**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Luglio 2006

Domanda del 12.7.2006

salve sono barbara da bg.il mio cane un cavalier king da un'anno almeno 3/4 volte la sett ha vomito/diarrea.il mio vetrinario prima ha provato con una cura antibiotica,plasil che xo lo faceva stare + male.poi ha provato con del omeprazen,crocchette hipoallergenic,con carne macinata di cavallo!xo finche fa la cura di omeprazen sta bene appena smette torna a stare non bene!!cosa posso fare??grazie barbara

Buongiorno Barbara, sulla base di ciò che descrive dovrà sottoporre il suo cane a più approfonditi e mirati interventi diagnostici. Il mio consiglio, al fine di evitare di perdere ulteriore tempo, è di rivolgersi ad una struttura che offra la possibilità di eseguire indagini radiografiche sofisticate, ecografia addominale nonchè il consulto di un veterinario esperto in gastroenterologia. E' possibile inoltre che il suo cane debba essere sottoposto ad un gastroduodenoscopia in anestesia. Nel caso non trovasse nella sua città strutture soddisfacenti le ricordo che a Milano esiste la Facoltà di Medicina Veterinaria con l'Istituto di Chirurgia che offre un avanzato servizio di gastroenterologia.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 13.7.2006

buongiorno dott. E.Minetti innanzitutto ringrazio per la sua preziosa risposta, mentre le comunico che fortunatamente le pastiglie per la prevenzione filarica gli vengono regolarmente somministrate mentre mi auguro di riuscire a fine settimana far vacinare queste piccole pesti di circa 6 mesi.
Vede la stranezza di questi cuccioli è che sono molto affettuosi con i loro scodinzolii e salti, pensi che due dei tre prendono il cibo volentiere dalla mia mano mentre le due femmine ancora molto sospettose si arretrano quando si tenta di prenderle. E' chiaro che la loro sfiducia sia dovuta conseguentemente ai primi mesi di vita, vissuti non certo a contatto con il genere umano.
Per quanto concerne la sterilizzazione la piccola Sissi è stata sottoposta ad ovariectomia la scorsa domenica, diciamo con una certa urgenza, in quanto era in pieno proestro, ora le chiedo se a questo punto sia consigliabile per Timmi effettuare l'intervento prima del proestro - ringrazio e cordialmente saluto

Buongiorno, la sterilizzazione precoce è pratica corrente. Vantaggi e svantaggi le possono essere illustrati dal suo veterinario curante. Rimane il problema comportamentale che le consiglio vivamente di mettere ora al primo posto nelle priorità: si informi e veda di far fare una visita alla cucciolata da un medico veterinario esperto in medicina comportamentale.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 14.7.2006

Buongiorno dott. Minetti. Sono Giancarlo Velo, quel tale che ha problemi con la sua cagnolina che soffre di incontinenza. Volevo ringraziarLa per la risposta invitami. Mi scuso per non averLa ringraziata prima ma sono stato assente per motivi di lavoro. Sarà mia premura informarLa delle cure che saranno adottate grazie ai suoi preziosi consigli. Ancora grazie e cordiali saluti.
Giancarlo VELO

Buongiorno Signor Velo, grazie a Lei per averci contattato.
Rimango in attesa di notizie quanto prima.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 16.7.2006

Per affrontare un viaggio di circa un'ora con una gattina di un anno, che non è abituata alla macchina, posso somministrarle un calmante per evitare che si innervosisca dentro la gabbietta? Che tipo di calmante?
Grazie. Chiara

Buongiorno Signora Chiara, tale indicazione non può e non deve passare da qui ma dal suo medico veterinario curante. In linea di massima personalmente non amo somministrare sostanze "calmanti" per un viaggio, preferisco pensare ai feromoni appaganti in commercio sia per cani sia per gatti.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 16.7.2006

Buongiorno Dottore e scusi se la disturbo ma Io Vivo in Egitto e Dove io vivo NON ci sono veterinari affidabili . Il mio cane e' un Rhodesian Ridgback nato il 30 Marzo 2006 e sin da piccolo il cane ha avuto problemi alla cute con macchie bianche (come brufoli) che abbiamo trattato da subito. Le pustole pre trattate sono scomparse ed hanno lasciato dei piccoli vuoti di pelo (che ora sta' ricrescendo). Attulamente la cura e' Lamisil 125mg. per bocca a Lamisil spray (una volta al di' ma il cane scappa perche' ha paura dello spray!. Cosa posso fare? grazie infinite!!

Buongiorno a Lei, purtroppo davvero non mi è facile aiutarla. L'unico consiglio che mi viene in mente è di cercare un centro di referenza da lei raggiungibile ove poter sottoporre il cane alle ricerche necessarie. Infatti non sono poche le patologie sistemiche che presentano sintomi cutanei.
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 16.7.2006

Egr Dott Minetti,
la ringrazio per avermi chiarito come avviene la trasmissione del cimurro. Un cucciolo di labrador ne è affetto e ho messo al corrente il suo proprietario circa la pericolosità del contagio. Oltre al mio bassotto di 4 anni parecchi cani passeggiano nella stessa zona dove è portato questo cane malato - essendo una proprietà privata gli ho vietato l'ingresso, ma il proprietario non sente ragioni: se vogliamo evitare il contagio dobbiamo tenere sotto una campana di vetro tutti i cani del condominio... Perdoni lo sfogo per la mancanza di correttezza e ragionevolezza di questa persona. Vorrei chiederle se è sufficiente a prevenire il contagio la vaccinazione che faccio ogni due anni (ahimè il mio veterinario ritiene opportuno un vaccino biennale per cimurro, epatite e parainfluenza, nonostante ogni anno lo porti per leptospirosi e parvovirosi). Grazie ancora.

