**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Gennaio 2010

Domanda del 9.1.2010

Gentile Dott. Minetti,
ho un problema con il mio cagnolino di 5 anni, si è tagliato il cuscinetto della zampa posteriore. Il taglio è un pò profondo circa 1 cm. volevo sapere se con la terapia antibiotica x 10 gg e l'utilizzo di una pomata alla collagenasi e cloramfenicolo, (iruxol) la ferita si chiuderà. Sono disperata xchè il mio cane è terribile si è tolto i tre punti di sutura, nonostante le mie mille accortenze. La ferita lascia ancora minime tracce ematiche. Di certo il posto della ferita non aiuta e probabilmente i punti non sono stati messi bene...non sò. mi dia un consiglio, come devo fare?
La ringrazio anticipatamente.
Cordialmente Menica

Buongiorno, stia tranquilla, guarirà. Ci vorrà più tempo, in effetti difficilmente i punti di sutura tengono sui polpastrelli aperti perchò tendono col peso a cedere proprio i bordi di sutura, e la cicatrizzazione inizia dalla parte più interna e non da quella esterna come verrebbe da pensare.
Usi scarpine o calze da neonato coi bollini di gomma da cambiare spesso in più a ciò che già fa per proteggere il piede anche dal freddo. La terapia è perfetta.
Buon anno
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 9.1.2010

Buongiorno dott.Minetti le scrivo perche' qualche giorno fa, abbiamo saputo che nostro figlio di 16 mesi e' allergico ai cani e possedendone uno dei quali siamo innamorati da 6 anni, non sappiamo come comportarci. Anche se abbiamo un ampio cortile,il cane ha sempre vissuto con noi e adesso che lo stiamo lasciando fuori lui giustamente soffre quanto noi e ci piacerebbe sapere un suo parere. Pablo e' un meticcio di piccola taglia vivace e affettuosissimo e anche col bimbo si e' sempre comportato benissimo, siamo davvero distrutti!!Grazie
Cordiali saluti Ivan e Valentina

Buongiorno, esiste un prodotto con cui lavare il cane per renderlo molto meno allergizzante ed esso si può usare molto frequentemente senza danno per l'animale.
Poi bisogna vedere se il bambino è solo con gli esami anticorpali positivi senza sintomi clinici rilevabili. Le dico questo perchè il suo bambino è davvero molto piccolo e trovare anticorpi non significa affatto malattia ma solo magari che sta costruendosi il suo bel sistema immunitario.
Non entro però nel merito direttamente, mi permetto comunque di consigliarle un secondo consulto presso altro allergologo-immunologo, magari in una clincia specializzata di referenza universitaria specifica pediatrica. Cerchi su internet e per ora lasci il cane in giardino e comperi lo shampoo lozione per il cane.
Buon anno
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 9.1.2010

salve,vorrei anche un suo parere.ho un cane meticcio di 15 anni di taglia media.da sei mesi gli somministro circa 7mg di deltarcortene al giorno in quanto aveva cominciato a cadere sulle zampe posteriori con tremori in tutto il corpo.prima ho provato con rimadil ma non reagiva e stava male di stomaco.ha una lieve insufficenza cardiaca e il fegato ingrossato.l'ho portato da 4 veterinari e nessuno mi ha dato altri consigli.gli do' vitamine con sali minerali e rinforzi per la cartilagine.secondo lei sto facendo il possibile?sto sbagliando qualcosa?grazie infinite,andrea

Buongiorno, quando si somministrano farmaci con certe caratteristiche bisogna anche evitare che si manifestino gli effetti secondari. Il cortisone dato per lunghi periodi senza adeguato controllo medico, esami del sangue, terapie gastroprotettive, eccetera, finisce per essere lui stesso un problema per la salute del paziente.
L'insufficienza cardiaca è poi già di per se una malattia importante, lieve o meno che sia stata definita, ed usualmente non non viene considerata adeguatamente nelle interazioni cliniche e terapeutiche, anche qui soprattutto per gli effetti secondari che ancora il cortisone induce nell'equilibrio elettrolitico, nelle emodinamica, nella funzione renale ed epatica.
Il fegato ingrossato è una dicitura e non una diagnosi, non adatta ad un medico e che nulla mi dice.
Quindi: le consiglio di portare il cane in un centro di refenza ove operi una equipe di veterinari specialisti e come tali riconoscibili: un cardiologo, un internista, un neurologo.
Dovrà fare sicuramente esami del sangue e delle urine completi, ecografia dell'addome e cardiovascolare, radiografie della colonna. Poi si saprà se la strada è al termine o se si possono mettere in atto piani terapeutici adeguati per migliorarne la qualità di vita.
Purtroppo in questi casi fare il "giro delle sette chiese" porta solo a confusione e problemi senza una vera soluzione.
Cari saluti, mi facia sapere.
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.1.2010

