**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Gennaio 2007

Domanda del 3.1.2007

avrei bisogno di un consiglio, ho adottato una cagnolina di 2 anni da 4 mesi, il problema sussiste nel farla mangiare, non mangia i croccantini da sola, piuttosto sta' a digiuno anche 3 giorni, per farla mangire devo inserire i croccantini in bocca e obbiligarla a masticare.

come posso fare a farla mangiare i croccantini da sola???? ho gia' cambiato marca 2/3 volte!!!attendo un consiglio top urgent

Buongiorno, difficile immaginare quale sia il motivo di questo rifiuto. Si può pensare ovviamente a due grandi categorie di problemi: uno legato ad un disturbo della masticazione/prensione dell'alimento, uno legato ad un disturbo del comportamento. Si deve quindi valutare molto bene lo stato di tutto il cavo orale e della muscolatura coinvolta tramite una visita accurata. Stabilito che il cane è sano e normale si deve iniziare ad indagare sui problemi del comportamento alimentare e più estesamente se il soggetto presenti sintomi riferibili a alterazione comportamentali. Ciò necessita di una visita fatta da un veterinario specialista. Se vogliamo comunque fare un tentativo empirico può provare ad evitare gli alimenti secchi e rivolgersi a quelli umidi in lattina, i quali in genere vengono ritenuti ad appetibilità più alta.
Ancora, in accordo con il suo veterinario, può tentare la strada di una dieta casalinga, o, meglio, mista casalinga ed industriale. Questi i pochi consigli che le posso dare senza avere visto il suo cane. Ne parli bene comunque con il suo veterinario e cerchi con lui la strada migliore da seguire.
Cari saluti e buon anno.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 3.1.2007

milano:03-01-2007 ore 13:35 salve sono Benedetto,il padrone del barboncino bianco (Billy) che ha avuto l'enterite cronica sono due giorni che non ha voglia di giocare sembra sempre stanco e fiacco ieri non ha mangiato per niente la cacca sembra regolare (dimagrimento????? un pochino).strano non crede?.. in attesa di una sua risposta Le auguro un buon anno nuovo.
Benedetto.

Buongiorno Benedetto, dal poco che mi racconta oggi davvero non so cosa dirle. Credo che la cosa migliore sia contattare il veterinario curante subito.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 3.1.2007

salve dott. minetti, le ho scritto prima per la mia cagnolina che non vuole mangiare, io credo non sia un problema di masticazione in quanto se le diamo altre cose, piu' appetitose della stessa consistenza dei croccantini, il sgranocchia senza problemi(vedi biscotti).
mi scusi l'allarmismo ma e' il primo cane e non so' se comportarmi sulla linea dura, sgridandola se non mangia o come comportarmi. il tentativo con i pasti umnidi e' stato fatto per il primo girono e' ok lo mangia ma poi gia' il secondo pasto lo rifiuta, con il muso cerca di seppellire o comunque rivoltare il piatto. ovviamente se invece le propongo carne macinata cotta con pasta ben condita si mangia tutto!
con il mio veterinario di fiducia ho parlato, lui dice che forse e' un po' viziata!!!!!!!

forse mi allarmo per nulla ma non vederla mangiare e' preoccupante!!!!!

Buongiorno, a questo punto da quanto lei dice oggi l'unica strada da percorrere rimane quella di sottoporre il cane ad una visita comportamentale con un medico veterinario specialista e riconosciuto esperto nella materia.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 4.1.2007

Gentile dott.re io possiedo un bulldog inglese vorrei sapere se esiston o buoni integratori vitaminici da somministrarli.grazie saluti Ferdinando

Buongiorno, l'uso degli integratori alimentari non ha alcun significato quando il soggetto è in salute e quando copre i suoi fabbisogni alimentari con una dieta equilibrata e di buona/alta qualità.
Una delle possibilità più rare in assoluto oggi nel mondo occidentale ricco e pasciutello è quella di trovarsi di fronte ad una malattia carenziale di origine alimentare.
Direi invece che l'uso senza senso di integratori e vaccate varie, sul mercato solo per fare del bene alle tasche di chi li commercializza, sia la causa di svariati e frequenti problemi di salute, non solo per l'uomo, anche per gli animali domestici che subiscono (e senza poter dire di no...) le pressioni di un mercato senza senso e senza etica.
Quindi gli intergratori si usano poco e solo quando servono davvero perchè NON è VERO CHE FANNO SEMPRE BENE, non è quindi vero che male che vada NON fanno niente. Si veda l'aumento dell'obesità a tutti i livelli, un cane come il suo l'ultima cosa che deve fare è ingrassare! Questa è prevenzione e salute vera.
Auguri a cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 7.1.2007

Gentile Dottor Minetti mi chiamo Maddalena e sono preoccupata perchè la miia cagnetta,di nome Titta,ha un pruprito continuo all'ano e lo manifesta strisciando l'ano sul pavimento,come per grattarsi.
E' il sintomo di quale problema?
Grazie fin d'ora dell'attenzione riservata al mio problema.
Cordiali saluti Maddalena

Buongiorno Maddalena,
il prurito (o fastidio) nella zona anale e perianale può essere legato a molteplici fattori, direi tutti patologici. Quindi il cane deve essere visitato, deve essere valutata la presenza di parassiti intestinali (quali per esempio la tenia).
Si rivolga pertanto al suo veterinario curante.
Cari saluti e buon anno.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 8.1.2007

