**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Febbraio 2010

Domanda del 1.2.2010

Buongiorno ho una cagnolina meticcia di circa un anno che pesa poco più di 3 Kg, quando l'abbiamo presa lo scorso anno abbiamo dopo qualche giorno pensato che l'avevano staccata prematuramente dalla mamma, è arrivata in casa nostra lo scorso metà febbraio, da un pò di tempo ciuccia il mio dito e se io glielo nego lei insiste nel volerlo. Ho avuto altri cani nella mia vita ma non ho mai visto una cosa simile,volevo chiedere quale può essere il motivo di questo gesto e cosa fare.
Grazie Enza

Buongiorno, è ovvio che non è esattamente normale ciò che succede al suo cane, ma purtroppo voi avete continuato ad assecondarlo per quasi un anno da quanto ho capito dal suo scritto.
Non potendo però affrontare la cosa per mail le consiglio una visita con un veterinario comportmentalista quanto prima.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 1.2.2010

Buonasera Dottore,
ho un problema con la mia gatta, una tigrata bellissima ed educatissima, almeno fino a quando abbiamo cambiato casa.
Ha sempre vissuto all'aperto di giorno ed in casa di notte.
Pensavo che non avrebbe avuto problemi a seguirmi in campagna, dove mi sono trasferito da poco. E, infatti, è piacevole vederla già padrona del territorio- è sempre stata dominante con gli animali del vicinato.
Inoltre, continua serenamente a fidarsi di me, che spendo un sacco di tempo a farle dei discorsini, anche se ultimamente non servono.
Infatti, ha iniziato a urinare e defecare bellamente su poltrone e tappeti, pur non avendolo mai fatto prima.
Potrebbe essere stressata da fatto di vedere in giro operai al lavoro? Che fare per non lasciarla fuori?
Grazie per l'attenzione che vorrà dedicarmi.
a.s.

Buongiorno, si è dato già una risposta da solo: le eliminazioni inappropriate sono un chiaro segno di diasgio, un modo che la gatta sta usando per urlare "aiuto!! fai qualcosa, ho paura..."
O giù di lì, tanto per minimizzare un poco. La presenza in particolare di estranei le ha rotto tutti i percorsi, la ritualità, i punti di riferimento, le sicurezze.
Fino a che la situazione non si stabilizzerà in positivo non credo si potrà fare molto. Per lenire la situazione provi intanto ad applicare in casa un diffusore di feromoni felini.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 1.2.2010

Gentile Dottore.Ho un gattina di 3 anni,che 2 anni fa e stata sterillizzata.Però ogni anno a questo periodo,gocciola sangue dappertutto.Esempio,nella vasca,nel bide,angoli nascosti e altro.Fa gesto come se urinasse,ma lascia solo dei goccoli di sangue.poi pianiucola tutto il giorno.Mi chiedo cosa devo fare?Avra sbagliato sterilizzarla il veterinario,oppure una cosa seria?Aspetto la sua risposta con ansia.Grazie

Buongiorno, di sicuro la situazione è patologica e va indagata bene. Non so se sia un problema di residui ovarici (dovrebbe avere simil-calori anche in altri periodi) però bisogna che lei trovi un veterinario in grado di arrivare ad una diagnosi, anche attraverso titolazioni ormanali ed ecografia addominale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.2.2010

Dottore, buongiorno, da buona gattara navigo spesso sul web cercando notizie che riguardano la salute del gatto. Ho letto che esiste all'estero un vaccino per FIV e Fip , è vero?? Sono volontaria da anni nel gattile della mia città e trovare una soluzione a queste malattie sarebbe meraviglioso.
Se ha tempo mi dia informazioni per favore!!!!
Cordialmente
Anna

Buongiorno, esistono prodotti che sono stati messi molto e molto spesso in discussione. La loro utilità è infatti definita bassa, in particolare nelle colonie feline. ed il costo non giustifica il loro uso. Fra l'altro se fossero davvero utili e sicuri crede che non sarebbero già disponibili anche in Italia e li useremmo per primi noi veterinari sul campo? Internet è utile, talvolta crea però molta confusione.
Vedremo se in futuro le biotecnologie ci daranno qualcosa di meglio degli attuali vaccini.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.2.2010

Buongiorno dottore, sono un ragazzo romano di 33 anni.

le scrivo perchè da un bel pò mi gira nella testa l'idea di avere un cane. Il "problema" sarebbe che vivo da solo e quindi il cane rimarrebbe solo in casa dalle 8 di mattina fino alle 17.30/18.00 orario del mio rientro.

Potrei portarlo fuori la mattina verso le 7.30 e poi non prima del mio rientro a casa.

Sarebbe un problema per il cane non uscire per questo lasso di tempo? ( 7.30-17.30/18.00)? E sopratutto soffrirebbe nello star da solo tutto questo tempo? Quante volte al giorno deve uscire un cane?

Essendo un appassionato di caccia mi piacerebbe un cane da caccia, e fin da piccolo solo "innamorato" del bracco italiano, non so però se magari una razza più di un'altra avrebbe facilità ad adattarsi a una vita di questo tipo ( dimenticavo di dire che vivo in un appartamento, quindi il cane rimarrebbe in casa)

Grazie in anticipo per la disponibilità

Luca

Buongiorno, la scelta di un cane deve essere attenta in primis alla qualità della vita che gli si può offrire. Da ciò che scrive non credo che un cane da caccia sia ideale per vivere la gran parte del suo tempo chiuso in casa. Inizi a girare per canili, a Roma non mancano, e veda se riesce ad adottare un cane.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.2.2010

Dottor Emanuele Minetti, Salve.

