**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Aprile 2007

Domanda del 7.4.2007

Buongiorno, ho un boxer femmina di quattro anni. Ultimamente ho trovato la sua brandina da interno bagnata, come se avesse fatto pipì. Sono sicuro che l'ha fatto di proposito in quanto l'ho vista tornare appena fatta dopo la cena delle 20.00 mentre eravamo io e mia moglie a tavola.....

Escludo problemi di incontinenza e la porto fuori almeno tre volte al giorno, considerando che tutto il pomeriggio sta' con mia moglie all'esterno in giardino. Non è mai successo devo preoccuparmi per qualche suo disagio comportamentale

Buongiorno, prima di parlare di un problema comportamentale con un unico evento deve escludere con assoluta certezza un problema medico, per esempio una infiammazione alle vie urinarie.
Quindi si rivolga al suo veterinario curante sia per una visita generale sia per esami delle urine e quindi per eventuali radiografie e/o ecografia addominale.
Per inciso a me non risulta che i cani facciano i dispetti!
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 8.4.2007

buongiorno,
solo una domanda, il mio cane e' un labrador retriver, ha 10 mesi ed e' in perfeta forma.
ultimamente, il cane quando dorme trema tanto, e' dovuto a qualcosa in particolare, malatie o altro, o e' semplicemente normale, e' s elo e perche' accade?

tante grazie
andrea

Buongiorno Andrea, sinceramente ciò che lei descrive sommariamente non riesco ad interpretarlo al punto di poterle dare una risposta. Se il fenomeno è però evidente e continuo inizi con una visita clinica generale, ed eventualemnete approfondisca la questione, col suo veterinario curante.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 9.4.2007

Egregio dottore,
ho da poco preso un cucciolo di cavalier king di circa due mesi e dopo un buon inizio, ora si rifiuta di mangiare crocchette. Potrebbe dipendere dal fatto che vive in cucina e quindi sente tutti gli odori?
Cosa posso dargli da mangiare?
Grazie

Buongorno, deve porre queste domande basilari durante le visite periodiche che ogni cucciolo appena entrato in una casa deve fare. Deve per forza instaurare un migliore dialogo con il suo veterinario, a costo anche di cambiare professionista se l'attuale non fosse di sua soddisfazione.
E' comunque possibile instaurare una dieta casalinga di ottimo livello a patto che lei abbia il tempo di occuparsene, così come è possibile utilizzare anche alimenti umidi, in scatola, invece di alimenti solo secchi. Oggi l'industria offre una quasi esagerata varietà di alimenti equilibrati per animali in crescita, non troverà difficoltà a realizzare un buon compromesso fra gusti e necessità dietetiche.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 9.4.2007

Egregio Dottore,
il mio cane Jurij,spitz maschio taglia media, quando viaggiamo trema probabilmente per la paura della velocità e del rumore in macchina. Dovendo affrontare viaggi lunghi, cosa posso fare per ovviare a questo disturbo?
Normalmente non ha nessun tipo di problema ed è allegro e vivace. Grazie

Buongiorno, questo problema è molto frequente, ed anche in questo caso bisogna trovare con il veterinario curante le adeguate strategie, anche eventualmente con l'uso di farmaci, affinchè ogni viaggio non sia un disastro per tutti voi.
Non esiste una unica strategia da seguire quindi, alcuni consigli li può trovare sul nostro sito, ma non si preoccupi se in parte falliranno.
Nel caso potrà chiedere l'aiuto di un veterianrio specialista/esperto in medicina comportamentale.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 10.4.2007

Per caso il mio cane ha mangiato un pezzo di cioccolato in giardino,ma apparentemente sta bene.Quando sono tornato su ho notato che tiene sempre la lingua fuori come non aveva mai fatto prima.Il cane sta veramente bene o no?
Grazie

Buongiorno, il cioccolato non è alimento adatto ai cani in generale, ed in particolare in alcune razze ha possibili effetti tossici. Non posso ipotizzare nulla sul perchè abbia la lingua procidente in modo inusuale. Se le sembra ci siano problemi lo porti in visita dal suo veterinario curante, tramite posta elettronica non posso e non devo dare pareri clinici.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 10.4.2007

quanto deve mangiare un cane di media taglia al giorno? e cosa non deve assolutamente mangiare? ha un occhio arrossato cosa vuol dire?

Buongiorno, le rispondo per cortesia perchè messaggi come il suo non sono nè educati nè possono avere risposta alcuna. Avere un cane significa occuparsene davvero come un genitore si occupa di un figlio: bisogna andare dal veterinario con regolarità, porre quesiti ed ascoltare ed osservare consigli e prescrizioni. Come lei possa pensare che io abbia la possibilità di fare una diagnosi per un occhio arrossato o prescriverle una dieta per me rimane un mistero, sempre che la sua non sia una presa in giro nei miei riguardi.
Ovviamente questa mia risposta è generalizzabile ad altre richieste che non possono essere esaudite: io offro gratuitamente il mio tempo e la mia personale conoscenza per aiutare i vostri animali, e voi proprietari, nel migliorare la vita e la salute di tutti, e non posso sostituirmi in nessun modo alla figura del veterinario che visita gli animali sul campo.
I servizi di consulenza come questo hanno delle regole di rispetto reciproco che devono essere tassativamente osservate, per esempio formule di cortesia all'inizio ed alla fine del messaggio, almeno un nome come firma, perchè in mancanza di ciò il rischio è di venire cestinati.
Ringrazio invece tutti coloro, la gran parte, che mi hanno scritto in questi mesi con gentilezza, educazione e rispetto.
Spero di essere stato chiaro.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 11.4.2007

