**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Aprile 2010

Domanda del 18.4.2010

Buon giorno. Due giorni fa ho dovuto per motivi di salute far fare l'eutanasia alla mia splendida pittbull di 12 anni con un dolore immenso che nemmeno credevo di provare. L'altro cagnolino uno yorkshire di 13 anni al primo giorno nulla,anche se un pò frastornato dall'ovvio trambusto,dopo notte inquieta,guaisce sommessamente e non si lascia molto accarezzare,lui molto affettuoso. Sono certa che anche lui soffre,ma io come devo comportarmi perchè questo grande nostro dolore non pesi su di lui. La ringrazio. Laura

Buongiorno, credo che la strategia migliore sia quella di dare affetto al cane senza pensare che lui non lo gradisce. Poi le consiglio di acquistare il collare ai feromoni appaganti ed applicarlo 24 hr su 24 per almeno 1 mese di seguito. Se la cosa non dovesse migliorare deve rivolgersi ad un veterinario comportamentista.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 18.4.2010

Gentilissimo veterinario,
il mio meticcio ha 5 anni e ha sempre fatto regolarmente tutti i vaccini. Conduce uno stile di vita sano infatti quando usciamo, non si stanca anche se siamo fuori da due ore e a volte "mi trascina". Le scrivo tutto ciò perchè qualche giorno fa sono andata dal veterinario per il richiamo di un vaccino e si è accorto che il cane aveva i linfonodi della gola ingrossati. Gli ha fatto, quindi, l'agoaspirato ed è risultato un linfoma.

Non certa di questa diagnosi, sono andata da un altro veterinario che gli ha rifatto l'agoaspirato ma la diagnosi è sempre la stessa. Gli ha eseguito, quindi, le analisi del sangue che sono risultate buone e l'ecografia pure perchè i suoi organi stanno benissimo. Mi ha proposto, però, una chemioterapia leggera tanto per iniziare ma non sono convinta perchè il cane, secondo me, sta bene: esce, gioca, mangia, beve e fa i suoi bisogni come ha sempre fatto in questi 5 anni. Non so se fargli iniziare la chemioterapia o meno. Lei che mi consiglia?
La ringrazio per la sua risposta futura e Le porgo i miei più cordiali saluti,
Giulia

Buongiorno, credo che trattandosi di un animale giovane sia suo dovere cercare un veterinario che si occupi quasi esclusivamente di oncologia e protocolli chemioterapici: infatti NON esiste una chemioterapia "leggera" ma solo una chemioterapia mirata. Nessuna chemioterapia è leggera, nessun linfoma va sottovalutato, nessun cane si merita "una scarpa ed una ciabatta" nella gestione della sua salute.
Inoltre deve far fare anche esami agli altri linfonodi ed ampliare la diagnosi citoistologica per sapere quale sia il tipo di linfoma in maniera assolutamente precisa.
Ci sono infatti marcate differenze fra un tipo ed un'altro, soprattutto ogni soggetto deve ricevere la giusta diagnosi per avere la giusta terapia.
Da ciò che mi scrive ciò non è stato ancora fatto nè le è stato proposto, ed è francamente abbastanza grave.
La prego pertanto di non fermarsi qui prima di iniziare la cura ma di arrivare ad avere un quadro assolutamente preciso.
Se avesse bisogno di altre informazioni può riscrivermi senza problemi.
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.4.2010

Buongiorno
Possiedo una piccola york shire toy di 7 anni che ormai da più diun anno spurga "catarro" dall'occhio dx.
Il veterinario sostiene che ha scarsa lacrimazione dopo una cura di antibiotici e vari tentativi mi ha prescritto la somministrazione orale di pilocarpina da diluire al 50% con soluzione fisiologica ..... la cagnetta non è molto migliorata e il veterinario dice che probabilmente rimarrà così.
Chiedo cortesemente un suo parere e cosa potrei fare per migliorare la situazione.
Mi congratulo per il servizio che da e La ringrazio sin da ora per i suoi consigli
Saluti Alessio

Buongiorno, credo che da ciò che lei mi racconta sia assolutamente necessaria una visita specialistica presso un veterinario oculista. Io stesso invio con una certa frequenza i casi in cui ritengo siano necessari esperienza e strumenti specifici come si usa fare in umana. L'occhio è organo delicato e da curare con estrema attenzione: chieda quindi al suo veterinario curante se conosce un nominativo per un consulto.
Cari saluti.
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.4.2010

Gentilissimo Professor Minetti,
Le rispondo alla sua mail di ieri in merito al mio meticcio di cinque anni con un sospetto linfoma. Sono d'accordo con Lei quando dice che bisognerebbe fare una giusta diagnosi per poter eseguire un'efficace terapia. E', appunto, per questo motivo che mi sto prendendo qualche giorno prima di decidere cosa fare.

