ovula) ed altre fasi (diestro, anaestro, metaestro) che si susseguono, ma in cui non vi è ovulazione, e quindi per decidere quando sia più opportuno fare l'intervento chirurgico bisogna individuare in quale di esse si trovi il soggetto.
Poi si occuperà dell'aspetto comportamentale con un medico veterinario specialista del settore che potrà valutare le cause dei comportamenti che lei definisce bizzarri.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Pagina  12345