**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Marzo 2010

Domanda del 1.3.2010

Salve, ho una gatta anziana fiv+ e con insufficienza renale che da pochi giorni vive nella mia veranda. Sta facendo sottocute con marbocyl, ringer lattato, ranidil e dobetin, nel cibo le metto il renalzin. Da alcuni giorni, nonostante l'antibiotico, le ha iniziato a scolare dal naso un liquido trasparente come se fosse acqua, starnutisce e schizza sempre liquido trasparente, ed infine le lacrima l'occhio destro. Lo scolo dal naso è continuo. Se lo lecca e le riesce subito dopo. Dove staziona è bagnato da questo scolo acquoso. Che cosa è? Come posso curarla? Grazie. Saluti. Silvia

Buongiorno, lei la sta già curando. La rinite è una sequela dei disturbi da FV+.
Altro non posso dirle senza visitarla, mi spiace.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 1.3.2010

Gentile Dottore,
la mia gatta 15 giorni fa è stata operata per una neoformazione dietro al collo e volevo comunicarle il referto del laboratorio di analisi...

"in sezione è presente porzione di cute e sottocute.
Si rileva la presenza di una neoformazione nodulare cistica occupante il derma superficiale ed il tessuto adiposo sottocutaneo.
Il lume della cisti contiene abbondante materiale lamellare eosinofilo riferibile a cheratina.
La parete della cisti è costituita da un epitelio pavimentoso cheratizzato pluristratificato iperplastico, alla quale spesso confluiscono sbocchi di annessi cutanei sebacei e apocrini.
In un'area focalmente estesa la parete della cisti appare discontinua e sostituita da un grave processo flogistico costituito da macrofagi, cellule epitelioidi, cellule giganti multinucleate, granulociti neutrofili ed eosinofili associati a residui di materiale cheratinico.
Multifocalmente si rilevano aggregati pseudofollicolari linfoplasmacellulari.

Diagnosi:
quadro istopatologico indicativo di cisti infundibolare associata a dermatite profonda e pannicolite piogranulomatose.

Gentile Dottore, il mio veterinario mi ha tranquillizzato, ma comunque desidererei conoscere anche un Suo parere.
Oltretutto vorrei sapere se ci possono essere recidive e se la causa può essere stata una semplice iniezione di vaccino o di baytril.
La ringrazio e Le porgo,
Cordiali saluti
Gabriella Pacini

Buongiorno, dal referto che leggo le iniezioni non sono messe in ballo quindi non si preoccupi.
Per il resto essendo una cisti infundibolare benigna mi pare lei possa proprio stare tranquilla.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.3.2010

Illustre dottore Minetti io ho un cane di nome Lucky, molto vivace e che ama giocare. Ieri sera mio padre giocando non so cosa gli abbia fatto ma il cane non riesce più a tenere la coda dritta. La tiene incurvata ma non sembra soffrire.

Buongiorno, se la cosa è ancora presente deve fare visitare il cane al suo veterinario.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.3.2010

Gent.mo Dott. Minetti buongiorno
le chiedo cortesemente un parere in merito ad un problema che da qualche giorno mi assilla dovendo decidere il miglior intervento per la mia cagnetta alla quale è stato diagnosticato la rottura del legamento crociato della zampa posteriore. Consultati due suoi colleghi ortopedici della zona in cui abito mi sono stati proposti due tipi di intervento diversi che per mia semplificazione definirò il primo più tradizionale di tipo extraarticolare ed il secondo con tecnica più recente che prevede l'inserimento di una placca. I due consulti ,entrambi peraltro mi sono sembrati validi, hanno accresciuto i miei dubbi; non nascondendo che anche l'aspetto economico è importante ciò nonostante vorrei fare ciò che è meglio per il mio cane e per la sua salute futura. La ringrazio riconoscente se vorrà fornirmi delucidazioni al proposito e le invio cordiali saluti.
Betti

Buongiorno, non è possibile risponderle se non in modo generico. I colleghi hanno visitato il cane e fatto le loro valutazioni: ogni consiglio medico deve essere fatto sul singolo caso e non in generale. Pregi e difetti di una tecnica chirurgica fanno propendere per l'una o per l'altra solo sul singolo caso e non in senso generale, questioni economiche a parte.
Mi spiace, o cerca un terzo consulto ortopedico o sceglie il chirurgo che le ha trasmesso più affidabilità.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.3.2010

Buongiorno, la disturbo per un consiglio, ho una micina di oramai 12 anni e mi sono accorta che in un occhio (colore verde giallo) si sono sviluppate 3 macchie di colore marroncino, ben evidenti quando sta al sole, possono essere sintomo di qualche malattia? Grazie in anticipo per l'aiuto che vorrà darmi.

