**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Aprile 2010

Domanda del 23.4.2010

Buongiorno dottore sono mario.
Ho un caso particolare. Il mio cane, di circa 8 anni, gli è successa qualcosa di anomalo: la parte destra del suo fianco è come se fosse ceduta, è piu' gonfia,molle e tende verso il basso in modo evidente, dalla scapola della zampa destra superiore fino alla parte inferiore, tutto il fianco. cosa puo' essere? risponda la prego. grazie

Buongiorno, non ne ho la minima idea se non che possa essere una raccolta di liquido.
Deve per forza fare una visita urgente e capire cosa stia accadendo, mi spiace.
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 23.4.2010

Salve! Ho con me da 7 anni Kelly, la mia inseparabile Yorkshire. Premesso questo, faccio presente a Lei, Dottore, che ho notato che Kelly non sopporta crochette a base di purina; sono a conoscenza, forse erroneamente, che la purina è un alimento importante per cani, ma Kelly puntualmente le vomita e cosi ho deciso di non dargliene più, sperando di non sbagliare. Può consigliarmi, gentillmente, che tipo di alimentazione adottare per Kelly per ora che ha 7 anni? Sospendendo le crocchette, le sto facendo mangiare verdure lesse, pesce, e manzo comprato in macelleria e cotto da me, senza ausilio di scatolette varie per cui sono contrario. Attendo risposta ringraziandola per l'attenzione.

Buongiorno, qualunque alimento dia disturbi è da eliminare e da sostituire con un'altro della stessa categoria o assimilabile.
Per la costruzione di una dieta casalinga mirata deve rivolgersi al suo veterinario perchè io non conosco il cane da un punto di vista medico e non amo dare prescrizioni generali.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 23.4.2010

Buongiorno. Sono in procinto di adottare un cane da un canile. Premetto che sono sposato e ho un figlio di 6 anni. Vivo in collina ed ho un grande giardino. Sarei intenzionato ad adottare un pittbull od un amstaff. Io sono convinto che siano cani che, se educati e gestiti con attenzione, siano assolutamente compatibili con la vita in famiglia. Mi può confermare questa mia convinzione. L'unico proprietario di pitt che conosco dice che è il cane più giocoso che ha avuto. Sono affascinato da queste razze, ma non voglio portare a casa una bomba ad orologeria. Inoltre vorrei sapere alcune cose riguardo alla salute di questo tipo di cane.
grazie.
Franco

Buongiorno, è tutto relativo: se lei ha esperienza ed il cane che sceglie è docile non ci sono problemi ma se lei pensa che le razze che ha nominato siano per tutti ed adatte a priori ad una famiglia con bambini piccoli sta sbagliando di grosso.
I cani non sono automobili che si scelgono su estetica, necessità e prestazioni, il cane si adotta perchè si insaura da subito un rapporto speciale e di certo non si sceglie solo perchè piace o si hanno convinzioni personali non suffragate da niente. In ogni caso le razze che le piacciono sono state selezionate per un certo tipo di lavoro, è bene tenerne sempre conto.
Contatti un veterinario comprtamentista e scelga il nuovo cane co suo aiuto, è meglio.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 23.4.2010

Salve,
l'inaspettata morte di un conoscente proprietario di un cane mi ha indotto a chiedermi come potrebbe reagire la mia cucciolona di 3 anni ad una mia improvvisa e definitiva assenza.
Posto che ho già preso accordi con mia sorella nel malaugurato caso (la mia cagnolona la conosce anche se si sono viste poco, visto che viviamo in città diverse) e che lo stile di vita che mia sorella offrirebbe al cane sarebbe simile relativamente al tempo trascorso insieme, alle cure, al passeggio, allo svago, è possibile sapere quanto potrebbe soffrire il cane, dopo quanto tempo si adatterebbe alla nuova vita, fin quando soffrirebbe la mia mancanza? Voglio dire: si tratta di settimane o di mesi? E soprattutto, cosa si dovrebbe fare per facilitare il più possibile l'adattamento del cane? Lei è molto amichevole con cani e soprattutto con persone, giocherellona, un po' emotiva.
La ringrazio per una sua risposta su una questione che mi sta molto a cuore (anche se quasi tutti mi dicono che attribuisco insensatamente emozioni umane al mio cane).
Giusy

Buongiorno, assodato che i cani hanno i loro sentimenti la risposta alla sua domanda non esiste.
Viva la sua vita e si goda la sua vita col suo cane, le cose vanno affrontate quando avvengono e non si può preventivamente conoscere il futuro.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 25.4.2010

