**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2007

Domanda del 19.6.2007

Salve,
sono Michela ed ho una cagnolina meticcia di 12 anni di nome Luna.
Nell'ultimo periodo , per un mio scrupolo, e perche` vedevo che aveva l'addome un po' gonfio anche dopo aver evacuato, ho ritenuto opportuno farle gli esami del sangue; e' saltato fuori che i valori del fegato erano sballati, e quindi il veterinario ha ritenuto fare una ecografia all'addome..
..e` risultato che ci sono macchie scure non definite per un parte del fegato ( dicono il 30%), ma che non sono sicuri se siano macchie neoplastiche o tumore. Mi hanno consigliato di fare anche un ago aspirato..
E qui sorgono le perplessita'..
intanto Luna mangia, gioca , fa i bisogni normalmente , escludendo le giornate che le fanno male le articolazioni perche' soffre molto di reumatismi, e quindi e' piu` tranquilla... Non ha avuto alcuna perdita di peso, ne' diarrea o vomito( solo in rare occasioni che nel corso per esem. di 6 mesi si contano sulle dita di una mano)..
L'ago aspirato credo che comporti dei rischi sia al cane e che nel risultato e Luna non e` per nulla tranquilla quando va dal veterinario, ci vogliono almeno due prsone per tenerla.
Si puo` ovviare e fare degli altri esami non cosi` invasivi , e forse piu' sicuri.. Sicuramente ha qualcosa, ma desidererei confrontarmi con Voi , per un consiglio/suggerimento per prendere una decisione giusta senza allarmismi o altro.. (stando al veterinario sembra quasi che abbia poco tempo di vita)......
grazie per la Vostra risposta
in attesa
saluti

Michela


Buongiorno Michela, la diagnostica deve fare i conti sempre con il singolo paziente. Pertanto in questi casi, in cui da un primo controllo si evince un possibile problema neoplastico, si deve passare ad un grado superiore di giudizio. Per fare ciò l'ideale sarebbe trovare nella sua zona un centro di refenza per l'oncologia, sottoporre allo specalista il quadro attuale, programmare le altre indagini utili e necessarie per avere una diagnosi di certezza. In questi casi si possono eseguire indagini tomografiche con ottimi esiti diagnostici (TAC) cui aggungere se serve un prelievo bioptico prima però ricontrollando con l'ecografia il cane.
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 19.6.2007

Buongiorno, sono Valentina da Padova. Posseggo due meticce di 2 anni, sorelle, una delle quali due mesi circa dopo il calore cade nella gravidanza isterica, diventando nervosa, inappetente e questa volta anche con il latte, piuttosto abbondante. La mia veterinaria mi ha prescritto il Contralac ma mi suggerisce la sterilizzazione. Premetto che lei me l'ha sempre consigliata, anche prima di questo episodio, come prevenzione ai tumori dell'utero o di altri problemi ma io non sono mai stata d'accordo perchè preferisco lasciarle "intere" ed evitargli una operazione solo per delle eventualità. Ora però mi chiedo se le continue gravidanze isteriche non possano favorire certe patologie o se al contrario il contralac non basti a ridarle un certo equilibrio ormonale. Lei può darmi il suo parere sulla questione? La ringrazio anticipatamente. Cordiali Saluti. Valentina

Buongiorno Valentina, basandoci sulla medicina delle evidenze i soggetti che hanno regolarmente le cosidette "false lattazioni-gravidanze isteriche" sono quelli che hanno più possibilità nel tempo di mostrare patologie sia agli organi riproduttittivi sia alle mammelle. Quindi poichè tale alterazione non ha prevenzione se non con la sterilizzazione del cane, ne consegue il ragionamento che anche il suo veterinario le ha fatto. E' chiaro che non è detto che proprio il suo cane svilupperà neoplasie mammarie maligne, o alle ovaie, però il problema è solo quanto rischio lei è disposta ad assumersi. Non può essere il veterinario a decidere per lei, infatti noi possiamo solo consigliare al meglio delle odierne conoscenze mediche se veniamo interpellati anche in termini di rischi, e non solo di cura di un disturbo momentaneo/temporale. Ogni nostro atto, ogni cosa, ha vantaggi e svantaggi: sarà lei quindi con il suo veterinario a stabilire il peso degli uni e degli altri per prendere la migliore decisione che ritiene per il cane di cui è custode, sia morale sia per la salute. Se lei non è d'accordo non deve motivare la sua scelta ma solo sapere che ogni decisione significa assumersi le responsabilità ad essa correlata per sempre. I medici non hanno la sfera di cristallo, cercano quasi sempre in onestà ed etica di dare il consiglio migliore per la salute del paziente.
Ci pensi. cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 19.6.2007

vorrei chiedere se e' possibile che i cani soffrino di vitiligine.io ho un meticcio di 9 mesi che ultimamente presenta sul musetto delle macchioline rosa che prima non c'erano.grazie e cordiali saluti