Al mio cane, un siberian husky di 6 anni, è stata diagnosicata una gastrite acuta in seguito a ripetuti episodi di vomito (18 volte in una notte) diarrea dimagrimento etc.etc. La mia domanda è questa: ritiene possibile che lo sgranocchiare un grosso osso crudo ( di macelleria) possa aver causato questo forte vomito? Preciso che il cane è un soggetto allergico e ha una pelle molto sensibile ma per il passato non aveva mai avuto una reazione cosi spropositata. grazie per il suo parere.

Buongiorno, direi che è possibile che l'osso crudo abbia potuto causare una infiammazione gastrointestinale sia per motivi meccanici (o una sindrome da corpo estraneo) sia per avere veicolato sostanze patogene, quali batteri e tossine (da cui la gastroenterite).
Il fatto che il cane manifesti allergie cutanee anche riferibili al cibo non significa per forza che vi sia un collegamento con questo episodio acuto.
Eviti accuratamente per il futuro di somministrare ossa crude, non sterilizzate.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 11.4.2007

la mia gatta ha partorito,ma non ha accudito i micini nonostante avessi provveduto a procurargli un ricovero accogliente li ha fatti per la stanza,quale puo' essere stata la causa?Al prossimo parto potra' avere lo stesso comportamento?Nel ringraziarvi vi saluto cordialmente.MICHELE

Buongiorno, nel suo racconto mancano dati importanti. La gatta ha poi allattato i cuccioli? Se ne è occupata in seguito? Ha dato quindi tutte le istintive cure parentali? Che età ha? E' sana per certo? E' stata disturbata nei giorni del parto? I cuccioli sono tutti sopravissuti ed in buona salute? E' stata portata dal veterinario prima e dopo il parto? E' stata seguita nel tempo?
Come vede il suo gatto deve essere seguito da un professionista che lo possa aiutare nel futuro.
Una domanda: perchè vuole che la sua gatta partorisca ancora?
E: dei cuccioli cosa ne fa una volta svezzati?
Cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 11.4.2007

Ho un pastore tedesco di 7 anni da quando aveva un mese di vita.Leon, questo è il suo nome, ha sempre mostrato un carattere difficile, tanto ke giovaniassimo l'ho portato ad addestrare ma con scarso successo.
In pratica è talmente fifone da trasformare le sue paure in aggressività. Ormai da 4 anni non fa neanche vaccini, non viene lavato, non posso curargli l'ottite perchè tutto lo terrorizza al punto di arrivare ad attaccare anche noi padroni.E solo a fargli vedere la museruola mostra tutti i denti.Quindi lo curiamo, lo amiamo ma non varchiamo i suoi confini di contatto fisico. Solo che ho paura che il giorno che starà seriamente male non potrò curarlo e salvarlo.
Cosa posso fare che non ho ancora fatto?

Buongiorno, la prima cosa che poteva fare e non ha fatto era di rivolgersi subito ad un medico veterinario specialista in medicina comportamentale invece che ad un addestratore.
Infatti deve essere la diagnosi che porta alla correzione del disturbo e non la correzione coercitiva di un comportamento alterato a portare ad una diagnosi (sbagliata) e a rovinare la vita di un animale e di conseguenza dei suoi padroni.
In definitiva o lei è stato male consigliato sette anni fa o chi ha incontrato sulla sua strada ha sbagliato per incompetenza o superficialità. Oggi correggere una situazione come quella da lei descritta sarà forse impossibile, ma forse no: dipende dal suo desiderio e disponibilità ad impegnarsi in un vero percorso lungo ed oneroso seguito da uno specilaista del ramo. Se così fosse prima di essere completamente sfiduciato cerchi nella sua città un professionista di alto livello.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 11.4.2007

Ho smarrito il 07/04 il mio barboncino bolognese bianco di 4 anni (io stessa l'ho adottato 18 mesi fa a seguito di abbandono), il cane ha il mocrochip, vorrei sapere che speranze reali ci sono per un suo ritorno a casa.
Grazie Valentina

Buongiorno Valentina, è stata istituita da poco l'anagrafe canina nazionale (http://www.ministerosalute.it/caniGatti/caniGatti.jsp) che raccoglie tutti i dati dei cani microchippati e presenti nelle anagrafi canine delle regioni.
Controlli quindi se il suo cane è regolarmente iscritto a suo nome e contatti poi le sedi locali delle ASL veterinarie per allargare almeno ai canili/rifugi di zona la ricerca.
L'unico modo che abbiamo oggi a disposizione per trovare un animale è che sia con il microchip ed iscritto all'anagrafe.
Non disperi e lanci ovunque messaggi con il numero di chip tramite internet.
cari saluti.
Dr. Emanuele Minetti
Pagina  1234567