**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Dicembre 2009

Domanda del 15.12.2009

ho comprato un cucciolo di chihuahua da un negoziante, con lo premesse che fosse di 2 o 3 mesi gia vaccinato e sverminato, ma mi si presenta con 35 giorni di vita senza vaccino e quant'altro...cosa devo fare lo prendo lo stesso o lo lascio al negoziante e aspetto...

Buongiorno, si palesa una delle solite truffe nel commercio di animali come lei avrà visto più volte in televisione per esempio a Striscia la Notizia. Non porti assolutamente a casa il cucciolo, si faccia restituire il denaro ed avvisi le autorità, meglio i servizi veterinari della ASL della sua città: è un commercio immondo ed infame che solo se viene interrotto con forza potrà sparire. Senza acquirenti questi farabutti non metteranno più in vendita poveri animali destinati ad enormi sofferenze e spesso alla morte.
Può anche chiamare la LAV o l'ENPA e chiedere un loro intervento deciso nella questione.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 16.12.2009

Buongiorno Dott intanto grazie per avermi risposto.Ieri ho portato il mio gatto da 2 veterinari il primo mi ha detto che era una gastrite e le ha fatto una puntura di antibiotico (Amoxisol) e prescritto il plasil che le ho gia somministrato mentre l altro mi ha parlato di boli di pelo ora io non so come comportarmi non è stata fatta nessuna analisi accurata solo una visita percio non capiscoda cosa abbiano dedotto tutto cio mi puo dare qualche consiglio su come comportarmi per favore Grazie

Buongiorno, non so cosa dirle, a parte che le due cose non sono in contrasto fra loro ma spesso si accompagnano.
Chieda un ricontrollo clinico al suo veterinario di fiducia.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 16.12.2009

Egr. Dott. ,
sono Alessio da cairate VA.
La mia domanda forse potrà sembrare un pò bizzarra però, dalla VS esperienza che "tasto" tutti i giorni sono sicuro che potrà essrmi d'aiuto!
Ho a casa una bellissima labrador di nome kira, che nonostante il quasi Anno di addestramento in un centro cinofilo non riesco ancora a gestire come vorrei. adesso ha quasi un Anno e mezzo.Ora la mia dolce metà vorrebbe adottare una cucciola di pastore tedesco non solo per potercela coccolare ma anche per fare un pò di guardia alla nostra casa un pò isolata. Nonostante io sia un pò restio mi chiedo se kira possa accettare un'altra cucciola e avendo una bimba di 4 anni come eventualmente sia il carattere di un pastore tedesco. Sperando che con la nuova eventuale arrivata riesca ad addestrarla come in parte non sono riuscito con kira!Sicuro di avere un giusto e professionale consiglio, La ringrazio ancipatamente e nel porgerle i miei più cordiali saluti colgo l'occasione per augurarLe un sincero augurio di Buon Natale. Alessio.Taranto

Buongiorno, non è possibile in questa sede darle una risposta sensata poichè sono decine le possibili variabili che intervengono in questi casi, mi spiace. Provi a parlarne con il suo veterinario curante che conosce la situazione nel suo complesso a differenza mia. Oppure cerchi in veterinario comportamentalista nella sua zona.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 17.12.2009

mi rivolgo a lei Dottor Emanuele Minetti per un dubbio (se cosi si puo chiamare) riguardo ad un pronto soccorso a un cane randagio ferito gravemente ad una zampa a causa di un incidente stradale...... il veterinario privato aveva il diritto e il dovere di avvisare i veterinari asl per l intervvento al cane essendo appuntorandagio? E se è si aveva lui il dovere di avvisarmi prima di compiere tale azione? Io volevo solo salvare il povero cane e nn rinchiuderlo in un canile sofferente com'era.. avevo gia i soldi per le spese. La ringrazio anticipatamente
Rosaria

Buongiorno, la legge impone per diritto e per dovere di avvisare i servizi veterinari della ASL in questi casi. Poi non capisco perchè lei pensa che il cane sia stato chiuso a soffrire in un canile: il cane per legge viene curato al meglio comunque e nel frattempo si cerca l'eventuale padrone.
Una volta finito il ricovero ed ottenuta la guarigione verrà affidato a cho come lei lo vorrà adottare. Inoltre può sempre e comunque occuparsi di lui anche ora andandolo a trovare e offrendo comuqnue il so aiuto economico per eventuali ulteriori cure o consulti o esami che si rendessero necessari.
A pensare male spesso ci si azzecca ma in questo caso il collega ha operato nel modo giusto e sta a lei ora se vuole restare vicino comunque al cane.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 17.12.2009

Salve dottore mi scusi se la disturbo avrei due domande da farle:
1) ho due gatti la prima è una femmina razza metticio di due anni circa la prima ad arrivare in casa presa che aveva soltanto 3 mesi il secondo un maschio siamese di quasi 4 anni adottato in canile a settembre 2009 ... pultroppo la gattina non lo accetta e passa la sua giornata sull'armadio per farla scendere dobbiamo chiudere il maschio...diamo sempre a entrambi quantità di attenzioni e non facciamo preferenze ma ogni volta che si incontrano si azzuffano sempre ... la piccola soffia e il maschio miagola.... cosa posso fare?

