**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Maggio 2006

Domanda del 25.5.2006

Da 2 anni mi occupo di una gatta che vive in libertà nel cortile dove abito e che mi si è affezionata in modo possessivo. L'aspetto è somigliante ad un siamese e dovrebbe avere circa 3 anni.
L'ho vista accoppiarsi diverse volte durante questi due anni, ma non è mai rimasta incinta. Facendo una ricerca in Internet ho scoperto che ci sono diversi metodi di sterilizzazione e fra questi la chiusura delle tube. Questo spiegherebbe perchè va in calore e non rimane incinta.
Siccome è un periodo che non va in calore, le chiedo se sia possibile che i gatti dopo una certa età non abbiano più gli estri.
Grazie.

Gentile Signora Cipolla, escludiamo la possibilità che il gatto femmina non sterilizzato vada incontro ad una totale quiescenza estrale. Questa gatta, come ha rilevato lei, probabilmente è stata operata senza l'asportazione delle ovaie, oppure è rimasto un residuo ovarico che consente estri più o meno frequenti (ed eventualmente gli accoppiamenti) ma senza gravidanza. Il consiglio è quello di fare visitare la gatta e possibilmente sottoporla ad ecografia addominale. Sarebbe anche utile un dosaggio degli ormoni sessuali. Non sottovaluti il problema poichè in realtà la cosa potrbbe anche essere più seria di quanto a lei appaia: cisti ovariche, infezioni uterine, neoplasie sono piuttosto frequenti, soprattutto nei soggetti che hanno tessuto ovarico più o meno attivo in addome. Mi dia notizie dell'evoluzione del caso.
Grazie per averci scritto.
Cordiali saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 26.5.2006

Buongiorno Dottore,
le scrivo per chiederLe un parere,questa notte il mio cane,Poldo,un beagle di 3 anni ha avuto un problema alle zampine dietro,faceva molta fatica a muoversi,inizialmente non riusciva proprio nemmeno ad alzarsi,poi dopo aver massaggiato a lungo,è siuscito anche a camminare,anche se molto lentamente.
Il problema non si è ancora risolto del tutto perchè fatica ancora molto soprattutto con una delle due zampine.
Cosa mi consiglia? e secondo lei cosa può essere successo?
Saluti
Lucia

Gentile Signora Lucia, purtroppo il suo caso necessita di una attenta visita clinica al fine di verificare se tale sintomatologia abbia un riscontro in un vero disturbo o se invece sia stata una semplice casualità. Le possibilità sono tante, sicuramente bisogna indagare al fine di escludere disturbi neurologici, vascolari, scheletrici. Prenda quindi subito appuntamento con il suo Medico Veterinario per un primo controllo e poi se necessario si premuri di consultare degli specialisti.
Mi dia sue notizie.
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 26.5.2006

Gentile dottore,
Sono la mamma di due bimbi (4 e 1 anno) e di un siamese di 8 anni, vero coccoloso che non esce mai, al massimo prende il sole sul terrazzo (all'ottavo piano). La mia domanda è questa. Pur essendo regolarmente vaccinato, non gli ho mai messo il collarino antipulci/parassiti (non esce mai). Mia suocera invece (con 2 gatti pantofolai!!) in estate mette sempre ai suoi gatti il collarino perchè le hanno detto che le ns suole delle scarpe quando torniamo a casa potrebbero portare uova e parassiti e quindi infettare i mici.
E' vero?? Devo mettere anch'io al mio Billy il collare? Può diventare veicolo di infezioni anche per i bambini??
Grazie in anticipo
Mamma Roberta

Gentile Signora Roberta, non può applicare al suo gatto un collare antiparassitario poichè questo può essere toccato, e anche messo in bocca, dai suoi bambini piccoli. In commercio esistono liquidi antiparassitari da applicare una volta ogni 1-3 mesi sulla pelle del collo fra le scapole che non presentano inconvenienti per i suoi bimbi. Se il rischio di infestazione è basso (e in 8 anni il gatto non ha mai avuto parassiti esterni) può mediare applicando una di queste fialette all'inizio della stagione calda (ora va bene) e poi valutare se valga la pena ripeterla dopo 1,2, o 3 mesi. Ciò garantirebbe una sicurezza abbastanza elevata in ambito domestico senza risultare un rischio per nessuno. Stia tranquilla per le malattie trasmesse a noi umani: sono rare e, se il suo gattone fa vita monastica, può dormire tranquilla!
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 26.5.2006

ho un bracco italiano di 3 mesi e quando siamo in giro cerca sempre di mangiare gli escrementi che trova,come devo comportarmi,perche li mangia?
Riccardo

