**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Novembre 2010

Domanda del 14.11.2010

gent.mo dottore,ho una meticcia di 12 anni,di taglia media,incrocio di collie,e dietro delle analisi abbiamo scoperto che ha la glicemia bassissima.Lei e'STATA SEMPRE BENE,mi consiglia qualcosa o cio' nn comporta problemi,adesso ho notato delle crosticine sopra le narici,che curo con del gentalin beta,mi puo' consigliare altro?GRAZIE CATERINA

Buongiorno, la glicemia molto bassa usualmente comporta sintomi precisi che possono sfociare anche in crisi epilettiformi. La cosa è mediamente pericolosa per il cane quindi dovete andare a fondo della diagnosi per escludere l'ipotesi di un tumore al pancreas che si chiama "Insulinoma". Per fare questo serve una giornata con molti prelievi per una vera curva glicemica e la determinazione dei livelli di insulina nel sangue.
Inoltre serve una ecografia addominale molto accurata e fatta da un veterinario specialista molto esperto.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 14.11.2010

Salve, una domanda che avranno fatto in tanti...
A quanti mesi va vaccinato un gattino piccolo?
Ed a quanti castrato/sterilizzato ?
Cordiali saluti.
Valerio

Buongiorno, le prime visite iniziano a 45-60 gg e anche le vaccinazioni. La sterilizzazione si ipotizza dai 5-6 mesi di età in poi ma tutto dipende dallo sviluppo soggettivo dell'animale, sarà il veterinario curante a guidarla in ciò.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 14.11.2010

Quando e come si fa sverminare un gattino piccolo di un mese e mezzo?
In cosa consiste esattamente? E' sempre necessaria?
Grazie.
Valerio

Buongiorno, il suo gatto ha bisogno di un veterinario subito.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 15.11.2010

Salve dottore,
abito a Bologna e sono solita proteggere il mio cane con un collare antiparassitario nei mesi compresi tra aprile e novembre.
sento pareri contrastanti sull'opportunità di proteggere il cane anche nel resto dell'anno: da alcuni veterinari sono stata consigliata di farlo, altri mi hanno detto che è superfluo.
Io, nel dubbio, continuo a metterle l'antiparassitario anche d'inverno. Lei cosa mi consiglia?
Inoltre, quali antiparassitario è preferibile, tra il collare e le pipette? Il mio cane li tollera entrambi senza problemi.
La ringrazio e la saluto,
Silvia

Buongiorono, resto perplesso davanti a queste domande ogni giorno, ma non perchè mi vengono fatte dai proprietari ma perchè evidentemente ci sono ancora dei professionisti che non gestiscono al meglio i loro pazienti.
Infatti io per esempio decido le profilassi non a caso ma sulla base di dove i miei pazienti vivono, che viaggi fanno, come stanno, eccetera. Le profilassi, vaccinazioni comprese, non sono sempre uguali per tutti ma possono e spesso devono essere diverse per tutti, dei veri abiti su misura.
Esse sono la base della medicina preventiva e vanno fatte in accordo con il medico curante: se questi non è in grado di risponderle e di seguire in ciò il paziente è bene rivolgersi altrove. Mi scusi la franchezza ma si leggono e si sentono talmente tante cretinate su questi argomenti che è bene essere molto chiari.
Poi se lei vuole il RISCHIO ZERO, e la domanda era questa e non la ho capita io, è ovvio che metterà antiparassitari 12 mesi all'anno.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 15.11.2010

