**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Novembre 2006

Domanda del 24.11.2006

HO UN CUCCIOLO DI 2 MESI CIRCA MA ANCORA NN RIESCO AD ABITUARLO A FARGLI ARE I BISOGNI FUORI CONTINUA RIPETUTAMENTE A FARLI A CACA..SE CORTESEMENTE QUALCHEMETODO PER FARGLI TOGLIERE L'ABITUDINE!!!!!!GRAZIE MILLE

Buongiorno, abbia un po di pazienza caro signore! Pensa che i bambini piccoli debbano imparare a sporcare nel vasino entro quanto tempo?
Non è una abitudine, è che non può fare diversamente.
Lo deve portare fuori più spesso possibile (anche ogni ora), lo deve premiare con coccole e stuzzichini adatti ogni volta che sporca fuori, non lo deve sgridare MAI quando sporca in casa.
Poi se non riesce a risolvere il problema si rivolga ad un medico veterinario per una visita accurata.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 25.11.2006

il mio cane di 15 mesi spesso e volentieri mi fa dei danni in casa ( morde il divano, rompe il tappeto , mangia le ciabatte ) quando è in casa da sola .

Come mi devo comportare quando torno a casa e vedo il disastro , la devo sgridare o fare finta di nulla ?

grazie
manuela (MI)

Buongiorno Manuela, direi che è possibile (non sicuro) che il cane sia in quella spiacevole situazione definita "ansia da separazione". Per avere diagnosi precisa e adeguata terapia necessita subito un visita presso un medico veterinario specialista in comportamento: risolverà il problema con ottima percentuale di riuscita e lei risparmierà un bel pò di soldi in danni domestici!
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 26.11.2006

Ciao, ho una gatta di due anni e mezzo con un'infezione alle ghiandole perianali, che si è presentata una prima volta verso giugno e ora circa una settimana fa.
Su consiglio del veterinario la sto curando con una iniezione al giorno di Baytril 5%, 0,8 ml diluito con 1 ml di fisiologica (lei pesa credo su 4 kg o poco più) e localmente con la pomata Proctosedyl.
Il problema è che Mimmi ha perso l'appetito, mangia molto poco, meno della metà del solito.
Devo preoccuparmi?
Vi ringrazio se potete darmi un consiglio.
Sara

Buongiorno Sara, di per se l'ascesso/infezione delle ghiandole epatoidi e perianali non è una patologia grave. Essa però può essere la spia nel gatto di una diminuita capacità di difesa dell'organismo verso attacchi dall'esterno di batteri e virus. Se non è quindi certa che il gatto sia esente da malattie infettive croniche e gravi quali la leucemia felina, l'immunodeficienza felina virale, la coronavirosi, potrebbe iniziare a fare un pannello di esami del sangue completi di elettroforesi delle proteine per vedere se essi siano allarmanti o meno.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 28.11.2006

Egregio Dottore,
ho fatto operare circa 3 mesi fa il mio cane per un'epulide. E' rimasto nel canile della clinica per una giornata a fianco di segugi da cinghiale.
Dopo 3 settimane sul collo del mio cane sono comparse tante pustole che prontamente ho spazzolato via... Però adesso il cane presenta un brutto odore e sulla pancia è quasi senza pelo.
Cosa devo fare? Basta un bagno igienizzante? Premetto che l'ho lavato un mese fa con shampoo normale e la situazione non è migliorata.Il mio cane è un Boxer di 7 anni.
Grazie,
Elena

Buongiorno, sinceramente non ho una risposta per il suo problema in quanto mi pare sia indispensabile una visita veterinaria per individuare il problema dermatologico. la cosa migliore è fare vedere il cane dai veterinari che l'hanno seguito in occasione dell'intervento chirurgico.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 28.11.2006

Gentile dott. Minetti,
la mia maltesina di un anno ancora oggi ho scoperto che mangia le proprie feci....ha già avuto in passato questo problema, che ho rsolto con una polverina da mescolare agli alimenti contro la cropofagia...per alcuni mesi non l'ha piu' fatto , ma ultimamente l'ho riscoperta. Lei sa che non fa una cosa giusta perchè appena mi vede colta sul fatto scappa via. Da premettere che lei fa la pipi' e popo' sui pannoloni appositi per cani che teniamo in casa, e che con la pipi' va tutto bene...la prego mi aiuti, sono disperata, anche perchè quella polverina costa parecchi soldi e non posso comprarla a vita...ma da cosa puo' dipendere? e poi puo' farle male alla salute? ringrazio anticipatamente. Nika

