**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Dicembre 2007

Domanda del 1.12.2007

Salve,
da pochi mesi mi hanno regalato un cagnolino, ma purtroppo per lavoro capita che stia solo anche per 3 o 4 ore e quindi forse per giocare mangia tutto quello che gli capita a tiro, col rischio che ingerisca cose dannose.
Cosa mi consiglia? esiste in commercio un prodotto che renda disgustose le cose così mangia solo quello che gli do invece che piante ed oggetti vari?
Cordiali saluti
Alessandro

Buongiorno Alessandro, quello del suo cane può essere visto come un segno di disagio ma anche in questi casi serve una visita veterinaria; ed essa deve essere svolta da uno specialista in medicina comportamentale. Senza diagnosi non ci sono rimedi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 1.12.2007

Gentile Dottor Minetti;
da 10 giorni è morto il mio cane Dalmata di 9 anni.
Per noi è stato un dolore immenso.
I veterinari non son riusciti a fare una diagnosi esatta e noi non ci diamo pace.Vogliamo sapere di cosa è morto! Sintomi: Il cane ha avuto un periodo di 10 giorni di forti tremori,sopratutto alle sera e alla mattina presto.
Ma il cane era molto gioviale,mangiava , beveva e urinava come sempre. Noi pensavamo fosse il freddo perchè dormiva in una cuccia in giardino e allora ci siamo limitati a coprirlo con un caldo plaid.
Finchè una sera dopo aver fatto una lunga corsa in spiaggia con noi si è aggravato: prima diarrea continua, tremori intensi e la notte busto inarcato da contrazioni dolorose e vomiti.Gli arti posteriori dritti. Pensavamo ad una influenza, ma poi la mattina successiva aveva vomiti continui.Siamo corsi alla clinica veterinaria e hanno riscontrato: temperatura a 34°,creatinina a5,3;Bun a 130;WBC a 24,1;grans a 20,4 ;piastrine 76.Gli atri valori normali /alti.I reni aumentati di dimensioni notevoli e così la prostata.Disidratazione,Insufficienza renale o nefrite acuta,emolisi,sangue nelle urine e nelle feci e ittero. Il fegato nella norma. Il cane era già molto grave.Il giorno dopo non si reggeva quasi in piedi e le piastrine diminuivano. Tremori continui.La terapia era a base di fluidificanti,antiemorragici e antibiotici a largo spettro.
L'ittero era giallo quasi arancione. Continuava a urinare con meno sangue.
E' morto 4 giorni dopo il ricovero, in ipotermia e con un ultima scarica di sangue nelle ultime feci che non faceva più da 4 giorni.
Io ho pensato alla Leptospira,ma è stato vaccinato a luglio e nelle analisi non sarebbe risultato.
Il sangue coagulava bene per cui hanno esluso avvelenamento da topicidi.
In giardino avevamo buste di granuli e di concime con:ossido di potassio, anidride fosforica e anidride solforica e una busta con concime a base di ferro.
E se ha messo il muso in queste buste e ne ha ingerito un poco? La prego, mi dia un consiglio, cosa può essere stato? 20 giorni prima della sua morte il cane era scappato e magari potrebbe aver ingerito qualcosa di nocivo o aver incontrato un cane portatore sano di Leptospira. Non voglio una diagnosi,vorrei solo un suo parere. Grazie .
L.Meloni
i

Buongiorno, senza una necroscopia non è possibile emettere una diagnosi. I sintomi sono riferibili a più ipotesi, fra queste lei ha citato una leptospirosi acuta e sicuramente non è una ipotesi balzana, anche sulla base degli esami che lei riporta. Non posso dirle altro, anche perchè la situazione è degenerata in tempi così brevi che eventuali indagini tossicologiche non sarebbero state utili per guarire il cane, considerando che quando compaiono i sintomi un veleno ha già dato i danni organici più rilevanti. Probabilmente se aveste portato in visita il cane ai primi sintomi, senza aspettare molti giorni, gli avreste dato una possibilità diversa di guarigione ipotetica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 2.12.2007