Egregio Sig. Riccardo, ciò che Lei descrive è sostanzialmente un disturbo del comportamento e come tale deve affrontarlo immediatamente. Il sintomo può essere la punta dell'iceberg di problemi che se non affrontati subito, quando il cane è in questa età delicata ma molto ricettivo, possono interferire con il suo benessere per tutta la vita. Chieda al suo Medico Veterinario curante una visita specialistica con un Medico veterinario comportamentista. Con una spesa assolutamente accettabile garantirà a lei ed al suo cane un futuro molto migliore, mi creda. Non perda tempo con prodotti da dare per bocca (sali minerali, miscugli vari) ma si concentri subito nella direzione che Le ho dato.
Mi contatti se ha difficoltà nella sua zona di residenza a trovare uno specialista.
Cordiali saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 28.5.2006

gentile dottor Minetti vorrei importare dalla thailandia un cagnolino,a chi mi devo rivolgere per avere le informazioni corrette per l'iter da svolgere?(vaccinazioni..)
la ringrazio molto SAMANTHA

Gentile Signora Le posso solo consigliare di rivolgersi alla ASL di zona dove Lei risiede, servizi veterinari, per quanto concerne la normativa in Italia, mentre per quanto riguarda la normativa vigente nel paese da cui Lei vuole esportare il cane si deve rivolgere al Consolato od all'Ambasciata dello stesso in Italia. Inizi comunque a raccogliere tutta la documentazione riguardante il cane perchè essa possa essere valutata qui ed integrata. In ogni caso prima di un certo periodo il cane non potrà essere introdotto perchè serve il passaporto corredato di microchip, vaccini, vaccinazione antirabbica, titolo anticorpale per la rabbia, antiparassitari.
Non voglio deluderla ma sarà di certo complicato, costoso, impegnativo.
Si rammenti comunque che nel nostro Paese abbiamo tanti animali che cercano un padrone disposto a donare loro un pochino di cure ma soprattutto amore!!!
Mi faccia sapere.
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 28.5.2006

Che tipo di cane potrei tenere avendo un app. 1° piano di 50mq + terrazza di 20mq siamo 3 persone io moglie e figlia,tutti adulti, abitazione in condominio con vicinanza area sgambamento cani e attiguo parco, zona periferia Viareggio, il mio ideale sarebbe il boxer ma capisco l'esuberanza e credo che ne soffrirebbe.
Grazie

Egregio Signore, la mia risposta d'istinto è una sola: vada in un canile di zona e si metta a guardare tutti i cani nelle gabbie!!
Un paio di occhi che la cercheranno e che le daranno quell'emozione che solo Lei può sentire diventeranno il miglior compagno possibile!! Non si introduce in casa un cane come fosse la nuova auto guardando sul listino di una rivista, si adotta col cuore e con le emozioni! Nessun cane sarà mai abbastanza piccolo o abbastanza adatto se la scelta sarà lontana da emozioni vere. Potrà anche fare una azione che Le darà una grande stima di se.
Ci provi: vada a fare un giro in un canile, in un rifugio, vedrà!
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 28.5.2006

Il mio bassotto di nove mesi nonostante l'abbia più volte ripreso si comporta in modo aggressivo. Questo comportamento lo adotta nei confronti del cibo e di qualsiasi cosa lui si impossessi.
Negli altri momenti il cane è affettuoso e molto vivace.
Vorrrei gentilmente un consiglio.
Ps. il cane (Noè) vive da solo con me.