Buongiorno, in linea di massima direi che non sono nulla ma senza una visita non è possibilie risponderle.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.3.2010

Gentile dott Emanuele le chiedevo un consiglio per una mia amica che ha adottato da quasi un mese, un cagnolina femmina, meticcia tra un segugio ed un pastore tedesco, che però ha vissuto 7 anni nel canile.....(LUNA)
In pratica rimane sola in casa la mattina dalle 7 alle 12 e in questo periodo piange spesso (al dire dei vicini) i quali hanno già minacciato denuncia.....
E quando uno della famiglia torna Lei smette ed inoltre al canile era in compagnia di altri cani.....La salute è buona ed l'amore non le manca proprio anzi...anche se la mia amica è alla prima esperiena con cani ma...anzi direi fin troppo apprensiva.....
In verità vorrei un consiglio per fare capire a LUNA che non deve preoccuparsi per quelle poche ore che sta da sola........
Nell'attesa di una sua risposta Le invio cari saluti
Nadia

Buongiorno, se guarda le decine di risposte che ho già dato e presenti in archivio forse si fa un'idea di cosa fare. Comunque serve una visita comportamentale, nel frattempo applicate i feromoni canini in casa o sul cane col collare specifico.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.3.2010

la mia cagnetta ha dei piccoli noduli vicino a una mammella a destra e uno a sinistra abbiamo fatto la radiografia al torace e il veterinario mi ha detto che ci sono delle macchie bianche ai polmoni ma non sa dirmi se sono metastasi o altro. Un veterinario mi dice che se sono metastasi non si può operare in anestesia totale per rimuoverli perchè sarebbe pericoloso per i polmoni mentre si potrebbero asportare in anestesia locale. L'altro veterinario dice che va operata in anestesia totale o altrimenti lasciata così. Non so chi dei due ha ragione quindi cosa fare. Non c'è un modo per sapere cosa sono quelle macchie bianche? Se fossero realmente metastasi anche operandola che possibilità avrebbe? Nella zona dove vivo non ci sono veterinari oncologi quindi dovrei fare parecchi chilometri per trovare un centro e mi dicono che le spese sono molto alte.

Buongiorno, non so davvero come aiutarla.
In presenza di una diagnosi di neoplasie alla mammella non bisogna mai aspettare ma operare e fare analizzare i tumori. Le macchie bianche non le posso nè capire nè valutare: si faccia consegnare le radiografie e cerchi almeno di farle vedere ad un veterinario più esperto che possa fare entrare il cane in una area di rischio ben definita.
Prima dell'intervento bisogna avere esami completi del sangue ed una valutazione cardiologica. L'asportazione dei noduli polmonari non è possibile ovviamente come non è indicato assolutamente operare in anestesia locale bensì serve quella generale gassosa con completo monitoraggio intraoperatorio. Ma se sono già presenti sospette alterazioni polmonari avete valutato gli organi addominali con una ecografia?
Sicura che non valga la pena fare qualche chilometro e cercare una struttura che operi meglio e con garanzie massime?
Se ciò non fosse possibile forse è davvero meglio lasciare stare tutto.
Le buone pratiche esistono e vanno usate, ma esse hanno anche dei costi: non si può pretendere di avere il massimo e poi non volerlo pagare, mi spiace.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.3.2010

Gentile dott. Minetti,

Le scrivo per avere un consiglio e possibilmente un parere riguardo la mia Fiore, cucciola di 4 mesi, incrocio con border collie. Forse ha disturbi del comportamento ed io non so come intervenire. La casa è un campo di battaglia, salta sui mobili e tira giu tutto! E' anche molto pericoloso per lei.. ha rovesciato le sedie, staccato un vasolino dalla porta, graffiato tutti i mobili, pipì e anche altro ovunque, in modo particolare sui letti e sul divano! Abbaia ai bambini piccoli, sotto i 4 anni ed è molto dominante con tutti i cani, non ha paura di nessuno e vuole sempre comandare! Premetto che quando siamo a casa si comporta abbastanza bene ma non ammette di essere lasciata sola nemmeno per un minuto, come tutta risposta, mi distrugge la casa! Io sono sola con il mio bambino e devo andare a lavorare.
Sono disperata!

In attesa di una sua risposta, distinti saluti

Antonella Caputo (Trieste)

Buongiorno, non sono un comportamentalista e le dico solo che però un cane così deve essere subito tassativamente visitato da uno specialista.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.3.2010

è normale che un cucciolo abbia spesso il singhiozzo?
da cosa è dovuto?
grazie per la risposta

Buongiorno, non è normale ovviamente. Una delle cause più frequenti sono i vermi gastrointestinali. Le consoglio pertanto di fare visitare il cane come ovvio e di controllare le feci ed usare farmaci appositi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 8.3.2010

Buongiorno Dottore , la disturbo per un consiglio sul comportamento del mio bassotto a pelo duro di nome Ercole di c.ca 3 anni . Da qualche mese ogni volta che vuole uscire ( anche se di certo non per impellenti bisogni fisiologici !!! ) comincia a piangere e guaire insistentemente e anche se mi vede cambiarmi e prepararmi non da alcuna tregua ..Fino a poco fa , ad esempio , al mattino aspettava che mi alzassi e preparassi e poi si portava vicino alla porta per usciure , ora invece comincia a pingere ancora prima che mi suoni la sveglia . Siccome è abbastanza snervante da sentire e poichè ho gia provato di tutto ora disperato mi rivolgo a lei per sapere come potre interrompere questa straziante pratica ... La ringrazio anticipatamente e mi auguro che un suo eventuale consiglio mi possa aiutare a risolvere il problema . Grazie e buona giornata
Marco & Ercole

Buongiorno, è evidente che è successo qualcosa che ha alterato la situazione comporatmentale di Ercole.
I fattori purtroppo sono molti, e non certo individuabili solo con una rispsota per mail. Serve quindi una vera visita comportamentale con un veterinario specialsita al fine di porre una diagnosi e le conseguenti terapie correttive. Non insista con nulla altro perchè la situazione potrebbe anche peggiorare, se ciò è possibile.
Parli con il suo veterinario per avere un nominativo ed un appuntamento.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345