**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Febbraio 2011

Domanda del 8.2.2011

Buona sera,
la contatto per esporle un problema che mi preoccupata.
Io ho un York shire di 3 anni, ultimamente sto notando che ha perso il pelo sulla punta e intorno al tartufo, sinceramente comincio a preoccuparmi, all'inizio era poco visibile la cosa ma oggi ho notate che addirittura ha quasi tutto il tartufo senza pelo vedendosi addirittura il colore della pelle.
Come poso agire dottore??
La ringrazio anticipatamente.

Buongiorno, deve fare solo la cosa più ovvia: una visita veterinaria, magari anche con uno specialista dermatologo.
Ciò che lei descrive può essere dovuto a molte cause, ed alcune sono davvero gravi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 8.2.2011

buonasera dottore,
le scrivo perchè oggi il mio pincherino di 10anni ha subito un intervento di ernia perineale, più relativa castrazione. volevo un pò conoscere il suo parere su questo tipo di intervento, se può essere recidivo e come mi devo comportare in questi gg che seguiranno. il mio veterinario mi ha prescritto un antibatterico e antidolorifico, in più m'ha consigliato un attenta pulizia della zona interessata. anche se l'intervento è andato bene sono molto preoccupata in quanto mi ha detto che c'è la possibilità di un rigetto da parte del cane per quanto riguarda i punti e la retina inserita all'interno. lei può darmi qualche consiglio o informazione in più?grazie per l'attenzione.mara

Buongiorno, direi che le informazioni le ha già avute dal suo veterinario che da quanto scrive mi pare preparato, serio ed attento.
Segua quindi tutte le indicazioni ricevute e se ha dei dubbi o delle paure chieda con serenità a chi lo ha operato e conosce tutto, a differenza mia che non so nulla del paziente.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 8.2.2011

buona sera dottor sono la mamma di un chiuhaha di 11 mesi. sistemicamente una volta alla settimana soffre di mal di pancia di conseguenza diarrea con sangue nelle feci. fatto ecografia diagnosticato intestino meteorico. combiato dieta basata sul secco assumendo antibiotici e fermenti lattici da una settimana. la mia vetterinaria la paragonata a quella che nell uomo si chiama morbo crohn.lei cosa ne pensa e come mi devo comportare quando si presentano questi fenomeni? grazie da parte mia e dal mio amato pulce

Buongiorno, per avere una diagnosi precisa in questi casi non è sufficiente emettere un sospetto ma bisogna andare a fondo.
Infatti se i sintomi si possono assomigliare nelle varie malattie gastro-intestinali le terapie ovviamente sono diverse in base alla diagnosi precisa. Se quindi si deve chiudere il cerchio serve un veterinario gastroenterologo ed anche una endoscopia compresa di istologia, che è esattamente ciò che viene fatto a noi umani.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 9.2.2011

Salve Dottore,
ho un meticcio di circa 9 mesi di 8kg di peso, tipo jagd terrier. Da un mese circa zoppica alla zampa posteriore sinistra, sia dopo essere stato al parco, sia quando si alza dopo essere stato a riposo. Il mio veterinario ha tentato una settimana di cura con Rymadil, praticamente senza successo, ora deve fare una radiografia, per sospetta displasia dell'anca.
Se la diagnosi fosse confermata, che problemi avrebbe in futuro? Potrebbe guarire? Posso intervenire in fase di crescita per scongiurare eventualmente la malattia?
Grazie per la sua cortese risposta.
Alessandra

Buongiorno, la diagnosi precisa consente una prognosi precisa e quindi le opzioni terapeutiche praticabili. Senza questi passaggi è impossibile darle qualunque risposta, mi spiace.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 9.2.2011

Buongiorno dottore,
siamo una giovane coppia e vorremmo proprio un consiglio.
ci piacerebbe moltissimo prendere un cagnolino in affidamento, ma causa lavoro siamo impossibilitati a tornare almeno per pranzo ad accudirlo.
Dato che non essere delle persone irresponsabili e prendere un cane tanto per prendere,vorremmo un suo parere. Non è proprio possibile lasciare un cagnolino, pur abituandolo fin da piccolo, a stare tutto il giorno da solo vero? Soffrirebbe troppo?

