**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Maggio 2010

Domanda del 2.5.2010

Dall'Associazione Canili Lazio ho adottato una meticcia simil pastore fonnese che ora ha un anno e sin da piccola ha manifestato un accentuato bisogno di succhiare e rosicchiare i tappeti di casa. Questo accade sia quanto siamo presenti che quando siamo assenti e mi pare di capire che dipenda soprattutto dal fatto che senta venire meno le attenzioni nei suoi confronti. In casa abbiamo anche un meticcio maschio simil pastore barbuto di sette anni che è con noi da sei anni. Vorrei trovare una soluzione a questo particolare atteggiamento che mi pare ossessivo ma non capisco se è corretto sculacciarla e metterla in castigo oppure ricercare una soluzione alternativa come i fiocchi ed i nodi da rosicchiare che tuttavia non hanno risolto brillantemente il problema oppure se ci sono altre tecniche educative. Resto fiduciosa in un consiglio al proposito. Paola Bertona

Buongiorno, un rinforzo negativo/punitivo non credo possa fare altro che peggiorare la situazione.
Mi dispiace dirle che non ho soluzioni semplici e pronte da proporle ma solo una visita comprtamentale quanto prima.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.5.2010

Salve, ho un pastore tedesco di anni 2, che si è ammalato di lesmania, volevo sapere dato le contrastanti notizie che ho avuto se la malattia è infettiva poichè ho in casa una bimba. Il cane è affettuoso non è aggressivo pero' gradirei avere questa notizia. Grazie in anticipo della Vostra collaborazione.
F.sco Malara

Buongiorno, la leishmaniosi non colpisce l'uomo per contatto diretto con un cane ammalato, ci sarebbero migliaia di casi ogni anno se fosse così.
Ma la gestione di queste delicate cose deve essere fatta sempre e comunque con il suo medico veterinario curante.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.5.2010

Buongiorno,la mia cagnolina di undici anni soffre calcoli alla vescica,non sembra che soffra ma alcuni giorni fa tantissime pipì,chiaramente ridotte,e con fatica.Come posso aiutarla?Ci sono farmaci che la possono aiutare?

La ringrazio anticipatamente
Nicoletta

Buongiorno, dipende da che calcoli ha, quanto sono grandi eccetera. Usualmente la soluzione che si prospetta è la chirurgia per asportare i sassolini dalla vescica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 2.5.2010

salve.vorrei sapere se una gattina di 10 mesi c.a. ke ha partorito 2 settimane fa ma ke ha perso tutti e 3 i suoi micini..può essere già in calore..? ho visto ke veniva attaccata da un maschio in calore e lei si difendeva..se è di nuovo incinta e i tempi sono così brevi nn faccio in tempo a sterilizzarla...è possibile ke abbia accoppiamenti anke contro la sua volontà...? grazie. cristina.

Buongiorno, può essere sicuramente già in calore. La faccia sterilizzare subito, se fosse gravida il suo veterinario nel caso asporterà anche l'utero. Sempre meglio che altri cuccioli morti o altri randagi senza famiglia che moriranno soffrendo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.5.2010

max il mio cane, ha 17anni, è diventato capriccioso e mangia troppo cosa posso fare?

Buongiorno, deve portarlo dal veterinario e farlo visitare, può essere malato seriamente.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.5.2010

Buon Giorno.
Le scrivo questo mail per chiedere consiglio sul comportamento del mio Pincher. Pongo è un cane affettuosissimo, ma ha il vizio di distruggere in nostra assenza tutto cio che gli capita, per ora ha rossichiato un mobile un tavolino le gambe delle sedie distrutto 3 piante un telefonino e attualmente ha preso di mira il divano. Cosa posso fare. Premetto che magari rimane tranquillo per qualche settimana e poi per due o tre giorni recupera portandosi avanti con il lavoro, rinane solo per non piu di 4-5 ore continuative.
Anticipatamente ringrazio
Mino

Buongiorno, è possibile che abbia un serio disturbo comportamentale. Lo faccia visitare da un veterinario specializzato, le costerà cento volte meno che i danni che sta pagando e pagherà.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.5.2010

buongiorno dottore , sono proprietaia di un basenji di 2 anni e mezzo ho gentilmente 2 domande da dorle :
la prima riguarda l'alimentazione ed e la seguente e possibile definire un cane celiaco dal'esame delle feci e succesivamente trovarsi co una gatroenterite da curare?
la seconda e la segente : ieri sera il mio cane fa uno scatto strano alla zampa sinistra e tira l piede allargango bene le falangi tra di loro come se avesse qualcosa tra le dita . ho contollato ma non c'e' nessun segno riconducibile ad un trauma da taglio o spine varie , se non che ha iniziato a camminare male appoggia male sulla zampa , se deve correre corre ma lancia letteralmente la zampa indietro come se avesse un nervo fuori posto o qulcosa al muscolo , al tatto non si lamente ma se le stendo la zampetta piange.....cosa puo essere successo ? e secondo lei devo rivolgermi al mio vetrinario ? la ringrazio anticipatamente ..Barbara e Argo...

