**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Maggio 2010

Domanda del 4.5.2010

salve. grazie della rapida risposta. ma ora ho un'altra domanda...è possibile capire quando sta x partorire una gattina già molto grossa? grazie. maria cristina cappelletti

Buongiorno, per un profano direi che non è affatto facile capire quando arriva il momento del parto. Tenga presente che la gravidanza dura circa 60 giorni e questo dato è l'unico cui lei credo possa usare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 5.5.2010

Buongiorno Dottore ,scusi il disturbo. ho un cane preso al canile 4 anni fa incrocio tra beagle e bovaro di appenzell è uno splendido terremoto di nome piccolo – patato. ora a circa 5 anni .
il cane rimane tutto il giorno con i miei genitori , in casa o in giardino di casa o nella sua cuccia . ho anche 2 gatti , alla sera quando io arrivo a casa entrano in casa con me e il cane diventa la mia ombra fino a quando non lo metto a dormire nella sua cuccia e i gatti in lavanderia. È sempre stato così dal primo giorno che l'ho portato a casa dal canile. È molto attaccato a me. L'anno scorso a febbraio mi sono ammalata e sono rimasta a casa fino a settembre 2009 e lui e i gatti non mi lasciavano sola un momento , da quando sono rientrata al lavoro alla sera quando arrivo a casa come al solito gli animali mi aspettano ed entrano in casa, il cane è felicissimo ma poi continua a grattarsi il collo fino a farsi male e da qualche giorno a leccarsi una zampa fino a farsi uscire il sangue, ho provato a toglierle il collare ma è peggio, continuo a sgridarlo ma non risolvo niente. Ne il cane ne i gatti non hanno pidocchi e non hanno contatto con altri animali. Cosa posso fare per risolvere questi 2 problemi? Può essere gelosia?
Attendo un suo prezioso consiglio
Grazie !!
Paola P.

Buongiorno, lei non può dire che i suoi animali siano sani senza farli visitare bene dal suo veterinario. L'ultima cosa a cui pensare è un problema comportamentale/psicologico, perchè prima bisogna escludere tutte le vere malattie che causano i sintomi che lei descrive.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 5.5.2010

salve,
sono stefania e vorrei chiederle un consiglio.sono un amante degli animali e possiedo tre cani di cui due meticcie di piccola taglia femmine non sterilizzate(MOLLY e PEGGY) e un maschio pastore tedesco non castrato(REX) e qui tutto bene il problema è che de un mese circa mia sorella ha portato a casa un meticcio di piccola taglia(PLUTO) che non è castrato (all'inizio tutto bene tranne qualche volta l'ultimo arrivato ringhiava a rex)e la mia paura era che le mie due femmine tornassero in calore,infatti è quello che è successo...e come conseguenza il maschio grande ha attaccato quello piccolo sul collo perfortuna niente di grave ma poteva andare molto peggio!adesso lo stò curando ma è isolato dagli altri cani,la mia paura è che una volta guarito, non so come fare,secondo lei è meglio castrare solo i due maschi, sterilizzare solo le femmine o tutti e quattro oppure è opportuno trovare un'altra sistemazione per pluto? grazie mille attendo con piacere una sua risposta

Buongiorno, cercare di trovare una soluzione dopo avere preso una decisione come la vostra è sempre complesso. Il buon senso mi farebbe dire che potevate pensarci prima od almeno dovevate aspettarvelo perchè avete alterato una situazione stabilizzata ben gestita credo sia da voi sia dai vostri cani.
Quale possa essere la migliore soluzione non si può dire senza fare una analisi della situazione ben più completa e complessa di quello che io possa fare qui con i pochi dati che ho a disposizione.
A mio parere dovete sia contattare il vostro veterinario curante - che conosce bene la salute dei vostri animali - sia un comportamentista che insieme a lui valuti le migliori strategie.
Di sicuro ri-abbandonare il cane appena entrato in casa mi sembra una discreta cretinata.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 6.5.2010

Buongiorno dottore,
dal 2.8 abbiamo riscattato al canile Tati, allora 3,5mesi meticcio Labrador/Golden+altro. Siamo marito, moglie e due bimbi 9 e 7 anni. Tati ha doppia "persomalità", con me si comporta in modo "ubbidiente", non tira, odia i gatti, si esalta alla vista di altri cani, teme le porsone che sopraggiungono alla sera fino a bloccrsi per farsi superare, manifesta entusiasmo e feste per tutto il sesso femminile; con mia moglie o con la sola presenza di uno dei miei figli, tira come una forsennata, non ubbiisce, tende a fare giochi "forti" con il piccolo(graffiate, leggeri morsi anche sul sedere al solo passaggio). Dalle 10,30/11 alle 13/14 e dalle 15,30 alle 16,30 e un paio di giorni a settimana 18/18,15 il cane stava in terrazza, ma il vicinato si lamente che il cane abbaia (non è la sola.....ma si lamentano di lei). Per lunghi mesi una signora passando sotto il terrazzo la chiamava, smettendo solo dopo che le ho chiesto di non farlo ma, ormai, era già troppo tardi.
Da una sewttimana in casa nei detti orari, quando la lascio io rimane buona, quando la lascia mia moglie, no.
Ha rovitnato il muto e la porta di ingresso, grattandola ripetutamente, abbiamo pensato al fatto che fosse la conseguenza di qualche scampanellata, ma pare che questo non sia fondamentale.
Ora la soluzione tampone e portarla in ufficio da me, un collare anti-abbaio malla citronella (che da commenti sembra inefficace dopo qualche giorno, una volta che il cane si è abituato) di per se piuttosto costoso(sempre meno di una borta di ingresso ....ma...!), l'uso di psicofarmaci suggeriti e dosati dal veterinario di fiducia (circa 20gg prima del loro effetto), riportarla al canile, cercare di regalarla(con questi problemi!) ma in questi due ultimi casi ci sarà da affrontare le crsisi dei bimbi, in particolare il grande. Che dare? in passato ho avuto diversi cani, mai presi al canile, numerosi trovatelli, ma così problematico mai. Aiuto!
Grazie per avermi fin qui letto, ho cercato di essere sintetico, ma alcune cose era necessario spiegarle.
Cordialità
Massimo

