**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Dicembre 2008

Domanda del 5.12.2008

Mi chiamo Nadia e da dieci anni sono proprietara di una cagnolina che oggi ha 11 anni.
E' un cane molto ubbidiente, silenzioso, affettuoso e buono, ma solamente con i componenti della famiglia.
le spiego il problema: quando si avvicina un estraneo lei le và in contro ed inizia ad annusarlo. siccome pesa dieci kg ed è molto carina (meticcio) , le persone allungano subito le mani per accarezzarla e lei reagisce ringhiando ed azzannando il malcapitato.
Non riesco a capire questo suo comportamento; io l'ho adottata all'età di nove mesi perchè il suo vecchio padrone la maltrattava.......ho pensato che fosse questo il motivo ma dopo dieci anni di vita da regina inizio a dubitarne.....mi dia un consiglio!!
grazie mille.

Buongiorno, i traumi restano e le paure anche. Le consiglio una valutazione da parte di un veterinario specialista in medicina comportamentale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 5.12.2008

Salve, io mi chiamo emanuela e 2 settimane fa mio cugino ha trovato 2 cuccioli di cane, sicuramente abbandonati da qualcuno.Noi abbiamo una campagna e per non lasciarli in mezzo alla strada li abbiamo messi al caldo però purtroppo non abbiamo la possibilità economica per vaccinarli, sverminarli e tutte le cose primarie che si devono fare a dei cuccioli. Inoltre penso che si debbano portare da un veterinario per capire come stanno.Ora io volevo chiederle se c'è un esenzione per le persone che hanno voglia di tenere dei cani ma non hanno la possibilità x curarli. La ringrazio anticipatamente, attendo una sua risposta.Grazie

Buongiorno, la prima cosa da fare quando si trova un cane è rivolgersi alla ASL veterinaria di zona per vedere se esiste un padrone legittimo cui renderli. Nel caso può richiedere l'affidamento temporaneo ma anche che siano prima visitati e trattati per quanto possibile dai servizi veterinari. Se non può occuparsene assolutamente si rivolga ad una delle associazioni animaliste più importanti per avere un aiuto.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.12.2008

Salve, possiedo un gatto maschio di 4 anni,
da quando è cucciolo, ogni tanto trovo del sangue nelle sue feci, l'ho portato per questo svariate volte dal veterinario che mi ha sempre dato dell' enterogermina e mi ha detto di controllare che nelle feci non ci fossero dei parassiti. Niente parassiti, mai trovati.
Ora, il veterinario mi ha detto che potrebbero essere emorroidi, ma che per vederlo bisogna addormentarlo con anestesia totale.
Premetto che il mio gatto sta benissimo.
Cosa devo fare? ha dei consigli da darmi?
Grazie tante.
Alice e Tigro

Buongiorno, non credo si tratti di quelle che lei chiama emorroidi perchè a me non risulta esistano nel gatto. Magari altro ma non plessi emorroidali sanguinanti. Provi a fare una visita di consulto presso una struttura più grande e specialistica nella sua zona.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 8.12.2008

Buongiorno Dott. Minetti,
Ho ritrovato presso il mio luogo di lavoro, una gatta femmina, credo di circa un anno di età, sicuramente smarrita, visto il collarino (senza identificazione) che porta al collo.
Ho deciso di portarla a casa con me, ma avendo già una gatta (Teamhair, poco più di due anni di età) sto incontrando delle grosse difficoltà in quanto, se per la "nuova arrivata" sembra tutto normale e si comporta in modo molto tranquillo, la mia gatta invece sembra essere spaventata. Non le si avvicina a meno di mezzo metro ed è un continuo ringhiarle contro. Nonostante io cerchi di tranquillizzarla, sembra che la nuova presenza risulti quasi una minaccia per lei. Come mi devo comportare?
Spero possa consigliarmi nel modo migliore.
Ringraziandola per la futura risposta, le porgo

Cordiali Saluti.

Antonio.

Buongiorno, spero che prima di introdurro la gatta randagia lei la abbia anche fatta visitare per essere certo che non possa divntare un problema per la sua gatta di proprietà. Detto questo non è facile darle una risposta: può subito applicare in casa il diffusore di feromoni appaganti felini e vedere se si manifesta qualche miglioramento; nel caso contrario dovrà rivolgersi ad un veterinario comportamentista.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 9.12.2008

buonasera, sono valerio
oggi mentre ero a lavoro ho trovato un piccolo cucciolo di una cinquantina di giorni di vita,
ad un tratto il cussiolo si allontana verso un signore (se così si può chiamare), appena hanno voltato l'angolo del muro il balordo ha sferrato un calcio al cucciolo rompendo di netto la zampetta posteriore dx causando un frattura scomposta. me lo sono portato con me e lo ho portato dal veterinario il quale afferma che deve essere operato al più presto l'unico problema è che non potendomi permettere una spesa di oltre 200 € (250 x l'esattezza) mi trovo un pò in crisi però non voglio abbandonarlo d nuovo..come posso fare???grazie