Buongiorno a lei, per tranquillità può far eseguire al suo i titoli anticorpali IgM ed IgG per cimurro. Ciò servirà a valutare bene se esso è protetto o se deve essere rivaccinato subito.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 16.7.2006

GENTILSSIMO DOTTORE,HO LA GIOIA DA 14 ANNI DI AVERE UNA CAGNOLONA METICCIA TROVATA IN CONDIZIONI DI GRANDE DENUTRIMENTO,APPUNTO QUATTORDICI ANNI FA,HA SUBITO SETTE ANNI ORSONO UN INTERVENTO TOTALE ALL'UTERO,TRE ANNI FA è STATA OPERATA ALLA MAMMELLA,LA DIAGNOSI NON ERA MOLTO BELLA,ORA E' STATO DIAGNOSTICATO TUMORE DIFFUSO,MILZA,POLMONE E NUOVAMENTE AD UN'ALTRA MAMMELLA,MANGIA SEMPRE CON BUON APPETITO,PERO'NATURALMENTE NON HA PIU' LA CAPACITA'DI GIOCARE E MUOVERSI COME PRIMA,MI E'STATO DETTO CHE NON C'E' SOFFERENZA PERO'HANNO ESCLUSO L'INTERVENTO,MI DICONO CHE MI ACCORGERO' QUANDO STARA' MALE PERCHE' AVRA' GRANDE DIFFICOLTA' NELLA RESPIRAZIONE,COME POSSO AIUTARLA?UN GRAZIE AFFETTUOSO ORNELLA

Buongiorno Signora Ornella, mi pare che la sua cagnolona sia stata seguita e gestita in modo egregio fino ad oggi. Il problema dell'oncologia veterinaria in qualche modo ricalca quello della medicina umana. La stadiazione clinica è la cosa fondamentale, da essa si può arrivare alla prognosi ed ad eventuali terapie. Mi pare che nel suo caso la situazione sia abbastanza ben definita, con un quadro di metastasi generalizzato ad organi importanti. In veterinaria operano alcuni medici esperti di oncologia e che sono in grado di gestire tali pazienti molto complessi sia attraverso la prescrizione di chemioterapie sia attraverso l'uso di farmaci per la terapia del dolore.
Provi a rivalutare la questione con i suoi medici veterinari curanti.
Di più non posso dirle.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 16.7.2006

Quale sonnifero (per via alimentare) è efficace nel gatto. Non sono un tecnico ma credo sia la soluzione migliore per il mio gatto che ogni tanto deve subire delle trasferte in macchina, alle quali rispone con scene di panico alternate con sfuriate da leone. Solo pochi giorni fà è riuscito a uscire dalla gabbietta sfondando la rete che funge da visiera e me lo sono trovato arrabbiato come non mai a girare per l'auto. Il mio non è un gattino da appartamento, è un vero gatto intero di 9 anni che passa la gioranata in giro per la campagna e per il paese a fare il suo dovere di maschio. A me basterebbe riuscire ad addormentarlo per un oretta, due volte all'anno come devo fare? Grazie

Buongiorno, la prego di rifarsi a risposte già date. Nessuno sonnifero è efficace nel gatto per via orale, nessun farmaco è sicuro al punto tale da lasciarne la somministrazione in mano ai proprietari con leggerezza se si vuole ottenere non una blanda sedazione ma un vera anestesia.
Si rivolga al suo veterinario curante, che almeno conosce l'animale, e pensi all'uso dei feromoni.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 17.7.2006

CANE- DERMATITE?- EGITTO: Buongiorno dottore e grazie della risposta sui problemi di cute del cane ma non posso portarlo in nessun centro di referenza poiche' il primo dista 600 km. Se le mandassi una foto del cane e del problema..lei pensa di poter eventualmente dirmi qualcosa in piu?
Capisco che forse non le sara' possibile esprimere una diagnosi perfetta ma almeno mi aiuterebbe a capire cosa poter fare per arginare almeno temporaneamente il problema. Ho gia' perso un cucciolo perche' e' stato vaccinato con vaccini per il gatto anziche' per il cane (questo e' il sistema qui) e ha poi contratto una malattia.....non vorrei veder soffrire un piccolo di nuovo. Grazie infinite della sua disponabilita'
Buona giornata, Tiziana

Cara Tiziana, non può anche fare eseguire alcuni esami di laboratorio di base e magari per la leishmaniosi? O se è in una zona turistica far eseguire i prelievi di sangue e tramite un turista che rientra in Italia farli recapitare a Milano?
Ci pensi.
Cari saluti.
Emanuele Minetti

Domanda del 17.7.2006

Egregio Dott.Minetti,un cordiale grazie per i suoi preziosi consigli.
Ornella Castiglioni

Grazie a lei signora castiglioni di averci scritto.
Mi faccia sapere se sopraggiungono novità positive.
Cari saluri
Emanuele Minetti
Pagina  123456