Egregio dottore Emanuele Minetti,
mi chiamo Francesca.
Ho due canarini e un pappagallo. Il mio pappagallino è una calopsite. Da poco ha iniziato ad imitare i canarini fischiando come loro! Il bello è che la canarina Penny imita il pappagallo! Che fare?
Francesca

Buongiorno Francesca, non faccia nulla! Mi pare più che altro divertente.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 3.12.2007

Buona sere Dottore,
mi chiamo Paola Lanzoni e sono propietaria di una cucciola di pastore tedesco do 6 mesi.
Purtoppo giocando con una pallina si è procurata una distorsione all'articolazione del carpo destro anteriore. Mi saprebbe indicare una cura? Zoppica vistosamente.Sono molto preoccupata perchè le voglio bene.
La ringrazio per la cortese attenzione.
Dstinti saluti
Paola Lanzoni

Buongiorno Paola, stante la giovane età si impone una visita ed eventuali esami radiografici.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 3.12.2007

Salve vorrei un consiglio..ho una setterina di 1 anno e mezzo e circa dieci giorni fà mentre giocava è saltata sul tavolo del giardino ed è caduta sbattendo il fianco, la sera le è comparso un bozzo grande come una pallina da ping pong...l'ho portata al pronto soccorso le hanno dato un antibiodico per 5 gg ma ad oggi, sono passati 10 giorni, l'ematoma (che si presenta molto duro) non sì è sgonfiato neanche un po'! Cosa posso fare? grazie saluti Daniela

Buongiorno Daniela, se è un ematoma esso tende ad organizzarsi e diventare duro. Può fare eseguire un esame citologico, oppure semplicemente attendere che si riassorba, però faccia fare un controllo per tranquillità.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 3.12.2007

gentile dott. minetti
le scrivo sempre in merito a strani comportamenti di Ivan il mio maremmano e questa volta anche delle mie tre gatte jasmine, minu' e dalila. ebbene tutti sono attratti da un mio maglione che non appena e' a portata di mani ne ciucciano un lembo come se fosse un biberon addirittura ivan tenta di farlo anche quando lo indosso e puo immaginare...pensera' che degli anomali un po bizzarri...ma non trovo una spiegazione...e Lei?
grazie tante
DANA
Palermo

Buongiorno Dana, perchè si meraviglia? Sul "vostro" maglione preferito saranno depositate quantità industriali di feromoni, sia appaganti sia sessuali. Noi non lo sappiamo perchè come bipedi abbiamo un olfatto scarsino, ma i nostri animali sono ricettivi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 3.12.2007

Buongiorno dottore,alcuni mesi fa ho trovato un gattino, l'ho preso e me lo sono portata a casa dove ho già altri due gatti. Inizialmente gli ho dato il cibo per cuccioli, ma lui andava sempre a mangiare il cibo dei più grandi. Così ho iniziato a dare la stessa cosa a tutti e tre.
Ultimamente però il cucciolo mangia pochissimo e quello che mangia lo vomita, mentre mangia volentieri il nostro cibo. A me è sempre stato insegnato di non dargliene. Ora mi aiuti come mi devo comportare considerato che ho altri due gatti?
La ringrazio per la sua cortesia.