2) il maschio alla sera rimane libero ma appena si fanno le 2 io smetto di dormire per il gran casino che fà.... è un gatto agitatissimo vorrei provargli a dare qualche tranquillante.... lei che consiglia... ho provato anche a prendermi io qualcosa che mi faccia dormire... ma niente le mie notti sono passate in bianco da quando c'è lui! Mi aiutii io e la mia gattina la viviamo male se devo essere sincera il suo arrivo .... l'unico ad accettarlo e il papà ... ma alla notte si prende i tranquillanti e se la dorme!

Buone feste Carmen

Buongiorno, non sapendo che poco più di niente dei gatti è difficile darle consigli. Intanto se non sono sterilizzati tutti e due pensi a farlo comunque; poi metta in casa i diffusori di feromoni felini per almeno 2-3 mesi di seguito facendoli prescrivere dal suo veterinario. Poi se non vede miglioramenti chiami un veterinario comportamentista a sbrigliare la situazione.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 18.12.2009

salve gentile dottore,hon problema grosso con il mio gatto e purtroppo le mi tasche non mi consentono di farlo guarire daun vet. 5 giorni fa,ha litigato con un altro gatto,procurandosi 2 buchini sulla zampa dietro specificamente sul garretto,io l ho disinfetato elo bendato, ma il giorno dopo si era tolto tutto e la ferita era diventata enorme,adesso ha quasi tutto l osso fuori, cosa posso fare? la pelle sopra l osso ricresce? grazie..

Buongiorno, poichè i miracoli non si fanno senza una visita ed una diagnosi non ci sarà una terapia. Senza visita e senza un esame oiettivo non è possibile dirle altro che il gatto ha sicuramente un grave ascesso/flemmone e che necessita di una cura antibiotica ben fatta.
Non per farle i conti in tasca ma lei ha un pc, una linea adsl probailmente, ed una visita veterinaria costa circa 30-40 euro e non 200...
Magari ci ripensi e faccia visitare il suo povero gatto rinunciando a qualcosa lei.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 18.12.2009

Buongiorno Dottore, le avevo scritto qualche giorno fa per la mia cagnolina Luna di 1 anno e 4 mesi che soffre di ansia da separazione. Il nostro veterinario ci ha consigliato di darle mezza pastiglia al giorno di ANXITANE M&L volevo sapere un suo parere e se sà dirmi dopo quanto tempo circa dovrebbe farle effetto.
Grazie per la sua attenzione e per il suo consiglio!
Distinti saluti Sara.

Buongiorno, non entro in merito e non posso farlo. Se non ottenete un buon risultato fate una visita specialistica però.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.12.2009

Buonasera Dottore,
Sono la proprietaria di un chihuahua di 2 anni; pur avendo già terminato la muta e dopo aver fatto un mese di vitamine (ad Ottobre) continua a perdere il pelo in modo eccessivo.. In queste ultime 3 settimane, causa lavoro, ho dovuto lasciarla spesso da sola.La perdita di pelo può essere causata dallo stress provocatole per la mia assenza? Come posso rimediare?
La ringrazio anticipatamente.
Colgo l'occasione per porgerLe i miei migliori di un felice Natale.
Lidia

Buongiorno, direi che lo stress molto difficilmente causa caduta di pelo "massiccia" se non per autotraumatismo. Magari ha la casa molto calda e secca, o magari è solo una muta fisiologica abbondante. Senza una visita però non è possibile dirle di più, mi spiace. Di certo però gli integratori hanno un effetto scarsino/nullo sulla muta fisiologica dei cani.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.12.2009

BUON GIORNO,
MI SCUSI VOLEVO CHIEDERLE UN INFORMAZIONE ,
IO HO UN BORDER COLLIE FEMMINA..
HA 1 ANNO è MOLTO UBBIDIENTE (VA SENZA GUINZAGLIO,DA LA ZAMPA,SE SI DICE NO NON LO FA...)MA QUANDO è SOLA A CASA ME LA DISTRUGGE IN PARTICOLARE ROSICCHIA MOBILI.... COME POSSO FARLE CAPIRE CHE NON SI FA???
NON HO NESSUNA INTENZIONE DI DARLA VIA MA DEVO TROVARE UNA SOLUZIONE!
LA RINGRAZIO
ARRIVEDERCI
ERICA

Buongiorno, si tratta probabilmente di "ansia da separazione" che si manifesta con atti "distruttivi". Deve fasri prescrivere almeno il collare ai feromoni e subito prendere appuntamento con un veterinario specialista in comportamento, anche tramite il suo curante.
Cari saluti e tanti auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 23.12.2009

Caro Dottore ho un problema.Sabato mi è stato dato un cucciolo di carlino con una tosse spaventosa,mi son stati dati medicinali per la terapia e cioè fluimucil e cefa cure tabs per circa 7 gg;ieri dopo gli ennesimi colpi di tosse ho deciso di portarla dal mio veterinario il quale mi ha diagnosticato un inizio di broncopolmonite gli ha fatto un'iniezione non so di cosa,intramuscolo,oggi di nuovo una sottocutanea,semra averle giovato tanto che oggi ha ripreso a mangiare,dall'allevatore mi è stato risposto che è impossibile diagnosticare una broncopolmonite senza un rx toracico siccome il cane mi è costato 800 euro sinceramente credo più al mio veterinario che segue da tanti anni gli altri miei cani che a questi che me l'hanno venduto malato lei cosa mi risponde?Grazie e buone feste

Buongiorno, nulla da dire, segua le indicazioni del suo veterinario.
Cari saluti ed auguri
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345