L'ultimo veterinario ha fatto al mio meticcio l'agoaspirato in un linfonodo della zampa posteriore da cui risulta un linfoma, poi le analisi del sangue che sono risultate buone ed, infine, l'ecografia risultata anch'essa perfetta perchè gli organi del cane stanno bene. Quali altre analisi mi consiglia di fare per essere sicura che si tratti di un linfoma? Nella malaugurata ipotesi che fosse così, abiterei a Villasor ma non saprei proprio dove andare a cercare un veterinario che si occupi di oncologia veterinaria a Cagliari e provincia.

Le scrivo tutto ciò perchè il mio meticcio è il mio primo cane al quale voglio molto bene quindi vorrei essere sicura prima di fargli fare la chemioterapia perchè lui si fida di me. Cordiali saluti,
Giulia

Buongiorno, in realtà anche a Cagliari esistono veterinari che si occupano efficacemente di diagnostica e di cura oncologica. Le consiglio, non potendo fare pubblicità a nessuno, di provare a chiedere alla segreteria dell'ordine dei veterinari della sua provincia un nominativo sicuro.
Le ulteriori analisi necessarie possono essere fatte sui vetrini citologici già eseguiti al fine di identificare tramite biologia molecolare il tipo di linfoma.
Dal suo ultimo scritto però credo che sulla diagnosi non vi siano dubbi, ed il fatto che il cane per il resto sia perfetto da un lato la deve tranquillizzare e dall'altro in qualche modo conferma la diagnosi fatta con i tempi giusti.
Mi tenga informato.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.4.2010

Buongiorno dottore,
premetto che amo tantissimo gli animali, che abito in un appartamento senza giardino ma con il balcone.
Mi hanno proposto di adottare una gatta persiana di 9 anni, sterilizzata, dolcissima, abituata a vivere in appartamento e a stare da sola per buona parte della giornata, ma che il proprietario non può più tenere perché ha un bimbo allergico. Non ho mai avuto un gatto e sono entusiasta ma, allo stesso tempo, temo che sia di età troppo avanzata. Per ora non ha problemi di salute ma vorrei avere un Suo consiglio in merito.
Grazie per il Suo prezioso aiuto

Buongiorno, guardi a quella gatta servono 2 cose: una casa ed una persona che le voglia bene.
Quindi la prenda!

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.4.2010

Buongiorno Gent.mo Dott. Minetti, abbiamo sentito in una puntata di Alle falde del Kilimangiaro che si può utilizzare il tee tree oil come antiparassitario sui cani. Le chiediamo se possiamo utilizzarlo sulla nostra cagnolina Phoebe di ca. 15 kg. e se si con quale dosaggio e con che frequenza. E' inoltre utile anche contro i famigerati pappataci? Sperando di non averLe rubato troppo tempo La ringraziamo per tutto ciò che fa per i nostri Amici Animali!!!.
Cordiali saluti.
Carmen e Miki di Alessandria.

Buongiorno, dipende da dove abitate, che vita fa il cane, che rischi corre eccetera.
L'uso delle prevenzioni non deve essere fatto a caso ma deciso con un veterinario che conosca sia l'animale sia la vita che fa con i suoi proprietari. Se lei abitasse al mare in zona di leishmania le direi che è una follia usare certi prodotti cosidetti naturali perchè oltre ad avere un effetto poco lineare si fa correre un rischio inutile al cane.
Si ricordi, e questo vale per tutti, che gli antiparassitari esterni servono come le vaccinazioni - ed altri sistemi di prevenzione - per impedire che l'animale si ammali seriamente perchè i parassiti veicolano malattie spesso gravissime e di difficle cure e/o gestione clinica, spesso mortali.
Il fai da te non produce che disastri ed esiste una enorme fetta di proprietari che fanno le cose o per sentito dire o per pigrizia o perchè il negoziante, il supermercato, il farmacista si sostituiscono all'unica figura davvero competente: il medico veterinario.
Ma come la salute dell'uomo non si fa sulle riviste - al limite si hanno consigli generici - lo stesso la salute dei nostri animali deve essere considerata una cosa seria e che deve SEMPRE e comunque passare dal veterinario e non da laici che non ne capiscono niente.
Sarà anche vero che è possibile imbattersi in medici poco competenti ma questo è possibile sempre e comunque nella vita, sia con i medici umani sia con gli avvocati o i gommisti. In ogni caso io se ho un problema legale vado dall'avvocato e se mi si buca una gomma dal gommista e mai mi sognerei di chiedere consiglio per la mia salute o quella di un mio parente al farmacista, al droghiere o alla cassiera del super o al giornalista (magari furbetto) di turno!!

