**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2007

Domanda del 26.6.2007

Buonpomeriggio, come sempre La ringrazio per la celerita' delle risposte, in merito alla sua puntualizzazione, sono in possesso sia di una diagnosi (che non c'e', nel senso che viene messo tutto in dubbio sia che si tratti di tumore sia di altro) ho il CD della tac e sono stata da altro veterinario il quale mi ha detto che purtroppo la tac va saputa leggere e lui non è capace. So che sto per chiderLe molto ma non c'è la possibilita' di poter mandare a Lei il materiale che è in mio possesso? Non so proprio come aiutare la mia gatta.
Qualunque sia la sua risposta ciccia ed io La ringraziamo per quello che potrà fare.
francesca Ferone

Buongiorno Francesca, per correttezza devo risponderle che non posso davvero indirizzarla, nè a me nè altrove. Oggi però può abbastanza facilmente reperire tramite internet nomi di specialisti veterinari che si occupano di "diagnostica per immagini" e di "neurologia" in quanto esistono validissimi gruppi di studio nazionali, in particolare della "SCIVAC".
Mi tenga informato, spero di essere stato d'aiuto.
Cari saluti
dr Emanuele Minetti

Domanda del 26.6.2007

Salve mi chiamo Anna volevo sapere qual'è la procedura per portare il mio cane Arwen a londra grazie

Buongiorno Anna, per introdurre nel Regno Unito un cane esiste una procedura ben precisa, lunga, complessa e piuttosto costosa, e prima di 6-7 mesi dal suo inizio non sarà in grado di terminarla.
Si informi presso il suo veterinario curante o presso la ASL veterinaria della sua città, oppure su internet al sito dell'uffico del turismo britannico, o al sito del consolato in Italia. Potrà scaricare il "Pet Travel Scheme" e decidere cosa fare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 26.6.2007

Inanzi tutto buona sera. Mi chiamo Stefania e posseggo un cane della razza carlino. Quest'estate andiamo tutti in Francia. Il mio cane ha il passaporto della repubblica Ceca(suo paese di origine). Volevo sapere da lei se basta questo o se devo andare a fare il passaporto italiano. Ringraziandola anticipatamente le porgo i miei saluti e le auguro buone vacanze.
Bordoni Stefania

Buongiorno Signora Bordoni, deve recarsi presso la ASL veterinaria della sua zona con il cane e tutti i documenti per verificare se ogni cosa sia in regola con le norme comunitarie e nazionali, in particolare se le vaccinazioni sono nei tempi corretti e se il cane è realmente iscritto all'anagrafe oppure no.
Cari saluti
Dr. Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2007

Egr. Dott. Minetti,
possiedo un gatto maschio dell'età di un anno.
Un paio di settimane fa l'ho portato dal veterinario per la vaccinazione annuale e la consueta visita di controllo, il dottore l'ha visto un pò magro (il mio gatto però mangia tantissimo!!!) ma non ha riscontrato nessuna patologia particolare e mi ha assicurato che è tutto a posto.
L'altro giorno però è capitato che abbiamo lasciato il gatto chiuso in casa tutto il giorno ed, evidentemente, non è riuscito a trattenere i suoi bisogni (pazienza!!!).
Mentre pulivo mi sono accorta che nelle feci c'erano tracce si sangue... può essere una cosa normale?
In attesa di un suo riscontro in merito, La ringrazio anticipatamente e Le porgo i miei più cordiali saluti.
Antonella

Buongiorno Antonella, non so quanti anni abbia il suo gatto però se mangia tantissimo e dimagrisce mi permetto di smentire il collega. Non è normale. Infatti solo con il buon senso non si può sostenere che qualcosa non vada bene. Si impegni e scelga un veterinario esperto in medicina interna felina per fare eseguire subito esami del sangue di base e la valutazione degli ormoni tiroidei (T4 e fT4). Infatti l'ipertiroidismo felino è malattia abbastanza frequente nei gatti anziani, ed i sintomi sono: molta fame, molte feci, gran dimagramento. Se ciò non venisse confermato bisognerà aprire un ampio ventaglio di diagnosi differenziali.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2007

Grazie anticipato per la su esauriente risposta.
Dott. Minetti ho un cihaha di 6 mesi
si mangia le feci cosa devo fare?

Buongiorno, tale comportamento, seppur frequente, è probabilmente un segnale di disagio che il cane lancia al proprietario. Infatti non mangia le feci perchè buone, appetitose, bensì per nasconderle a chi lo ha punito per averle deposte in un luogo sbagliato. Bisogna quindi verificare se semplicemente smettendo di punire/sgridare il cane quando depone le feci in casa, e premiandolo al contario con coccole e bocconcini succulenti quando le depone nei posti giusti, piano piano smette di "sbagliare" bersaglio. Serve un rinforzo positivo, altrimenti se sempre punitivo la paura aumenterà sempre più rovinando anche la relazione col proprietario. Esistono anche polverine da mischiare al cibo, ma penso che il problema sia differente dalla appetibilità!
Cari saluti
Dr Emanuele minetti

Domanda del 27.6.2007

Buongiorno,
avrei gentilmente bisogno di ricevere delle informazioni.
In agosto andrò in vacanza con il mio camper a Londra, utilizzando il traghetto per raggiungere l'Inghilterra.
Vorrei cortesemente sapere quali accorgimenti devo seguire per trasportare anche il mio cane (un meticcio di piccola taglia) in Inghilterra.

