**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Febbraio 2007

Domanda del 16.2.2007

Buongiorno,sono GianMarco e ho un meticcio di 6 anni...stamani quando sono andato a fare la solita visita mattutina al mio amico ho notato del sangue per terra e sul muro,ho controllato e ho visto che Brick lo aveva perso da un taglio di un orecchio.Mi consiglia di portarlo da un veterinario o posso tranquillamente ripulire io la ferita? E se si posso usare prodotti per l'uomo o ne esistomo specifici per gli animali?
Grazie

Buongiorno, credo che dovrebbe sottoporre il cane ad una visita per identificare la causa che ha portato il cane a ferirsi al punto di perdere sangue in discreta quantità. Esistono per esempio autotraumatismi perchè il cane ha un forte prurito, e con le zampe posteriori si gratta furiosamente i padiglioni auricolari. Molti altri esempi si potrebbero fare, quindi poichè non è detto che ci sia solo la causa evidente (taglio) dell'emorragia, la visita si impone.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 19.2.2007

Salve! Scrivo da Trieste!
Ho un meticcio di circa 10 mesi, preso a settembre da una signora che lo teneva in un giardino con altri 20 cani! L'ho sottoposto a visita veterinaria ed è riusultato in buona salute. L'ho fatto vaccinare e sverminare.
Il problema è questo: spesso vomita schiuma bianca. E non riesco a capirne il motivo. Il mangiare è sempre quello, crocchette biologiche o carne con riso soffiato (più spesso le crocchette però).
Inoltre..quando siamo fuori casa a volte sbava schiuma dalla bocca..questo accade perchè lecca la pipì delle femmine! Io cerco di stare attenta, ma a volte il cane è più veloce di me.
Volevo sapere se la sua reazione di sbavare è normale.
Ho provato già a portarlo dal veterinario, soprattutto per il fatto che spesso vomita, l'ho fatto sverminare di nuovo ma non hanno trovato nulla!
Ha qualche consiglio da darmi? Ringrazio anticipatamente.

Buongiorno, sinceramente la causa di questi sintomi è difficile da definire, soprattutto tramite questo mezzo asettico e lontano. Deve in ogni caso proseguire nella ricerca clinica per il vomito e anche per la scialorrea (salivazione), escludendo patologie dell'apparato gastroenterico e del cavo orale, con l'esecuzione di radiografie ed eventuali ecografie. Potrebbe essere anche necessario eseguire una gastroduodenoscopia in anestesia con biopsie per esame istologico.
Quindi iniziate ad impostare un protocollo preciso al fine di escludere dai corpi estranei alle allergie/intolleranze alimentari, e così via.
Mi tenga informato.
Cai saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 19.2.2007

salve volevo sapere cosa posso somministrare al mio cagnolino birillo in sostituzione del glucantime come terapia di mantenimento grazie

Buongiorno, la terapia cui lei fa riferimento per la cura della Leishmaniosi non ha alternativa. L'importante comunque è sapere con precisione, seguendo un attento iter diagnostico e clinico, se il cane ha bisogno di tale terapia, in che dosi e per quanto tempo.
Infatti ogni terapia va adattata al paziente ed i protocolli in uso prevedono proprio la modulazione di essa secondo precisi punti di riferimento. Ciò quindi lo deve e può stabilire il medico veterinario curante e nessun altro.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 20.2.2007

salve sono tonia! le scrivo perché ho letto di recente che in presenza di zanzare ( a soverato dove abito in estate c'é ne sono tantissime!) i cani potrebbero contrarre la filiaria.Potrebbe darmi dei chiarimenti ed eventuali consigli su come prevenire? grazie per l'attenzione.

Buongiorno, per rispondere alla sua domanda bisogna conoscere l'epidemiologia della malattia e ciò può essere di pertinenza solo di medici veterinari che lavorano nella sua zona di residenza. Quindi le consiglio di parlarne con il suo veterinario curante o se non ha un referente cercare una clinica che possa fornirle le informazioni che cerca. Sicuramente generalizzando la filariosi non è endemica in molte zone d'Italia, in particolare nella sua regione non è un problema se paragonato alla Leishmaniosi.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 20.2.2007

Buongiorno,
ho un bellissimo pastore tedesco in Croazia, dove c'è mio fratello che se ne occupa, e ora sto cercando di portarlo in Italia dove vivo perchè non ho più la possibilità di tenerlo in Croazia!
il cane dev'essere vaccinato e bisogna mettergli il microchip, solamente che il cane nel momento in cui vede il veterinario con la siringa si spaventa e inizia a ringhiargli.
gli abbiamo anche dato dei tranquillanti, ma non servono a nulla...ed inoltre il cane non lascia mettersi la museruola!

inanzittutto le volevo chiedere da quanto tempo il cane dev'essere vaccinato e deve avere il microchip prima di entrare in italia?

poi le volevo chiedere cosa altro si può fare per riuscire a vaccinarlo e a mettergli il microchip?

