**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2007

Domanda del 2.10.2007

Salve dottore sono Nadia, ho una cagnolina di razza mista e ti taglia media (è sempre stata sui 12 kl ma adesso è molto magra) che ad agosto ha compiuto 16 anni, ormai è un anno che ci da un po' di problemi nel senso che non trattiene più gli sfinteri e quindi può capitare, anzi capita spesso sopratutto di notte che sporchi in casa; è praticamente cieca a causa della cataratta e soffre di artrosi, spesso si infila,all'interno della casa o nel nostro giardino in luoghi (dietro ai bidoni del'immondizia, nell'orto, o dietro a mobili) dai quali poi non riesce più ad uscire allora emette un suono, ormai non abbaia più, straziante come un pianto di un bambino ma nonostante tutti questi problemi a volte dimostra ancora una certa vitalità, ha molto appetito e cerca sempre il cibo. Detto questo non ho una vera e propria domanda da sottoporle ma amici e parenti ci dicono di abbatterla noi, io e la mia famiglia, siamo restii ma la fatica quotidiana di segiure un cane in queste condizioni è molto frustrante; cosa possiamo fare? La ringrazio per la disponibilità e l'attenzione. Nadia

Buongiorno Nadia, lei pone sul tavolo una discussione infinita. In realtà non esiste una risposta catalogabile come universale e/o correttamente applicabile ad ogni caso. L'unico vero stop si chiama "accanimento terapeutico" e viene eticamente definito solo in accordo con il suo veterinario curante. I discorsi da bar, i consigli degli amici, esperti a parole, dei conoscenti che hanno sempre qualcosa da dire, li lasci stare. Deve indagare nel suo cuore insieme a chi può indirizzarla con competenza ed equilibrio per il bene del cane, noi bipedi dobbiamo mettere da parte egoismi e banalità.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 5.10.2007

Buongiorno dottore il mio cane (un bastardino) da un pò di tempo le orecchie sempre sporche,male odoranti e a la pelle seccha non che io gliele pulisca, cosa posso fare. La ringrazio anticipatamente. MASSIMO

Buongiorno Massimo, lo dico a lei e lo ripeto per tutti: non si può fare diagnosi e consigliare cure per e-mail.
Il suo cane è ammalato quindi deve portarlo in visita da un veterinario della sua città, non chiedere a me per risparmiare, non si può.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 5.10.2007

egregio dott al mio cane improvvisamente gli e' uscito del sangue vivo dall'ano poiche' era rientrato da poco ho pensato a qualche emorrroide che si e' rotta . L'ho pulito e sembra che non ne esca piu' sono preoccupata cosa devo fare in attesa di portarlo dal suo veterinario?l

Buongiorno, tenga sotto controllo il cane pulendolo con acqua fredda delicatamente e ferquentemente. Lo porti oggi in visita; mi auguro non sia nulla di preoccupante ma solo una piccola emorragia locale in seguito ad uno sforzo nella defecazione.
Il suo veterinario potrà agevomente emettere una diagnosi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 5.10.2007

Guardi che le o chiesto cosa puo essere non la cura. A non rivederci

Egregio Signore, le riporto il suo scritto:
"Buongiorno dottore il mio cane (un bastardino) da un pò di tempo le orecchie sempre sporche,male odoranti e a la pelle seccha non che io gliele pulisca, cosa posso fare. La ringrazio anticipatamente. MASSIMO"
Le ho risposto:
"Buongiorno Massimo,....non si può fare diagnosi e consigliare cure per e-mail. Il suo cane è ammalato quindi deve portarlo in visita da un veterinario...".
Non so cosa può essere perchè la medicina non si fa a chiacchiere ed io sono un medico serio.
Poichè non ho paura di nessun giudizio ritenendomi eticamente nel giusto lascio ai lettori il giudizio su chi di noi due abbia ragione.
Le ho detto cosa deve fare, questo è l'unica cosa corretta che potevo scriverle, il suo cane è malato e deve essere curato portandolo da un veterinario.
Offro gratuitamente le mie consuenze per chi mi porta rispetto, non ai maleducati.
Saluti
Dr Emanuele Minetti