Buongiorno, le macchioline rosa che lei vede sono quasi certamente delle normalissime pigmentazioni della cute che nulla hanno a che fare con una malattia umana. Per sua tranquillità interpelli il veterinario che ha in cura il cane.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 20.6.2007

BUONGIORNO DOTTORE MI CIAMO FRANCESCA E VORREI UN CONSIGLIO: HO UN GATTO DI SETTE ANNI STERILIZZATO E DA DIVERSI MESI SOFFRE DI STOMATITE FELINA ABBIAMO PROVATO CON ANTIBIOTICI, ANTI INFIAMMATORI, MA UN Pò DI SOLLIEVO ALLE SOFFERENZE SI OTTIENE SOLO CON IL CORTISONE (DEPOMEDROL), EFFETTO BENEFICO, CHE TRA L'ALTRO DURA CIRCA UN MESE E MEZZO. POICHè HO GIA' PERSO UN GATTO PROBABILMENTE PER LE CONSEGUENZE DEL CORTISONE, MI DOMANDO SE LEI NON POTESSE DARMI QUALCHE ALTRO CONSIGLIO O SUGGERIMENTO SUL DA FARSI. GAETANO (IL MIO GATTO) ED IO LA RINGRAZIAMO PER IL TEMPO CHE VORRA' DONARCI.BUONAGIORNATA
FRANCESCA FERONE

Buongiorno Francesca, una volta escluse le malattie infettive che possono portare a questa grave situazione clinica, l'unico rimedio è quello di rivolgersi ad un veterinario specialista/esperto in odontostomatologia affinchè intervenga chirugicamente sulla bocca del gatto. L'intervento consiste nella estrazione di tutti i denti, con molta attenzione alle radici incluse da vecchia data, magari esclusi i 4 canini se non interessati da patologie (quali riassorbimento dello smalto, infezioni ecc). Tale intervento è fortemente curativo mentre le altre terapie (tutte, anche di medicina non convenzionale) sono dei palliativi e/o terapie transitorie sintomatiche.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 20.6.2007

Buongiorno, avrei bisogno di un consiglio.
Io ho un bambino di tre anni e fra qualche tempo avrei intenzione di adottare un cane.
Avevo pensato ad una cagnetta di piccola taglia (8-10 kg.), di un anno - comunque non cucciolo, che sia buona e tranquilla come carattere.
Ora, cosa scegliere, un bastardino... mi devo fidare visto che alcune persone dicono che dato che può aver subito maltrattameti è meglio evitare perchè non si sa come può reagire in certe circostanze ed avendo un bambino ...
Oppure, se di razza, su quali dovrei orientarmi?
La cagnetta starebbe fuori in giardino (ho 60 mq davanti e 60 mq dietro, sono due zone separate) di giorno e di notte (a meno che il tempo non sia proprio proibitivo), avrebbe la sua cuccia riparata a ridosso del muro della casa, confortevole e calda sotto ad una pompeiana.
Io e mio marito lavoriamo entrambi e quindi la vedremmo la sera verso le 17.00 più o meno.
La cagnetta la vorrei sterilizzare per ovviare al problema dei calori e delle gravidanze isteriche, sarebbe da compagnia, non da guardia.
Non so come orientarmi quando sarà il momento di scegliere, se posso avere un Vostro consgilio ne sarei grata.
Attendo un gentile riscontro.
Cordiali saluti.