Ringraziandola porgo cordiali saluti

Valentina da Milano

Buongiorno, una risposta precisa si può solo dare se si sa che carattere ha il cane, di che mole e razza lo volete e quanto tempo in realtà starà solo, e come.
Poi detto questo a priori non si può dire altro che se il cane lo prendete in affido da un canile - ove vive in gabbia recluso per forza 24 ore su 24 - una soluzione come la vostra è già fantastica per lui.
E' tutto relativo come vede.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 9.2.2011

la mia gatta albina vive perennemente con il collare elisabettiano perchè soffre di violente dermatiti che la portano ad avere escoriazioni terribili......ho provato cure...medicine...croccantini costosissimi(tipo il forza10 al pesce)...ma niente da fare..
Vi prego cortesemente di darmi qualche consiglio perchè non sò più cosa fare....
grazie e viva gli animali....
Vincenzo

Buongiorno, credo che manchi la cosa principale nel suo racconto: la diagnosi, e quindi che malattia è presente oggi nel suo gatto.
Da ciò che scrive ho il dubbio che la diagnosi non sia mai stata fatta e che le terapie siano state dei tentativi e non sia stato seguito un vero iter diagnostico serio.
L'unica cosa da fare è una visita altamente specialistica con un dermatologo veterinario valido.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 10.2.2011

BUONGIORNO DOTTORE...HO ADOTTATO UN CANE DA 2 SETTIMANE E PUNTUALMENTE OGNI VOLTA CHE ESCO DI CASA PIANGE. HO PROVATO CON IL DAP MA NON è CAMBIATO NIENTE.
SONO PREOCCUPATA PERCHè IL CANE NON è UN CUCCIOLO AVRà UN ANNO.
C'è QUALCHE ATTEGGIAMENTO CHE DEVO ADOTTARE PER TRANQUILLIZZARLO PRIMA DI USCIRE?? GRAZIE

Buongiorno, le consiglio di fare visitare subito il cane da un collega comportamentalista.
Il DAP lo metta come collare.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 10.2.2011

salve mi chiamo barbara.A luglio 2010 ho trovato nel naviglio a milano un setter inglese maschio età stimata 8 anni non sterilizzato,dopo gli accertamenti del caso abbiamo deciso di adottarlo e adesso vive in casa con la mia famiglia composta da due ragazze 18 e 22 anni e mio marito un pincher femmina di 8 anni e un gatto di 5anni.Fin dall'inizio si è comportato bene (a parte le pipì quando esco) ma ultimamente si è messo a ringhiare contro di noi anzi adesso ringhia e abbaia.Siamo seriamente preoccupati

Buongiorno, non posso certo dirle altro che contattare subito tramite il suo veterinario un collega comportamentalista.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 11.2.2011

Salve dottore,
vorrei sapere qual'è la cura migliore per un cucciolo meticcio di 9 mesi di piccola taglia affetto da displasia dell'anca. Secondo il suo parere è sufficiente somministrare un'antinfiammatorio ed un mangime specifico ( j/d della Hill's ) per aiutarlo dato che è ancora in fase di crescita?
Esiste una terapia risolutiva ( a parte la chirurgia )?
Grazie.
Silvia

Buongiorno, la cura migliore non esiste, esiste solo la cura giusta che può essere prescritta solo in presenza di una diagnosi precisa da parte del veterinario, magari esperto in ortopedia.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 11.2.2011

Buongiorno, ho adottato da una settimana due cani presi insieme da un canile, maschio e femmina di un anno e dieci mesi. Come fare per insegnare loro a fare fuori casa i bisogni? Durante la notte infatti capita che facciano la pipì in casa (normalmente escono intorno alle 22.30/23 e poi la mattina intorno alle 7/8. Grazie per i consigli che vorrà darmi. Cordiali saluti. Rosy

Buongiorno, essendo due cani abituati a vivere in gabbia ed in canile credo che dovrà avere pazienza e ricondizionarli nel tempo. Se non ce le fa da sola deve chiedere l'intervento diretto di un veterinario comportamentista.

Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  12345