Sono Claudio dalla prov di Vercelli, ho un problermino riguardante uno dei gatti che ha deciso di stabilirsi nel cortile di casa nostra, da qualche giorno credo che il gatto in questione sia raffreddato (starnutisce, respira faticosamente con rumore di muco, e ha perso appetito).
Ora, non avendo un veterinario a cui rivolgermi vorrei sapere cosa potergli somministrare per farlo star meglio perchè con il freddo di questi giorni mi spiacerebbe se dovesse aggravarsi!
Fiducioso di una sua possibile rapida risosta la ringrazio infinitamente in anticipo attendendo. Grazie mille

Buongiorno, difficile dirle che cosa ha il gatto e consigliarle una terapia. Dovrebbe prima di tutto cercare di ricoverarlo al caldo, poi capire se riesce a somministrae una qualche medicina in modo sicuro e certo.
Credo che così potrà contattare un veterinario nella sua città per farsi almeno prescrivere un antibiotico a largo spettro.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.2.2010

caro dottore,
ho uno stafforshield bull terrier di circa nove mesi.
animale straordinario, peccato che , quando resta da solo perche' vado a lavoro, si scatena:
se la prende con poltrone, mobili e porte.
lo amo da morire, pero' non posso permettergli di distruggermi casa.
lei cosa mi consiglia?adotto atteggiamenti sbagliati?
grazie mille.
valentina

Buongiorno, deve fare subito intervenire un veterinario comportamentista perchè così per tentativi la cosa può solo peggiorare. Non so come lei si comporti, quindi non posso sapere dove e se lei sbaglia: di sicuro sbaglierebbe a non affrontare in modo corretto e deciso il problema.
Ne parli con il suo veterinario curante che mi auguro sia in grado di metterla in contatto con lo specialista per il consulto. Una volta emessa la diagnosi si potrà prescrive una terapia ed un percorso rieducativo.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.2.2010

URGENTE!!!! Buonasera Dottore, ho eseguito degli esami del sangue al mio cane meticcio femmina (10 anni). L'esito di alcuni valori è fuori da parametri di riferimento, in particolare il valore dell'esame biochimico ALP (IU/L) è di 937. Ricercando in internet il significato di questo valore, ho trovato indicazioni che fanno riferimento alla fosfatasi alcalina ossea, e che "potrebbe" trattarsi di un tumore, è corretto??
Il cane ha effettuato alcune radiografie (anche,colonna), sabato deve effettuare una TAC.
Ci sono terapie e/o cure per questo tipo di patologia??
Grazie
Oscar

Buongiorno, in realtà la fosfatasi alcalina è più frequentemente innalzata per patologie riferibili al fegato, direttamente od indirettamente. In particolare, vista l'età del cane, si deve tenere presente il cosidetto "Morbo di Cushing" che è una malattia che riguarda le ghiandole surrenali. L'iter in questi casi, prima di una TC, deve escludere appunto le malattie epatiche e della surrenale. Un ecografia addominale ed un test ormonale dinamico per la funzionalità surrenalica si impongono.
In ogni caso una neoplasia ossea si diagnostica molto bene con gli esami radiografici e lei non mi dice se questi sono negativi o dubbi o positivi per lesioni ossee. La ALP non è un vero marker di neoplasia ossea quindi per ora credo lei possa stare tranquilla.
Mi dia più dati, potrò essere meno vago.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 4.2.2010

da due settimane ho un bichon avanesedi sette mesi che rischiava di finire incanile. l'unico problema è che gli occhietti lacrimano molto come posso fare per ridurre qusto problema? e quando si gratta le orecchie fa dei versi. ringrazio anticipatamente . fiorella da torino

Buongiorno, direi che se non è stato ancora visitato questa è l'unica cosa da fare. Come detto consigli si ma visite per mail no, grazie per la fiducia ma non sono un mago...
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 4.2.2010

Gentile Dott. Minetti,

La contatto per esporle il mio grave problema. Ho un boxer di 5 anni (ne sono innamorata alla follia) che fino a 4 mesi fa non sapeva neanche qual era il significato di fare pipì in casa o nel portone. Insomma, sono 4 mesi che siamo disperati. Le abbiamo provate tutte, ma continua imperterrito a fare il suo bisogno non appena gli mettiamo il collare per scendere giù(dove ha sempre fatto tranquillamente i suoi bisogno 2/ volte al dì). Ogni sera si lava a terra nel balcone(dove lui vive nella sua grande cuccia), in casa e nel portone (da dove deve necessariamente passare) con alcool, varechina e quant'altro possa eliminare l'odore della pipì.
Abbiamo capito che non appena gli si dice di scendere giù (a qualunque orario della giornata) lui fa pipì dappertutto.
La prego, mi aiuti...io tengo molto al mio cucciolo e sono stanca di sgridarlo ogni giorno.
La ringrazio anticipatamente,
Cordiali saluti
Angela

Buongiorno Angela, la aiuterei volentieri ma non so come. Infatti ciò che lei mi racconta è poco e non utile per qualunque consiglio possibile. Quindi, oltre a lavare dove urina con acqua e bicarbonato (niente altro perchè l'ammoniaca è come mettere pipì su pipì...), deve contattare un ottimo veterinario comportamentista e parlarne bene con il suo usuale curante.
cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  1234