Buongiorno, deve iniziare da una bella visita clinica approfondita, semplicemente.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 3.12.2007

Gentilissimo Dottor Minetti,
ho molta confusione in testa riguardo i benefici della sterilizzazione. Mentre sono certa dei benefici in ambito tumorale e di riproduzione, non sono del tutto convinta sui benefici riguardo al comportamento del cane. L'esempio pratico è il mio meticcio di un anno, con cui pratico agility. E' totalmente attratto dagli odori che trova ed è estremamente esuberante. Questo lo porta sì ad essere affettuoso con tutti (a volte anche indesideratamente) ma lo porta anche ad una attenzione incentrata esclusivamente all'odore che segue. Ora, io mi trovo davanti a due scuole di pensiero: la prima, che mi dice che il cane, dopo essere stato sterilizzato, non cambia affatto. La seconda, al contrario, che mi dice che il cane si "tranquillizza" e diventa più obbediente, non più concentrato sugli odori che sente, lo stesso gioioso e felice ma molto meno "pazzo". Tra parentesi ho potuto constatare diversi casi di questo secondo tipo.
Ma che cosa è effettivamente vero? Che cosa cambia realmente nel cane dopo la sterilizzazione?
Grazie per la disponibilità.
Le porgo cordiali saluti.
Valentina.

Buongiorno Valentina, le rispondo semplicemente: se qualcuno è in grado di prevedere se e come i cani cambino in seguito a sterilizzazione potrà vincere il premio Nobel!
Ma come è possibile sul singolo soggetto applicare un dato che viene spacciato come statistico ma che non lo è nemmeno? Ci sono milioni di esperti che dicono la loro, ognuno vuole apparire più informato, più serio, più autorevole: la realtà e che chiunque le faccia con certezza apparire la sua teoria come l'unica vera è un millantatore. Fine.
Ho visto migliai di cani, alcuni di loro dopo la sterilizzazione sono "mentalmente ringiovaniti", altri non appaiono diversi da prima, altri sono più pigri, e così via. Ma chi può dirlo a priori su un singolo soggetto? Almeno si facessero delle valutazioni con metodi scientifici da parte di veterinari specialisti in comportamento!!!!
Stiamo come al solito nelle leggende metroipolitane sui cani! E' tutto sommato una situazione disarmante.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 4.12.2007

Gentile Dottore
Ho un grosso problema con il mio Charlie un beagle di 19 mesi, in famiglia da quando aveva 4 mesi. Quando usciamo di casa e lo lasciamo da solo abbaia e piange disperato per lungo tempo. Abbiamo anche dovuto mettere un cancelletto fra l'entrata e il corridoio perhè altrimenti non riusciamo neppure ad uscire in quanto si infila nell'uscio . Cosa posso fare? ho provato con le buone oppure a sgridarlo oppure ad ignoralo ma non si rassegna. Oltre al dispiacere di vederlo così ho paura che i vicini prima o poi si lamentino. La ringrazio anticipatamente . Rossella

Buongiorno Rossella, di questo problema parlo spesso perchè è frequente. Di solito si tratta di ansia da separazione, ed essa va corretta iniziando con una visita specialsitica con un veterinario comportamentalista. Una volta avuto il quadro completo, con diagnosi, si potrà instaurare adeguata terapia comportamentale ed eventualmente farmacologica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 4.12.2007

Buongiorno dottore,avendo intenzione di comprare delle piante da tenere in casa,e avendo 5 gatti che sicuramente le masticherebbero,potrebbe dirmi quale piante sono nocive ed è meglio non comprare?un altra domanda ho una gatta di tre anni che ho svezzato e che ha mantenuto il vizio di ciucciarni il dito della mano non appena mi siedo,aggiungo che è fissata con il dito che succhiava da piccola e non riesco a farla smettere c'è qualcosa che posso fare?anche perchè ogni volta prima che smette perdo sensibilità al polpastrello,la ringrazio anticipatamente e le auguro un felice natale visto che si avvicina Emanuela

Buongiorno Emanuela, tutte le piante potenzialmente tossiche o con foglie taglienti vanno evitate. Altro non so dirle perchè poco esperto in botanica. Per il suo dito inizi uno svezzamento comportamentale evitando di lasciare disponibile "l'oggetto", limitando e diminuendo il tempo fino a zero. Metta in casa un diffusore di feromoni appaganti per almeno due mesi di sseguito. Se la cosa non migliora è necessaria una visita comportamnetale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345