Buongiorno, lei deve rivolgersi ad uno specialista molto esperto in medicina comportamentale. Chieda al suo veterinario un nome nella sua città.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 6.5.2010

Buon giorno, poichè il cane di mia figlia ( si tratta di un cane corso e quindi notevole stazza, pesa circa kg. 45 ), che vive in un appartamento condominiale, è soggetto ad attacchi di epilessia ( al termine dei quali denota uno stato notevole di nervosismo ed agitazione ), vorrei sapere se può essere pericoloso per le persone, anche quelle che convivono abitualmente.
Ringrazio per la cortesia e porgo cordiali saluti.
Sergio Grisoni
Salita Cappuccini 14
22100 COMO

Buongiorno, in linea di massima non dovrebbe essere pericoloso. Non capisco però se il cane è già sotto adeguata terapia e controllo medico costante per l'epilessia.
Infatti gli attuali protocolli terapeutici sono piuttosto efficaci e riducono moltissimo gli eventi sia come frequenza sia come intensità.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 6.5.2010

salve,
alla mia gattina(di 4 anni) da qualche tempo do i croccantini x favorire l'eliminazione di pelo nello stomaco,prima davo i bayer,ora i royal canin,però ogni tanto capita che vomiti liquido verde con all'interno pelo;è normale?forse dovrei evitare per un po' questo genere di croccantini?cosa mi consiglia?grazie mille

Buongiorno, non posso dirle se è normale o meno senza il paziente davanti a me, mi spiace. Vada dal suo veterinario e ne parli con lui, così discuterete sia della dieta migliore sia dell'uso delle paste orali per i boli di pelo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 6.5.2010

Buonasera Dottore, circa 2 anni fa mia mamma ha trovato una york toy abbandonata, ovviamente è entrata subito nella ns famiglia! la veterinaria aveva stipulato all'incirca 3 anni di età (quindi oggi dovrebbe averne circa 5).
Ieri mia mamma l'ha portata da un altro veterinario perchè dovrà fare la pulizia dei denti visto l'alito atroce e quest'ultimo ha detto che dalla condizione dei denti la cagnolina può avere anche il doppio degli anni!
è possibile che si stia sbagliando siccome non sappiamo quale sia stata la sua alimentazione fino a 2 anni fa o davvero rischia di essere quasi vecchietta? premetto che è supervispa...però il dottore ha anche detto che ha "gli occhi un po' velati" tipico dei cani anziani...
Abbiamo tr paura di poterla perdere prima di quanto previsto fino a ieri...grazie 1000 Tiziana da Bologna

Buongiorno, non posso darle alcun sollievo perchè non ho visitato il cane. Deve ovviamente fidarsi del collega e ampliare con lui il discorso.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.5.2010

Buongiorno,io ho una cagnolina (pitt bull) di 14 anni.In quest'ultimo periodo ha il pelo pieno di forfora e nonostante mangi regolarmente dimagrisce sempre di più...può esser la vecchiaia o intolleranza alimentare?Grazie mille

Buongiorno, le consiglio di portarla urgentemente dal suo veterinario. Le due ipotesi che ha fatto sono le meno probabili, è quasi sicuramente malata.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano.

Domanda del 7.5.2010

Facendo seguito alla mia email di di ieri 06 maggio, specifico che il cane corso di mia figlia ha otto anni, e il primo episodio di epilessia si è maniifestato circa un mese fa. Ne sono seguiti altri due, di cui l'ultimo lo scorso 05 maggio. Il veterinario da noi interpellato ci ha detto che tre episodi sono ancora pochi per iniziare una terapia contro l'epilessia. Mi è stato detto da conoscente che un tumore al cervello potrebbe essere la causa scatenante dell'epilessia. E' vero ?
Concludo dicendo che nel corso dell'ultima visita il veterinario ha diagnosticato un tumore alla mammella, con necessità di intervento chirurgico.
In attesa di una Sua gentile risposta, ringraziando, porgo cordiali saluti.

Buongiorno, dovete sottoporre il cane ha tutta una serie di indagini prima di qualunque altra cosa per avere una diagnosi precisa. Credo sia il caso di rivolgersi quindi ad una struttura complessa come una grande clinica per poter accorciare i tempi ed avere a disposizione in una sola volta più specialisti che si occupino del cane.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano.

Domanda del 7.5.2010

SALVE DOTTORE
LA MIA DOMANDA RIGUARDA PIU' IL SETTORE COMPORTAMENTALE. HO UN CANE METICCIO DI DUE ANNI PICCOLA TAGLIA, SPESSO SI MORDE LE ZAMPE E QUESTO LO FA ESCLUSIVAMENTE SOLO QUANDO SONO IN COMPAGNIA DI ALTRE PERSONE E QUASI MAI QUANDO SONO SOLA CON LUI. DA COSA PUO' DIPENDERE? FORSE DALLO STRESS O DAL NERVOSO?
GRAZIE MILLE
DISTINTI SALUTI
RAMONA

Buongiorno, può essere che il cane abbia qualche problema di relazione e che sviluppi comportamenti da stress. Purtroppo fare una diagnosi di questo tipo, e magari riuscire a trovare terapie e soluzioni efficaci, deve per forza passare da una vera visita comportamentale con un medico veterinario specialista.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  12345678