Gentile Dottore, sono alla 26+2 settimana di gestazione ed ho il terrore della Toxoplasmosi. Su internet i legge di tutto, ho una cagnolina di 4 anni che vive in casa (esce solo per le canoniche passeggiate da "bisognini") e non riesco più nemmeno ad accarezzarla se non con i guanti...soffre per questa situazione perchè prima era lei la mia bambina. volevo chiederLe, i cani trasmettono la Toxoplasmosi? E poi, ho messo le mani in bocca dopo aver toccato una busta di plastica della spesa poggiata a terra all'uscita del negozio, posso ssermi contagiata?
Premesso che ho abolito la carne e tutti i tipi di frutta e verdura, se mio marito o la mia cagnolina avessero le mani o le zampine sporche, quanto resisterebbe il toxoplasma sulle mani, sui pavimenti, sui piani di lavoro, sui tessuti domestici, sui divani di pelle, sui mobili, sulle buste di plastica (...) a quale temperatura muore e per quali tempi di cottura? E' vero che anche toccare una sedia dove magari è stato seduto un gatto può contagiare?
Tra un pò inizierò a togliermi le scarpe con i guanti perchè le scarpe possono essere veicolo di trasmissione.
mi perdoni per le mille domande ma, l'ansia è tanta, grazie in anticipo.
Daniela Ventrici

Buongiorno, non è compito mio esprimermi su queste cose di salute "umana" ma del suo medico di base e del suo ginecologo.
Escludo che il CANE le possa trasmettere la Toxoplasmosi in modo diretto, dovrebbe mangiarlo! Escludo che il mondo intorno a lei sia pericoloso come lei sostiene, saremmo tutti ammalati e/o morti.
Lei deve cambiare atteggiamento, deve trovare un sostegno medico vero durante la sua gravidanza che le spieghi davvero come funziona e la segua con serietà, professionalità, attenzione.
E poi si goda la gravidanza in corso e la vita signora mia!!
Non mangi piuttosto carni crude e verdure crude poco lavate. Il resto ha impatto praticamente zero.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Specialista in Sanità Pubblica Veterinaria
Milano

Domanda del 15.11.2010

Gentile dottore,
avrei due domande da porle:
1.a giugno di quest anno il mio jo, bull dog inglese di 2 anni e mezzo, e morto per leucemia fulminante (così mi è stato detto dai medici della clinica)...non si poteva fare niente?non esiste una cura?
2. la sua compagna, gaia, di quasi 2 anni ha saltato il ciclo nel mese di ottobre; può avere della conseguenze o può capitare di saltarlo così come accade a noi se siamo magari in periodi un po' particolari di stress? premetto che abbiamo preso un altro cucciolo, taz(meticcio), al canile e la tormenta dalla mattina alla sera visto che ha solo 7 mesi.
Devo farla vedere dal veterinerio anche se tutti gli amici con anche loro cani mi dicono che può capitare anche a loro?
Grazie e buona giornata
fabiana

Buongiorno, la risposta alla prima domanda è si, può capitare. Le cure per alcune leucemie esistono, per altre no, ed il risultato spesso non è positivo anche quando si può intervenire con terapie adeguate.
Alla seconda è che un ritardo/intervallo di 6 o 8 mesi è poca cosa. Se ha dei dubbi la faccia visitare dal suo veterinario di fiducia.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Specialista in Sanità Pubblica Veterinaria
Milano

Domanda del 15.11.2010

Buon giorno sono una volontaria mi chiamo Jenny della provincia di Udine a cui è capitata una situazione insolita.
E' entrato nel capannone dove lavoro un gattino randagio di circa un mese e mezzo.L' atteggiamento da subito si è dimostrato molto aggressivo,l abbiamo preso per portarlo in ufficio essendo uno spazio piu sicuro rispetto all' officina e ha cominciato a soffiare ,miagolare come fosse allienato durante il tragitto è riuscito a mordermi...e che morso...!
Dopo averlo messo in ufficio si è subito nascosto dietro ai mobili e l abbiamo lasciato li.Abbiamo messo cibo acqua e coperte e sono andata al pronto soccorso per sicurezza essendomi gonfiato il dito pert una medicazione di sicurezza.
Il medico saputo del comportamento aggressivo del gatto ha pensato alla rabbia che è presente nel nostro territorio ma non in citta.Quindi ha inviato un veterinario dell asl a controllare il gatto e lo terro in degenza io per dieci giorni in ufficio per prassi.
Dopo averle descritto la situazione le chiedo se un gattino randagio possa vere un comportamento cosi aggressivo proprio da iena,non volendo uscire per ore se ce presente qualcuno,soffiando aggressivo se uno si avvicina ?
Io presumo sia solo terrorizzato altrochè rabbia!
Pero non so come comportarmi per fargli prendere fiducia e avvicinarlo piano piano.
Fisicamente mangia come un leone fa cacca e pipi regolare ...
grazie