Domanda del 5.10.2007

Salve,qualche mese fà le avevo scritto per un problema che si era presentato al mio cane. Avendo notato la sua estrema disponibilità e gentilezza mi sono permessa di ricontattarla.Malauguratamente il mio setter irlandese ieri ha presentato dei bruciore agli occhi e lacrimazione.Stamane invece mi sono resa conto che nn ci vedeva più perchè sbatteva contro tutti gli oggetti e nn riusciva a scendere le scale..Mi sono recata dal veterinario è mi ha detto che ha un'atrofia retinica progressiva e mi ha prescritto una crema al cortisone e un antibiotico, inoltre ha aggiunto che il mio cane nn vedrà più.Attualmente il cane ha 10 mesi e a me sembra strano che ieri vedeva e oggi è cieco.Lei sa dirmi se è possibile operarlo per ridargli la vista?o se ci sono cure per questo tipo di malattia?La ringrazio anticipatamente e resto in attesa di un suo riscontro.

Buongiorno, la diagnosi di Atrofia Retinica Progressiva deve essere confermata da indagini complesse, con strumentazione adatta, da un veterinario specialista in oculistica. Inoltre è possibile eseguire un test sul sangue tramite biologia molecolare per individuare con certezza i cani affetti dalla malattia da quelli sani. E' possibile che un cane malato appaia sano anche per molti mesi e poi manifesti la cecità quasi improvvissamente, anche se di solito si nota prima una cecità notturna. Purtroppo i cani malati diventano ciechi verso 1-2 anni di età.
A questo punto termini alla svelta le indagini del caso per avere la diagnosi certa e la prognosi definitiva.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 6.10.2007

buongiorno dottore.
vorrei chiederle un consiglio.
ho una gattina di 4 mesi a cui ho somministrato del felex per svermarla quando aveva circa 2 mesi.
non ho mai notato i famosi spaghetti nelle feci, poi da un giorno all'altro ieri ha vomitato un lungo verme bianco e oggi li ho trovati anche intorno alle feci.
ieri ho somministrato nuovamente del felex appena scoperto il vomito.oggi li ha sulle feci..cosa devo fare? somministro ancora del felex oppure qualche altro medicinale?
la ringrazio di cuore. martina

Buongiorno Martina, la terapia adottata è corretta. In verità doveva a suo tempo somministrare una seconda dose di vermifugo 3-4 settimane dopo la prima. Ora aspetti a vedere cosa succede e se tutto va bene fra 3 settimane comunque ripeta la dose, in base al peso del gatto. Nel caso il gatto non stia bene però lo porti dal suo veterinario.
Cari saluti
Dr Emanuele minetti

Domanda del 7.10.2007

mi hanno regalato un cucciolo meticcio dicendomi che è già stato sverminato , io come posso vedere se mi hanno detto la verità. Un'altra cosa a che mese si deve fare il primo vaccino? cordiali saluti grazie

Buongiorno, quando si adotta un cane la prima cosa da fare è una visita di controllo dal veterinario, indipendentemente dalle notizie o dai documenti che accompagnano l'animale. In tale sede si decide cosa fare, per avere risposte certe ai suoi dubbi e soprattutto per stabilire lo stato di salute generale. Si farà un esame delle feci, eventuali altri esami se necesaari, si imposterà la dieta più adatta, si programeranno le vaccinazioni.
Quindi si attivi subito.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 7.10.2007

Salve Dottore,

Avrei dei dubbi da porre, ringraziando anticipatamente dell'aiuto e di eventuali consigli, ne abbiamo davvero bisogno...

Due settimane fa, nell'arco di 3 giorni, il mio cane, un Pastore Maremmano incrociato con un Pastore Abruzzese, quindi di taglia grande, di 11 anni è passato in uno stato impressionante, inappetenza, fatica a reggersi sulle zampe posteriori, sbandamenti nel camminare, vomito...

E' stato dal Veterinario che gli ha prescritto due tipi di pillole, entrambe da dargli due volte al giorno, tali pillole sono : Rimadyl e Cytotec.
E sembrava ci fosse stato un lieve miglioramento dopo qualche giorno.

