**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2007

Domanda del 9.6.2007

salve,mi chiamo barbara e ho un carlino di circa 4 anni.
da un anno ha delle reazioni allergiche a tutti i tipi di antiparassitari,non sò più che provare.......l'ultima reazione l'ha avuta una settimana fà con il collarino,lo scalibor.mi saprebbe dire se ci sono altre soluzioni?tipo prodotti naturali contro le zanzare?perchè per me è quella la mia principale paura...aspetto una sua risposta.
grazie mille.....

Buongiorno Barbara, non so da dove scrive, dove abita, che vita conduce il suo cane. Non so nemmeno come mai abbia reazioni agli antiparassitari, non so se sono allergie od altro.
Fossi in lei farei rivedere il cane dal suo veterinario e con lui sceglierei le strategie giuste per proteggerlo dai parassiti esterni. Non è infatti detto che quelli che lei chiama prodotti naturali non contengano le stesse sostanze (piretroidi) dei prodotti in vendita e quindi siano ugualmente fastidiose per il suo cane.
Naturale non significa un bel niente e non significa nemmeno "non pericoloso", anzi!
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 10.6.2007

Salve dottore mi chiamo barbara e ho un boxer di 13 mesi. vorrei chiederle perchè perde sempre pelo.
arrivederci a presto.

Buongiorno, tutti i cani perdono pelo ogni giorno, o quasi tutti. Se la cosa fosse esagerata deve farlo valutare dal suo veterinario curante.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 10.6.2007

Salve dottore, la ringrazio anticipatamente della cortese attenzione. Ho una cagna guida labrador di circa 11 anni, che oltre ad aver avuto una "spongite" o "spondilite" trattata con il ceporex, presenta tutta una serie di cistine alcune piccine e alcune grandine sotto al ventre, vicino alle zampe, una pure vicino una mammella; alla clinica veterinaria mi è stato detto che non sono maligne ( dopo aver siringato una cistina). Il problema è che sono tante e che mi è stato detto potrebbero essere lipomi, lei cosa mi dice?Sarebbe il caso di toccare queste cistine? In oltre ha la cataratta è secondo lei il caso di operarla? mi può gentilmente dare qualche nome di specialisti preparati per quanto riguarda sia i lipomi che la vista?
La cagna piange spesso; cioè in verità si lamenta spesso e dopo mangiato si lamenta un po dippiù.
La ringrazio della risposta e resto in fiduciosa attesa.
cordiali saluti..
Ps: secondo lei camperà altri 3 o 4 anni?
sono molto affezionato alla holly; e credo sia l'ultima cagna che avrò perchè è emotivamente pesante veder soffrire gli esseri viventi.

Buongiorno, come più volte detto devo e posso limitarmi ad alcune considerazioni e non entrare nel caso clinico. Le cosidette cistine devono essere valutate una per una per poter dire che siano tutte uguali: quindi bisogna eseguire per ognuna un esame citologico per ago fine. Se non sono di interesse clinico si possono lasciare dove sono, altrimenti la terapia per ognuna di esse sarà in relazione alla diagnosi citologica emessa in precedenza. Per il discorso della cataratta non posso risponderle perchè è indispensabile una accurata visita con un veterinario esperto/specialista in oculistica prima di stabilire se sia indicato l'intervento chirurgico.
Per il resto non posso risponderle, non posso fare nomi di specilisti. Non posso fare previsioni di vita futura, sono un veterinario, non sono un mago!
Si rilassi e si affidi alle cure dei professionisti che le daranno più fiducia, non chieda a nessuno miracoli, non ci sono. Si goda con affetto e serenità anche la compagnia di un vecchio cane, ora ha tanto più bisogno di lei, delle sue cure, del suo affetto, della sua pazienza: ha diritto di vivere gli ultimi anni con un poco di acciacchi mitigati dal suo padrone.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 10.6.2007

salve,mi chiamo gabriella.
ho un gattone che si è picchiato con un altro gattone,e ora ha un occhio malandato,gli sto dando un antibiotico per bocca (panacef) un colirio (piroftal) e una cremina (tobral) ha iniziato a riaprire l'occhio,ma ha una patina strana ke lo ricopre,volevo sapere se facendo cosi posso salvargli l'occhio
grazie.buona giornata.

