**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Febbraio 2009

Domanda del 19.2.2009

Buongiorno dott. Minetti mi chiamo valentina e sono di taranto, il mio cane è affetto da tre anni da leishmaniosi che con le cure(glucantime e zilorich) riesco a tenere sotto controllo, il problema che è sorto da circa sei mesi è che continua ad avere febbre intermittente (ogni 2 o 3 giorni)con picchi fino a 41,7, secondo la mia veterinaria potrebbe trattarsi di un'anomalia dell'ipotalamo e l'unica cura (se così la si può definire) è quella del bentelan , che somministro ogni 2 o tre giorni... per cercare di far abbassare la temperatura...le domande che vorrei porle sono le seguenti: esistono delle cure appropriate per poter combattere questo problema? E poi vorrei sapere se esistono analisi specifiche per confermare se si tratta di un problema all'ipotalamo o qualcos'altro, il mio timore egregio dottore è che continuando a somministrarle bentelan possa avere assuefazione e non poter avere ulteriori alternative per curarla.
La ringrazio anticipatamente Valentina

Buongiorno, non so cosa risponderle non avendo un quadro clinicamente esaustivo. Può però richiedere una risonanza magnetica ed ulteriori indagini per arrivare ad una vera diagnosi e non ad un sospetto.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 19.2.2009

Buongirno mi chiamo Noemi, potrebbe consigliarmi il cibo ideale da dare ad un cucciolo di neanche due mesi che sta facendo la cura per un inizio di gastroenterite? grazie!

Buongiorno, esistono cibi "intestinali-iperdigeribili" utilizzabili anche nei cuccioli. Chieda al suo veterinario curante quale sia la dieta migliore per il caso in oggetto.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 19.2.2009

Salve ancora dottore,
Il mio cane aveva 13 anni, fino a giovedì scorso stava benissimo, aveva il solito appetito e faceva I bisogni regolarmente. Venerdì in serata ha iniziato a mostrare sintomi di inappetenza e difficoltà a sorreggersi sugli arti posteriori; questi sintomi sono durati per tutto il sabato. A questo punto, avevamo preso appuntamento col veterinario che sarebbe dovuto venire la domenica pomeriggio; purtroppo, però, domenica mattina il cane è morto. Ci sembra così strano che un cane in piena salute possa aver avuto un decadimento così rapido .
Il veterinario ci ha detto che un cane di questa età, magari, poteva soffrire di insufficienza renale, ma, per quel che ho letto su Internet, non mi sembra che I sintomi fossero quelli di questa patologia. Lei cosa ne pensa?.
Le Sarei grata se potesse darmi il suo parere, grazie mille
cordiali saluti
giovanna parisi

Buongiorno, non ne penso nulla poichè da ciò che lei descrive non ci sono sintomi che possano essere riferiti a patologie specifiche. Però vorrei tranquillizzarla un pochino. Un cane di 13 anni può anche morire improvvisamente e sinceramente sapere perchè non credo sia così importante: muoino ogni secondo quanti esseri viventi? e' il ciclo della vita, forse nel suo caso era solo scaduto il tempo per stare sulla terra. La morte è un evento naturale, non è solo malattia.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.2.2009

Gentilissimo Dr Minetti ho un pointer femmina di dieci mesi, vorrei sapere a che età avviene il primo calore e qual' è l' età minima per l' accoppiamento?
A mi scusi, ma avrei anche un' altro quesito da formularle, il parto può alterare o modificare il carattere ho altre caratteristiche come l' olfatto di un cane?
Grazie della sua attenzione la saluto aspettando le sue risposte.
Paolo

Buongiorno, lo sviluppo sessuale del cane femmina avviene fra i 6 mesi e l'anno con le dovute eccezioni. L'accoppiamento e la gravidanza è bene avvengano quando il cane ha terminato la fase di crescita e ciò va verificato con una visita veterinaria: comunque si ritiene mediamente corretto almeno intorno ai 2 anni d'età. Il cane non perde nulla per la gravidanza, sono cretinate da passaparola ignorante.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.2.2009



gentile dott Minetti, il mio setter irlandese che ha 5 anni , ha un testicolo ritenuto inguinale, e' proprio necessario operarlo? se si bisogna dargli ormoni dopo l intervento? ogni quanto quindi dovrebbe fare i dosaggi ormonali? grazie della cortesia anna.

Buongiorno, i testicoli ritenuti vanno valutati nel contesto del singolo caso clinico, non generalizzando. Deve fare eseguire una ecografia addominale, ed ai testicoli, e poi seguire il consiglio del suo veterinario curante. Nel 99% dei casi vanno asportati per evitare problemi in futuro, soprattutto neoplastici.
Non so chi le ha detto che bisogna fare una terapia ormonale sostitutiva: è una emerita sciocchezza così come la necessità di dosare gli ormoni sessuali maschili. La castrazione peraltro riduce quasi a zero le patologie della prostata nel maschio anziano con un notevole vantaggio nella qualità della vita.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.2.2009