melissa 77

Cara Signora, il bassotto è un grande cane (in piccolo contenitore...) e ha bisogno di un grande padrone. Le dico a priori che nulla servirà riprendere il cane, ma servirà solo a questo punto una visita specialistica da un Medico Veterinario comportamentalista. Li può trovare su tutto il territorio nazionale e tramite il suo medico veterinario curante avrà modo di certo di avere almeno un nominativo. Non si addentri ulteriormente nel "faidate" per non pagare pegno per il resto del tempo che passerà con Noè!! E non ascolti consigli vari ma solo i più qualificati: costano uguale e non producono di norma danni!!
E si sbrighi, sta crescendo e poi sarà ancora più dura valutarlo positivamente.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 29.5.2006

Salve,
abbiamo un cocker spaniel english di 5 anni, con noi da sempre, e ieri abbiamo adottato una cagnolina della stessa razza che ha 9 mesi. Vorremmo che soffrisse il meno possibile la nostalgia dei precedenti padroni. In linea di massima sembra tranquilla, ma abbiamo notato che non fai mai i suoi bisogni. O meglio....noi abbiamo il giardino, per cui non sempre la vediamo, però nelle passeggiate non è mai accaduto. E' vero che siamo abituati al maschietto che, in quanto tale, marca continuamente il territorio....ma non ci pare normale. Può darci un consiglio?
Saluti. Marco e Silvi

Risponde la Dottoressa Sabrina Giussani, Medico veterinario:

Buongiorno,
è necessario tenere sotto osservazione il comportamento di eliminazione della cagnolina
per qualche settimana successivamente all'adozione. Infatti una cucciolona o un cane adulto
necessitano di almeno tre - quattro settimane prima di adattarsi alla nuova situazione famigliare.
Nel caso in cui la cagnolina dovesse continuare a non sporcare in passeggiata o comparissero altri
comportamenti non normali è necessario rivolgersi ad un Medico Veterinario che si occupa di
Medicina del Comportamento.
Cari saluti.
Sabrina Giussani

Domanda del 29.5.2006

buona sera ho un metticcio con gli occhi un po' delicati ha quasi sempre un po di congiuntivite cosa devo fare?? per non metteregli sempre pomate antibiotiche?? grazie buon lavoro

Il problema che Lei pone necessita di una accurata visita oculistica da parte di un medico veterinario esperto in materia e con adeguata strumentazione. Sono infatti frequenti le alterazioni delle palpebre e/o delle ciglia che causano infiammazioni croniche molto fastidiose.
La possibilità di infezioni croniche che recidivano è altrettanto frequente. Senza causare al cane sofferenza e disturbi si possono eseguire anche esami diretti (quale la citologia oculare, l'imprinting congiuntivale, gli esami batteriologici) ad identificare bene il problema ed impostare adeguata terapia. E' raro che si possa parlare di occhi delicati: cerchi la causa del problema!!
Mi faccia sapere.
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 30.5.2006

buonasera, volevo sapere perche' il mio cane (è uno schitzu maschio di 4 mesi) continua a mangiarsi la sua cacca ,,,,
inoltre ho notato che ha tanti sbalz d'umore
e' normale?
grazie giusy

Cara Signora, se il suo cucciolo non ha disturbi organici all'apparato digerente (e ciò potrà facilmente verificarlo col suo medico veterinario), compresi quelli dovuti ad una dieta non adeguata, è possibile che il disturbo sia di tipo comportamentale. Questi disturbi possono essere per esempio dovuti ad uno spazio angusto in cui è stato tenuto prima che venisse a vivere con lei, oppure anche ad un atteggiamento "punitivo" da parte vostra quando lo vedevate e lo vedete sporcare in casa ( e quindi fa sparire le "prove"...). Se colleghiamo questo comportamento con i cosidetti sbalzi di umore ovviamente il problema necessita di un approccio molto corretto ed attento, e quindi il mio spassionato consiglio è quello di rivolgersi al suo veterinario curante affinchè le dia il nominativo di un collega che si occupa specificatamente di medicina del comportamento. Come avrà capito ciò che lei riferisce non è normale, ed i tempi per risolvere questi disturbi sono piuttosto ristretti poichè il cucciolo è già grandicello.
Si affretti, troverà semplice la soluzione.
Cari saluti.
Sabrina Giussani
Emanuele Minetti
Medici Veterinari
Pagina  12