**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2006

Domanda del 24.6.2006

La ringrazio per avermi risposto,ma approfitto della sua disponibilità pregandola di darmi il nome di un veterinario esperto in dermatologia.Io sono di Livorno(Toscana)quindi se per cortesia mi fà sapere se dalle mie parti posso trovare un esperto proprio come lei mi a consigliato.Grazie ancora di tutto e grazie anche dal mio piccolo bambino (DUM)

Buongiorno, purtroppo la legge mi vieta di dare nominativi di medici.
Può però contattare l'ordine Professionale dei veterinari della sua provincia e chiedere informazioni a loro.
cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 25.6.2006

gent.mo dottore,
ho una gatta con il pelo lungo, di quasi tre anni. da un po' di tempo, come è giusto credo che sia, perde il pelo a batuffoli, in continuazione. ma oggi, osservandola per bene, mi sono reso conto che ai lati della pancia, più o meno su tutti e due i lati del corpo il pelo si è staccato del tutto dalla cute,tipo a zolle (forse causa della mia noncuranza nel pettinarla spesso) lasciando trasparire la stessa cute, che è rimasta in quella zona semi scoperta, con delle piccolissime e rare macchioline marroni simili a crosticine. la situazione mi preoccupa un po' perchè, anche se lei sta fuori, nel terrazzo, in casa abbiamo una piccola bambina e non vorrei che questo fatto possa essere pericoloso per la sua salute.
la ringrazio per la risposta.
distinti saluti
Antonio,
da Lecce.

Buongiorno Antonio, non posso purtroppo esserle molto d'aiuto se non consigliare una visita clinica accurata al suo gatto.
Probabilmente ( e sottolineo probabilmente) non è altro che una banale dermatite dovuta alla scarsa igiene e buona tenuta del pelo e della cute: una visita fugherà ogni dubbio.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 25.6.2006

Buongiorno, la contatto perchè questa mattina ho trovato alla mia cagnolina una zecca. Non era ben attaccata e aveva la testa fuori quindi è venuta via facilmente, ma è rimasto un rigonfiamento simile ad un brufolo con sopra una crosta. Dopo averla tolta le ho messo subito il Frontline e adesso sono più tranquilla. La mia domanda però è questa, c'è un modo per evitare che le zecche si attacchino? Le chiedo questo perchè vivo con mia sorella che è affetta la morfea, una sclerodermia che purtroppo, se punta da una zecca, potrebbe peggiorare. Grazie, Paola

Buongiorno Paola, l'unico sistema per proteggere adeguatamente il suo cane (pur se non con il 100% di sicurezza) è essere molto ma molto precisa nell'applicazione dei vari farmaci e presidi in commercio. La scelta dipende sia da dove si vive sia dalla vita che il cane fa. Non è semplice conoscere però tutte le zone d'Italia per la presenza/assenza di zecche e di malattie ad esse correlate. Poichè esiste un chiaro problema anche di salute umana le consiglierei di contattare un istituto universitario della sua città, o regione, ed avere maggiori informazioni sulle mappe epidemiologiche. Può provare anche all'Istituto di Igiene (umana) della sua città. In ogni caso il suo veterinario curante dispone delle informazioni che le servono. La lesione (granuloma) residuata dalla puntura di zecca deve essere tenuta sotto controllo.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 25.6.2006

ho due labbrador femmine mamma e figlia una di 5 anni e la piccola di 2, volevo chiederle un consiglio per quanto riguarda la piccola, che ha molta paura dei bambini perchè da piccola è stata tormentata con dei bastoni da bambini piccoli che abitavano vicini,vedo che se si avvicina un bambino con le mani alzate lei abbaia egli va incontro, e ho paura che morsichi
E' dolcissima intelligente, non si allontana mai appena la chiamo arriva subito e piena di vita come faccio a farle passare la paura.

Buongiorno, a questa domanda ho risposto più volte e la risposta è sempre uguale: deve sottoporre il cane ad una visita con un Medico Veterinario esperto in Medicina comportamentale.
Contatti il suo medico veterinario curante e chieda tale consulto alla svelta.
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 25.6.2006

negli ultimi 8 mesi il mio cane ha avuto 2 volte degli spasmi muscolari ..........che io penso fosserò dei crampi...penso.......ma mi sorge un dubbio ............a parte che non so cosa fare in quel momento so solo che si contorce tutto........mi aiuterebbe sapere cosa fare grazie

Buongiorno, ciò che lei descive oltre i tanti puntini di sospensione non può fare pensare a nulla.
Può trattarsi di coliche addominali ("mal di pancia"", di crisi epilettiche, di crisi convulsive non di origine neurologica, addirittura può essere uno spasmodico prurito!!).
Direi che come sempre la risposta è una sola: se la salute del suo cane le sta a cuore lo porti a visitare!
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 26.6.2006

devo portare in agosto il mio gatto in aereo a minorca. Queli documenti e vaccinazioni servono e dove lo caricano nelle stiva o in cabina lui cosa ne pensera' di questo viaggio, puo rimanere traumatizzato. il micio Romeo è 8 chili, cose gli posso dare per tenerlo tranquillo?
Grazie Rossella Tonelli di Bologna

Buongiorno Rossella, per i movimenti di animali all'interno della nostra Comunità Europea bisogna sottostare a regole ben precise. Infatti per cani, gatti e furetti vige da tempo l'obbligo del passaporto europeo. Per poter avere tale documento necessita una visita clinica che attesti la buona salute del gatto e la successiva vaccinazione per la rabbia. Tutto questo però non è sufficiente se il gatto non ha il microchip, sistema di identificazione a norma, che consente di collegare l'animale al documento stesso senza dubbio alcuno. Quindi si rivolga al suo medico veterinario ed inizi la trafila: microchip, vaccinazioni, passaporto europeo.
Per tenere sotto controllo lo stress da viaggio chieda al suo veterinario di farle provare i feromoni in commercio da spruzzare all'interno delle gabbie: non sono pericolosi o dannosi per l'animale e funzionano molto bene se si seguono le istruzioni.
cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2006

esiste qualche "prodotto" che aiuti il mio cane contro le zanzare?

