**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2010

Domanda del 10.6.2010

Buongiorno Dr.Minetti,
ho un problema con una gattina di 6 settimane che ho preso da una settimana. Premetto che ho gia' un altro gatto persiano di 2 anni e che vanno molto d'accordo.
In sostanza questa gattina si rifiuta di utilizzare la letteria e diversamente dal comportamento solito dei gatti, lei non gratta neanche la terra e la fa in giro per casa. La gatta è sana e ha gia' avuto la sua prima visita dal veterinario, le sto somministrando la medicina per la svermifica.
Ho fatto qualsiasi cosa per cercare di abituarla ad andare nella lettiera (la metto dentro almeno 20 volte al giorno, la costringo a grattare la terra, se la vedo mentre fa i bisogni la sgrido e la metto nella lettiera, ho addirittura comprato un spray per attirarla nella vaschetta). Lei ha qualche consiglio da darmi?
Le persone che me l'hanno affidata ovviamente sono pronti a riprenderla ma io e il mio gatto ci siamo gia' affezionati a lei e vorremmo tenerla!
Una cosa strana che ho notato è che quando fa le feci poi se le mangia, e questa cosa onestamente non l'avevo mai vista fare da nessun gatto.
La ringrazio per la Sua risposta

Buongiorno, deve provare a mettere un'altra lettiera solo a lei dedicata.
Per il resto abbia pazienza e smetta di intervenire continuamente forzando il gatto nella lettiera, questo ha fatto si che la gatta sia terrorizzata ed ora addirittura si mangi le feci.
Deve premiarla e non sgridarla continuamente.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.6.2010

salve, scrivo per terze persone. vorrei informazioni circa un caso. il soggetto è un pastore tedesco femmina di una mia amica. la cagna ha partorito 3 cuccioli circa 40 giorni fa. i piccoli stanno benissimo, ma la madre non ha mai smesso di avere perdite di sangue. non pare esserci pus. il veterinario per quanto ne so la sta seguendo. rientra nella norma o bisogna intervenire? forse l'ossitocina iniettata in precedenza non era sufficiente? grazie in anticipo. spero possiate darmi indicazioni.

saluti Silvia

Buongiorno, in effetti può capitare che l'utero non rientri nella normalità in breve tempo però dopo 40 giorni di perdite in effetti bisogna controllare con una ecografia addominale, un eventuale esame del materiale emesso, ed in attesa degli esiti fare una copertura antibiotica ad ampio spettro non dannosa per i cuccioli in allattamento.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.6.2010

ho un cagnolino di media taglia di 5 anni, che fin dalla nascita gli è stata diagnosticata una "incontinenza permanente" nel senso che non ha gli organi preposti all'espulsione delle urine e delle feci, non so bene come si chiami questo "handicap", andava soppresso a detta del medico, io non ne ho avuto il coraggio e dal primo momento gli ho tenuto i pannolini come ad un bambino, che cambio 2 - 3 volte al giorno (abito in un condominio e non ho un giardino), chiedo, ci potrebbe essere un altro modo per tenere sotto controllo il mio cane, senza dover ricorrere ai pannolini, che gli hanno procurato non pochi problemi? La ringrazio per qualsiasi consiglio che mi potrà dare o solo per avermi "ascoltata" Saluti Pina

Buongiorno, non sapendo quale sia realmente il difetto anatomico congenito del suo cane non so come aiutarla davvero, pur capendo che la situazione è grave. Forse se non lo ha fatto recentemente una indagine strumentale (ecografia e radiografie) non invasiva potrebbe dire se si può magari intervenire chirurgicamente oggi per almeno diminuire il problema.
Deve comunque rivolgersi ad una struttura complessa con più specialisti per non finire ancora di più nei guai.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.6.2010

Buonasera Dottore, ho trovato la scorsa settimana una gatta di circa un anno incinta, no fiv e no felv,dall'esame delle feci risalenti appunto ad una settimana fa' risulta la presenza di ascaridi, ma non erano visibili ad occhio nudo.Dall'ecografia dovrebbe partorire tra circa 10 giorni: da due giorni anche mentre cammina fuoriescono dei vermi di circa 1 cm, bianchi. ho notato inoltre che spesso degluttisce in modo accentuato.
Lei consiglia di sverminarla prima o dopo la gravidanza?
I veterinari che ho contattato danno pareri discordanti e non so cosa sia meglio fare per lei ed i cuccioli. meglio un vermifugo per bocca(nemex) o per cute? La rigrazio molto per la sua disponibilità e per il prezioso aiuto.
Grazie, buon lavoro, Francesca
Se qualcuno volesse adottarli... ho già 7 gatti e due cani!

Buongiorno, meglio eliminare subito i parassiti, anche perché quelle che lei descrive sono quasi sicuramente delle tenie. Inoltre i cuccioli possono subire sia danni intrauterini sia dopo la nascita.
I farmaci disponibili sono molti e sicuri, l'importante è che chi li prescrive li conosca bene.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.6.2010

Buon giorno Dott. mi chiamo Alessandra, ho un labrador di due anni , si chiama fiocco le spiego ad aprile di questo anno nell'orecchia destra ha avuto l'utite gli ho messo l'antibiotico sempre prescitto dalla veterinaria ed è guarito, ma adesso sempre nell'orecchia destra si è formato del cerume in profondita , e gli sto mettendo quello che pulire le orecchie , sempre prescritto dalla veterinaria , io gli voglio tanto bene poverino lui va avanti ed indietro , mi puo dire qualcosa per cortesia , la mattina fa un po di fatica a mangiare, è normale ma se non esce tutto il cerume cosa gli faranno? io sono tanto affezzionata e gli voglio tanto tanto bene io a vederlo cosi mi viene da piangere la saluto e la ringrazio , A lessandra aspetto una sua risposta .

