**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Maggio 2008

Domanda del 1.5.2008

Salve,
sono Massimiliano,il proprietario di un cucciolo di golden retriever di 8 mesi 1/2. Tre settimane fa il cucciolo a dato di stomaco durante la notte. 24 ore dopo sono apparse delle tracce di sangue a fine di ogni singola minzione. L'urina da quel momento ha cominciato ad avere uno strano odore di aglio. Ho portato il cucciolo dal veterinario il quale mi ha detto che forse aveva cominciato a sentire qualche cagnetta in calore e quindi cominciando a leccarsi le parti intime le aveva infiammate. Mi ha consigliato di aspettare qualche giorno e se le cose non fossero migliorate di passare ad un atibiotico. A quel punto le cose sono continuamente peggiorate. Il numero delle minzioni è aumentato e sempre con presenza di sangue e il cane, in precedenza sempre molto affamato, a cominciato a non avere più appetito (mangia circa 450 gr. di Forza 10 puppy al pesce suddiviso in tre porzioni in quanto il precedente cibo Science Plan Puppy gli provocava della forfora). A quel punto riportato il cucciolo dal veterinario mi ha dato dell'antiinfiammatorie e un antibiotico "Keforal" per 7/8 giorni. Il primo l'ha vomitato insieme a tutto il cibo poi suddividendolo in due parti è riuscito a terminare la terapia riportando il cucciolo apparentemente ad uno stato normale. Tre giorni dopo aver terminato il trattamento il cane ha nuovamente dato di stomaco durante la notte e ricominciato ad avere tracce di sangue nelle urine. A questo punto riportato nuovamente il cucciolo dal veterinario ho raccolto le urine per una analisi dalla quale è risultato una concentrazione di globuli rossi e cristalli ed un PH di 7.5. Il veterinario mi ha solo consigliato di non fare alcun trattamento e di rimanere in attesa di sviluppi spingendo il cucciolo a bere il più possibile. Vorrei da lei un consiglio se non si possa fare qualche altra cosa visto che il cucciolo continua ad essere inappetente e ad problemi di incontinenza.

Grazie mille

Massimiliano

Buongiorno, bisogna procedere con ulteriori indagini: esami completi del sangue, esami completi delle urine, se necessario una ecografia addominale. Non escluderei nemmeno esami delle feci.
Bisogna arrivare ad una diagnosi quanto prima.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 1.5.2008

Buonasera dottore,siamo una famiglia composta da 2 umani e un cane.Abitiamo in campagna e il nostro Lupo (pastore tedesco di 6 anni)ha molto spazio a disposizione.Il nostro dubbio è questo:Lupo adora l'insalata(soprattutto radicchio rosso!!!)e noi gliela offriamo come premio e contentino.Abbiamo assecondato questa sua preferenza onde limitare biscottini e quant'altro.Essendo però un animale prevalentemente carnivoro non vorremmo provocargli danni.Ci può aiutare?
Grazie e buon lavoro
Arianna,Paolo e Lupo

Buongiorno, in linea di massima non ci sono problemi però non conoscendo assolutamente il cane come paziente vi consiglio in ogni caso di sentire il parere del veterinario che usualmente lo cura.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 2.5.2008

Salve Dott. Minetti, volevo sapere se è possibile che la pelle dei cani si abbronzi e prenda un colore più scuro.Ho una pinscherina di 1 e mezzo e a sette mesi ha sofferto di rogna rossa.è guarita completamente da questa malattia già da tempo, ma ho notato che adesso, in concomitanza del sole caldo, la sua pelle in certi punti dove ha poco pelo è più scura.Mi è ventuo questo dubbio perchè adora passare anche ore sul balcone al sole.Rientra in casa quando ormai è sfinita dal caldo e ansima.Non credo abbia una ricaduta di rogna.La prima volta si è presentata con un'iniziale perdita di pelo che poi si è espansa, ma la pelle scura è stato uno degli ultimi cambiamenti dati dalla rogna.
La ringrazio anticipatamente e spero possa togliermi questo dubbio.
Saluti - Ambra 82

Buongiorno, in linea di massima anche la cute del cane può produrre più pigmenti per proteggersi dall'azione dei raggi solari, quindi sia "scottarsi" sia "abbronzarsi". Il fatto però che un cane di piccola taglia possa restare molto tempo al sole non è corretto perchè rischia obiettivamente sia il colpo di calore sia il colpo di sole. Per la colorazione della cute senza poter esaminare il problema non so cosa dirle. Le consiglio per avere meglio chiare le idee di richiedere una visita specialistica da un veterinario dermatologo.
Cari saluti
Dr Emanuele minetti

Domanda del 3.5.2008

Egr. Dott. Minetti

ho un pastore tedesco adulto che ora ha circa sette anni, da un paio di giorni le sue feci sono gelatinose, trasparenti e con del sangue, mangia poco o niente e beve molto. Abito in una casetta con un giardino molto curato e poco frequentato dal cane, ma abbastanza dai tre gatti. Secondo lei quella del cane può essere una malattia passeggera (un'infezione intestinale o simili) o devo preoccuparmi seriamente e farlo vedere dal veterinario? Può essere correlata con un infezione alle orecchie con spurgo di cerume che sto già curando dietro consiglio veterinario? Scusi per la complessità del quesito e grazie per l'attenzione.
Distinti saluti,
Stefano Kavrecic.