Paola

Buongiorno Paola, scherzando le potrei rispondere che non state acquistando una macchina nuova, ma state per adottare un essere vivo e vegeto, con la sua testolina, il suo carattere, le sue esigenze. Non esiste un algoritmo di scelta per non sbagliare, si sceglia sempre col cuore.
Vada a vedere un poco di canili, vada a parlare con qualche veterinario vicino a lei, parli, tanto, esprima dubbi, timori, desideri. Capirà meglio lei per prima se davvero riuscirà a gestire un cane con la dovuta serenità, traendo da questa esperienza tutta la gioia possibile e smaltendo l'ansia di ogni giorno.
Non abbia fretta! Mai, non scelga mai perchè si fa intortare da qualche sensale senza scrupoli, dedichi davvero tempo perchè un cane dura tanti anni in famiglia, e se non diventa come un figlio... beh, ci siamo vicini!
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 21.6.2007

Gentile Dottore,
per favore può spiegarmi la differenza tra la filaria e la leshmaniosi, le loro diverse caratteristiche e conseguenze, sto facendo un pò di confusione.
Leggendo una sua risposta mi pare aver capito che posso usare sul manto della mia cagnolina anche prodotti che comunemente usiamo in casa come l'Autan. Ho capito bene? Sarò esagerata ma queste due malattie mi assillano, anche perchè si possono manifestarsi malgrado tutti gli accorgimenti possibili.
Grazie per la sua gentilezza

Buongiorno, solo una cosa accomuna le due malattie da lei citate: vengono trasmesse tramite un vettore, un insetto che punge. Da un lato le zanzare (filaria), dall'altro i papatacci/simulidi (leishmania). La prevenzione per la leishmania che oggi si può adottare è legata all'uso di repellenti su ogni singolo animale, ed evitare l'esposizione al vettore. Si devono usare solo prodotti studiati e dosati specificatamente per il cane. Chieda al suo veterinario. La profilassi della filaria invece si basa su ben altre strategie perchè essa è una malattia da "verme" (tanto per capirsi, anche se poco scientifico) che si sviluppa lentamente nell'apparato ciroclatorio del cane, e raramente del gatto. Quindi si somministrano regolarmente ogni anno farmaci con azione anti-larve del parassita, o per bocca, o per iniezione, o per spot-on sulla cute, nel periodo in cui le zanzare pungono, ed oltre. In questo caso non si parla di stategie con repellenti perchè c'è di più e di meglio per la profilassi, cosa che invece manca per la leishmaniosi.
Comunque se lei ha un veterinario di refenza dovete valutare insieme rischi e benefici.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 21.6.2007

Salve dottor Minetti, volevo chiederle se con questo caldo è meglio lavare piu spesso il cane dato che soffre molto... quali consigli mi puo dare per evitare di far soffrire il mio west highland di caldo? la ringrazio e buone vacanze!

Giulia

Buongiorno Giulia, se lei intende bagnare il cane quando fa molto caldo non vi sono particolari problemi, sempre usando il buon senso. Se parla di lavaggi di pulizia/shampoo più frequenti non servono a nulla per diminuire la calura. Altre sono le cose da fare. Non portare a passeggio il cane sotto il solleone e nelle ore centrali della giornta, farlo camminare solo in luoghi ombreggiati, non farlo camminare sull'asfalto e sui marciapiedi bollenti, farlo bere spesso, bagnare il muso e la testa frequentemente, in casa avere come minimo un grande ventilatore, meglio a soffitto, o l'aria climatizzata/condizionata. Non lasciare mai il cane in auto in sosta senza nessuno, in 15 minuti può morire per colpo di calore anche a finestrini aperti. In conclusione per la calura si deve fare come se ci fosse in ballo un bambino piccolo. Il sistema di termoregolazione del cane non prevede poi il sudore come nell'uomo, ma solo il respiro. Veda lei cosa ciò può significare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 21.6.2007

buongiorno dottore, circa 9 mesi fa ho adottato un gattino trovato per strada da un amico, malnutrito e influenzato...
gli ho dato cure e tanto affetto, purtroppo però, da lunedì 18/06 si sono perse le sue tracce... non vedendolo tornare lascio sempre cibo e acqua fuori dalla porta in caso ritorni...
dice che c'è ancora qualche speranza di rivederlo?
non si è mai allontanato così tanto, al max 6 o 7 ore ma tornava sempre a ora di cena.
ora ha circa 10 mesi, è probabile che sia soltanto in calore? grazie, buona giornata e buon lavoro, monica - Mantova