Buongiorno Dottore,
ho un problema col mio cane che sembra avere atteggiamenti nuovi ma prima di procedere ad esami vorrei sapere se è il caso o mi sto preoccupando per niente. E' un meticcio di 5 anni di 13 kg, maschio.
da un po' di giorni a questa parte fa fatica a salire sul divano o le scale; l'altra notte ha respirato stranamente, più affannosamente, come mai prima e inoltre gli battono molto i denti.
e' una cosa che lui fa sempre ululando x salutarti, ma ora gli capita in maniera anomala ed inconscia.
vorrei capire se sono sintomi di qualcosa, magari a livello reumatico o neurologico.
quali esami dovrei eventualmente fare?
inoltre alla sera non esce quasi mai e sporca sul balcone; può provocargli qualcosa a livello urinario etc?
grazie, buon lavoro
ROBERTA -Milano-

Buongiorno, direi che sulla base di ciò che lei racconta non posso dirle altro che rivolgersi per visita ed esami collaterali al suo veterinario curante.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 23.2.2009

Buongiorno, ho un problema con il mio cagnolino, un pinscher nano di quasi tre anni. vive in casa, inizialmente in appartamento, e da subito ha imparato a fare i bisogno sul tappetino durante la notte, mentre di giorno veniva con me a lavoro e lo portavo fuori. da ottobre scorso mi sono trasferita perchè ho comprato casa più vicino al lavoro e ho iniziato a non portarmelo più in ufficio visto che ora a pranzo torno a casa e quindi non lo lascio proprio tutto il giorno solo. da qui lui ha iniziato a fare i suoi bisogni in casa, soprattutto pipì, solo quando è solo. invece se sono a casa chiama davanti lala porta per farsi aprire ed esce in giardino. ho provato vari disabituanti, ho provato a sgridarlo quando sporca ma la prende a gioco. ho provato a rimettergli il tappetino quando non ci sono e durante la notte ma non sempre lo usa e va a farmela in giro sempre nei soliti punti, le gambe delle sedie! così per smettere di lavare e disinfettare il pavimento almeno tre volte al giorno per ora ho messo tappetini sotto ad ogni sedia e uno vicino alla porta d'uscita ma chiaramente non è la soluzione migliore visto l'odore comunque sgradevole quando si entra in casa perchè i tappetini sono stati sporcati. devo trovare un rimedio perchè non posso vivere in mezzo ai suoi tappetini! la ringrazio anticipatamente. saluti. tatiana

Buongiorno, non ho una soluzione da darle se non consigliarle una visita comportamentale sulla base di quella che pare una ansia da abbandono piuttosto importante. Applichi nel frattempo in casa i feromoni appaganti canini in diffusore.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 24.2.2009

Buongiorno.
Scrivo per avere qualche consiglio su come comportarmi con la mia micia Missy.
Innanzitutto devo precisare che in aprile 2008 la nostra famiglia a tre si è allargata, diventando noi nuovamente genitori, però stavolta di un esserino meno peloso.
La micia non sembrava mostrare segni di gelosia finchè circa un mese fa il piccolo non ha cominciato a gattonare.
Ora Missy urina quasi tutti i giorni in cucina (è l'ambiente principale, avendo un semplice soggiorno con angolo cottura), addirittura contro la parete e talvolta ha anche espletato i propri bisognini nella stessa stanza.
Occorre forse precisare che è un comportamento alquanto anomalo poichè la stessa Missy ha raramente compiuto gesti simili, limitandoli al bidet come segnale se non trovava sufficientemente pulita la lettiera.
Dopo le prime volte in cui la abbiamo sgridata ora puliamo senza dare peso alla cosa ed abbiamo acquistato il diffusore FELIWAY sempre dietro consiglio del veterinario.
Nonostante tutto ho appena ripulito da pipì e pupù.
Non so più cosa fare e sto diventando schiava del dover pulire a terra anche due volte al giorno.
Cosa ci consiglia di fare in merito?
Grazie in anticipo
Elisa & Missy

Buongiorno, purtroppo la situazione deve essere gestita con l'aiuto diretto di un veterinario compotamentista. Chieda al suo veterinario un nominativo nella sua città.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 24.2.2009

Mi chiamo Alice, e ho un gatto di circa 1 anno e mezzo che ho fatto sterilizzare un anno fa. Da due mesi però ha una strana e imbarazzante abitudine: solo alla sera, quando va a dormire sul letto di mia sorella, simula un "amplesso"con la sua gamba, ed è realmente eccitato.
Mi domandavo se è una cosa normale, se sia in calore o se l'intervento non sia stato eseguito bene.

La ringrazio e la saluto.

Alice (TS)

Buongiorno, esistono comportamenti che non hanno molto di patologico ma sono rituali.
Chieda eventualmente una visita comportamentale se la cosa diventa estremamente pesante, non penso proprio che il problema sia la castrazione.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 25.2.2009

Gentile dottore a me hanno regalato un gatto adulto, mi hanno assicurato di avergli praticato le vaccinazioni e mi hanno detto che non devo farlo vaccinare mai più. Io non ho mai posseduto un gatto e non ho quindi nessuna esperienza, lei cosa mi consiglia?
Grazie molte
Annamaria

Buongiorno, le consiglio subito una visita veterinaria per organizzare tutto quanto sia utile per la prevenzione e la cura delle malattie. Ciò che le hanno riferito è una castroneria.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345