**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2007

Domanda del 17.10.2007

Dr. Minetti Buongiorno,
il mio bellissimo Cavalier King Charles è stato operato d'urgenza 10 giorni fa per calcoli alla vescica. ne aveva 10 ed un calcolo purtroppo si era incastrato nell'uretra. E' stato molto difficile togliere il calcolo a stella incastrato (ossalato di calcio) per cui l'uretra è stata danneggiata. dopo l'intervento e sino a tre giorni fa il mio cagnolino aveva improvvise emorragie di sangue.
Ora il problema uretra sembra definitivamente risolto.
Resttano due problemi da risolvere:
1/ l'anemia
2/che dieta seguire in futuro per evitare ulteriore formazione di ossalati di calcio (il mio cane ha solo 6 anni). Tenga presente che Morgan ha sempre magiato carne (bianca-rossa) + riso + verdure e che il croccantini appositi della Hill's o della Royal canin non li vuole neanche vedere.
Grazie per una sua cortese risposta.
Giovanna Calvi

Buongiorno Giovanna, il primo problema deve essere valutato e risolto da suo veterinario eseguendo esami di laboratorio (emocromocitometrico con formula e reticolociti con indice di rigenerazione) per impostare le adeguate terapie.
Per la prevenzione dei calcoli da ossalato dovrete studiare una dieta casalinga adatta qualora il cane non accetti di mangiare i prodotti commerciali, sia in scatola come umido sia in secco. La possibilità esiste, anche se lei deve ricordarsi che il suo cane è probabilmente costituzionalmente soggetto alla calcolosi vescicale. Dovrà eseguire frequenti controlli con esami delle urine e con radiografie ed ecografie addominali.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.10.2007

Buongiorno,
vorrei notizie in merito alla "coda dello stallone"dato che il mio veterinario ha definito così la coda del mio golden retriver di 4 anni che ha il vizietto della cavalcata sia sui cani indipendentemente dal sesso che sugli umani.E' vero che é dovuta ed un eccesso di testosterone e che la sterilizzazione del cane potrebbe tenere alla larga da tumori dei testicoli e risolverebbe il problema della monta indiscriminata?
Ed inoltre,qualora decidessi di farlo accoppiare,é vero che il cane può mutare carattere e cercare di scappare alla ricerca della femmina?La ringrazio,
Irene

Buongiorno Irene, la malattia del suo cane è legata ad un iperandrogenismo vero, cioè un eccesso di ormoni sessuali maschili. Il consiglio del collega di castrare l'animale è estremamente pertinente e corretto sia nell'immediato sia per il futuro.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.10.2007

Buona sera Dott. Minetti,
il Jack Russel di quasi 1 anno di una mia amica (faccio la domanda al posto suo) spesso e volentieri si mangia gli escrementi della gatta che vive in casa con loro, con tutte le conseguenze che penso possa immaginare...
A cosa e' dovuto? Si puo' fare qualcosa per evitare questo problema?
La ringrazio in anticipo per la Sua attenzione
Saluti
Ilaria e Chicca

Buonasera Ilaria, per evitare questi comportamenti le consiglio vivamente di rivolgersi ad un veterinario specialista in medicina comportamentale. Non esistono scorciatoie semplice o trucchi facili, mi spiace.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 19.10.2007

Buon giorno, le scrivo per chiedere un consiglio su come gestire un comportamento della mia gatta. Nella nostra casa abbiamo installato una gattaiola in modo che lei sia libera di andare in giardino ma anche di rientrare quando vuole. Questo ha molti vantaggi ma un grosso svantaggio: la gatta porta a casa tutti le prede che trova fuori, ultimamente soprattutto topini o lucertole. So che è nel suo istinto, c'è però qualcosa che posso fare per evitarlo? Ritengo che per poter dare e ricevere affetto completamente da un animale domestico lo si debba accogliere anche dentro casa, ma sta davvero diventando difficile, questa settimana mi ha portato una media di 3 topi al giorno tutti vivi.

La rigrazio fin d'ora
Roveredo Consuelo

Buongiorno Consuelo, una cosa esclude l'altra. O accetta che il suo gatto sia libero di vivere i suoi istinti avendogli messo a disposizione un territorio oppure lo limita in casa.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 19.10.2007

BUONA SERA DOTT. MINETTI
IO HO UN PASTORE MAREMMANO DI CIRCA 2 ANNI E DA UNA SETTIMANA A QUASTA PARTE A INIZIATO A RINGHIARE E MOSTRARE I DENTI AI MIEI FAMILIARI ECCETTO ME E COME SE NON LI RICONOSCE PIU. VORREI UN CONSIGLIO A RIGUARDO AL PROBLEMA .