Buongiorno Gabriella, non ho capito se le cure sono state date in seguito ad una visita clinica o sono una sua iniziativa. In ogni caso deve portare il gatto ad un nuovo controllo perchè la lesione che lei descrive può essere qualunque cosa per me, e di certo non posso emettere nè una diagnosi nè una prognosi a distanza.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 11.6.2007

Salve,mi chiamo marina ed ho un cane di un anno meticcio un incrocio con un maremmano ed un pastore belga e da circa tre settimane gli è venuto un gonfiore sotto la lingua dalla perte sinistra il veterinario di quartiere ci ha detto che poteva essere un calcolo nella ghiandola salivare e mi ha consigliato prima di esportarla di fargli un drenaggio x vedere se dopo sarebbe andata via,ma l'operazione non ha dato nessun risultato si è rigonfiato e per questo il cane fa fatica a respirare.cortesemente vorrei sapere se esiste effetivamente questa patologia e come risolvere il problema se operando o altro.Grazie per l'interessamento cordiali saluti.marina

Buongiorno Marina, la patologia esiste ma prima di intervenire chirurgicamente è bene eseguire alcune radiografie ed eventualmente anche un TAC per essere certi di non trovarsi poi una sorpresa in sede chirurgica. Si attivi subito in modo di poter operare appena la diagnosi sia confermata con assoluta certezza.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 11.6.2007

Gent.mo Dottore, buona giornata

volevo sottoporle una domanda ( che può sembrare banale):
possiedo un gatto maschio di circa 6 anni che ho adottato da un gattile. E' un gatto molto indipendente, vive in casa, e praticamente e' il padrone di tutta la casa
Ultimanente se lo si accarezza sul dorso ed in particolare all'altezza della coda lui inizia a leccarsi e a mordicchiarsi le zampe anteriori ( come se sul dorso ci fosse un nervo che toccato lo incita a fare quella cosa)
Siamo preoccupati, mi può dare una risposta in merito?

La ringrazio e saluto cordialmente.

Corti Graziella

Buongiorno Graziella, veramente difficile darle una risposta senza fare una accurata visita clinica al gatto. Anni fa in questi casi si parlava di "neurodermatite" ma si era in presenza anche di lesioni cutanee da leccamento/autotraumatismo. Poi come capita in medicina si sono studiate meglio le cose e si sono trovate cause e soluzioni alle varie forme di malattia. Deve quindi fare eseguire una visita completa ed eventualmente tutte le indagini collaterali che gli specialisti le indicheranno. Infatti un riflesso così marcato, facilmente stimolabile, sempre ripetibile, deve avere una spiegazione individuabile e quindi bisogna impegnarsi con ogni strumento disponibile.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 13.6.2007

Salve dottore, la avevo già contattata per chiederle se poteva aiutarmi a trovare un farmaco che usavo per il mio cane affetto da Mielopatia Degenerativa, il farmaco era il Caprolisin, ma anche dopo le sue informazioni ho contattato tutte le farmacie possibili e purtroppo in tutta europa non è più prodotto ne reperibile, oggi un farmacista mi ha detto di provare con l' acido tranexamico che dovrebbe essere simile, ma il mio veterinario è in ferie così volevo chiederle se ne sapeva qualcosa???
Colgo l'occasione per farle gli auguri di buon compleanno visto che il 18 diventerà "vecchio".......grazie

Grazie di cuore per gli auguri di compleanno, davvero.
Purtroppo invece non ho informazioni riguardo all'acido tranexamico, nel senso che non mi risulta agisca in modo similare al caprolisinico nella mielopatia. Non c'è molto sull'argomento e l'uso improprio delle molecole farmacologiche non aiuta negli studi scientifici.
Mi farò carico nei prossimi giorni di avere maggiori e definitive notizie in proposito.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 13.6.2007