Buongiorno, deve affidarlo ad una associazione animalista che se ne possa occupare sia nell'immediato - per la salute e le cure indispensabili - sia per il futuro cercando di farlo adottare quanto prima. Sul nostro sito troverà i link per alcune delle più importanti associazioni operanti sul territorio nazionale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 12.12.2008

Salve, sono Marcella.
Pensavo di regalare un cucciolo di Labrador di 6 mesi ad un mio caro amico amante dei cani. L'attuale proprietario non ha avuto molto tempo per seguire il cane per cui temo che non sia stato ancora educato o che comunque abbia acquisito delle abitudini sbagliate. Vorrei quindi sapere se a 6 mesi è ancora possibile educare il cane con facilità o se è già troppo grande per cui rischia di creare delle difficoltà a chi si occuperà di lui. Grazie!

Buongiorno, per darle una risposta seria bisogna avere un profilo minimo del cane da un punto di vista comporatmentale. Così non posso far altro che dirle di fare una visita veterinaria specialistica comportamentale pre-adozione.
Cari saluti e Tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 12.12.2008

Buongiorno, sto pensando di adottare un bassotto di 5 anni che proviene da una
famiglia che non lo può più tenere con sè, ho saputo però che spesso questa
razza va incontro a problemi alla colonna vertebrale che possono causare
paralisi agli arti posteriori, volevo sapere da Lei se è così frequente questa
complicanza e se è possibile prevenirla. L'intervento chirurgico che
eventualmente si potrebbe fare, risolverebbe il problema definitivamente?e i
costi di tale intervento?
Non voglio bagnarmi prima del tempo, solo che ho saputo che oltre ad essere
una patologia grave è anche abbastanza frequente in questa razza.
Aspetto un suo consiglio.
Grazie
Distinti Saluti
Cla

Buongiorno, se così fosse non esisterebbero bassotti sani in giro. E' una possibile evenienza ma non così frequente da sconsigliare questa razza più delle altre. L'importante è far visitare il cane bene prima dell'adozione.
Cari saluti e Tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 14.12.2008

Gent.mo Dottore,
ho una terranova di 7 mesi che proprio non ne vuole sapere di fare le deiezioni fuori casa, nonostante abbia un grande giardino.
Alle ore più imprecisate lascia i ricordi solidi (!!) e liquidi (a litri) in punti non sempre uguali, e mi creda è quasi impossibile coglierla sul fatto.
A volte la fa fuori, ma a volte (ahimè) in casa.
Volevo sapere, siamo ancora nella fisiologia e quindi si spera che il vizio scemi, oppure andiamo incontro ad un comportamento anomalo?
la cagna è in ottima salute, molto giocosa, un po' dominante.
Grazie
roberto p.

Buongiorno, l'età fa pensare ad un disturbo del comprtamento da fare valutare da uno specialista veterinario in tempi brevi.
Cari saluti e Tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 15.12.2008

Gentile dott.ho da poco preso in casa un micio di appena 3 mesi ; il piccolo è cresciuto in un cortile di un signore senza avere mai contatti con l'uomo.L'ho adottato circa una settimana fa e da quando è entrato in casa ringhia, soffia e morde chiunque provi ad avvicinarlo in più si nasconde e non esce neanche per mangiare sono seriamente preoccupata; anche perchè non sono riuscita a portarlo dal veterinario e non ha fatto neppure il vaccino. Dottore confido in un suo consiglio...come posso farsi che si fidi di me?? la ringrazio cordiali saluti elisa

Buongiorno, situazione complessa. Deve sicuramente applicare i feromoni appaganti ambientali in casa (e anche su di se in forma spray). Poi non forzare il contatto e possibilmente cercare un comportamentalista per evitare che la situazione peggiori. Si rivolga al suo veterinario di fiducia per ricette ed ulteriori consigli.
Cari saluti e Tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 15.12.2008

Buongiorno
Ho un pastore tedesco di 9 anni vissuto sempre con me e mio marito in appartamento. E' buono con tutti e chi arriva a casa nostra anche se estraneo lui fa le feste.
Ora è nata la nostra bambina, fino a poco fa, lui non la considerava particolarmente e se l'avvicinavamo la leccava; ora guai a vederla gattonare, diventa nervoso e persino ringhia.
Come posso comportarmi?
Grazie
Laura

Buongiorno, visto che c'è di mezzo sua figlia non lasci le cose al caso e si rivolga immediatamente ad un veterinario specialista in comportamento per avere una diagnosi approfondita del distubo ed una adeguata terapia mirata. Mi raccomando!!!
Cari saluti e Tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  1234