Buongiorno, le terapie per queste malattie sono di volta in volta diverse a seconda della diagnosi. Stia tranquilla ma porti dal veterinario il cane anche ogni due giorni per un controllo della situazione.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.6.2010

Buongiorno Dott. Minetti,
ho un gatto Sacro di Birmania femmina intera e mi piacerebbe capire come mai è sempre nervosa o agitata....anche quando fa le fusa spesso ha la coda ballerina!!! Non smette quasi mai di muoverla!!! C'è qualcosa che posso fare per calmarla??
Grazie!!
Bruna

Buongiorno, cosa le posso dire?
Davvero non so che rispondere, se non chiedendole invece perché non la fa sterilizzare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.6.2010

Gentile Dott. Minetti

La mia gatta ha partorito il 12 maggio scorso 2 gattini;

oggi a distanza di un mese, noto in uno di essi, una protuberanza nella zona
dell'ombellico, può trattarsi un'ernia?

E' grave? Cosa mi consiglia di fare?

Grazie
Cordiali Saluti Raffaella Ammirato

Buongiorno, credo sia una ernia ombelicale che va assolutamente vista da un veterinario di sua fiducia per stabilire se è da operare o meno.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.6.2010

mi chiamo gianna ho un cane corso che ho adottato 2 anni fa. Adesso ha 6 anni e ha un problema alla schiena. Non cammina più. mi hanno chiesto uno sproposito per operarlo senza avere garanzie di successo.le sembra giusto che debba sopprimerlo perche non posso farlo operare? grazie

Buongiorno, non è giusto ma in tutto il mondo funziona così. In effetti l'unico modo per supplire a questi problemi è una assicurazione sanitaria che copra almeno le spese per i grandi interventi. Non so che diagnosi sia stata posta perchè lei non lo scrive, le ricordo comunque che la medicinq veterinaria è, per gli animali da compagni di proprietà, esclusivamente privata e non riceve alcun aiuto o sovvenzione dallo stato. Se lei sapesse cosa costa un intervento alla colonna vertebrale su un uomo, anche banale, forse rimarrebbe di sale.
I prezzi di certe chirurgie estremamente difficili e sofisticate sono al di fuori dei prezzi medi dei veterinari, vengono eseguite solo in centri - molto pochi - altamente qualificati e da pochissimi specialisti. Gli investimenti sono altissimi e molto spesso le assicuro che i costi non vengono nemmeno coperti dalle parcelle che vengono richieste.
Non giudichi i medici ma casomai bisogna interrogarsi sul sistema come è oggi strutturato, nessuno pensa prima di dover affrontare certe cose che ci sia - come nella nostra mutua - qualcosa da pagare prima per avere un'assistenza "convenzionata". Del resto i problemi della spesa pubblica sono enormi ed oggi è davvero impossibile trovare risorse economiche anche per questo.
Peraltro solo pochi anni fa il cane non sarebbe stato operato perchè nessun veterinario italiano aveva investito di tasca propria in strumenti, studio, strutture per fare certe operazioni o certe indagini come la TAC o la risonanza magnetica. La crescita dell'offerta di qualità ad alta specializzazione ci ha quindi portato al pari di paesi come l'America, l'Inghilterra, la Francia eccetera, ma ogni cosa ha un costo ed i veterinari vivono tutti solo del loro lavoro privato senza nessun aiuto dall'esterno e soprattutto senza arricchirsi.
Non so dove lei risieda e quindi di più non posso dirle, però in alcune cliniche veterinarie delle università magari riesce a trovare cifre meno alte.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 11.6.2010

sono gianna la ringrazio per avermi risposto ,le volevo dire che la mia lamentela non e riferita al medico veterinario ma alla nostra società. il cane ha un'ernia alla colonna vertebrale, e se mi lamento è solo perchè non ho il coraggio di sopprimerlo,vista l'impossibilita di operarlo comunque la ringrazio .

Avevo capito, la garanzia di guarigione su questi soggetti purtroppo non esiste sia per la mole sia perchè non possono seguire come seguirebbe un uomo le indicazioni post-chirurgiche.
Anche per noi però la garanzia non è mai del 100%.
Se mi dice dove abita magari le dico a quale università può provare a chiedere.
Aspetto sue
E. Minetti

Domanda del 12.6.2010

Buonasera dottore Minetti, sono padrone di un bellissimo meticcio di nome Briciola di15 anni..
ultimamente il mio cane continua giorno e notte a morsicarsi fino a ferirsi, a volte si butta a terra violentemente, sono un pò preoccupato, se mi può aiutare la ringrazio.
Luca

Buongiorno, mi scusi deve assolutamente portare il cane da un bravo veterinario in quanto la cosa mi pare sufficientemente grave. Io non posso fare diagnosi a distanza, e senza visita, e nemmeno impostare terapie da qui.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  123456789