**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Gennaio 2010

Domanda del 19.1.2010

Buon Giorno Dottore,
Grazie mille per i consigli.
Sono subito andata a prender il diffusore di feromoni, speriamo che possa aiutarli.

La casa non e' enorme ma nemmeno troppo piccina sono 110m2 di appartamento con balcone, anche se per i gatti lo spazio non e' mai abbastanza; e da subito ognuno di loro ha avuto i propri oggetti, che non devono condividere con l'altro, doppie ciotole (acqua,cibo) doppia lettiera, insomma tutto doppio.
Joint (gatto residente) ha ripreso a mangiare, non come prima, ma almeno mangia.
Oggi sono passati a un qualcosa di piu' produttivo diciamo, un po' di zampate, e inseguirsi.. nulla di estremo, e aggressivo, il tutto sempre sotto al mio controllo, ma almeno hanno interagito.

Armata di tanta pazienza,
la ringrazio ancora per i suoi consigli.

Buona giornata
Veronica

Buongiorno, oggi potrà sentire la mia risposta su RadioMonteCarlo alle ore 15,00 proprio alla sua interessante domanda, collegandosi anche via web-radio.
Mi pare che le cose stiano muovendosi nella giusta direzione, le consiglio però di non intervenire perchè il 99% delle baruffe sono non vere ma rituali, e non producono danni o lesioni ma solo gerarchia e/o gioco interattivo.
L'arricchimento ambientale è molto importante affinchè i gatti non si annoino, e se cerca su internet troverà vari siti e consigli, da selezionare come sempre onde evitare le burle e le stupidate.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 19.1.2010

Buongiorno,ho un pincher nano di 65giorni,volevo chiederle se e' normale che il cucciolo urini tantissimo,circa ogni 10 minuti, anche se non beve per niente l'acqua,tranne quella poca che trova nel riso con carne macinata che gli cuciniamo.E' normale?Cosa mi consiglia?Devo comunque trovare il modo di farlo bere? Un'altra cosa,che alimentazione posso dargli a questa eta'?Grazie e buonagiornata.Gianni.

Buongiorno, le consiglio di portare il cane con un campione di urine recenti dal suo veterinario e fare una valutazione clinica del problema, per escludere malattie congenite o metaboliche, in quanto non è normale quanto lei riferisce. Lo stesso vale per l'alimentazione che dovrà essere costruita dopo la visita clinica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.1.2010

possiedo un piccolo cane di razza terrier a cui è stata diagnosticata un ipertrofia polmonare lo sto curando con del cortisone e pillole per il cuore. la mia domanda è quanto tempo può vivere con questa malattia anche se da quando prende i farmaci sta meglio? il cane ha nove anni e mezzo. la ringrazio per una sua risposta. Gilberto

Buongiorno, non è possibile rispondere in modo serio alla sua domanda poichè non ho dati su cui basarmi. Se vuole può inviarmi la documentazione clinica completa per e-mail, mi faccia sapere che le comunico in privato il mio indirizzo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.1.2010

Buongiorno,ho due BERNESI di tre anni .
Vorrei cortesemente sapere se il pane secco (duro,passato al forno) può causare diarrea?Ultimamente entrambi, pur mangiando sempre lo stesso cibo, e subito dopo un pezzo di pane duro per la pulizia dei denti, hanno poi problemi di diarrea.
Grazie
Sabrina

Buongiorno, se ha notato questo problema, e sicuramente riesce a mettere le due cose in relazione, la risposta è ovvia. In realtà QUALUNQUE alimento può dare diarrea quindi lei deve eliminare il pane secco dalla dieta dei suoi cani.
Inoltre bisogna vedere come è stato conservato prima di darlo ai cani perchè essendo un alimento fresco da consumarsi in poche ore dalla sua produzione può andare incontro a modificazioni anche marcate che lo rendono quindi non più consumabile (contaminazioni da funghi, batteri etcetc).
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.1.2010

Buongiorno vorrei chiederle gentilmente un parere. Sto per prendere un Labrador.......
Oggi 21/01/2010 compie 60 giorni e l'allevatore mi ha appena detto che al momento è sceso solo un testicolo. Il cane ha il pedegree e i genitori ( che ho visto tra l'altro) sono in ottime condizioni non hanno malattie

Cosa mi consiglia? di attendere ed essere fiducioso oppure ormai è probabile che avrà questo difetto con conseguente operazione?


grazie

giuseppe

Buongiorno, è difficile dirlo con certezza perchè sono anche presenti casi tardivi.
Le ricordo che il criptorchidismo è un vizio genetico e come tale redibitorio, cioè lei non è nè obbligato a ritirare il cane nè obbligato a pagarlo la cifra che ha pattuito nel caso lo volesse lo stesso. Infatti tali cani devono essere esclusi dalla riproduzione e non possono avere un pedigree. Si informi però molto bene con un veterinario esperto della sua città e prima di concludere la trattativa faccia visitare il cucciolo da un esperto di parte.
L'allevatore comunque ha un problema nella sua linea genetica, e ciò non depone a suo favore.
Chieda anche all'Ente Nazionale Cinofilia - ENCI - della sua città informazioni ulteriori
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.1.2010

Ho un cucciolo di Beagle di quasi otto mesi e purtroppo, da circa due mesi, mangia le feci degli altri cani (le sue no); inizialmente non si comportava così e potevo lasciarlo libero senza alcun timore, ora sono costretta a tenerlo sempre al guinzaglio, per colpa dell'inciviltà delle persone. In questo modo riesco a controllarlo di più, ma può giocare meno con gli altri cagnolini; ovviamente lo lascio correre spensierato, dove è possibile, ma non appena smette di giocare o perde l'interesse, mangia subito le feci non raccolte.
Come posso risolvere questo problema? Ha qualche consiglio? So che il comportamento coprofago è normalissimo nei cuccioli, ma non vorrei diventasse un brutto e spiacevole vizio.