Portandolo dal Veterinario ancora si è deciso di fare un'analisi del sangue e delle lastre nella zona dello stomaco-reni, oltre ad un'analisi delle urine. E al momento sono state prescritte, oltre le pillole, delle iniezioni di Plasil due volte al giorno, pensando fosse un rene lievemente calato, piuttosto che una massa tumorale allo stomaco. Dopo due giorni la situazione è sembrata precipitare, il mio Cane non si alza più, non mangia, ha degli spasmi e tremori, vomita e quando cammina, per quei brevissimi tratti, lo dobbiamo aiutare e trascina le zampe posteriori. E' sempre appartato con sguardo vacuo, e a volte tiene ciondoloni la testa, fissando il terreno...e' come se si stesse spegnendo pian piano.

Richiamando il veterinario e dichiarando questo stato, ha affermato che ricontrollando i valori sballati delle analisi, ben 7 fra cui il Calcio, e le lastre, secondo lui è un tumore a stadio avanzato allo stomaco, in quanto ci ha fatto capire che l'unica soluzione sarebbe addormentarlo praticando l'eutanasia...Saltando l'eventuale ecografia che ci aveva consigliato di fare in quanto sarebbe solo uno scrupolo in piu' che non eviterebbe l'inevitabile..

Ora, vorrei sapere se secondo voi c'e' qualche possibilita', se potete consigliarmi qualche esame da fare, se ci sono cure...insomma, una lieve speranza che possa essere salvato...

Non so quanto ancora reggera' in quello stato, penso stia soffrendo, e stiamo soffrendo noi tutti in famiglia, perche' ormai e' diventato un membro a tutti gli effetti....

Aspetto con ansia le vostre risposte, grazie infinite...

Se dovesse esserci qualche informazione che vi serve, non esitate a chiedere, cerchero' di fornirvi ogni cosa nel piu' breve tempo possibile...



Alessio

Buongiorno Alessio, non so se ora il vostro cane sia ancora in vita o meno visto lo spaventoso quadro clinico descritto. La prognosi, indipendentemente dalla diagnosi finale, visto le condizioni, è sicuramente reservata/infausta. L'unico modo per appurare ciò è ricoverare il cane in una clincia che possieda tutte le attrezzature necessarie per una transitoria terapia intensiva intanto che si definisce una volta per tutte la diagnosi. La possibilità che sia una neoplasia addominale (milza/fegato/stomaco, non si può dire per ora) esiste, bisogna esserne certi: solo in seguito ad una diagnosi vera si deciderà se l'unica via da percorrere si chiami eutanasia.
Mi tenga informato.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 8.10.2007

Ho raccolto un micio abbandonato, ma nonostante abbia la lettiera pulita , almeno una volta al giorno si ostina ad urinare fuori. Come posso fare per aliminare questa fastidiosa abitudine ? Grazie Adriana

Buongiorno Adriana, le eliminazioni inappropriate (cioè al di fuori della lettiera) possono essere di diversa natura. Per stabilirne l'origine necessita una visita comportamentale. Inizi nel frattempo ad usare due lettiere in diverse zone della casa, cambiando spesso la sabbia, ed applichi i diffuori di feromoni appaganti per gatti per almeno 2 mesi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 8.10.2007

Salve,
volevo chiederle una consulenza online.
La mia gatta, di 12 anni d'età, è dimagrita a vista d'occhio ed in più da circa una settimana non appena mangia vomita. Secondo lei questi sintomi a cosa sono attribuiti?
In attesa di una sua cortese risposta la ringrazio anticipatamente.
Saluti.
Grey.

Buongiorno Grey, mi sembra che la situazione sia seria. Infatti questi sintomi possono essere correlati a gravi patologie dell'apparato digerente, quali il cosidetto "linfoma alimentare felino". Le consiglio pertanto di portare subito il gatto in visita per sottoporlo ad esami ematologici, radiografie, ecografia dell'addome, e quant'altro possa essere utile.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  1234567