Buongiorno, se la rabbia non fosse presente nella sua regione chiunque avrebbe ritenuto normale il comportamente da "randagio incazzato" del gattino. Non mi pare ci sia niente di strano nel comportamento che lei descrive essendo il gatto non socializzato con l'uomo e con comportamenti istintivi e normali di difesa.
Non tutti i gatti hanno scritto nel loro DNA che sono "animali domestici" e se ne dimentica spesso.
Alla fine dei 10 giorni di osservazione se il gatto sarà vivo e vegeto verrà liberato dalla nomea che ha ;-)
Mi tenga informato e stia attenta perchè il tipo è tosto!
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Specialista in Sanità Pubblica Veterinaria
Milano

Domanda del 15.11.2010

Buongiorno dottore, le scrivo per chiederle un consiglio spassionato, dal momento che tutti i gestori di negozi di animali a cui mi sono rivolto hanno sempre risposto pensando al loro tornaconto economico!! Ho comprato da poco un cucciolo di taglia piccola che l'allevatore alimentava con le crocchette Royal Canin mini.Il cucciolo le gradisce molto ma ho sentito dire che il prezzo non corrisponde ad una buona qualità..Lei che marca di cibo secco mi consiglia?Sono orientato alle Hill's Science Plan,che ne pensa?Grazie.Paolo

Buongiorno, le due marche sono valide ed in oltre 30 anni di lavoro nessuna delle due mi ha dato problemi veri con i miei pazienti.
Non credo che nessuna sia "eccellente" sono tutti i punti di vista ma onestamente hanno una qualità media accettabile da me come medico veterinario.
Le altre cose fanno parte di aggressive campagne commerciali, di sconti, di "sputtanamenti" reciproci fra le varie case, di leggende metropolitane eccetera.
Nessuno è perfetto e, visto che il pet food rende moltissimo, il denaro comunque comanda il mercato.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Specialista in Sanità Pubblica Veterinaria
Milano

Domanda del 16.11.2010

Il mio gattino ha 3 anni e già il megacolon senza nessuna frattura.mi hanno datto delle cure di antibiotico baytril,fibre,clisterini e sciroppo x bambini.dopo 1 mese e mezzo mi sn ritrovata di nuovo in clinica con lui e mi hanno fatto la stessa cura.vorrei sapere cosa posso fare x lui, continuare le cure ho fargli fare l'intervento?è qualle rischi occore?già ho visitato 2 dottori veterinari xò ogni uno ce la il suo parere.il gattino vive in casa insieme ad un altro gatto maschio di 6 anni che nn ha problm.pùo essere anche lo stress??aspetto con ansia una vostra risposta e magari anche qualche consiglio utile se è possibile.grazie.

Buongiorno, deve rivolgersi ad un veterinario esperto davvero in gastroenterologia.
Esistono diversi specialisti di grande qualità in Italia che prestano la loro opera sia presso istituti universitari sia presso ambulatori e cliniche private.
Chieda al suo veterinario curante o cerchi su internet qualche nome che lavora nella sua zona, io non posso farli.
La scelta della strada da seguire sarà legata al consiglio terapeutico dello specialista.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Specialista in Sanità Pubblica Veterinaria
Milano

Domanda del 16.11.2010

Salve dottore,
potrebbe dirmi secondo Lei cosa accadrebbe nell'eventualità si adottasse un cane randagio adulto e lo si inserirebbe in un ambiente domestico in cui vi è già da tempo un gatto? (Ammesso che il cane vada d'accordo con i gatti)?
Grazie.
Matteo Cazzato.

Buongiorno, non è possibile rispondere a queste domande, non è mica come aggiungere un pezzo di arredamento in un salotto. Sono esseri viventi, hanno emozioni, reazioni, storia, carattere, come noi. Non è possibile quindi immaginarsi una reazione a priori, tanto meno se non si conosce nulla di chi dovrebbe essere messo in contatto per convivere in uno spazio limitato come un appartamento.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  1234567