Grazie.
Simona

Buongiorno, difficile rispondere che cosa sia meglio fare solo così al volo. Può iniziare a barattare ciò che va ad ingoiare con un premio buono in cibo. In pratica lei si porta nella tasca un sacchettino con un poco di biscottini che al cane piacciano molto, e che però deve usare solo in questi casi come premio. Quando il cane tenta la coprofagia immediatamente lei gli propone un biscotto e fa un vero e proprio scambio. Non lo sgridi, non gli urli dietro, eviti le punizioni. In ogni caso la coprofagia non è mai normale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.1.2010

gent. dott. Minetti ho una coppia di cani fratello e sorella di 13 anni razza meticcia tag. media ora purtroppo il maschio è morto era il cane dominante e oltre il dolore profondo per la sua perdita la sorella ha iniziato a rifiutare il cibo è molto triste e anche se sono presenti altri cagnolini si isola e con lo sguardo cerca e aspetta jek. non le dico come sto male... non so cosa fare per aiutarla... ho provato a distrarla e coccolarla ... ma sembra inutile... la prego mi aiuti.. ho paura di perdere anche lola... la ringrazio

Buongiorno, direi che la prima cosa da fare è verificare se il cane sta davvero bene con una visita veterinaria e che davvero l'inappetenza sia dovuta a quella che lei definisce tristezza. Poi esistono modi e medicine per aiutarla se la cosa avesse davvero un fondamento.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.1.2010

BUONGIORNO
LA MIA GATTINA DI 3 ANNI, STERILIZZATA, CAPITA A VOLTE CHE MI FACCIA LA PIPI E/O POPO IN UN ANGOLO DELLA CASA (QUASI SEMPRE LO STESSO) NONOSTANTE LA LETTIERA GLI SIA PULITA OGNI GIORNO (E' POSIZIONATA SUL BALCONE DI CASA...)

HO PENSATO A UN DISPETTO PER MANCANZA DI COCCOLE O PER UNA SGRIDATA....MA ONESTAMENTE LE COCCOLE E ATTENZIONI NON GLIENE FACCIO MANCARE ....NON SO SE PUO' ESSERE UN PROBLEMA DI ALIMENTAZIONE, VISTO CHE ALL'UMIDO PREDILIGE IL CROCCANTINO...MA CERCO SEMPRE DI EQUILIBRARE ...

VI RINGRAZIO PER UNA RISPOSTA

ROBERTA

Buongiorno, le eliminazioni inappropriate sono o un segno di disagio comportamentale o un sintomo di malattia. Deve quindi prima escludere che la gatta abbia problemi clinici con una visita accurata ed alcuni esami collaterali di laboratorio e strumentali. Poi nel caso fosse davvero un problema di comportamento ne riparleremo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.1.2010

Egregio dottore,
sono proprietaria di un incrocio di pitbull, femmina di circa 6 anni, presa dal canile 1 anno fa. é molto dolce e paurosa tanto che non appena ci rivolgiamo a lei inizia ad urinare ovunque, ormai non possiamo più nemmeno accarezzarla! cosa mi consiglia di fare?
In attesa di una sua cortese risposta porgo

Distinti Saluti.
Claudia P.

Buongiorno, le consiglio di metterla in cura con un buon veterinario specialista in medicina comportamentale subito, ma subito.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 23.1.2010

Scrivo dalla provincia di Genova per avere un consiglio sulle cure migliori da garantire al mio gatto, Briseide. La biopsia ossea eseguita lo scorso 12 gennaio alla gamba posteriore destra (tarso) ha rilevato la presenza di un condrosarcoma.

Briseide è un gatto Europeo, ha compiuto 10 anni lo scorso 2 marzo, è sterilizzata, vive in casa e non ha mai avuto problemi di salute prima di due mesi fa quando mi sono accorta che appoggiava male il piede destro posteriore e, sedendosi, spostava verso l'esterno la stessa zampa. Sta assumendo Fortekor 2.5.
Un primo ciclo di antinfiammatori (Metacam) non ha portato alcun beneficio e la biopsia (su tre campioni di osso) ha rivelato il motivo dell'inefficacia delle cure.

Ecco la diagnosi del referto:

Condrosarcoma ben differenziato.
Nei campioni di osso inviati e sottoposti a decalcificazione si osservano isole confluenti e ipercellulari di cartilagine ialina caratterizzate da lacune contenenti da uno a più condrociti che mostrano morfologia atipica, anisocitosi e anisocariosi, nuclei vescicolosi e nucleoli prominenti. Non si rileva la presenza di mitosi. Alla periferia sono presenti trabecole ossee normoconformate e reattività ossea.

Confido di avere un suo parere e la ringrazio anticipatamente per la cortesia.

Cordiali saluti.

Debora Badinelli

Buongiorno, la diagnosi è ovviamente disastrosa per il gatto e pur non avendo visto nulla di lui le consiglio di rivolgersi ad un veterinario esperto in chirurgia oncologica per valutare se l'amputazione è la terapia di prima scelta qualora fosse possibile anatomicamente.
Prognosi ovviamente riservata sulla base del referto istologico.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345