Gent mo dr Minetti,il mio gatto (8a.,castrato,FIP positivo fin da cucciolo) è grasso,famelico,irritabile e con chiazze alopeciche (da leccamento probabilmente). Vive esclusivamente in casa ed ha un'alimentazione costituita da croccantini (Royal canin Indoor e/o Urinary). Volendo/dovendo sottoporlo a prelievo ematico per distiroidismo,Cushing o diabete mellito in modo non stressante,dove mi posso rivolgere? Ho letto i suoi consigli per i prelievi diagnostici per il Cushing:in che clinica/laboratorio vengono praticati? Lei si occupa di clinica? Ed in tal caso,dove opera? Grazie,cordialità Enrica Vigano'

Buongiorno, il Cushing felino è non raro ma RARISSIMO! L'ipertiroidismo felino si manifesta in età avanzata nella gran parte dei casi per alterazioni alla tiroide con noduli neoplastici secernenti.
Non capisco in ogni caso perchè deve fare tali esami: il gatto ipertiroideo e magro, mangia senza ingrassare, ha costantemente forme diarroiche il gatto con Cushing è con la pelle che addirittura si spacca da sola o alla minima trazione, beve tanto e si presenta emaciato quasi sempre e talmente brutto nel suo complesso da fare impressione; il gatto col diabete beve tanto ed urina ancora di più: però per escludere il diabete felino basta fare una glicosuria, cioè una non invasiva e veloce determinazione del glucosio nelle urine senza prelievo di sangue.

Ora torno alla domanda iniziale: ma cosa ha il suo gatto per essere indagato davvero? Solo una dermatite leggera con alopecia e forse da leccamento?
Mi faccia sapere.
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 26.4.2010

Gentile dottore,le volevo porle una domanda,sicuramente "stupida",ho un giardino dove accudisco dei gatti per evitare la loro proliferazione l'unico metodo è la castrazione(operazione)o ci sono dei medicinali per evitare il calore ?
Cordiali saluti FIORENZO SICA

Buongiorno, la contaccezione chimica nei gatti oltre a non funzionare, o a farlo male, è estremamente pericolosa per la loro salute dando in elevata percentuale sia problemi di tumori maligni sia in generale agli organi interessati malattie gravi.
L'unico mezzo appropriato e serio resta la chirugia.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 27.4.2010

Buongiorno Dottore,
ho una cucciola di 3 mesi e in questi giorni presenta atteggiamenti simili all'atto sessuale. E' un tentativo di dominanza nei miei confronti? come mi devo comportare? Riprendere o lasciare fare? Grazie

Buongiorno, usualmente sono atteggiamenti rituali ma essi vanno verificati di persona per capire se il cane sta cercando il suo posto nella gerarchia del branco - la vostra famiglia - o meno. In linea di massima è bene non accettare di essere sottomessi in quanto la vostra posizione non può essere subalterna a quella del cane.
Contatti un comportamentalista e cerchi con lui di verificare nel suo complesso il carattere del cane e le relazioni che instaura con voi.

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 27.4.2010

Gent.mo dott Minetti riscrivo per il gatto di 8anni castrato con chiazze alopeciche (da verosimile leccamento). Il problema del mio gatto è il sovrappeso,la FAME,forfora,alopecia e l'irritabilità. Potrebbe essere solo noia (vive esclusivamente in casa-mangia esclusivamente croccantini)? Grazie

Buongiorno, senza una visita non posso risponderle, magari ha un danno epatico da eccessi alimentari e sovrappeso che comporta tutto ciò o magari un granuloma eosinofilico. Serve una indagine clinica e di laboratorio ma sempre mirata, i sintomi sono troppo aspecifici per portare ad una conclusione soddisfacente così come lei mi chiede. Ma il suo veterinario cosa ne pensa scusi?
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 27.4.2010

buongiorno, il mio cane è affetto da "rogna rossa" ed è da circa un mese che prende il farmaco Interceptor tutti i giorni; non vedo miglioramenti le chiazze di pelo mancante sono aumentate. Esiste una cura o un rimedio a questa malattia. grazie e saluti
Mauro

Buongiorno, lei sta già facendo la cura, il problema è che la malattia dura anche alcuni mesi.
Ne riparli con il suo veterinario per vedere se va aggiunto o modificato ocmunque qualcosa al piano terpaeutico.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 27.4.2010

Buongiorno, ho notato che il mio cucciolo, un meticcio di 10 mesi, in questi giorni è affaticato, ha spesso l'affanno. L'ho notato in modo particolare domenica scorsa, quando l'ho portato in campagna, dopo due corse subito si è stancato, mentre di solito non si ferma un attimo. Volevo un suo parere: devo preoccuparmi o mi consiglia di farlo visitare subito?
Grazie

Buongiorno, la sindrome da minor rendimento si lega a tutte le malattie esistenti ed a nessuna in particolare: è pertanto necessario per avere una risposta che lei porti il cane al suo veterinario.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345