Buongiorno, bisogna vedere cosa lei intende: le zanzare vengono definite così anche in modo improprio, e si tende a fare confusione con la prevenzione delle malattie che il cane può avere in seguito al morso di insetti.
In ogni caso sono in commercio vari prodotti che hanno una funzione repellente sia contro zecche e pulci sia contro zanzare e papatacci.
Sono in vendita in forme diverse: spray, collari, gocce transdermiche (spot-on).
Per scegliere quello più adatto al suo cane ed alle sue esigenze ne parli con il suo medico veterinario curante.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2006

salve dott, volevo chiederle visto l'ondata di caldo , mi consiglia di far tosare il cane? il mio è un meticcio, un incrocio tra un pastore tedesco e un volpino, color nero focato e un pelo semilungo,ha un anno e ultimamente ha sofferto di una dermatite, completamente curata. crede che tosandolo,possa alleviare la sofferenza per il caldo? LA ringrazio mariacarmela

Buongiorno Mariacarmela, non so da dove Lei scriva però mi espongo: non lo tosi!
Il mantello ha una funzione di protezione dall'azione diretta dei raggi solari e dai danni che provocano (che tutti conosciamo per noi, quale il melanoma...) ma anche una funzione poco conosciuta: infatti si crea una intercapedine d'aria fresca fra la superficie della pelle e la parte esterna del manto che consento scambi di calore efficaci e mantenimento di una temperatura corporea corretta per il cane.
Per farle un esempio ha presente i beduini nel deserto come si vestono? Non certo con abiti leggeri, vero? Hanno vari strati di lana che fa da isolante verso le torride temperature, e verso l'azione dei raggi solari, consentendo di mantenere la temperatura corporea entro i limiti fisiologici.
Lo lavi, controlli la cute bene, ma lo lasci in pace con ombra ed acqua abbondante sempre disponibile (i cani non sudano ma si disidratano lo stesso!!!)
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2006

il mio pitt bull di % anni,sempre in perfetta salute questa mattina ha avuto quella che il vetrinario ha definito crisi epilettica.vorrei sapere se e' una razza soggetta a questo tipo di problema o se e' dovuto a casualita'.grazie per l'attenzione.

Buongiorno, statisticamente si riconoscono alcune razze che con maggior fraquenza risultano affette dalla cosidetta "epilessia primaria/idiopatica". per poter porre diagnosi corretta necessitano alcune indagini al fine di escludere tutte le malattie che possono portare a crisi epilettiche/convulsive.
Dovrà pertanto fare eseguire un pannello di esami ematochimici completo, una visita neurologica completa da un veterinario esperto o specialista, eventualmente dovrà far eseguire una tomografia assiale computerizzata od una risonanza magnetica all'encefalo ove il neurologo ritenga siano necessarie. Una volta posta la diagnosi si potrà intraprendere la terapia di elezione, terapia che potrà o curare la patologia in atto oppure più semplicemente tenere sotto controllo le crisi epilettiche con l'uso di farmaci specifici.
E' comunque possibile che la crisi sia un evento isolato e che non si ripresenti mai più.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2006

La mia piccola cagnolina di 6 anni, sterilizzata, trovata abbondonata all'età di tre mesi ha dei problemi di diuresi notturne. Durante il giorno è tranquilla e non presenta alcun problema, mangia abbondantemente e per qesta ragione dovrò metterla a dieta. Quando l'ho trovata ( posseggo altri 4 cani trovati ) aveva seri problemi di gastroenterite, cimurro e drastica carenza di anticorpi. Curata con molto amore c/o una clinica è guarita perfettamente. Mi chiedo, possono queste serie malattie essere causa dei suoi attuali disturbi? Contando in un Suo consiglio e ringraziandola anticipatamente per le cure che mi suggerirà Le porgo i miei più rispettosi saluti. Giancarlo VELO

Buongiorno Giancarlo, se ho ben capito la sua cagnolina durante la notte urina con frequenza. Quello che non ho capito è se la minzione è incontrollata, cioè se mentre dorme inconsapevolmente urina nel giaciglio. Se così fosse bisogna indagare se questa "incontinenza urinaria" ha una causa sottostante e se questa causa può essere rimossa o adeguatamente tenuta sotto controllo con farmaci. L'iter diagnostico prevede un minimo di esami di laboratorio ematobiochimici e delle urine, una ecografia addominale, una radiografia vescicale anche con mezzo di contrasto. Avrà modo di affrontare col suo veterinario, in base all'anamnesi ed all'iter fino ad oggi intrapreso, quale esami eseguire e in quale sequenza logica.
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Emanuele Minetti
Pagina  1234567