**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Aprile 2008

Domanda del 16.4.2008

Gentilissimo Dr. Minetti, vorrei chiederle se sapesse spiegarmi come mai la mia cagnolina (è un Beagle) ogni tanto comincia a leccare il pavimento e non riesco a fermarla in nessun modo!!! Il mio veterinario crede possa essere mal di gola. La ringrazio tantissimo
Angela

Buongiorno, possono sia essere cause comportamentali sia forme cliniche pure. Da lontano non è possibile dire nulla di più, quindi escluda subito con una visita molto accurata se è presente una malattia per ragionare poi sull'aspetto del comportamento.
Cari saluti
Dr Emanuele minetti

Domanda del 16.4.2008

buongiorno dottor minetti
il mio gattone di 4 anni Pedro dovrebbe dimagrire
da tre anni usa alimenti dietetici contro la struvite
posso usare cibo light senza correre il rischio di ritornare ai problemi urinari che ha avuto?
grazie

Buongiorno, certamente può usare un cibo a basso contenuto calorico a patto di eseguire frequenti controlli dal suo veterinario con frequenti esami delle urine, integrando la dieta con terapie specifiche, facendo ecografie di controllo. Un buon "arricchimento ambientale" per stimolare il gatto al gioco ed al movimento aiuterà a ridurre i tempi della dieta.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 16.4.2008

Dott. Minetti buongiorno possiedo un coniglietto nano da ormai 4 anni che vive libero in casa nostra. Una persona ha preso una coniglietta ed ora non la vuole piu' tenere. Mi sono lasciata intenerire ed ora la vorrei far sterilizzare per poter vivere libera insieme al mio REI.
Le chiedo gentilmente se la sterilizzazione della coniglietta e' una prassi normale e se non andra' incontro a complicazioni e poi se andra' daccordo con Rei visto che tutto il giorno per motivi di lavoro li lasceremmo da soli liberi in casa o nel terrazzo.
La ringrazio per il tempo che mi vorra' dedicare e le mando i miei migliori saluti. Baldi Daniela

Buongiorno, è necessario in questi casi rivolgersi ad un veterinario specialista per avere tutte le spiegazioni del caso, approfondite e chiare, come purtroppo questo spazio limitato non consente.
Infatti i conigli non sono piccoli gatti come i gatti non sono piccoli cani, bisogna stare attenti a rivolgersi a medici davvero specializzati.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.4.2008

Buon giorno dottore, mi chiamo nicoletta ed ho un westy che nonostante la pulizia effettuata dal veterinario continua ad vere l'alito cattivo. Da cosa può dipendere e c'è una soluzione per migliorare la situazione? grazie

Buongiorno, senza una accurata visita non è possibile ipotizzare le cause di una alitosi. Non sempre l'igiene orale è sufficiente per risolvere i problemi presenti nella bocca di un cane. Per questo può quindi rivolgersi ad un veterinario odontoiatra, anche chiedendo al suo veterinario un nome per avere un consulto in più.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.4.2008

Buonasera,le scrivo per chiederle informazioni circa il mio cane.
Chicco è un pincher nano di 8 anni;all'ultima visita veterinaria gli è stato riscontrato un inizio di cataratta,che,se non curata,lo porterà alla cecità.
Ci siamo informati da specialisti della provincia di Bologna e per curarlo ci hanno chiesto 1500 euro per occhio.
Ora,come è possibile che un intervento fatto sull'uomo sia quasi all'ordine del giorno,mentre per i nostri animali costi così tanto?
Come posso fare?
Mi dispiace ma io non posso permettermi tale intervento!
In attesa di un suo consiglio,le auguro una buona serata.
Katiuscia.

Buongiorno, il cane deve essere operato in anestesia generale, a differenza dell'uomo, e i materiali utilizzati sono esattamente uguali a quelli dell'uomo. Se lei dovesse pagare un intervento del genere senza usufruire del servizio mutualistico andrebbe incontro a costi anche dieci volte più alti. Inoltre anche la costosissima strumentazione necessaria è uguale a quella umana, ma i costi non vengono pagati dallo stato bensì dal veterinario chirugo oculista. In definitiva le assicuro che la cifra richiesta è purtroppo assolutamente corretta anche se pare sembrare elevata. Nel nostro paese purtroppo quasi nessuno stipula le assicurazioni sanitarie sulle spese veterinarie che in un caso come questo le avrebbero risolto il problema.
Cari saluti
Dr Emanuele minetti

