**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Settembre 2006

Domanda del 15.9.2006

Buon giorno! ho 4 gattini di 4 mesi che stanno male, infatti uno di essi è morto proprio ieri. Pur mangiando regolarmente sono magrissimi quasi pelle e ossa e hanno la diarrea ,si fanno i bisogni addosso , quello che è morto ieri aveva dell'evidenti difficoltà respiratorie.
I gattini non stanno in casa , ma fuori in giardino, io ho il sospetto che siano stati avvelenati, potete dirmi se il mio sospetto è giusto e cosa posso fare subito per aiutarli?
Certo di una vostra celere risposta, Vi porgo distinti saluti e ringraziamenti.
Roberto (Palermo)

Buongiorno signor Roberto. Mi scusi, ma li ha fatti visitare?
Mi pare che sia l'unica cosa da fare. Escluderei per ora l'avvelenamento, più probabile una malattia infettiva e/o parassitaria.
Li porti subito da un bravo veterinario, anche se forse lei si è mosso molto in ritardo per poterli davvero salvare.
Saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 17.9.2006

Buongiorno, il mio Labrador femmina di anni 1 ultimamente specialmente al mattino ha sempre molta materia attorno agli occhi. Basterà un normale collirio ? E se si va bene anche quello per i "cristiani" ? Grazie. Giacomo

Buongiorno, quanto lei riferisce è il sintomo di una malattia infiammatoria agli occhi. Pertanto è necessario che un medico veterinario ponga una diagnosi causale precisa e prescriva la terapia più indicata.
Non sottovaluti il problema e porti in visita il suo labrador quanto prima.
Cordiali saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 17.9.2006

Ho un pastore tedesco femmina di 7 anni con un nodulo alla mammella. Il veterinario mi ha consigliato un'asportazione delle mammelle senza alcun esame pre-operatorio. E' corretto?
Grazie per la risposta.
Cordiali saluti.
Cinzia Arigoni

Buongiorno Sugnora Arigoni, purtroppo la presenza di neoformazioni mammarie è evento piuttosto frequente nei cani femmina, ancora più frequente con l'avanzare dell'età ed in soggetti non sterilizzati. Gli attuali protocolli pre intervento chirurgico prevedono in simili casi una valutazione completa dello stato di salute del soggetto, quindi si parte da una accurata visita clinica completa e si può arrivare ad una più complessa stadiazione, eseguendo esami di laboratorio ematologici più o meno completi, visita cardiologica con eventuale elettrocardiogramma ed ecocardiografia, radiografie del torace in varie proiezioni, radiografie addominali, valutazione citologica della massa e dei linfonodi che drenano le ghiandole mammarie. In alcuni casi è poi necessario eseguire una tomografia computerizzata. Come vede il protocollo pre-operatorio non è standard ma deve essere modulato sul paziente ed in accordo con il proprietario, sia per un problema di costi sia per un problema di tempi e rischi.
L'individuazione precisa delle opzioni mediche disponibili è un complesso iter decisionale e l'unica cosa che deve sempre essere evitata è operare a priori con protocolli di compromesso e/o rischiosi per il paziente.
Spero di esserle stato utile.
Cordilai saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 18.9.2006

Gentilissimo dottor Minetti,lo scorso luglio ho avuto il piacere di scriverle,per porle delle domande in merito alla mia cagnona,brevemente le ho raccontato la sua storia e lei con molta cortesia mi ha risposto dandomi dei consigli,purtroppo però lo stato di salute della nostra amata Sirio,era gravissimo tanto grave che,con grande dolore ieri abbiamo dovuto portarla per l'ultima volta dal nostro veterinario,mi sono sentita di scriverle perchè sono certa che lei potrà capire il mio stato d'animo.Abbiamo trascorso quattordici anni felici,abbiamo ricambiato il suo affetto con tutto il nostro bene,non l'abbiamo mai lasciata,le nostre vacanze erano le sue vacanze,nel luogo dove l'abbiamo trovata in condizioni terribili,ed ora sabato prossimo ci accingeremo a salutarla per l'ultima volta a Bratto dove le sue ceneri verranno poste sotto il nocciolo,era uno dei suoi posti preferiti.
Mi perdoni caro dottore se mi sono permessa di disturbarla,ma sono certa che lei amando molto i nostri "amici"possa comprendere la mia tristezza.
La ringrazio di cuore per avermi dedicato un pò del suo tempo prezioso.
Con stima.
Ornella Castiglioni