Buongiorno Monica, gli animali in libertà seguono gli istinti primari. E' possibile che si sia aggregato a una famiglia di gatti, è possibile abbia trovato un'altra fonte di cibo in una altra zona. Farà la sua vita come del resto lei voleva facesse. Così è in natura, non possiamo intervenire in ogni cosa e sovvetire le regole.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 22.6.2007

Gentile Dr. Minetti,
manca da casa il mio siamese di 13 anni, era solito gironzolare per i tetti del mio attico, ed abito qui dal 2000. L'ho cercato sui tetti e sotto. Purtroppo è periodo di ferie e ho paura che sia rimasto rintanato in qualche casa. Se fosse caduto lo avrei ritrovato morto o ferito. Quanto può resistere un gatto senza bere? Volevo sapere se c'è un numero di telefono comune, di veterinai, o un indirizzo online dove magari i veterinai stessi a cui riportano gli animali ritrovati o feriti inseriscano i dati. Altrimenti non mi rimane che fare un giro tra tutti i veterinai che trovo nella zona.
La ringrazio molto.
Marina

Buongirno Marina, prima io farei un giro a suonare ai campanelli delle case che sono comunicanti con la sua. Chiederi ai custodi, ai negozianti, agli artigiani, a tutte quelle figure che formano ancora il tessuto sociale del suo quartiere. Poi deve contattare tutti i veterinari della zona, tutte le cliniche, i negozi di animali, le società animaliste, la ASL veterinaria. Metta cartelli sui pali, sui muri vicino casa, sulle vetrine. Più persone raggiunge più possibilità ci sono. Il contatto personale diretto è la cosa migliore, poi anche i siti come ProntoFido sono utili e funzionano. Noi veterianri stiamo spingendo per rendere diffusa l'identificazione con microchip anche dei gatti, per avere un altro strumento importante nella lotta al randagismo.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 23.6.2007

Gentile dottore,

siamo una giovane coppia, rispettivamente di 25 e 27 anni che da tanto tempo sogna di prendersi cura di un cane. Aspettavamo di esserci sposati e ora, a cinque mesi di matrimonio, siamo decisi più che mai ad adottare una così adorabile creatura. La nostra intenzione è di farla stare meglio possibile, in salute ed in serenità ed è per questo che Le sottoponiamo la nostra situazione, per avere un parere autorevole ed obbiettivo. In caso in cui Lei affermerà che il cagnolino che vorremmo prendere non ha le condizioni necessarie per essere felice, siamo disposti, a malincuore, a rinunciare all'adozione, perché il nostro desiderio, forte, fortissimo, di amare una dolce bestiolina non deve condizionare il suo benessere. Pertanto la invitiamo davvero a leggere con attenzione questa e-mail, anche se la dovesse ritenere insolita o banale.

Viviamo in una casa di circa 70 metri quadri situata in piccola cittadina, dove lavoriamo entrambi 8 ore al giorno come impiegati. Abbiamo attualmente gli stessi orari lavorativi: 9 – 13; 15 – 19 e durante la pausa pranzo (13 -15) torniamo sempre a casa. Il cane che vorremmo dovrebbe essere naturalmente da appartamento e siamo disposti anche a fare alcune modifiche sull'arredamento per garantirgli la più completa libertà in esso. Inoltre, in nostra assenza (5 giorni alla settimana), sarebbe accudito ogni giorno dai nostri genitori (che abitano a pochi numeri civici da noi e che si sono offerti spontaneamente di aiutarci) per circa 2 – 3 ore, facendolo passeggiare e svagare nei loro grandi giardini (entrambi i nostri padri possiedono anche un orto). Noi, a nostra volta, lo faremmo passeggiare ogni giorno la mattina presto, in pausa pranzo e la sera, occupandoci di tutto ciò che concerne la sua salute e donandogli tutto il nostro cuore. Il fine settimana, invece saremmo liberi e potremmo trascorrere tutto il nostro tempo con il nostro cane.

Buongiorno "giovane coppia", direi che non ci sono ostacoli per cercare da subito un bel cane che soddisfi i vostri cuori. magari non comperatelo, andate a cercarlo in un canile, presso una associazione di volontariato, e fate si che avvenga un colpo di fulmine!
Più semplice di quanto possiate immaginare se le vostre menti ed i vostri cuori saranno sgombri e sereni. L'organizzazione che avete descritto è èiù che sufficiente per riuscire in ciò che desiderate.
Quindi buona ricerca, sono certo che sarete molto felici.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345678