**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2011

Domanda del 3.10.2011

Salve sono Silvia,
ho adottato a Luglio una cagnolina di 3 mesi da un canile. Ha un carattere molto timido e pauroso, però con noi è dolcissima e molto affettuosa ma con le altre persone è molto diffidente. Tiene la coda tra le gambe e scappa a volte abbaia. Ho paura che col tempo possa diventare aggressiva, cosa dovrei fare?
Grazie

Buongiorno, le consiglio di fare una accurata visita ocmportamentale con un veterinario specialista.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 3.10.2011

salve Dottore! Ho una gatta di un anno e mezzo Mirtilla, sterilizzata ma mai vaccinata poichè vive solo in appartamento. qualche giorno fa però abbiamo deciso col mio compagno di prendere un gattino arancione di 3 mesi da una signora che conosciamo da tempo che lo regalava perchè era il quarto gatto in casa e il figlio stava avendo delle allergie...mi ha detto di aver preso il micio al gattile e di avergli fatto tutti i vaccini, fiv felv, esami del sangue e sverminamento. una volta a casa ho tenuto il gattino, la maggior parte del tempo, in balcone verandato con ciotole e lettiera e Mirtilla dentro casa con le sue cose perchè non molto contenta del nuovo arrivo! il piccolo però aveva la pancia troppo gonfia rispetto alresto del corpo molto magro..ed era moscio,non gicava quasi niente, mangiava poco e voleva solo tante coccole..dopo un giorno e mezzo l'ho portato a vedere e la veterinaria mi ha detto che si trattava di Pif e sarebbe morto dopo 5,6 gg..dopo lastra e prelievo di liquido dalla pancia(piena di liquido gelatinoso) mi ha detto che era meglio fargli la puntura..Ora la mia paura è che abbia infettato Mirtilla perchè una volta lui ha bevuto nella sua ciotola e viceversa e lei ha fatto pipì nella lettiera del micio...può essere?! lei che ne dice?? lei ora è bellissima e sanissima ma ho letto che possono arrivare i sintomi anche dopo mesi,...c'è un qualcosa che si possa fare per capire se è stata infettata?? grazie molte!! mikela

Buongiorno, la situazione per il gatto adulto è di basso rischio ma non è ovviamente completamente tranquilla. Posso solo di chiedere al suo veterinario curante di tenere monitorata la gatta usando alcuni esami di laboratorio definibili quasi dei "markers": elettroforesi delle proteine seriche, alfa-1-glicoproteina acida, emocromocitometrico.
Il titolo degli anticorpi serve di per se e da solo a poco perchè non è quasi mai in relazione alla malattia vera ma solo all'avvenuto contatto con un generico virus corona nella vita passata.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 4.10.2011

salve o un meticcio di 4 anni e ogni tanto il mio cane mi fa le feci con il sangue ma non sempre cosa devo fare ?poi e pieno di forfora e dde una cosa che non a mai avuto prima,nel cibo gli metto sempre un cucchiaio di olio extra di oliva....grazie da alida

Buongiorno, la prima cosa da fare è un accurato esame parassitologico delle feci per escludere la presenza di vermi o altri parassiti intestinali. In alcuni casi è addirittura meglio eseguire una terapia parassiticida alla cieca e poi rivalutare il caso. La forfora può essere un segno essa stessa di parassitosi gastrointestinali oppure non avere alcuna relazione con esse.
In casi come questi però una accurata visita clinica veterinaria è la soluzione migliore.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 5.10.2011

Buonasera Dottore,
ho un cagnolino meticcio di 11 anni operato per i calcoli due anni fa e nuovamente da una settimana. Vorrei sapere se dovrà mangiare solo mangimi medicati per calcolosi (costosi e poco appetibili per il cane) o possiamo nutrirlo con una dieta casalinga.
Grazie per la disponibilità.
Carlo Sauro

