**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Maggio 2011

Domanda del 10.5.2011

Salve,
vorrei chiedere un parere, ho un meticcio di 18 anni, inizia a non vedere bene con entrambi gli occhi, non posso portarlo piu a fare i suoi bisogni in quanto non riesce a camminare come prima, a volte non riesce ad alzarsi da terra lo devi aiutare a metterlo su, è dimagrito ma mangia normalmente, purtroppo i suoi bisogni li fa in casa, non riusciamo piu a gestire questo problema, con il caldo alle porte il problema sarà ancora piu grande, come mi devo comportare?
Grazie, saluti
Ciro

Buongiorno, deve portare il cane a fare una visita completa ed una serie di esami del sangue per valutare le condizioni generali dell'animale. Dopo avrà un quadro più completo e potrà decidere insieme al veterinario quale strategia adottare tenendo ben presente che l'età del suo cane è davvero veneranda..
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 12.5.2011

Buon giorno, ho un maltese che è sempre stato un cane pauroso, anche se vicino ad altri cani più grandi se si sente in pericolo comincia subito a ringhiare, ma ultimamente quando lo porto a fare la solita passeggiata, sempre stesso percorso, il rumore delle moto e degli autobus, che fin da piccolo lo impaurivano, adesso lo portano ad avere un vero e proprio "terrore" si accuccia e cammina quasi con la pancia a terra, e nello stesso tempo tiene la lingua fuori dalla bocca come se avesse una improvvisa sete.
Ho provato ad accarezzarlo, a tranquillizzarlo, ma niente da fare così' per tornare a casa sono costretta quasi a trascinarlo.
Cosa mi consiglia?
La ringrazio in anticipo, cordiali saluti
Irma D'Atri

Buongiorno, deve assolutamente rivolgersi ad un veterinario comportamentalista perchè la situazione del suo cane, già patologica da tempo, non essendo stata affrontata correttamente è diventata davvero limite.
Non so come e cosa si possa risolvere ma di sicuro l'unico modo per saperlo è quello di affidarsi ad un professionista serio ed esperto, avendo totale fiducia in lui e nelle sue prescrizioni.
In questi casi serve infatti una vera diagnosi sul singolo paziente ed una cura assolutamente personalizzata. Tutto il resto sarebbe oltre che tempo e denaro buttati via anche un probabile peggiorare le cose già così gravi.
Il benessere del suo cane passa quindi solo da lei ora, chieda al suo veterinario un nominativo nella sua città o consulti i siti di SISCA e ASETRA.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 13.5.2011

buongiorno dottore,mi chiedevo se devo considerare grave il fatto che i miei due cani (barboncini )si sn mangiati completamente una coscia di pollo compreso l'osso .nn so se l'anno mangiata tutti e due o uno solo la prego mi risponda presto e se dovesse essere grave se si puo' fare qualcosa?

Buongiorno, premesso che questo non è un servizio di "pronto soccorso veterinario on-line" le consiglio di fare vedere i cani dal suo veterinario che se riscontrerà qualche anomalia eseguirà radiografie di controllo, eccetera.
Di sicuro avendo due cani in casa è bene stare sempre attenti a queste cose che in effetti qualche problema possono crearlo.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 13.5.2011

buongiorno, la mia meticcia di 13 anni da qualche giorno vomita subito dopo aver mangiato (ma solo il cibo cotto preparato da me) le crocchette invece no, in ogni caso ha meno appetito del solito, cosa mi consiglia di fare? grazie

Buongiorno, bisogna che lei la faccia visitare quanto prima. Questo perché data l'età avanzata è necessario verificare bene da dove provenga questo vomito strano, senza quindi tralasciare esami del sangue e diagnostica per immagini (radiografie, ecografie, eccetera) qualora fossero necessarie per arrivare ad una diagnosi precisa.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 14.5.2011

Gentile dottore, vorrei un consiglio x una giovane tortora che ho in casa, libera, da parecchi mesi, perchè uno dei miei cani le ha spezzato un'ala. Perde troppe piume, ha perso anche la coda. Il mio vet. mi ha detto di spruzzarla con il Foractil ma non è servito. Io temo sia l'alimentazione. Non vuole il grano, non le piace molto l'avena, adora mangime per canarini e pappagallini e stop. Rifiuta pane, verdura, frutta e crocchettine, che quelle libere invece rubacchiano. Le do il depuratore Candioli x integrare vitamine e aminoacidi. Eppure non credo sia debilitata, perchè ho avuto per 15 giorni una piccola tortora caduta che non volava bene, ma si è ammalata, una forte diarrea, ed è morta. Ma il mio (è un maschio combattente) ha avuto la diarrea una sola volta ed è guarito da sè. Stiamo pensando di costruire una voliera in giardino per farla becchettare dal terreno, aperta sopra chissà qualche altra tortora lo va a trovare. Potrebbe essere psicologico? Qualche consiglio? Grazie. Delia

Buongiorno, mi spiace ma non sono in grado di aiutarla in quanto non esperto di tali animali. Le consiglio di cercare un veterinario esperto in ornitologia.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 15.5.2011