Buongiorno Signora Castiglioni, sono io che ringrazio Lei per avermi fatto partecipe dei suoi sentimenti. Il mestiere del medico veterinario è spesso costellato di dolori e fatiche che non vengono comprese, pertanto sentire le sue parole, in questo mondo che si vergogna di ammettere che l'amore è uno dei motivi principali che ci consente di vivere una vita piena, da senso alle giornate che spesso si susseguono davvero in modo difficile.
Se scriverà il nome sulla corteccia del nocciolo per questa volta credo che nessuno possa criticarla.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 19.9.2006

La mia cagnolina di 6 anni (non sterilizzata) ha avuto 2 episodi di lieve incontinenza, subito dopo essere tornata dalla passeggiata. Ha lasciato una piccola quantità di (credo) urina sul divano.
Credo si tratti di urina, ma non aveva alcun odore. Potrebbe trattarsi, invece, di una perdita di origine vaginale ? era ssolutamente incolore e inodore, pertanto il dubbio mi tormenta.
Potrebbe darmi una dritta al riguardo ?
Grazie molte.
Susanna - Roma

Buongiorno Susanna,
è davvero molto difficile ipotizzare la causa dei due eventi descritti.
Sicuramente è opportuno valutare lo stato dell'apparato urinario e genitale tramite esami di laboratorio mirati ed un esame ecografico addominale.
Porti in visita il cane e poi mi faccia sapere gli sviluppi.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 19.9.2006

Salve, possiedo un cane non di razza di 5 anni maschio che da un po' di settimane (saranno 2 mesi ormai) perde del sangue dal pene e anche da alcune parti del corpo quali gomiti e zampe. Vorrei sapere se esiste una malattia che si manifesta in questo modo e come intervenire. Purtroppo non riesco a portare il mio cane dal veterinario per una visita in quanto ogni volta che provo a prenderlo lui si dimena e scappa. Vi prego di darmi maggiori informazioni sull'argomento. Porgo i miei saluti e complimenti per il servizio offerto. Ilaria.

Buongiorno Ilaria, con i pochi dati che lei mi fornisce è molto difficile porre un dubbio dianostico. Si può infatti trattare di infezioni cutanee e genitali con lesioni sanguinanti, si può però anche trattare di un disturbo della coagulazione del sangue, quindi una malattia di ben diversa gravità. La diagnosi a distanza non è, come lei sa, assolutamente possibile. Quindi contatti il suo veterinario curante o per una prima visita domiciliare (poco utile in generale, ma in questo caso aiuterà a valutare la gravità del caso clinico) oppure si armi di pazienza ed aiuti per portare il cane in visita su appuntamento.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 20.9.2006

Buongiorno Dottor Minetti,
La disturbo per avere un parere relativamente al seguente problema; la mia femmina di pastore tedesco ha avuto 7 cuccioli che ormai hanno 53gg e, ad uno dei maschi, sembrerebbe che non sia sceso un testicolo.
Ho avuto a riguardo pareri contrastanti in merito, e più precisamente, mi è stato detto che è necessario asportare il testicolo ma anche che si può intervenire con un piccolo intervento valutando se il testicolo ha bisogno solo di essere accompagnato nello scroto e quindi salvandolo mentre se invece dovesse trovarsi a livello inguinale andrebbe necessariamente asportato.
Quel consiglio può darmi a riguardo? Naturalmente a me piacerebbe molto riuscire a salvarlo ma sinceramente non so bene cosa possa essere meglio per il cucciolo.
RingraziandoLa per la cortese attenzione mi è gradito inviarLe distinti saluti.
Massimiliano Offsas