Buongiorno, la dieta casalinga deve essere comunque formulata in base a precisi criteri che derivano dal tipo di calcoli che sono stati rinvenuti. In base all'esame di laboratorio sui calcoli si consocerà la loro composizione e si potrà cercare di contrastare la sempre possibile recidiva usando un protocollo dietetico e terapeutico adatto. Senza l'esame non sarà quindi possibile nè somministrare una dieta industriale mirata nè una dieta casalinga studiata appositamente per il suo cane o prescrivere terapie adiuvanti.
La dieta casalinga è molto più difficile comunque da formulare e preparare correttamente ogni giorno e richiede un impegno serio e costante da parte vostra a fronte di un possibile piccolo risparmio economico: dovete valutare voi cosa sia meglio e cosa vi sia possibile fare davvero.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 6.10.2011

Gent.le Dott. Minetti, ho notato che la mia cagnetta di 7 mesi ha fatto qualche bisognino (feci) con in mezzo tante piccole palline gialle di 1-2 mm di dimensioni; siccome raccoglie in giro fichi secchi potrebbero essere quei semini dei fichi? perchè lei mastica poco ma manda giù tutto! spero non siano parassiti intestinali anche perchè la sto sverminando periodicamente! in ogni caso chiederò anche al mio veterinario.
grazie
cordiali saluti

Buongiorno, bisogna esaminare ciò che lei ha trovato al microscopio per escludere che siano proglottidi di tenia "Diphilidium Caninum" che hanno le caratteristiche macroscopiche da lei descritte.
Se però fossero granini duri difficili da schiacciare sono di sicuro semi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 10.10.2011

Buongiorno Dr Minetti oggi scrivo perche' ho un problema ma cominciamo dal principio.Vivo in Sardegna piu' precisamente in provincia di Cagliari e da circa due anni mi prendo cura di una piccola colonia felina composta da circa dieci gatti che vivono nei pressi del parcheggio del cimitero del mo paese, (una piccola area verde) li tutte le mattine vado per portare loro da mangiare purtroppo pero' da un po' di tempo un signore/a che abita nei pressi lascia uscire i suoi tre cani da soli senza controllo, questi cani cercano tutte le volte di aggredire i gatti quindi io cerco di proteggerli rimproverando i cani e scacciandoli, stamane pero' mentre ero intenta ad allontanare i cani una signora (non e' la proprietaria dei cani) mi ha detto che non potevo piu' continuare a sfamare i gatti perche' la legge lo vieta e rischiavo di prendere una multa. Ora non so come comportarmi di sicuro non voglio abbandonare i poveri mici al loro destino vorrei quindi sapere come sono le leggi in merito all' argomento e se ce ne sono dove posso reperirle per stamparle e andare a parlare con il sindaco del mio paese per cercare di risolvere il problema,voglio andare fino in fondo a questa storia ma ho bisogno di aiuto quindi chiedo a lei di indirizzarmi.Grazie per la sua disponibilita' e chiedo scusa se mi sono dilungata ma era necessario aspetto presto una sua risposta. Jessica

Buongiorno, le colonie feline per legge sono di competenza del comune e del sindaco che deve occuparsene anche da un punto di vista sanitario. Inizi a rivolgersi ai servizi veterinari ASL del suo territorio e se non avesse una risposta adeguata e positiva le consiglio di contattare una delle grandi associazioni animaliste che hanno una struttura con assistenza anche legale mirata proprio per aiutare i cittadini a risolvere queste problematiche sul territorio. Contatti per esempio la LAV di Cagliari e senta cosa le dicono.
In ogni caso NON è vietato nutrire una colonia felina stabile ma deve essere fatto rispettando dei precisi criteri, mentre è vietato liberare tre cani in luogo pubblico senza rispettare le minime regole della convivenza civile.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 10.10.2011