Buongiorno dottor Minetti,
Sono Ilaria, Vihy la mia border collie di 6 mesi è stata sottoposta il 06/05/11 ad un intervento di ostectomia al collo del femore all'anca destra, non era displasica ma si era provocata una micro frattura da piccola e l'osso è cresciuto male facendola nell'ultimo periodo zoppicare vistosamente.
L'operazione è andata bene mi hanno detto, ma ad oggi non appoggia ancora la zampina,mi potrebbe anche lei darmi tempi di recupero e consigli per aiutarla a risolvere il suo problema.Nelle statistiche ci sono stati casi che non sono andati a buon fine ?. Mi hanno consigliato anche il nuoto cosa che provvederò a fare appena toglie i punti.
La ringrazio anticipatamente per la sua cortesia.
Ilaria

Buongiorno, in dieci giorni di sicuro non è possibile che il cane torni normale.
La necrosi asettica della testa del femore - che credo sia il problema del suo cane da ciò che scrive - necessita dell'intervento ma prima che si formi una nuova articolazione spesso devono passare settimane. In ogni caso esprimere un parere compiuto senza radiografie e visita è davvero impossibile, mi spiace. Di certo la riabilitazione (esistono centri veterinari specifici) sarà fondamentale per il recupero dell'arto leso.
Abbia comunque pazienza e chieda comunque lumi al suo veterinario.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 17.5.2011

gent. Dottore vorrei sapere quanto tempo un gatto intero in calore si allontana da casa??? il mio manca da un mese ed ho perlustrato tutte le campagne e strade limitrofe a casa mia ( io abito fuori città ) per verificare una eventuale "morte" e non ho trovato nulla. Vivo nella speranza che torni. Grazie Claudia

Buongiorno, come ho risposto molte volte quando un gatto si allontana da casa diventa in poco tempo un gatto introvabile.
Infatti se il cane è più facilmente riconoscibile ed avvicinabile il gatto che inizia una vita randagia cambia aspetto in pochissimo tempo, inoltre senza microchip è spessissimo impossibile da identificare fra gli altri gatti randagi. Che torni dopo un mese è però davvero improbabile ma non impossibile.
Per evitare questi spiacevoli e dolorosi eventi bisogna che si accetti che la sterilizzazione è il primo passo per prevenirle e per combattere il randagismo, e che il microchip è l'unico modo per identificare e ritrovare i propri animali.
E questo dipende solo dai singoli proprietari che si impegnano per dare al proprio animale una vita sicura e di vero benessere.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 17.5.2011

buona sera dottore,la mia maltesina di otto anni da circa tre mesi sembra aver perso l'udito. L'ho portata da due veterinari che visitandola non hanno riscontrato nessuna problematica a livello di infezione o infiammazione o corpi estranei , ma perdere cosi' all'improvviso l'udito da cosa puo' dipendere? cosa mi consiglia dottore ,la ringrazio anticipamente .Lucia

Buongiorno, provi a far eseguire una visita neurologica specialistica a cui potrebbe seguire una indagine strumentale più approfondita fino ad arrivare alla TAC od alla RM.
Le cause della sordità precoce sono molte e senza indagini specifiche non si possono individuare.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 18.5.2011

Buongiorno dottore, ho un chiuhua di 10 anni che il 7 maggio ha fatto un'ablazione del tartaro e ha estratto 6 dentini davanti che ballavano e che avevano sotto granuloma, abbiamo fatto 10 giorni di stomorgil 2 con applicazione di gel stomodine, da domenica 15 però ha cominciato a sbattere le orecchie, pensando che gli fosse entrato qualcosa l'ho portato a far vedere ma le orecchie sono a posto non c'è neanche irritazione che sia che le gengive le danno ancora fastidio? Oppure nella più grave delle ipotesi devo preoccuparmi a livello neurologico? La ringrazio anticipatamente Rosy Venditti

Buongiorno, direi che è molto difficile da lontano darle una risposta sensata.
Credo che sia bene fare controllare ogni 2-3 giorni il cane e magari proseguire con la terapia antibiotica per sicurezza ancora 10 giorni.
In ogni caso ciò che descrive non è da visita neurologica per ora.
Ne riparli con il suo veterinario curante ed esterni i suoi dubbi e le sue paure.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 18.5.2011

Gentile Dott. è di nuovo Claudia che le scrive. Lei ha perfettamente ragione...... ma il mio gatto ( persiano puro ipertipico al 100% classificato da mostra e non da compagnia) non è stato sterilizzato perchè giudicato "stallone" purtroppo a seguito di una grave infezione gli è stata amputata la coda quindi facilmente riconoscibile.....Io comunque ho formulato male la domanda volevo sapere quanto tempo è normale che si allontanino quando sono in calore; gli altri componenti la "famiglia" sono comunque sterilizzati e microcippati.....Alfio era unico e mi manca da morire ho persino offerto una grossa somma a chi lo riporta.Grazie

Buongiorno Claudia, mi spiace per la sua sincera sofferenza. Resta il problema che una vostra scelta (non castrarlo, per qualunque motivo, anche usarlo come riproduttore) ha comportato quanto è successo un mese fa. Non c'è nemmeno un tempo (mesi, giorni od ore) in cui mantenere viva o meno la speranza che torni: è tutto assolutamente casuale.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  123