**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Dicembre 2007

Domanda del 17.12.2007

buon giorno,
ho un cane meticcio di circa 9 anni, pesa circa 12 kg e
gli è stato riscontrato il diabete mellito. il veterinario gli ha pescritto fin da subito l'insulina "caninsulin" poichè i valori erano altissimi 436.
all'inizio glila iniettavo sotto cute sul dorso con dose di ui 0.8 questo la mattina con un piccolo pasto e un altra di 0.8 al pasto principale e gli misuravo la glicemia con l'apposito strumento (sono anch'io diabetico) prelevando la goccia di sangue dal labbro, ma la glicemia resta pur sempre alta sempre sopra i 300
adesso la dose l'ho portata a 0.10 ui ma non vedo risultati l'alimentazione glielo cambiata gli do il secco per cani diabetici la mia domanda è può essere che sia insulinoresistente e se si cosa posso fare ci sono altri farmaci? grazie

Buongiorno, il diabete è una malattia seria, grave e difficile, in particolare se il cane non risponde bene alla terapia. Bisogna fare quindi un ricovero con esecuzione di curve glicemiche e adattamento della terapia iniettiva, esami delle urine, eventuale test delle fruttosamine. Escludere poi altre patologie concomitanti o scatenanti.
Cari saluti e auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.12.2007

Buongiorno, sono Omar scrivo da Bergamo, volevo avere un suo consiglio se possibile, ho un cane di nome Rex pesa 44 kg(incrocio tra doberman e pastore tedesco) ha 10 anni, un mese fa è stato operato e gli hanno asportato la milza perchè grossa e (torta), e una parte dell'intestino, mi hanno detto i medici che era un tumore maligno e hanno fatto analizzare il tutto.

Questa la diagnosi del laboratorio:

Tratto di intestino tenue di 5 cm di lunghezza.
Mucosa intestinale composta da villi moderatamente raccorciati, irregolari, spesso fusi tra loro.
Minima ectasia del vaso chilifero con moderata flogosi linfoplasmacellulare diffusa fino a sottomucosa.
la tonaca muscolare appare localmente interessata da una proliferazione di cellule epiteliali ghiandolari atipiche con nucleo dismetrico,discromico,vescicoloso, un macronucleo prominente, citoplasma moderato ed eosinofilico, tali elementi appaiono disposti in file irregolari sovrapposte a formare strutture tubolari semplici moderatamente differenziate.
Minima desmoplasia reattiva Margini indenni ed adeguati.
Diagnosi: Adenocarcinoma tubolare semplice moderatamente differenziato, intestinale, sec.Lauren
Dignità: Maligno

Ora Rex sta bene ha fatto settimana scorsa ecografia, non ha nulla, linfonodi sottocontrollo globuli rossi sono ottimali ecc...
La mia domanda è: La chemioterapia via flebo con DOXORUBICINA serve? è utile? noi in famiglia siamo scettici non vorremmo avesse effetti collaterali, o che sofrisse ancora, lei caro Dottore cosa mi consiglia esiste una soluzione meno invasiva??? possiamo evitare la chemio??
La ringrazio anticipatamente.
Omar

Buongiorno, la chemioterapia in casi simili è necessaria ed usualmente ben tollerata dal cane. Qualora si evidenziassero reazioni avverse essa viene sospesa ed il paziente monitorato e gestito. Non abbiate remore ed affidatevi al vostro veterinario curante con fiducia.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.12.2007

al mio cane, un pastore belga hanno diagniosticato la leucemia, in seguito alla quale ha perso la vista. continuo a curarlo da 4 mesi con il cortisone così come prescritto da un suo collega. posso sperare che torni a vedere e a vivere senza cure? il mio veterinario mi ha consigliato l'asportazione di un occhio perchè colpito da infezione, (pus). la ringrazio sin da ora confidando in una sua risposta.

Buongiorno, non posso entrare da lontano nel merito del caso clinico. Posso solo consigliarle, se non fosse sereno, una visita di consulto anche tramite il suo veterinario con uno specialista in oncologia veterinaria.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.12.2007

mi chiamo michela, ho un dog de bordeaux, di circa 9 mesi, soffre da 4 mesi di dermatite.Ho sentito 4 diversi veterinari, ma nessuno lo ha curato come si deve, infatti è ancora oggi malato.A chi mi devo rivolgere???grazie

Buongiorno, può contattare uno specilista in dermatologia veterinaria. Vista la razza e l'età le possibilità diagnostiche sono molte e saranno necessari esami anche complessi.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.12.2007

Ciao Emanuele, sono Ivan,
ho una gatta che ha 13 anni, è sempre rimasta in casa, la sua alimentazione è sempre stata variata, le do regolarmente cibi secchi e cibi umidi, e vario pure i gusti.
Nell'ultimo anno mi ha dato preoccupazioni per il fatto che ha iniziato a bere moltissimo, e va spesso nella sua lettiera a urinare ho notato pure un odore forte dopo che ha urinato. Così l'ho portata prima da un veterinario nella mia zona per evitare di stressarla con un viaggio troppo lungo e, le hanno fatto un iniezione con una soluzione che mi hanno detto serviva per problemi di reni. Poi mi è stato consigliato di lasciarla tranquilla per qualche mese e, di valutare in seguito la possibilità di una cura con "fortekor". Passato qualche mese ho deciso di fare un'altra visita da un veterinario in Svizzera, e mi ha detto che il gatto è in ottime condizioni e che il problema della mia gatta è un tipico problema dei gatti quando invecchiano e pertanto la soluzione di proseguire con "fortekor" è corretta e funzionale.
Consiglio, visto che la mia gatta snobba i farmaci; ho provato di tutto, inserendoli nel cibo umido, tritandoli, piuttosto non mangia.
Poi ho provato a prendere la pasta a base di erba gatta e, inserivo il farmaco tritato pure li con pochi risultati.
Ora uso sempre la pasta con farmaco tritato e la spalmo sulla sua zampa oppure direttamente sulla bocca così la lecca via.
Il problema è che la gatta tende a miagolare molto frequentemente soprattutto dopo che ha urinato e lo stesso fa dopo aver mangiato.
E' tutto normale oppure devo prendere in considerazione un'altra visita dal veterinario?
Anche se ho già preso contatto e mi ha detto che non mi devo preoccupare ma, personalmente il pianto della gatta è a mio avviso di lamento.
Grazie per il suo consiglio
Ivan