Ultimamente nel prato dove porto i miei cani a fare le passeggiate, ho trovato delle sirighe usate da tossicodipendenti e non chiuse, volevo sapere se i miei cani si dovessero pungere con una di queste siringhe magari infette, possono contrarre qualche malattia??
Non credo si siano punti ma come mi devo comportare??
Io sto molto attenta e a volte cambio giro ma non sono sicura dove loro mettono le zampe...
Spero di ricevere al più presto una sua risposta.
Cordiali Saluti
Monica

Buongiorno Monica, non ricordo segnalazioni da parte delle organizzazioni della sanità in questo senso. I cani in linea di massima non contraggono i virus che normalmente sono interessati al fenomeno della trasmissione per puntura di ago con sangue umano infetto.
Di certo però gli aghi sono anche sporchi, e se feriscono possono causare infezioni locali da batteri, però come qualunque altro oggetto pungente/tagliente.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 13.6.2007

Caro dottore,
le scrivo perché sono molto preoccupata per la salute della mia bassottina tedesca di due anni. Le ho riscontrato il rigonfiamento della ghiandole poste sotto al collo. Il mio veterinario le ha prescritto un antibiotico, che il cane ha preso per 7 gg., senza però risolvere il problema. Così ho riportato il cane dal dottore, che ha effettuato delle analisi del sangue, e da quest'ultime è risultato che il cane ha le transaminasi alte (c.a. 150). Le ha prescritto, per 20 gg.. delle punture sottocutanee con una soluzione di glucosio al 5 % miscelata con l'Epargriseovit, 1/4 di pasticca di Epatomed al giorno e in più farle mangiare dei prodotti della Hill's (o L/D o U/D).
Dimenticavo di dirle che la bassotta mangia poco (mangia della pastina bollita con petto di pollo o tacchino), beve e ha bevuto sempre poco, si gratta in particola le orecchie (che sono arrossate), ultimamente ha vomitato (2-3 volte della schiuma gialla) e dorme spesso.
Sono stati effettuati anche dei test, che sono risultati negativi, per vedere se il cane fosse stato morso o da una zecca o da una zanzara.
Dottore, quello che le chiedo è se è possibile che la sua alimentazione le abbia portato a questo malessere? Se è possibile sostituire le punture con un altro farmaco? Se dovrà per forza mangiare quei prodotti consigliati che non tocca e cosa centrano i rigonfiamenti sotto al collo con tutto questo? (il veterinario dice che è a causa del fatto che il cane si gratta).
Ma... soprattutto le chiedo se per lei è un problema risolvibile.
La prego cerchi di rispondermi al più presto, per me, che non ho figli. questo cane è tutto.
Ringraziandola per la sua attenzione le invio i miei saluti.
Mina

Buongiorno Mina, il problema è che il suo cane non ha una diagnosi. le terapie sono sintomatiche ma non legate a guarire una precisa patologia in corso. Mi spiace doverle dire che deve o insistere con il suo veterinario per arrivare ad una diagnosi o rivolgersi ad altro centro ove vi siano medici più esperti.
Scusi la franchezza, altro non so cosa consigliare.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 13.6.2007

egregio dott minetti,
sono giulia bianchi in parapini (se puo preferirei essere chamata con il mio cognome da nubile). Sono la proprietaria di una cara cagnolina, una barboncina bianca per cui le avevo gia scritto. Ho acqistato anche un coniglio di cui le parlero' nella prossima lettera.
La mia barboncina, che si chiama Chanel ,e' al suo 2 anno di vita da pochi giorni, 2 per la precisione e per l' occasione l' ho fatta dipingere di rosa e le ho coprato una magliettina deliziosa di "Dolce e Gabbana for dog2" .
Questa mattina ho notato che Chanel si grattava in maniera non consona quindi le ho detto che lei era una signorina e una signorina non si gratta in maniera non consona. Poco dopo aver visto che non mi ascoltava le ho tolto l' acqua ma poi ho capito che si trattava di qualcosa di serio.
La mia Chanel forse e' allertgica alle tinte per cani?
La prego di rispondermi.
Cordiali saluti
Giulia Bianchi

Buongiorno signora Bianchi,
non so se la sua cagnolina è allergica alla tintura usata o alla maglietta o ad altro.
Di sicuro lei deve portare il cane dal veterinario subito e sottoporlo ad una visita completa per valutare professionalmente la situazione clinica in corso.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345678