Buongiorno Nika, ciò che lei sottopone alla mia attenzione è catalogato fra i disturbi del comportamento, e necessita di una visita con un medico veterinario comportamentalista, in quanto esso può essere la punta di un iceberg e non un unico guaio.
Cerchi quindi tramite il suo veterinario curante un nominativo nella sua città quanto prima.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 28.11.2006

'un anno fa mi e' scappato il mio gatto se ne e' andato di punto in bianco una mattina ora e' ricomparso ieri e sta malissimo e' magro ha le bave si fa i bisogni addosso con diarrea non mangia e vomita cosa gli puo' essere successo?sono preoccupata mi aiuti chiara da biella

Buongiorno Chiara, porti subito subito il gatto nella più vicina clinica od ospedale veterinario. Ma lo porti subito, non cerchi aiuto in altro modo, mi raccomando, la situazione che descrive è grave davvero ma senza la visione diretta del problema non posso aiutarla..
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 29.11.2006

BUONGIORNO IL MIO CAGNOLINO DI 8 ANNI E' STATO OPERATO PER LA SECONDA VOLTA AI CALCOLI ALLA VESCICA. GIA' DA SUBITO IL CAGNOLINO SI LECCAVA LA FERITA FINCHE' DOPO AVER TOLTO I PUNTI UNO E' RIMASTO ALL'INTERNO PROVOCANDO PUS.ORA A DISTANZA DI UN MESE DALL'INTERVENTO IL CAGNOLINO PRESENTA UN'INFEZIONE ALLE VIE URINARIE E UN TESTICOLO GONFIO.LA MIA VETERINARIA DICE CHE IL CAGNOLINO HA UN'ORCHITE.IL CAGNOLINO PRIMA DI INIZIARE LA TERAPIA CON IL BAYTRIL E EIL BETACORTENE URLAVA DAI DOLORI. COSA POTREBBE AVERE IL CAGNOLINO?

Buongiorno, lei se non sbaglio continua a pormi la stessa domanda ma le ho già risposto. Non mi pare vi siano sviluppi diversi quindi il suo medico veterinario curante deve trovare la soluzione al problema oppure, se non vi riesce, chiedere un consulto con altro medico di fiducia più esperto.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 29.11.2006

Gentile Dottore,
ho in casa dei degu argentini. Ora uno di loro non riesce a mangiare e sembra che abbia la mandibola fratturata. Come posso fare per nutrirlo visto che neanche con il biberon o una siringa riesco a dargli da mangiare. Esiste una cura, a base di Calcio o qualcos'altro, per sistemare in fretta la frattura?
Grazie! Manuela.

Buongiorno Manuela, direi che la cosa migliore non è fare delle "autodiagnosi" ma rivolgersi ad un medico veterinario esperto in animali di questa tipologia che si occuperà sia di emettere una diagnosi sia una eventuale possibile terapia.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 30.11.2006

Buongiorno, ho portato a casa un gattino abbandonato di pochi mesi, maschio e ho già una gatta femmina di 11 anni sterilizzata . A parte i primi tempi ora mi sembra che tutti e due si divertono insieme, la mia domanda è se devo sterilizzare anche il nuovo venuto e se non lo faccio che problemi possono esserci.
grazie

Buongiorno, penso lei abbia già effettuato le visite sanitarie di rito, con le vaccinazioni necessarie, e così via. E' bene intorno ai 5-8 mesi di età valutare lo sviluppo del gatto e anche in seguito a ciò determinare il momento e l'opportunità della sterilizzazione. Tali fattori però non possono passare da una risposta per e-mail ma dalla struttura del suo medico veterinario curante. In senso generico posso dirle solo che se il gatto è destinato ad una vita quasi o esclusivamente casalinga, la sterilizzazione è cosa giusta per lui poichè il suo futuro è e sarà comunque in una "gabbia" (la sua casa" che seppur una gabbia d'oro gabbia rimane).
Spero di essere stato esaustivo.
cari saluti.
dr. Emanuele Minetti

Domanda del 30.11.2006

caro dottore vorrei saperne di piu'su una malattia chiamata aids felina se cosi' viene chiamata< chiara>

Buongiorno, ciò che lei vuole sapere necessita di decine di pagine! In breve il gatto è sensibile ad un virus che determina la cosidetta FIV, acronimo di Feline Immunodeficiency Virus o Virus della Immunodeficienza Felina, retrovirus della sottofamiglia dei lentivirus. E' malattia grave che per molti aspetti clinici nel gatto può essere correlata alla sindrome da immunodeficienza virale dell'uomo (AIDS, anche esso un lentivirus) ma che per l'uomo non ha alcun risvolto medico.
Da qui spesso di usa parlare di AIDS del gatto. Per saperne di più può consultare le molte enciclopedie on line.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti
Pagina  123456