Salve Dottore.
Ho un problema con una gatta randagia a cui do da mangiare ormai da molto tempo.
Ha circa 5 anni e molte gravidanze alle spalle. Non le ho mai fatto i test FIV e FELV, per mancanza di denaro.
L'ultima volta la gatta è venuta a partorire nel mio cortile.Ho seguito tutta la gravidanza ed il post gravidanza, ed ho fatto anche adottare tutti i gattini che le erano nati.
Sotto consiglio di un veterinario, prima di sterilizzarla, le ho fatto il vaccino (Anche perchè la stessa veterinaria mi aveva detto che, senza vaccino e probabilmente affetta da leucemia, poteva ammalarsi dopo l'intervento)
Nel frattempo alla gatta è venuto un fortissimo raffreddore che ormai non le passa più. La veterinaria mi aveva dato una cura di antibiotici da farle (3 pillole al giorno oppure 4 siringhe al giorno), ma essendo una gatta randagia, dopo la terza volta che ho provato a darle una pillola non si è fatta toccare più. La veterinaria non mi ha dato altre soluzioni.
Intanto è passato tempo, non sono riuscita a sterilizzarla nè a farle il secondo vaccino..ed ora è di nuovo in calore e sempre col raffreddore.
Volevo chiederLE, potrei somministrarle una siringa o una pillola per non farla accoppiare/uscire incinta nel frattempo che riprovo a curarle quel raffreddore?
Mi creda, sono molto in ansia per questa cosa, perchè amo gli animali e non riuscirei a fregarmene se dovesse ripartorire o stare male di nuovo.
Ringrazio anticipatamente dell'attenzione, ed aspetto una risposta con ansia.
Pina De Rosa

Buongiorno, le consiglio di chiedere aiuto ad una associazione come la LAV, l'ENPA etc per riuscire sia a fare fronte alla gestione della salute della gatta sia alle spese che ciò comporta.
Il problema dei farmaci anticoncezionali è che sono pericolosi per la salute della gatta e poco gestibili per via orale ovviamente senza garanzia di efficacia. Mi dia retta, non faccia da sola, l'insuccesso è davvero quasi certo.
Buon anno
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.1.2010

ciao io sono elena, e ho a casa un cane di razza pincher.
la mia domanda è: come faccio a capire che il mio cane ha la tosse, cioè come faccio a sapere che tossisce, che cosa ha quando ha la tosse?

Buongiorno, beh, direi che un cane tossisce quasi come noi, quindi credo sia facile capirlo.
Buon anno
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.1.2010

Buongiorno,

abbiamo un cane ,meticcio incrocio yorkshire/maltese,di circa 1 anno,una domanda:quando si calmera'?e' praticamente iper-attivo,inoltre e' normale che per ogni minimo rumore che sente provenire dall'esterno dell' appartamente abbai?e' un segnale di difesa?
la ringrazio in anticipo per 'attenzione

saluti
Laura

Buongiorno, un cane iperattivo è già un cane con un disturbo comportamentale, ed il primo a soffrirne è lui, poi voi di conseguenza. Bisognerebbe poterlo valutare bene con una vista comportamentale presso un veterinario specialista. In effetti molto spesso gli errori del proprietario si trasferiscono sul cane.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 11.1.2010

il mio gatto di 1anno e 3 mesi ha seriamente fastidi alle orecchie,si gratta ripetutamente tanto da procurarsi lesioni,l'ho fatto visitare dal medico ma non ho risolto,le aveva sporche,le ho pulite con acqua fisiologica,è passato per qualche giorno ma ora continua,cosa posso fare?

Buongiorno, le orecchie sane nei gatti sani non sono mai sporche ma sembra che abbiano la cera da pavimenti! Quindi se davvero il veterinario le ha prescritto solo acqua come terapia ha sbagliato la dignosi, non ha capito il problema ed è bene che lei si rivolga ad un altro medico più serio e più bravo del primo.
Le otiti miste nel gatto sono molto frequenti e purtroppo servono anche 3-4 settimane continue di terapie locali con gocce specifiche e talvolta anche antibiotici per bocca.
Buon anno
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.1.2010

ho una cucciola di pincher nano di 7 mesi, ancora deve avere il primo calore e vorrei farla sterilizzare. cosa mi consiglia? è vero che in caso di operazione dovrà stare 24 ore senza mangiare? è sempre affamata.... grazie per la risposta, Max

Buongiorno, può sia farla sterilizzare subito sia ad almeno 1 mese dalla fine del primo calore senza grandi differenze. Ogni intervento in anestesia necessita di digiuno di almeno 12 ore, ma non si preoccui, non succede nulla. Ne parli ancora con il suo veterinario curante.
Buon anno
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.1.2010

Salve mi chiamo Ana Refacho , abbiamo una gattina di 5 1/2 mesi (viviamo in appartamento)e volevamo sapere che cosa gli può comportare la sterilizzazione.
La nostra gattina si chiama Zora è di razza Europeo il suo mantello è bianco e nero ed è dolcissima .

Grazie attendo un vostra risposta.

Buongiorno, la sterilizzzazione va fatta, comporta la sospensione delle ovulazioni e della attività riproduttiva.
Può cercare nella'rchivio molte risposte.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 12.1.2010

Buon giorno, vorrei tanto prendere un gatto e accudirlo. Ho solo un dubbio. Io vivo a Genova ma sono di Torino. Spesso nei fine settimana mi sposto. Crede che possa portarlo con me o patirebbe troppo gli spostamenti.
Grazie
Valentina

Buongiorno, lo prenda, nessun problema, basta usare le dovute accortezze ed abituarlo da subito.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345