Grazie

Elena

Buongiorno Elena, se lei non ha iniziato il Pet Travel Scheme, che serve per andare in Inghilterra, da circa sei mesi non potrà in alcun modo portare con se il cane. Non ci sono alternative pena il sequestro dell'animale da parte delle autorità inglesi con costi e multe spaventosamente alte.
Prima di programmare un viaggio è doveroso informarsi delle regole applicate nei paesi che si vogliono visitare per turismo. Può lasciare il cane a casa o cambiare destinazione, nulla altro, mi spiace.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 27.6.2007

buon giorno dott. minetti mi chiamo irene e possiewdo una splendida e dolcissima pitbull.oggi mi sono accorta che tossiva insistentemente seguita da qualche starnuto.inoltre ho noyato delle goccine sul naso.vivo in campagna quindi è possibile sia raffreddata.devo darle qualcosa oppure no.mi dia un consiglio lei.grazie per l attenzione a presto.

Buongiorno Irene, non deve darle nulla perchè nessuno ha fatto ancora una diagnosi di malattia con CONSEGUENTE terapia. Veda come sta nei prossimi giorni, se peggiora la porti dal suo veterinario di fiducia.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 28.6.2007

Gentile Dott.,
ma come mai nell'elenco delle spiagge accessibili ai nostri amici a quattro zampe non sono indicate le regioni meridionali?Dal Lazio in giù non è indicata nessuna regione.
Grazie
Sheila

Buongiorno Sheila, non mi occupo di queste cose, scriva alla mail di Prontofido, grazie.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 28.6.2007

Gentile Dott.Minetti,
ho una meticcia di 8 mesi circa, di dimensioni medio grandi. Figlia di un accoppiamento di una pastore tedesco e di un altro meticcio a sua volta incrocio di labrador e huski. Sono consapevole ke siamo alle porte del suo primo calore e con tutte le problematiche che ne conseguono.
Vorrei chiederLe, oltre alla sterilizzazione con intervento chirurgico, ci sono altri metodi meno invasivi?. Riconosco che è l'unico metodo per evitare definitivamente gravidanze, vere ed isteriche, mastiti e altro; ma l'idea di operarla proprio non mi va.
Cosa mi consiglia?
Grazie
Giuliano Insalata - Bari

Buongiorno Giuliano, non esistono altri metodi usabili nella pratica qutidiana. O lascia il cane come è o lo fa sterilizzare: il resto è spazzatura.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 28.6.2007

Gentile Dott. Minetti,
Le scrivo perchè sono un po'confusa in merito ad un problema della mia maltesina di un anno e mezzo.
Fin da piccola ha avuto un problema di tipo respiratorio che però non saprei meglio definire; in sostanza, soprattutto in situazione di agitazione- x le troppe feste fatte al ritorno dei padroni, per esempio- le capitava di cercare di respirare violentemente buttando fuori aria dal naso e facendo un rumore dal naso molto forte, accompagnato da tremore. Poi dopo alcuni secondi le passava.
Ultimamente capita anche in situazioni di normalità, e si percepisce che è come se avesse dei problemi respiratori.
Mi scuso per le imprecisioni ma non saprei come spiegarle il problema altrimenti.
Così ho iniziato a chiedere al mio veterinario, che in prima battuta mi ha detto che forse era un'infiammazione e mi ha prescritto il Baytril flavour.
Nessun miglioramento. Così mi ha prescitto il Medrol, e ancora niente. Ho chiesto un parere ad altro veterninario, che mi ha detto che il cane è in forma e che forse era dovuto alla lingua lunga tipica dei maltesi e al fatto che le andasse di traverso la saliva.
Ma la cosa non mi ha convinta, così sono andata da un terzo veterinario che nel frattempo mi ha prescritto il Rimadyl in attesa di fare una endoscopia.
Volevo sapere, prima di spendere 200 euro magari inutilmente, se quest'endoscopia era la cosa giusta da fare e secondo lei di che problema potesse trattarsi.
Finora tutto quello che mi hanno suggerito non ha funzionato ed è stato solo un inutile dispendio di soldi.
La ringrazio fin d'ora per la disponibilità sempre mostrata e le mando cordiali saluti.
Nika

Buongiorno Nika, nelle indagini cliniche si parte dalla cosa più semplice e poi si va avanti fino a terminare l'iter con la diagnosi. L'endoscopia, che comporta anche l'anestesia, è l'esame di elezione per valutare la situazione del suo cane una volta escluse le cause infiammatorie banali alle prime vie aeree; non vedo nulla di particolare in ciò che le hanno detto di fare. Nel caso, visto che il cane è in anestesia, potrà far fare anche delle radiografie in varie proiezioni.
Mi faccia sapere se sarà necessaria la correzione chirurgica del palato.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345678