Buongiorno dottore, le pongo la mia domanda. Sul pancino del mio yorkshire di 8 anni ci sono delle macchioline marroni scure di diverso diametro, non più grosse di 1 centimetro, localizzate intorno al pisellino,ai testicoli e sulle coscie( PARTE INTERNA) Non so da quanto sono presenti, cosa possono essere? Grazie mille

Buongiorno, senza vedere quanto lei descrive non è facile rispondere alla sua domanda. In linea di massima ritengo siano normali pigmentazioni della cute presenti nei cani come il suo.
Se ritiene di dover andare a fondo della questione solo una visita clinica potrà stabilire in modo preciso di cosa si tratta.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 8.1.2007

Gentile dottore,
il mio cane Tommy, un meticcio di taglia grossa di 11 anni tipo golden retriever, ha la fosfatasi alcalina a 8842 da più di un anno. Gli altri valori sono nella norma. Il fatto è che ho notato che beve molto, ha sempre fame e ha problemi di artrosi.Mi permetto di scriverle perchè ho notato che il referto delle analisi è firmato da lei in quanto fatte il 12 ottobre alla BiesseA.
E' possibile che abbia il morbo di Cushing?di cosa si tratta esattamente?
Non so più cosa pensare e non vorrei stare a guardare in attesa che gli succeda qsa.
Se ha bisogno di qualche altra informazione sono a sua completa disposizione.
Grazie
Barbara

Buongiorno Barbara, di fronte ad un valore di fosfatasi alcalina così elevato il passo successivo è fare eseguire una accuratissima indagine ecografica dell'addome. Ciò consentirà di valutare sia lo stato del fegato sia quello delle ghiandole surrenali. Infatti la gran parte degli innalzamenti della ALP sono legati a questi due organi. Una volta avuto il risultato dell'ecografia potrà intraprendere un percorso di indagine più mirato, per esempio escludendo il Morbo di Cushing, malattia legata ad una alterazione proprio della funzionalità surrenalica, inteso come "iperadrenocorticismo". Esistono vari e ottimi protocolli di indagine. La sintomatologia che lei descrive (fame esagerata, sete, problemi nella deambulazione) sono spesso presenti nel Morbo di Cushing, sia esso di origine centrale sia esso di origine periferica.
Non attenda quindi oltre e si attivi per l'ecografia: solo da qui potrà iniziare l'iter definitivo per giungere ad una diagnosi e quindi ad una terapia. Tenga presente che il Cushing è sicuramente una malattia grave ma che oggi è anche ben affrontabile con le giuste ed adeguate terapie.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 9.1.2007

buonasera,
la mia domanda è la seguente: il mio gatto(ha 4 anni) da un pò di tempo poco dopo aver mangiato o addirittura durante rigurgita tutto, tempo fà gli era stata diagnosticarta la gastrite e vorrei sapere se pùo centrare qualcosa e cosa dovrei fare.
grazie lidia

Buongiorno Signora Lidia,
i sintomi che lei riporta possono essere messi in relazione a molte patologie. In realtà quello che lei osserva può essere forse definito rigurgito più che vomito, quindi una delle prime ipotesi da tenere in considerazione è la presenza di alterazioni esofagee, ed eventualmente di corpi estranei gastrici quali i boli di pelo, molto frequenti e fastidiosi nel gatto. L'importante è che il soggetto non sia dimagrito e non presenti un aspetto generale preoccupante, compresa la vitalità, le grandi funzioni quali defecazione, urinazione, e così via.
Per arrivare ad una diagnosi necessiterà come minimo una accurata visita clinica ed una indagine radiografica completa.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 10.1.2007

dottore il mio cagnolino, un cucciolo meticciodi 70giorni,ha delle chiazze senza pelo intorno alla bocca, lì dove c'è l'articolazione tra labbro inferiore e superiore. da cosa può dipendere. (giorni fa gli ho applicato il frontline perchè aveva molte pulci in quanto viveva all'aperto.) ??? grazie mille

Buongiorno, direi che può essere da niente a malattia. Quindi deve sottoporre il cane a visita veterinaria subito poichè in crescita e di giovanissima età.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 10.1.2007

Egregio Dottore,
Il mio cane, un Boxer di 7 anni ogni 2 giorni ca. comincia a deglutire e a "sbavare" come una fontanella...
Come lo porto fuori inizia a mangiare delle quantità impressionanti di erba, tant'è che adesso inizia, in casa, a mangiare pure l'erba gatta del micio.
Faccio notare che il suo cibo quotidiano è Hill's d/d.
Cosa può essere?
Grazie.
Elena

Buongiorno Elena, è possibile che il suo boxer abbia un importante problema gastrico. La scialorrea (salivazione) marcata spesso è sintomo di quella che per noi è nausea, il fatto che tenda a "fare l'erbivoro" sottolinea ulteriormente il problema allo stomaco. Per verificare la situazione o chiede subito una visita con un medico veterinario gastroenterologo o inizia con una accurata visita clinica corredata di radiografie (anche con contrasto se necessario). Vista la razza le consiglierei di non perdere tempo.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti
Pagina  123456