Buongiorno, è evidente che il suo cane ha probelmi comportamentali piuttosto importanti se nessuno riesce a gestirlo. Francamente non ho consigli da darle se non quello di cercare un altro medico veterinario che il cane non riconosce subito come "pericolo" o meglio ancora portare il soggetto in una clincia attrezata con personale molto esperto.
Microchip, vaccinazioni, passaporto europeo sono indispensabili per portare il cane in Italia.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 20.2.2007

no so se posso chiedere anche x quanto riguarda i bengalini diamantini: la femmina cova, le uova si aprono, gli dà da mangiare x quache giorno e poi li lascia morire di fame. come mai???

Buongiorno, purtroppo in tutta onestà non sono in grado di aiutarla. Chieda tramite i numeri che trova sulle pagine gialle alla voce veterinari se nella sua zona opera un veterinario esperto nel campo.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 20.2.2007

salve sono elisabetta ho un cane mrticcio pinger che con me è iper protettivo nei confronti di mio marito ...che lo ama , tende ad essere agressivo ed inoltre se qualunque persona mi si avvicina abbaia furiosamete mi dica cosa bisogna fare ? grazie salve

Buongiorno, il suo cane deve essere visitato quanto prima poichè ha un disturbo del comportamento patologico. Non ho un consiglio da darle se non quello di cercare subito un medico specializzato in medicina comportamentale nella sua città, ed iniziare un iter clinico importante e forse lungo. Non cerchi soluzioni a metà strada senza l'aiuto di un veterinario esperto, altrimenti ha davanti a sè un fallimento praticamente certo.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 21.2.2007

buolgiorno dottore,
so che quello che sto per chiederle non è tanto importante, ma per me un po lo è.
il mio cane, uno schitzu di otto anni, lo scorso anno ha avuto dei problemi alla prostata, il medico gli ha dato come cura androcur.. adesso a distanza di un anno è nuovamente triste..piagnucola menre dorme ed è in calore spesso.. hoprovato a cercare in tutti i modi di trovargli una cagnetta disponibile ma non ci sono riuscita.. mi potrebe indicare dove posso effettuare la mia ricerca.. non vorrei che il mio cucciolo si ammali. grazie mille e spero a presto.

Buongiorno, avrei bisogno di sapere se il suo cane è stato sottoposto ad una ecografia addominale per valutare l'aspetto della prostata. Il fatto di portare il cane alla monta non è una terapia per l'ipertrofia prostatica e non può risolvere il problema del cane. Necessita quindi una diagnosi precisa, con eventuali esami collaterali di laboratorio, prima di impostare una terapia risolutiva. Tenga presente che molto spesso i cani con questi porblemi devono essere sterilizzati tramite castrazione chirurgica con asportazione dei testicoli al fine di evitare che la prostata degeneri al punto o di divenire francamente neoplastica o talmente ipertrofica da non poter essere più trattata, nè con la chirurgia nè con terapie mediche.
Inoltre l'ipertrofia della prostata è dolorosa, fastidiosa, al punto che la qualità della vita del paziente diventa molto bassa. Le terapie come quella usata in passato sono valide per tempi brevi in attesa di diagnosi precisa e di intervento chirurgico, inoltre hanno nel tempo molte controindicazioni.
Affronti la questione da un punto di vista medico, non solo comporatmentale, per salvaguardare la salute futura del suo cane.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 21.2.2007

salve dottore sono leonardo ho un boxer che tengo in un recinto ma per terra invece della terra c'è purtroppo base fatta a cemento e ghiaia. Ho sentito dire che è sconsgliato tenere accontatto il cane con il cemento,perchè può procurare delle malattie alle ossa. Volevo chiederle se è vero...
grazie

Buongiorno Leonardo,
può migliorare la situazione del recinto del cane cercando di coprire il cemento con pavimentazioni più consone, facilmente applicabili senza lavori particolari, che penso possa reperire in un grande centro commerciale che vende materiali per il "fai da te", oppure in un cosidetto "garden". Esistono anche vernici speciali a base di resine atossiche che potete applicare voi senza difficoltà. La polvere di cemento in effetti non è molto salutare, soprattutto se la sua superficie è prevalente rispetto a quella in ghiaia.
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 22.2.2007

ho un cane di 14 anni di piccola taglia affetto da tmore al seno non operabile per valori del sangue sballati.quanto puo'durare la sua vita piu' o meno .per ora non da'segni di sofferenza ma ha un gonfiore spaventoso localizzato alle mammelle.grazie

Buongiorno, anche se avessi davanti a me una sfera di cristallo funzionante non ho una risposta ai suoi quesiti.
I fattori che determinano la sopravvivenza in un soggetto affetto da neoplasia mammaria sono moltissimi e lei non mi dice quasi nulla che possa almeno farmi azzardare delle ipotesi. Le pongo però una domanda: come mai questi tumori non sono stati operati appena scoperti? Perchè il cane già era in brutte condizioni di salute?
Aspetto sue.
cari saluti
Dr. Emanuele Minetti
Pagina  12345