Buongiorno Dott. Minetti,
vorrei maggiori informazioni per quanto riguarda l'alimentazione del cane. Il mio è un meticcio di media taglia di circa 9 mesi, magrolino. Sento molti pareri contrastanti tra loro. Potete aiutarmi sugli alimenti banditi e quelli raccomandati? E' giusto alternare tra crocchette, pasta scondita e cibi umidi per cani? Grazie per l'attenzione.
Moira

Buongiorno, vorrei poterle rispondere ma davvero servirebbero giorni. Credo che la persona più indicata a farlo sia il suo veterinario curante prendendo un appuntamento apposta per avere una dieta corretta e personalizzata proprio per il suo cane.
Comunque la regola migliore da seguire sempre è quella del buon senso: non dia cose da mangiare di cui non è sicura al 100% e prima di introdurre nuovi alimenti si informi sempre se sono adatti. In rete esistono comunque molti siti estremamente seri di medicina veterinaria in cui può leggere cose sensate e non sciocchezze.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 10.10.2011

Buongiorno, volevo chiedere se posso utilizzare Otalgan Spray auricolare per pulire le orecchie della mia gatta.
Grazie. Saluti. Emanuela

Buongiorno, direi proprio di no. Deve usare uno dei tanti prodotti specifici per la pulizia delle orecchie del gatto che trova sia nei negozi molto forniti sia nelle farmacie.
Si ricordi comunque che prima di usare un qualunque prodotto anche ad uso locale deve essere il veterinario che da il consiglio appropriato perchè lei magari pensa che le orecchie siano solo sporche ed invece sono malate ed hanno una otite.
Infatti difficilmente le orecchie esterne di un animale sono solo sporche per cause esterne ma usualmente sono sporche per cause patologiche e necessitano quindi di una diagnosi precisa ed una terapia mirata.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 12.10.2011

Buongiorno..io vorrei sapere un informazione..ho una bouledogue francese di 1 anno..è da quasi 1 mese che si lecca in continuazione le zampe soprattutto le anteriori..così tanto da togliersi il pelo intorno alle dita..l'ho portato dal veterinario e mi ha dato un antibiotico e uno shampoo-balsamo..già il giorno stesso abbiamo visto dei miglioramenti..ma il veterinario ci ha consigliato una visita generica dal dermatologo..nonostante tutto è allergica al lievito..
Saluti e grazie
Octavia

Buongiorno, probabilmente il suo cane è allergico/atopico e deve essere indagato in tal senso.
L'età però consente di aspettare ancora un poco ad eseguire le analisi del caso, si può trattare per un lungo periodo con antibiotico e shampoo terapia per valutare con calma la situazione.
Clinicamente credo sia bene non sospendere le cure prima di 4 settimane di seguito se il risultato è buono.
Ovvio che l'alternativa è una visita specialistica con un veterinario dermatologo.
Mi faccia sapere
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 12.10.2011

salve,ho trovato un cane,razza carlino,l'ho portato da un veterinario privato per controllare se avesse il microchip,e non lo ha.Poi sotto consiglio dello stesso veterinario ho portato il cane all'asl di zona dove mi hanno detto di chiamare il canile comunale di zona,dove ho effettuato la denuncia che avevo trovato un cane ma non mi hanno rilasciato nulla,visto che era stata fatta via telefonica.Il giorno dopo aver fatto la denuncia mi hanno chiamato dal canile dicendo di aver ritrovato il padrone,come mi devo comportare.Non mi fido...cosa mi succede se tengo il cane..????attendo risposta al quanto urgente la ringrazio per l'attenzione.

Buongiorno, deve andare senza il cane e farsi mostrare prove che davvero sia quello il vero proprietario, per esempio fotografie, il libretto sanitario veterinario con le vaccinazioni, eccetera.
Ovviamente lei non può tenere il cane se appartiene ad altra persona, e si è solo smarrito, perchè andrebbe incontro ad una denuncia penale con varie imputazioni, anche importanti.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  1234