**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2007

Domanda del 13.6.2007

Caro Dottor Minetti mi chiamo Rawad e ho un boxer di 2anni.Un mese fa ho preso un yorkshire terrier di 3 mesi e il negozio che me la venduto mi ha dato le crocchette che era abituato a mangiare(per loro!!).Arrivato a casa i primi giorni era un casino con il boxer fino a quando sono diventati inseparabili.E fin qui normale.Ma ancora oggi boomer(yorkshire) continua a non mangiare crocchette, ma solo scatole di carne che oltre tutto devo dare io con la mano.ho provato di tutto ma mangia solo di quel tipo di scatoletta e oltrettutto devo sempre stargli dietro perchè nonostante abbia la sua scodella mangia solo da quella di ares (boxer).non so come o cosa fare!cosa mi consiglia?La ringrazio in anticipo per la sua risposta
Rawad

Buongiorno Rawad, se il suo cane non ama le crocchette non importa, forse ha anche ragione lui. Provi ad usare una alimentazione casalinga ben preparata ed equilibrata per verificare se è soprattutto un problema di gusti. La dieta industriale non è una necessità ferrea. Chieda al suo veterinario di formulare una dieta con alimenti freschi ben impostata e provi. Non tutto è così definito come da alcune parti ci si vuol far credere, ci sono spesso troppi interessi economici in campo e condizionamenti pubblicitari.
Se poi il cane msostrasse chiari disturbi nel comportamento alimentare lo può sempre far visitare da un veterinario esperto/specialista in comportamento.
Cari saluti
dr Emanuele Minetti

Domanda del 14.6.2007

Egregio Dottor Emanuele Minetti,
sono Patrizia Ottanà di Milano. Ho una micina stupenda di razza Main Coon di nome Emily E' una micina di tre anni affettuosissima e buonissima e soprattutto in buona salute. Mangia due scatolette al giono da 85 gr. e a volte anche i croccantini specifici per la sua razza. Da piccolina aveva molta più fame, le davo anche tre scatolette al giorno. Crescendo la fame è diminuita. Il suo peso attualmente non supera i 4 Kg.
So perfettamente che le "femminucce" si questa specie a volte arrivano a pesare anche Kg 6 - 6.5 ma facendola visitare dai veterinari che l'hanno seguita nel tempo, attribuiscono il suo peso a un fatto di costituzione.
Vorrei gentilmente da lei un parere e un consiglio sarebbe veramente gradito.
La ringrazio infinitamente.
Distinti saluti.
Patrizia Ottanà

Buongiorno Patrizia, è molto difficile valutare se la gatta è normale come costituzione oppure no. Il peso non ha alcun significato se non viene correlato con lo sviluppo somatico generale, quindi gli standard di razza al limite superiore non interessano se la sua micia è nei range di normalità. Una volta escluse le malattie genetiche, che purtroppo interessano il maine coon, e stabilito che il soggetto non è magro, deve solo accettare che anche i gatti non sono prodotti su una catena di montaggio ma hanno ognuno diverse caratteristiche soggettive.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 14.6.2007

Egregio Dottor Emanuele Minetti,
grazie per la sua risposta.
Volevo solo sapere se il fato che la micia pesi solo 4 kg non sia dovuto ad uno scorrettomodo di alimentarla.
Grazie mille ancora.
Cordiali saluti.
Patrizia Ottanà

Buongiorno Patrizia, se la gatta è magra e presenta sintomi di malassorbimento intestinale, compresa la diarrea, si può ipotizzare anche l'errore alimentare, oltre tutte le malattie che danno gli stessi sintomi. Ma questo lo deve valutare il suo veterinario curante.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 15.6.2007

egregio dottore
il mio pastore tedesco"BRUNO"tutti gli anni mi fa' una piodermite che come ben sa' e' fastidiosa e lunga da curare.
il mio veterinario mi dice che e' una razza soggetta a questo tipo di malattia.
la terapia e' sempre la stessa:antibiotici+disinfezione in loco 2 volte al giorno.
bruno lo alimento a crocchette eukanuba,di rado qualche
findus di pesce,un uovo crudo alla settimana.
domanda:esiste una terpia diversa?e magari+efficace?
bruno ha 4 anni e mezzo;una volta al mese gli somministro per via cutanea le gocce contro le zecche.
la ringrazio cordialmente
taschini maurizio

Buongiorno Maurizio, forse a questo punto della storia clinica deve chiedere una visita specialistica dermatologica per il suo cane. Infatti è necessario individuare le cause che scatenano la dermatite, siano esse stagionali (per esempio una allergia vera) o di altra origine (per esempio parassitarie). E' vero che il pastore tedesco è sensibile al problema, è anche vero che si può comunque fare di più se si conosce l'eziologia della malattia.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 16.6.2007

Salve,ho una bellissima gatta di quasi 2 anni, di mezza razza siamese...
ho un grande problema che mi affligge...
nonostante sia curata con tutte le cure possibili,coccolata viziata un po da tutti, è molto aggressiva..
le faccio un esempio:quando mi siedo sul divano con in mano il cellulare, mi punta e mi aggredisce il braccio;ma non lo fa mordendo,ma lo fa scalciando con le zampre dietro e immobilizzandomi con quelle davanti..
ciò non accade solo quando uso il cellulare...
ad esempio ieri sera scherzando con gente ho fatto il verso di un cane assettato e affaticato, e il mio gatto non c'ha pensato due volte e mi ha aggredito.. e ho riportato dei bei graffi belli profondi e di quadi 7 cm l'uno
Vorrei capire perchè lo fa, ma soprattutto perche con mia mamma non lo fa?? cosa gli manca??
mi aiuti lei..
grazie elisabetta