Buongiorno, il cane ha sicuramente una enterite quindi se la situazione non migliora spontaneamente in poche ore deve rivolgersi al suo veterinario per avere una diagnosi precisa. Faccia fare anche esami delle feci approfonditi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 4.5.2008

Salve mi chiamo Giuseppe le volevo chiederle un suo parere
Giorno 03/05/2008
Ho adottato un cucciolo di razza meticcio di 1mese e mezzo Dall'Associazione animalisti italiani di Catania
Volevo chiederle il primo vaccino quando lo devo effettuare e poi mi hanno detto di fargli fare le analisi alle feci
Potrebbe spiegarmi a cosa si firerivano
Colgo l'occasione per ringraziarla

Buongiorno, appena si adotta un cane è d'obbligo trovare un veterinario di fiducia che possa seguirlo per la vita. Deve eseguire sia i vaccini di base sia esami coprologici (raccolga un campione e lo porti dal veterinario), quindi la profilassi e la protezione per le malattie trasmesse da vettori (papatacci, zanzare, pulci, zecche, eccetera).
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 5.5.2008

Buongiorno

Possiedo 4 gattini di circa 3 settimane di vita, la madre è scomparsa un giorno fa. Volevo sapere se c'è un minima possibilità di crescerli anche senza la madre. Quale tipo di alimento possono assumere?

Grazie per l'attenzione

Cordiali saluti

Alessandro

Buongiorno, in questi casi è bene fare valutare con attenzione la cucciolata da un veterinario epserto che le darà non solo i consigli dietetici del caso ma dosi e frequanza dei pasti. E' certamente possibile svezzare i gattini con tanto tempo, impegno e pazienza. Inoltre potrà intervenire in anticipo sulle patologie e le possibili parassitosi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 6.5.2008

salve dottor Minetti,mi chiamo antonello e ho il piacere di avere uno speldido cocker spaniel di un anno e mezzo che da quando aveva 5/6 mesi ha cominciato a dimostrare segni di inappetenza verso i croccantini.Gli ho sempre preso croccantini della Royal canin e saltuariamente croccanrini di Eukanuba....talvolta vedendo che restava anche 2/3 giorni senza mangiare ho aggiunto ai croccantini anche formaggio grattuggiato,o carne tagliata in pezzi piccolissimi ed infine su consiglio della mia veterinaria anche scatolette che accompagnano il croccantino della Ill's.Sinceramente non sono preoccupato perchè pesa 13,5 Kg , perchè mostra molta vitalità , ha un pelo che è invidiabile, ed i suoi denti sono in salute.Resto però perplesso da questa sua inappetenza persistente.Questa è la mia prima esperienza con un cane quindi non mi ritengo un esperto e sono sempre alla ricerca di consigli e spiegazioni.Spero di aver reso chiara la situazione e spero che Lei possa darmi un consiglio che risolva definiivamente questo mio piccolo problema...La ringrazio anticipatamente per il suo interessamento.A presto!Antonello.

Buongiorno, il calcolo delle calorie necessarie è cosa complessa e non facile, ancora di più se richiesto per e-mail. In realtà la cosa da tenere presente è lo stato generale di salute: in mancanza di sintomi riferibili a malattia, cosa che si deve valutare con visite ed esami, non credo ci sia molto di che preoccuparsi. Non siamo tutti uguali fra noi bipedi e così è per i quadrupedi. Se poi il problema è legato a capricci di sapori e gusti allora solo i tentativi empirici potranno aiutarla nel determinare in quale direzione deve essere preparata la dieta del cane.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 6.5.2008

buongioron dott. minetti,
graizie per la risposta che mi ha già dato ed ecco una nuova domanda:
il mio gatto meticcio pesa 9 kg
quanto cardotek devo dargli? 1 pastiglia e mezza al mese, visto che sulla scatola c'è scritto 1 pastiglia per gatti da 2.3 kg a 6,8?
grazie mille
bruna ceriello - venezia

Buongiorno, non posso consigliare piani terapeutici senza conoscere niente del suo gatto. La dose deve essere fatta dal medico veterinario prescrittore e quindi segnata sulla ricetta. I farmaci in automedicazione in veterinaria a mio parere sono rischi che non si devono prendere. Chiami quindi il veterinario curante.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 6.5.2008

buongiorno,

volevo chiedere un parere riguardo ad un gattino di 9 mesi maschio che vive in appartamento, se è meglio sterelizzarlo? oppure si può non farlo

grazie

saluti Fiorenza

Buongiorno, sicuramente deve pensare al suo bene e quindi metterlo nelle condizioni di stare bene nel luogo dove è destinato a vivere. Se come dice starà in casa lo sterilizzi, senza paure o remore.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 6.5.2008

Gentile Dottore,
le scrivo per avere un consiglio sul Milteforan, ho tre cani di cui, uno spinone che si è ammalto lo scorso anno di leshmania e adesso sta bene grazie alla cura fatta con il tradizionale glucantime, il secondo un meticcio si è ammalato quest'anno, il problema che è un cane molto aggressivo e mal tollera di essere toccato volevo per questo provare la cura con il milteforan solo che il mio vetererinario, molto tradizionalista e un pò conformista, non è convinto e mi ha messo mille dubbi, ma le punture proprio vorrei evitarle, visto la grande sofferenza subita dall'altro cane. lei cosa mi consiglia a proposito?Sono molto confusa, ho paura di fare del male al cane!Grazie

Buongiorno, il milteforan è uno dei due farmaci registrati in Italia per la cura della leishmaniosi. Quindi con le dovute informazioni lei potrà decidere per il suo animale a quale cura approcciare, sapendo che nessun farmaco ha solo indicazioni ma anche controindicazioni. Nel caso può sempre chiedere un consulto ad altro specialista e comunque discuterne senza paura con il suo veterinario curante. Una cosa è comunque certa, il glucantime è un farmaco usato da decenni e ben conosciuto e quindi per tutti più semplice da gestire.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  123