Domanda del 17.4.2008

Dott. Minetti buon giorno,
ho un fox terrier a pelo raso di circa 4 anni. Vista l'abbondante perdita di pelo, nonostante esso sia corto l'ho fatto rasare più di una volta nell'arco degli ultimi 2 anni. Dall'anno scorso ho però notato che nella parte centrale della coda il pelo non è più bianco e folto, ma scuro e rado( il cane non si siede sulla coda e non vi sono callosità). Dal collo in giù il pelo stenta a crescere e lì dove le chiazze sono più scure (è bianco e color cannella) il pelo è rimasto corto. Il mio veterinario, dopo una visita effettuata a dicembre dell'anno scorso, ritiene che quando il cane farà la muta il pelo ricrescerà. Ho suggerito di verificare se il cane ha problemi di tiroide , ma egli sostiene che il pelo è comunque folto e lucido e quindi non è necessario. Ho sbaglaito a tagliargli il pelo? E' forse questo il vero problema?
Grazie Paola Benfenati

Buongiorno, non mi è possibile dare un parere a distanza. Può chiedere però un consulto con un veterinario dermatologo specialista anche tramite il suo veterinario curante.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.4.2008

Buongiorno dott. Minetti,
avrei bisogno di alcune risposte sulla salute del mio cane. E' una femmina e a settembre compie 13 anni, l'abbiamo portata dal veterinario che dopo raggi ed esame del sangue ha diagnosticato un tumore alle mammelle, e dai raggi hanno trovato anche l'acqua dentro i polmoni. Dagli esami del sangue invece non risultano problemi al cuore o al fegato. Penso proprio che questo voglia dire che il tumore alle mammelle è maligno. Ecco tutte le domande e spero tanto possa rispondermi:

- hanno detto che per ora non si può ne operare nè curare, solo quando starà male daranno degli antibiotici o antidolorifici, è vero?

- quanti mesi ha di vita il mio cane?

- quali sono i sintomi se dovesse stare male?

- ho trovato sempre leggendo su internet che hanno curato il cane affetto da tumore con la cartilagine di squalo con ottimi risultati (il cane aveva 10 gg di vita e ha vissuto per 2 anni), sono illusioni o è una cosa reale?

La ringrazio con il cuore e aspetto al più presto una sua risposta.

Serena - AL

Buongiorno, non posso esprimermi a distanza, ma di sicuro l'età non è un fattore in assoluto limitante per curare adeguatamente il suo cane. Il problema è cercare di capire se sono già presenti metastasi a distanza (fegato, polmoni, linfonodi eccetera), se ciò che lei chiama acqua nei polmoni sia di origine cardiogena o no, se una chirugia radicale in anestesia generale sia possibile rispetto alle condizioni generali del cane. Anche ovviamente la natura delle neoplasie è fondamentale per emettere sia un piano terapeutico sia una prognosi. Mancano troppi dati perchè si possa dare le risposte alle sue legittime domande. Per quanto riguarda la cartilagine di squalo non rientra fra le terapie riconosciute davvero utili: il caso da lei descritto è un caso e basta, magari sarebbe andata così anche senza la polverina magica.
Chieda un consulto ad un oncologo veterinario.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.4.2008

Preg.mo Dottor Minetti, le scrivo per chiederLe a che temperatura dev'essere l'acqua quando faccio il bagnetto al cane. Grazie L.F.

Buongiorno, come per i bambini fra i 37 e i 39 gradi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.4.2008

gentile dott. Minetti ho da circa una settimana portato a casa un piccolo cagnolino meticcio...fin qui tutto bene se non fosse che avevo già due gattini,un maschio e una femmina.Il maschio non sembra risentire troppo di questa nuova presenza, la femmina invece é molto turbata.Prima era casalinga ed ora vuole sempre uscire, si nasconde sotto il letto, piange quando la si prende in braccio,quando c' é il cagnolino ha le pupille dilatate...sono disperata!vorrei qualche consiglio su come riequilibrare la situazione perché ho una grande paura che la micia mi scappi di casa.Grazie!



Buongiorno, inizi a mettere in casa i feromoni appaganti (chieda al suo veterinario) e poi organizzi una visita veterinaria comportamentale collettiva.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 17.4.2008

Egr. dottore
Gradirei sapere quali, per prevenire la puntura da flebotomi, dei seguenti prodotti posso usare sul mio cane di 4 mesi e se posso usarne due contemporaneamente. Exspot (65% permetrina), scalibor (deltametrina) advantix (permetrina 50% + imidacloprid 10%).
Grazie
ALESSANDRO

Buongiorno, capisco il suo problema ma non posso rispondere in questa sede, deve consultare il suo veterinario curante. Due non è meglio di uno in questi casi.
saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  1234567