Buongiorno, per la prima domanda non ho risposte da darle e lascio un punto interrogativo su ciò che lei ha scritto. Non è possibile comunque con un "semplice" esame delle feci fare diagnosi di celiachia nel cane.
Alla seconda domanda credo sia bene lei porti il cane in visita, magari è una sciocchezza ma da qui non lo posso dire anche se lei mi scrivesse 20 pagine di sintomi ;-).
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.5.2010

Gent.mo Dott. Minetti, volevo chiederle un'informazione. Avevo intenzione di prendere un gatto per mio figlio di quasi 9 anni perchè da quando è mancato quello dei nonni (è stato soppresso un paio d'anni fa' xche' malato e anziano, era da loro da circa 15 anni) a lui manca. Negli ultimi tempi che era in vita mi ero accorta che accarezzandolo poi avevo fastidio alla mano e così poco tempo fa' ho fatto i test per le allergia che hanno confermato la mia allergia al pelo del gatto. Ho saputo che c'è una razza di gatto che non da' problemi a chi è allergico, mi sembra sia il siberiano. Volevo chiedere a lei se veramente è cosi' e avere qualche informazione in merito sul tipo di gatto e dove si possono trovare (abitiamo in un'appartamento in provincia di Milano). Grazie infinite. Paola

Buongiorno, le consiglio di fare una semplice prova: contatti tramite la federazione degli allevatori felini gli allevamenti italiani di gatti siberiani e vada a visitare quello più vicino a lei, stia lì per un poco di tempo e veda che effetto le fa.
Se non ha reazioni allergiche allora forse ci può pensare. Questo per farle capire che in biologia difficilmente la regola 1+1=2 funziona, è tutto molto più relativo di quanto vogliono troppi fare credere.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.5.2010

Buona sera,
ascolto regolarmente la trasmissione, e la sua competenza Dott. Minetti mi fa porre una domanda, per la mia migliore amica che ha un cane: Argo.

Argo è un bellissimo labrador di 4 anni e mezzo circa, che soffre moltissimo quando si avvicinano i temporali.
Comincia ad annusare l'aria e avverte che la pioggia è imminente...poi comincia ad ansimare,sbavare e trema!
A nulla sono valse le coccole e le rassicurazioni... vi assicuro che un cane amtissimo, gode di ottima salute, ed è linea.... normalmente tendono ad appesantirsi..
Potete darmi un aiuto per far sare più tranquillo Argo quando piove?
Vorrei pore anche un'altra domanda, tra un mese circa si trasferiranno in un altro appartamento: ci sono delle regole da rispettare per farlo ambientare nella nuova casa?
Grazie, anticipatamente per la sua attenzione Claudia da Firenze

Buongiorno, purtroppo credo che in casi come questo il panico sia di difficile gestione senza l'uso di un farmaco adatto al cane ed alla situazione. Per scegliere quale ed a quali dosi è però necessario parlarne e ragionarne con almeno il suo veterinario curante. Nel frattempo può applicare il collare ai feromoni appaganti al cane che cambierà ogni mese anche per aiutarlo nel trasloco cui sarà costretto a breve.
Cari saluti
Dr Eamnuele Minetti - Milano

Domanda del 4.5.2010

Buongiorno.Il mio cane shitzu a qualle e stata riscontrata la toxoplasmosi nell mese di gennaio come cura e stato prescrito la clindacyn 150,1e un quartto mattina e sera per 30 giorni.Per un altro messe non a piu avuto le crisi epileptiche dopo pero sono ritornate.Riffate la analisi la toxo era rimasta con i valori pure piu elevati di prima.Abbiamo ricominciato con il sulfaprim150 per 2 settimane,pero niente.adesso i sto soministrando di nuovo la clindacyn300mg a 8 ore.La mia domanda e semplice.guarira o mi devo aspettare al peggio?Vi ringrazio pero non lo so piu che cosa i dovrei fare.

Buongiorno, posto che non è così frequente avere crisi epilettiche per una toxoplasmosi cerebrale acuta nel cane la prognosi dipende da moltissimi fattori che non sono assolutamente valutabili in questa sede. Se fosse però il mio cane, in base a quello che lei mi racconta, farei eseguire una risonanza magnetica ed un prelievo di liquor per un esame completo dello stesso.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345678