**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Settembre 2009

Domanda del 7.9.2009

Buongiorno. Ho una cagna gravida che dovrebbe partorire a fine mese (cane di grossa taglia incrocio golden retriever) . Ho notato che spesso "piange" e sembra lamentarsi, anche se sta benissimo . é dovuto al suo stato? Per preparsi al parto, come bisogna comportarsi (per me e per il cane è la prima esperienza)?
grazie mille per la disponibilità.
Cordiali saluti
Ilaria

Buongiorno Ilaria, difficile darle una risposta anche perchè solo una visita clinica ed una eventuale ecografia addominale potrebbero assicurarle che la gravidanza stia procedendo bene. Molto importante è però lo stato generale del cane, ovvero le sue funzioni organiche e lo stato di benessere generale. In ogni caso personalmente consiglio sempre e comunque durante una gravidanza di fare controllare la futura mamma almeno una volta a 15 giorni dalla data presunta del parto, facendo eseguire esami per immagini - quali ecografia e/o radiografie - per avere una idea di come vanno le cose e di quanti cuccioli al parto dobbiamo contare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.9.2009

Gentilissimo dottore
ho una domanda alla quale non riesco a trovare risposta,
purtoppo mi è stato detto che nella zona in cui abito sono state sparse polpette avvelenate per allontanare, se così si può dire, le volpi che però stanno uccidendo tutti i gatti e non solo.
ma la cosa non è inlegale???
ho fatto una segnalazione alle autorità ce dicano di non poter intervenire????
cosa dobbiamo fare ???

Buongiorno, sinceramente l'unico modo per capire bene cosa stia succedendo è rivolgersi sia al sindaco - che è la massima autorità del paese - sia alla ASL Servizi Veterinari ed eventualmente alla Guardia Forestale. Poichè deve essere chiaro che certe cose devono essere comunicate e non tenute nascoste tutti dovranno darle una risposta scritta circostanziata al fine di evitare una denuncia ai Carabinieri. Se dovessero liquidarla senza soddisfazione vada direttamente dai Carabinieri.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.9.2009

Buon giorno, mi chiamo SIMONA ho una bassottina di quasi 10 anni che vive in casa. da qualche giorno o notato che tende a mordersi alcune parti del corpo ( sopratutto la parte laterale verso la pancia) arrivando al punto di spelarsi completamente.
Ho già provato a farle il bagno in modo da tenerla sempre pulita, non ha pulci o zecche... segue una corretta alimentazione..(mangia esattamente tutto quello che mangiamo noi, ogni tanto le scatolette per cani o le crocchette).
Secondo lei che cosa potrebbe essere che le causa questa perdita di pelo? in oltre ho notato che tende a grattarsi molto in quelle zone.. potrebbe essere dovuto a qualche cosa che ha mangiato o con cui e a contatto?
in attesa di una sua risposta le porgo distinti saluti,
SIMONA

Buongiorno, dovrebbe trattarsi di una piodermite su base allergica o da intolleranza. Purtroppo poichè queste forme si assomigliano molto fra loro, indipendentemente dalla causa scatenante, l'unico sistema per avere una diagnosi è una accurata visita dermatologica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.9.2009

Buona sera dottore, cercherò di essere brevissimo, un paio di mesi fa le manifestai dirsi dubbi sulla possibilità (pressato dai miei figli) sull'adozione di un cane cucciolo dal canile, ora il cane è arrivato da + di un mese, un meticcio Labrador/Golden di quasi 5 mesi, femmina, in ottima salute, vaccinata, iscritta all'A.C. e prossima alla sterilizzazione (obbligatoria quando si adotta dai canili).
I dubbi attuali nascono dall'alimentazione, volevo mantenere qualla del canile ma questa la disturbava non poco, il mio veterinario mi aveva consigliato e fatto ottenere una confezione prova di crocchette di una nota marca (il logo è un impronta di cane) ma ho scoperto che questa nasconde un mondo di sperimentazione e torture inimagginabili. I cani che ho posseduto in passato erano alimentati con pappe preparate a casa ed integrate, ora i cibi commerciali sono molto pratici e bilanciati, alcuni sono addirittura vegetariani (ma il cane mi sembra sia prevalentemente carnivoro o mi sbaglio?).
Ora utilizzo un preparato secco per cuccioli prodotto dalla "Almo nature", 1/2 volta a settimana una rosetta secca e qualche volta la crosta del parmigiano, quancuno mi dice che non si deve assolutamente "viziare" il cane, solo croccantini. Mi sembra troppo rigido! Che cosa ne pensa Lei. Grazie,
Massimo

Buongiorno, sinceramente non accetto le posizioni talebane e quindi l'unica cosa importante è che la dieta sia sana ed equilibrata per le esigenze del suo cane. Può tranquillamente usare una dieta mista casalinga-industriale e vedrà che non succederà nulla. Essere rigidi va bene su molte cose ma perchè esagerare? Non ha senso, il cane è arrivato fino a noi come domestico perchè migliaia di anni fa si nutriva degli scarti nelle discariche vicino ai villaggi ed alle città: il suo sistema digerente è "una macchina da guerra" (sempre non sia malato...) ed usare sempre le stesse cose può anche essere controproducente!
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.9.2009

Buona sera dottor minetti,sono il padrone di smarty il cane meticcio di 5 anni con lievi crisi epilettiche e strani sintomi di contrazione muscolare ella testa e mandibola;ci aveva chiesto farle sapere i risvolti.
Lo ha visitato un neurologo che ha ritenuto che i sintomi sono tutte piccole crisi epilettiche; così gli ha dato una terapia di gardenale in piccola dose.
Dopo circa un mese abbiamo fatto il test dei linfonodi risltato apposto,e quello del barbiturico per vedere la percentuale nel sangue (14) sembrerebbe che i sintomi siano diminuiti molto anche se raramente e lievemente gli succede ancora.Volevo sapere cosa ne pensa. Ringraziandola anticipatemente cordili saluti luca.