Buongiorno Elisabetta, davvero non so risponderle ed umilmente le consiglio di contattare un veterinario esperto/specialista in medicina comportamentale per fare una visita al gatto. Del resto anche se fossi uno specilista della materia non potrei affrontare un problema del genere senza una vera visita clinica, le risposte alle questioni mediche si hanno solo sul campo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 16.6.2007

Buonasera, il mio cane, un setter inglese, da ieri ha evidenti sintomi di dolore alla zampa posteriore sinistra che lui si morde in continuazione perche penso gli pruda.
A volte quando glie la tocco scappa e non la appoggia bene in terra, invece altre volte è tranquillo come se non abbia niente.
Io non so cosa fargli, per ora gli ho dato un antipulci perche vedo che ha prurito in tutto il corpo.
Se mi può dare qualche consiglio le sarei grato.
Luca

Buongiorno Luca, il suo gatto deve essere visitato, nessun consiglio sulla pelle del suo quattrozaqmpe senza sapere che cosa ha davvero. Lo metta in gabbietta e lo porti subito dal suo veterinario.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 16.6.2007

buongiorno dottore mi chiamo moreno e ho un problema con il mio husky.
il mio cane ha 12anni e da circa 10 giorni quando mangia rigurgita quasi subito.
gli ho fatto fare delle lastre a stomaco esofago ecc..ecc...
ma risulta che e' tutto ok e anche gli esami del sangue sono tutti a posto insomma x il mio veterinario il cane sta benissimo.
puo' essere che questo problema sia dovuto all'arrivo di due cuccioli nuovi??
adesso gli sto dando da mangiare poco e spesso e adirittura dalle mani x vedere se il motivo e' che mangia troppo velocemente.

spero comunque di avere un suo consiglio...
grazie
moreno

Buongiorno Moreno, purtroppo in questi casi è molto difficile fornire consigli semplici o rimedi. Continui nella valutazione clinica del cane, anche con ulteriori indagini per essere assolutamente certi che non vi siano davvero alterazioni/malattie all'apparato digerente. Infatti spesso sono presenti corpi estranei non evidenziabili radiograficamente (di plastica, per esempio) che se non vengono individuati in tempo possono causare danni gravissimi. Metta quindi anche in conto una endoscopia a breve.
Una volta stabilito che il problema NON è medico deve contattare un medico veterinario esperto in medicina comportamentale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.6.2007

Gentile dott. Minetti,
il mio nome è Luca e sono diventato proprietario di un meticcio di piccola taglia da poco. Il cane attualmente ha poco più di due mesi e ho notato che occasionalmente presenta una scarsa idratazione al naso. Che sia sintomo di qualcosa di importante? mi dovrei allarmare?
La ringrazio e le porgo distinti saluti.

Buongiorno Luca, ciò che lei descrive come scarsa idratazione può essere una ipercheratosi del tartufo. Senza visitare il cane non è possibile nel modo più assoluto stabilire se questo sintomo sia da correlare con una malattia anche grave (il cimurro, per esempio) oppure no. Quindi ha un motivo per portare subito il cane da un veterinario competente ed esperto che possa aiutarla sia nella gestione del nuovo cucciolo in generale sia nel caso specifico.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 18.6.2007

Buongiorno, mi chiamo Cristina e da circa 1 anni vivo con Lana, un volpino toscano (presunto) bianco regalatomi da una signora che non la voleva più.
Avrei due domande da porle. La prima: ultimamente Lana ha l'abitudine di trascinarsi col "sedere a terra" come se si grattasse col pavimento.... è normale? la seconda: la ex padrona ha perso (non commento) i documenti di Lana, come devo comportarmi?....
la ringrazio per le risposte
cordialmente

Buongiorno Cristina, direi che la prima cosa da fare è sicuramente una visita accurata al cane. Infatti l'"andare in carrozza" di Lana non è normale e può dipendere sia dalla presenza di lesioni nella zona perianale sia per esempio da una infestazione da parassiti intestinali (probabilmente una teniasi). In tale occasione ricostruirà fin dove possibile con il suo veterinario la storia clinica, programmerà le vaccinazioni e le profilassi, controllerà se il cane ha il microchip o il tatuaggio e se sia iscritto all'anagrafe canina della sua regione. Le consiglierei anche da subito di farsi rilasciare due righe dalla signora che le ha ceduto il cane che testimonino la cosa. Nel caso non vi sia mai stata iscrizione all'anagrafe potrà farlo a suo nome, diventando quindi la legittima proprietaria.
In una sola occasione quindi riuscirà a risolvere molti problemi.
Cari saluti
Dr Emanuele minetti

Domanda del 19.6.2007

Buongiorno dottore,
mi chiamo Ilaria e possiedo uno stupendo cucciolo di shar-pei di 3 mesi. Volevo sapere verso che età iniziano ad avere i primi istinti sessuali i cani maschi, poichè in casa c'è anche una femminuccia di un anno della stessa razza.
La ringrazio per la sua cortesia.
Cordiali saluti
Ilaria

Buongiorno Ilaria, la maturazione sessuale (non gli stinti) di norma avviene nel maschio in un periodo compreso fra i 5 mesi di età e l'anno. Poichè essa è soggettiva bisogna solo tenere sotto controllo con il suo veterinario lo sviluppo delle gonadi e quello somatico.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345678