Buongiorno Massimiliano, l'età del cucciolo consente ancora di avere una pur piccola speranza che il testicolo si posizioni nella sua sede naturale. Di certo bisogna con tutti i mezzi cercare di capire dove il testicolo sia posizionato ora, se in zona parapeniena e/o sottocutanea oppure se ancora in addome. Se criptorchide vero la necessità della castrazione è legata all'insorgenza in futuro di gravi problemi al cane (neoplasie comprese). L'intervento di riposizionamento scrotale può avere controindicazioni nonchè scarso successo, con rischi di anestesia invece da calcolare bene. Inoltre se davvero criprorchide il cane potrà trasmettere il difetto in quanto ereditario.
Può fare eseguire una ecografia accurata presso un centro di referenza.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 20.9.2006

gentile doc.vengo a porle una domanda quasi scontata ,ma la voce di un professionista mi conforta di piu'.
ho uno yorkshire che tra qlc. giorno compie 14 anni. devo dire che tutto sommato sta bene.è sempre stato coccolato e viziato (so che nn è giusto ,ma purtroppo è cosi').nell'ultimo anno è diventato quasi sordo e da un occhio penso ....non ci veda piu'.ogni tanto trovo un dentino per casa,ma ....penso sia normale...VOLEVO SOLAMENTE CHIEDERLE QUANTO POSSONO VIVERE E...se puo' darmi qlc.consiglio su come intraprendere una buona vecchiai.
GENTILMENTE VI RINGRAZIO.
SERGIO BOTTANELLI

Buongiorno Sergio,
la gestione di un paziente anziano è davvero molto complessa e necessita di visite veterinarie piuttosto frequenti. La vecchiaia non è una malattia ma molte malattie accompagnano la vecchiaia. Il modo migliore per allungare la vita al suo cane è quello di trovare un medico veterinario che la segua in questo percorso che spesso è anche doloroso. Come un venditore di auto non potrà mai dirle quanto una macchina durerà pensa che un medico possa stimare quanto un essere vivente possa sopravvivere?
Via, si può essere buoni medici ma non ciarlatani!
Faccia visitare il suo cane, lo tenga ben monitorato, gli garantisca una qualità di vita ogni giorno la più decente possibile ed avrà fatto il suo dovere.
Il resto lo lasciamo nelle mani casomai del Cielo.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 20.9.2006

Buogiorno ho adottato tre settimane fa un cane al canile municipale di torino uno splendido pastore tedesco di tre anni, ha pero un problema, nonstante i consigli del mio veterinario ossia dosi di 200 grammi di crocchette( hill's adult) per due volte al giorno egli continua ad avere problemi di stomaco(liquida) facendo le feci di colore giallastro...e possibile che l suo intestino si debba ancora mettere a posto? premetto una cosa questo cane a sofferto molto la fame in quanto e molto molto magro. attendo un suo parere, ringraziando le porgo distinti saluti

Buongiorno, faccia rivalutare clinicamente il suo cane perchè i sintomi che lei riporta sono importanti. Un disturbo intestinale ha sempre sotto una causa che va identificata correttamente per applicare la giusta terapia.
Chieda analisi di laboratorio ed eventuali esami collaterali (rx, ecografia) e non sottovaluti il problema.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 20.9.2006

salve!io ho un dalmata di 1anno e 3 mesi ci sono comparse delle macchie rosse addosso mi puo dire almeno secondo lei di cosa si tratta?grazie aspetto 1 vostra risposta

Buongiorno, le rispondo solo che deve portarlo dal veterinario.
Non sono uno stregone, dai!
Cari saluti
Emanuele Minetti
Pagina  1234