Non la prenda come una critica personale ma solo come un chiarimento deciso su aspetti della medicina veterinaria che francamente fanno dei disastri anche maggiori delle malattie stesse!

Poi magari al suo cane il tee tree oil va bene ma non posso dirlo perchè non so nulla di lui.

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.4.2010

salve dottore,
le ho scritto circa 1 settimana fà per dirgli che il mio cane(yorkshire toy terrier) di 8 anni da qualche giorno ogni tanto urinava con sangue...poi le mi ha risposto e io gli ho detto che era tutto ok, il suo veterinario ci ha detto che ha dei piccolissimi calcoli come molliche (cristalli, granella ... non so come chiamarli) e gli ha prescritto delle punture da fare 1 volta al giorno x 6 giorni che dovevano servire a farlo bere di più e se non ho capito male pure a farlo pulire da questa sabbia che gli crea fastidio quando urina e quindi fà sangue. Il cane non lo vediamo abbattuto ... l'unico giorno che l'abbiamo visto abbattuto e quando le ho scritto, quindi il giorno che lo abbiamo portato dal veterinario. Stamattina mia madre mi ha detto che non ci sta capendo piu' niente nemmeno lei, avvolte (sopratt dopo le punture) nè fa abbastanza pipi e pure pulita.. certe volte invece nè fa poche gocce e tra l'altro quelle poco le fa col sangue... domani finisce la cura prescirtta dal veterinario e dobbiamo riportarlo li... secondo lei devo preoccuparmi?? sà ci siamo molto legati al nostro shony e la paura di perderlo ci mette ansia... mi faccia sapere al piu presto la prego.
grazie 1000 anticipatamente

Buongiorno, non so cosa dirle di più. Avete radiografie ed ecografia dell'addome? Il sedimento urinario ho già scritto che non è sufficiente per fare una diagnosi certa di renella/calcolosi vescicale nè per vedere se vi sono altri calcoli nel rene.

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.4.2010

Buongiorno scusi per il disturbo ma ho un dogo argentino e vorrei sapere sono funghi se un cane presenta delle macchie nella coda?? in quei punti nn cresce il pelo.. qual'è il problema?? è qualcosa di grave?? come potrei risolverlo?? grazie in anticipooo!!

Buongiorno, come detto mille volte non si fanno diagnosi a distanza qui ma solo si possono dare dei consigli.
Lo porti ad una visita dal suo veterinario.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 21.4.2010

buongiorno dott. Minetti,
al mio cane hanno diagnosticato la leishmaniosi. dobbiamo cominciare con il Milteforan, al momento il cane sta bene e non ha segni evidenti della malattia. la mia paura è che il farmaco la butti molto giù e che abbia forti effetti collaterali (es. vomito..) come posso aiutarla per cercare di tamponare questa situazione.
si tratta di una meticcia di 15 kg.
grazie
Grace

Buongiorno, dovete tenere sotto controllo la situazione generale del cane con esami del sangue e delle urine ripetuti e con visite frequenti dal veterinario poichè la leishmaniosi è anche una malattia mortale.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.4.2010

Gentile Dr. Minetti, il mio veterinario mi ha preannunciato che quest'anno l'iniezione di Guardian contro la filaria del mio cane probabilmente non sarà disponibile a causa di problemi burocratici nella registrazione del brevetto da parte della nuova azienda che ha acquistato il precedente produttore. Le risulta qualcosa? Dobbiamo quindi passare alle compresse da somministrare mensilmente o ci conviene aspettare ulteriori sviluppi (ma non oltre maggio, altrimenti le zanzare pungono....)?
Grazie per la cortese attenzione e cordiali saluti!!

Bianca (ed amici proprietari di cani)

Buongiorno, per ora è ancora disponibile in commercio - io ne uso poco ma lo ho acquistato pochi giorni fa - ed è in ogni caso vero che la distribuzione del prodotto passerà ad altra azienda. Non credo che verrà però tolto dal mercato per ora; se il uo veteriario non lo trova in ogni caso potete usare le terapie orali senza problema.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345