DISTINTI SALUTI
JACOPO

Buonasera Jacopo, da lontano è impossibile valutare sia un cambiamento caratteriale sia un problema comportamentale con aggressività palese. Poichè è un cane di grande mole le consiglio subito di contattare un veterinario comportamentalista per valutare senza lasciare passare tempo la situazione. Non faccia nulla col "faidate" farmacologico e per ora non si rivolga ad educatori ed addestratori non veterinari.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 20.10.2007

Gentile Dott. Minetti,
mi potrebbe gentilmente descrivere le caratteristiche caratteriali della razza Staffordshire Bull Terrier (lo Staffy Inglese)?
La ringrazio già da ora.
Francesca

Buongiorno Francesca, sarebbe troppo lungo occuparsi di tale argomento in questa sede. Può agevolmente trovare le notizia su internet tramite i siti dei club di razza e degli appassionati.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 21.10.2007

buonasera,vorrei farle una domanda in base alla mia gatta di razza persiana,ha 13 anni, è sempre in casa, vacinata e sterilizzata, ultimamente mi sono accorta che ha una tosse, non sempre, di tipo morbida,cioè, sembra che abbia catarro, lo fà quando è sdraiata sulla poltrona,volevo aggiungere che è ipertipica. Stò molto attenta a non lasciarla nella corrente d'aria quando apro le finestre,mangia regolarmente i croccantini ad uso veterinario e una volta al giorno le scatolette sempre prescritte. vorrei sapere cosa devo fare, e se mi devo allarmare. La ringrazio , attendo una sua risposta.

Distinti saluti. sara

Buongiorno Sara, la tosse è un sintomo che deve essere indagato. Quindi deve farla visitare, magari fare eseguire uno studio radiografico completo del torace, alcuni esami del sangue di base, e se non si arriva ad una diagnosi proseguire con le indagini. Ciò anche in relazione all'età avanzata ed alla razza.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 22.10.2007

gentile dottore,sto per lasciare il mio cane Lilli, una segugetta di 10 anni,in una pensione a breve degenza;mi è stata richiesta una documentazione riguardo ai vaccini fatti,il problemi è che ho perduto il libretto sanitario con i primi vaccini.cosa si fa in questi casi? nn credo che debba ripeterli avendoli già fatti a suo tempo. aspetto un suo consiglio grazie e cordiali saluti

Buongiorno Alessia, deve contattare il veterinario curante per riuscire a risalire come e quando il cane è stato vaccinato. Se le vaccinazioni risalgono a più di un anno fa le consiglio di fare un richiamo generale con vaccino polivalente, sia per il bene del cane sia perchè la pensione deve garantire a priori tutti i cani presenti nella struttura. In mancanza di documentazione non potrà fare altro che ripetere la vaccinazione senza preoccuparsi di nulla.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 22.10.2007

Dott. Minetti, sono un frate francescano della Sicilia, vivo in un eremo e ho 2 cani, un gatto e dei piccioni. Uno dei due cani ha cominciato a perdere pelo, e compaiono delle ferite sulla cute.....
Ho già letto che richieste di diagnosi verranno scartate.... ma spero nella sua gentilezza perchè non ho altre possibilità non potendo permettermi di pagare €50 per una visita.
Se è così gentile da potermi aiutare e consigliare qualche farmaco, le spedirei qualche foto del cane perchè non so neanche quale sia la malattia. Un ragazzo mi ha parlato di scabbia trasmessa dalla catena, ma non saprei....
La ringrazio comunque e mi complimento per questo servizio di ascolto che svolge su internet.
Pace e bene.
fra Bernardo.

Buongiorno Fratel Bernardo, purtroppo le foto del cane non mi saranno utili perchè molte malattie della pelle mostrano segni e sintomi francamente sovrapponibili, pur essendo totalmente differenti, con cure anche in contrasto fra loro. L'iter necessita di una visita clinica ed alcune analisi: se me lo permette oggi stesso lancerò un appello a tutti i colleghi della sua regione affinchè si riesca a trovarne uno che stia vicino a lei e si offra per un'opera di volontariato.
Aspetto sue in merito.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 23.10.2007

buonasera, vorrei sapere se la razza di cane "bulldog credo inglese" quello piccolo e molto formoso, vada daccordo con i gatti in casa. Grazie

Buongiorno, i cani non sono macchine, sono essere senzienti ed emotivi, quindi non si deve partire da una razza per capire se il cane che desideriamo possa a priori andare d'accordo con uno o più gatti. Magari ne trova uno che se li mangia ed un'altro che li adora della stessa cucciolata; ed i suoi gatti che caratteri hanno? Cosa "dicono" ai cani?
Non bisogna semplificare, si rivolga ad un veterinario della sua città esperto in medicina comportamentale e trovate insieme una soluzione.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  1234567