Buongiorno, direi che la diagnosi è posta. Se permangono i sintomi di piccole crisi forse deve aumentare la dose di barbiturico per arrivare ad una concentrazione ematica intorno a 20 circa.
Consulti nuovamente il neurolo però.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.9.2009

Gentilissimo dottore ho un barboncino di 10 anni e mezzo, purtroppo è diventato cieco per una retinopatia degenerativa di carattere ereditario. Ora come se non bastasse è diventato cardiopatico, sapevamo che aveva un soffietto al cuore ma dagli inizi di giugno si è presentata la tosse e sta seguendo la terapia con Fortekor 2,5 mg, una compressa al giorno, pesa circa 6 kg e mezzo, in più prende Lasix da 25mg mezza compressa la mattina e mezza la sera. La pipì è diventata un serio problema. Non importa il fatto che devo farlo uscire più spesso ma quello che mi preoccupa è che gocciola pipì. Questo problema però non è intervenuto con la terapia per il cuore ma era presente da qualche tempo ed ora si è accentuato. C'è qualche rimedio?
Grazie

Buongiorno, la situazione mi pare piuttosto seria e le consiglio di fare rivalutare il cane da un veterinario specialista in cardiologia veterinaria. Faccia eseguire una ecografia anche addominale completa oltre che cardiologica e cerchi la migliore struttura e servizio disponibile nella sua zona. La prognosi ad oggi è importante.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 8.9.2009

Salve Dottor Minetti, mi chiamo Lucia ed avrei bisogno di un consiglio, naturalmente se le è possibile:
Ho un cagnolino di 8 mesi che ama molto la frutta, ma siccome alcuni tipi di frutta contengono molto zucchero non vorrei sbagliare e dargli qualcosa che potrebbe fargli male, può dirmi quale frutta posso dargli tranquillamente? Grazie anticipatamente per la risposta, cordiali saluti Lucia.

Buongiorno, gli zuccheri naturali contenuti nella frutta non sono un problema quindi deve solo provare piccole dosi per capire se invece la tal frutta può dare disturbi gastroenterici o da allergia/intolleranza.
Come in ogni cosa la misura ed il buon senso devono guidare nelle decisioni da prendere.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.9.2009

Buon giorno mi chiamo SIMONA,ho già scritto per un cane che si mordeva e perdeva il pelo,oltre a lei ho un gatto di 1 anno circa,trovato randagio vicino a casa.
quando l'ho trovato il gatto era sfinito e non riusciva nemmeno più a miagolare, apriva la bocca ma non usciva alcun suono. adesso miagola e sta bene, il veterinario, quando lo ha visitato ha detto che è un gatto sano ed in ottima salute.
la cosa che però mi preoccupa è che a volte inizia a bavare inspiegabilmente diventa debole debole non mangia... questo a volte accade anche per un paio di giorni di fila poi si riprende e torna a fare il pazzo per casa.
essendo che quello che mangia il cane lo mangia pure il gatto ho escluso che fosse legato all'alimentazione..(loro mangiano praticamente tutto quello che mangiamo noi, crocchette e scatolette ogni tanto che son oquelle consigliate dal veterinario di moglior cane-gatto).
spesso ho visto che il gatto prendeva le mosche, api,vespe, lucertole e altri animali simili e se li mangiava, potrebbe essere legato a qualcuno di questi animali??
grazie per la sua disponibilità.

Buongiorno, sicuramente i disturbi che lei ha notato sono dovuti non al cibo ma ad altre cause e le più frequenti sono proprio quelle da lei descritte oltre ai boli di pelo. Difficile dirle di più da qui.

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.9.2009

Buongiorno dottore,le scrivo in merito ai miei 2 cani pastori tedeschi di 11 mesi,stiamo attraversando da mesi e mesi una situazione che non ci capacitiamo,da innumerevoli interventi al maschio alla diarrea che non finisce per la femmina,sta facendo una cura con tryplase e ha cambiato mangime ora assume HA,ma purtroppo non riscontriamo miglioramenti addirittura ha sangue nelle feci,il veterinario dice di continuare con la cura lei cosa ci consiglia?la ringrazio per la risposta cordiali saluti.giuliana

Buongiorno, credo sia necessario eseguire altre indagini anche complesse di laboratorio (per es. batteriologco ed antibiogramma sulla feci, ricerca in PCR per giardia etc, ricerca parassiti su feci di 3 giorni di seguito...). Una volta esclusa la presenza di patogeni nell'intestino e se permane il problema vi consiglio una visita specialistica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 10.9.2009

Buona sera dottor Minetti, vorrei un suo consiglio: abbiamo da un mese una cucciola femmina, secondo lei è meglio sterilizzarla prima o dopo del primo calore? Grazie ancora Luca.

Buongiorno, la scelta dipende da molti fattori, se consulta l'archivio potrà trovare molti miei interventi sull'argomento.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345