Buongiorno, da ciò che lei racconta non vedo siano stati eseguiti esami del sangue e delle urine per avere diagnosi e prognosi. Non vedo nemmeno esiti di ecografie addominali o di radiografie. E' quindi necessario iniziare a fare qualcosa di più in tal senso, ma senza fare passare mesi. La gatta sarà anche anziana ma non mi pare che ciò sia un motivo per non fare una diagnosi precisa con la possibilità di affinare la terapia.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 18.12.2007

Gentile Dottore,
la scorsa settimana la mia gattina è sparita.
Si tratta di una femmina di razza Europea di 2 anni e mezzo. Prima d'ora non è mai uscita fuori casa , neanche quando sono iniziati i calori. Questa volta, però, le è iniziato l'ultimo calore il 29 Novembre 2007 ed il 06 Dicembre sembrava stesse meglio , il 07 Dicembre, non si è lamentata per niente, ed ha dormito tutta la mattinata. Durante le 14.00 e le 15.00 non siamo riusciti più a trovarla. Abbiamo pensato che si sia fermata sul marciapiede e: 1- possa averla presa qualcuno; 2- si sia allontanata per voler suo.
Adesso Dottore, vorrei chiederle se secondo lei:
- nel caso in cui l'abbia presa qualcuno e riuscisse a scappare , potrebbe ritornare a casa , o meglio i gatti posseggono uno spiccato senso dell'orientamento?
-il calore che sembrava essere finito era realmente finito?e se si è accoppiata, ed incinta , potrebbe ritornare a casa essendo " soddisfatta"?
Preciso che ho ricercato invano in tutta la zona e per tutta la settimana, ho messo annunci sui giornali e manifesti .
Spero tanto che non le succeda niente e che ritorni .Non so cos'altro fare.
La ringrazio anticipatamente per la cortesia accordatami leggendo questa mail, cerco una speranza perchè sono talmente affezionata a questa gattina che è viva per miracolo, sarebbe morta se solo il mio fidanzato scupoloso, non avesse voluto controllare il livello dell'olio della macchina che venuta in officina per altri lavori, aveva la gattina nel motore.
Cordiali saluti.

Maria Sabatelli

Buongiorno, non so cosa dirle, sinceramente. Solo mi spiace molto per voi e per lei.
Cari saluti e buone ricerche!
Tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 18.12.2007

ho una gatta che ha 21 anni. quanto può restare ancora con noi e che cure posso dargli visto che denti non e ha piu' grazie

Buongiorno, mi pare impossibile risponderle, sarei un veggente. Seguite bene i consigli del vostro veterinario curante che sicuramente la conosce meglio di chiunque altro.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 18.12.2007

Salve la mia cucciolotta una trvueren di 12 mesi
subisce una depigmentazione da metà tartufo sino
ad un occhio,dopo averla fatta vedere a più veterinari
tutti chi più chi meno dicendo niente di grave .
Ho notato però che sul tartufo comincia anhe se solo
qualche pigmento a riprendere il nero.
Secondo lei mi consiglia una visita dermatologica e
se conosce qualche indirizzo?

GRAZIE MAURO PIROLA

Buongiorno, poco posso dirle visto che già altri visitandola hanno dato un parere. Da lontano ovviamente è impossibile andare nello specifico del problema. Se invece la cosa permanesse una visita specilistica è indicata, ed alcuni esami di laboratorio consigliati, in primis un dermatopatologico.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 19.12.2007

Buongiorno, ho un golden di 4 mesi e soffre di coprofalgia. Ho provato a somministrareil Forbid ma dopo lcuni giorni dall'interruzione il problema si ripresenta. Cosa posso fare?
Grazie

Buongiorno, se il problema è molto serio deve consultare un veterinario specilista in comportamento. Inizi con evitare le sgridate e cercando di barattare le feci con biscottini/premi. Magari capisce che c'è di meglio.
Cari saluti e tanti auguri.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 19.12.2007

Buongiorno Gentilissimo Dott. Minetti, volevo chiederle un consiglio... mi hanno regalato da circa 2 settimane una dolcissima cucciola di Boxer di 4 mesi... io purtroppo lavoro presso un'azienda e esco di casa alle 8.00 di mattina per rientrare alle ore 18.00 di sera... durante tale periodo però ci tengo a precisare che all'ora di pranzo è presente mia madre per la pappa alla cucciola.
Il problema è che la cucciola non vuole assolutamente restare a casa da solo, piange, abbaia, ma soprattutto mi rende la casa un campo di guerra (graffia porte, divani, tende... distrugge piante, ecc...).
Siccome ho un bel giardino di 120 mq, volevo chiederle se lasciarla fuori con questo tempo (naturalmente con giubbottino e la sua cuccia isolata) è possibile oppure no... non so proprio come fare...
In attesa di un suo parere la ringrazio anticipatamente!
Sonia

Buongiorno, per gestire il suo cane serve una visita con un medico veterinario specialista in medicina comportamentale. Nel frattempo usi in casa i feromoni appaganti in diffusore.
Cari saluti ed auguri.
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345