**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Maggio 2011

Domanda del 18.5.2011

Gent.le Dott. Minetti, le volevo porre qualche domanda, spero che possa rispondermi a tutte: ho una cagnolina di 2 mesi (incrocio tra jack russel e yorkshire) e il veterinario mi ha detto di farla mangiare 3 volte al giorno e circa 40 gr di crocchette ogni volta, però lei essendo molto molto vivace e non stando mai ferma a volte è come se per la fame sia più nervosa; tutto ciò per sapere se posso aumentare qualche pasto in più oppure la dose ogni pasto! e un'altra cosa: vorrei insegnarle a stare al guinzaglio, qual'è il modo migliore per farlo? devo aspettare perchè a 2 mesi è piccola o va bene agire adesso?
la ringrazio di cuore,
cordiali saluti
Daniela

Buongiorno, il suo cane è molto piccolo ma anche nell'età giusta per apprendere meglio. Ciò che lei mi chiede necessiterebbe di un libro però per risponderle!
Quindi le consiglio o di partecipare ad una cosiddetta "puppy-class" con un veterinario esperto di comportamento e/o un educatore esperto oppure di acquistare un buon libro.
Ovviamente il tutto deve passare anche attraverso il dialogo con il suo veterinario cui deve e può chiedere ulteriori consigli.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 19.5.2011

Salve, sto per adottare un cucciolo di cane che proviene da una associazione di Napoli, trovato abbandonato assieme ad altri cuccioli. Vorrei sapere quali sono i controlli veterinari a cui è consigliabile sottoporre il cucciolo anche in vista del fatto che ospito già 4 gatti e non vorrei rischiare di far fronte a delle epidemie! Grazie mille, saluti.
Lucy

Buongiorno, ovviamente la prima cosa da fare ancor prima di portare il cane a casa è una approfondita visita veterinaria. Tenga presente che le malattie più frequenti in questi frangenti sono quelle parassitarie, comprese le micosi e la leishmaniosi.
I suoi gatti sono esposti a pochi rischi ma ovviamente essi devono essere ridotti a zero.
Piuttosto programmi un periodo di quarantena prima di fare entrare in casa il nuovo cane se non siete sicuri che sia sano.
Saluti
Dr Emanuele minetti
Milano

Domanda del 21.5.2011

la settimana prossima prenderò il traghetto per la sargegna e so che la compagnia con la quale viggerò vuole che i cani stiano nelle apposite gabbie. come devo co portarmi? devo dare qualche tranquillante al cane? che rischi ci sono?

Buongiorno, non sapendo nulla del suo cane, nè la stazza nè il carattere, nè la razza o lo stato di salute, la risposta che posso darle è di rivolgersi ad un bravo veterinario cui chiedere e chiarirsi ogni dubbio.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 24.5.2011

Buongiorno dottor Minetti,
per cortesia vorrei avere alcune informazioni.
Ho una cagnolina jak russel di 10 mesi e l'ho presa quando aveva 2 mesi e mezzo: é bravissima, vivace e affettuosa ma, da un pò di tempo, comincia a rosicchiare il copridivano, gli infissi delle finestre, il suo quadrotto per i suoi bisognini, i tappetini della cucina e del bagno, alcuni giochi morbidi appositi per loro cagnolini, ecc. e qualsiasi altra cosa che le capiti. Questo succede sopratutto quando la lasciamo in casa da sola , anche per qualche istante. Sottolineo che lavoriamo e la portiamo fuori 3 o 4 volte al giorno, possibilmente.Non so più cosa fa, anche perché ho spruzzato sugli oggetti sopra citati spray adatti e disabituanti vari. La ringrazio tanto e rimango in attesa.

Buongiorno, i prodotti che lei ha usato sono usualmente assolutamente non efficaci. Invece lei deve - vista la razza del cane, la sua età ed i suoi comportamenti - fare una visita con un medico veterinario comportamentista esperto.
L'unica soluzione è passare da lì, il resto peggiora le cose e le fa spendere molto di più.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 24.5.2011

Salve,
Le scrivo per un problema che ora mai sta cominciando a diventare un assillo per me. Io sono ho uno staffordshire bull terrier, qualche mese fa ha cominciato a zoppicare dalla zampa anteriore destra. Io subito allarmato l'ho portato dal veterinario che non ha riscontrato nulla. Dopo un mese l'ho riportato perchè il problema persisteva, quindi sono state fatte lastre in diverse posizioni, ma anche li non abbiamo riscontrato nulla di strano, alla fine si è pensato ad uno stiramento di un muscolo.
Ora sono passati circa 2 mesi e le cose sono notevolmente migliorate ma comunque ogni tanto, soprattutto quando sforza correndo, zoppica ancora un pochino.
Secondo Lei è lo stiramento che sta guarendo? o mi devo preoccupare?

Grazie Denis

Buongiorno, è possibile sia una lesione muscolare in via di guarigione. Da lontano non mi è possibile dirle però di più.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 28.5.2011

Buonasera DR. , la gatta ormai è morta, ma non avendo avutorispote adeguate dai suoi colleghi che l'avevano in cura, le epilogheròi fatti, sperando di fare luce sulla morte della micetta. Nome Mia, gatta tipo soriano 8 anni sterilizzata, vive in cortile condominiale, e di notte dorme in una magazzino, con un altra gatta (a casa ho un gatto maschio), l La gatta ha iniziato star male 3 mesi fa, rifiuto cibo, depressione, occhio lacrimoso forfora sul pelo, che era dritto, disidratazione, la gatta beveva molto.
Il veterinario le prescrive analisi, per valori fegato e
reni.(solo poche analisi, ha escluso fip/felv). I reni sono nella norma, quelli del fegato no, transaminasi alte, e fosfatasi alcalinaed amilasi, altissime. (diagnosi, epatopatia), magari vivendo nelcortile ipotizzava l'ingestione di qualche sostanza, cura con
epargriseovit, tad, gluttamax pasta, stillbiotic occhio, dopo 10 giorni la gatta sembrava stare meglio, ritornodell'appettito, e maggior dinamicità, nuove analisi, stavolta su mia richiesta emocromo completo,
ed anche sierologico e metabolico (fip/felv negativi), risultati nella norma, i valori alti erano rientrati> ancora legg alte transaminasi si era però
alzata ad 80 l'azotemia, Altissima la creatinafosfochinasi Dopo alcuni giorni alla gatta sparisce anche la forfora; per il veterinario la gatta è guarita.(anche se per me, era SEMPRE UN PO' DEPRESSA ). Dopo 10 giorni, la gatta torna di nuovo, ad essere più depressa, nuovo dimagrimento e minor appettito,il pelo torna
fosforoso, questa volta decido di cambiare veterinario. Gli vengono fatte le analisi delle urine, e ecografia addominale e lastra al torace. La diagnosi è "NEFROPATIA DEGENERATIVA BILATERALE". Forse dovuta ad una sostanza (la midollare visibile, è compatiile
all'ingestione di qualche sostanza chimica, glicole etilenico)..
Ache urea, 114 creatinina 3,70ed amilasi 2115 lipasi 714 sono alterate. creatina fosofochinasi ancora a 700 La cura, consiste in cibo apposito per gatti con IR (renal/stuzzy), fortekor, mezza pastiglia al giorno.
> sulcrafin 1/4 bustine in acqua, mattina e
sera, soluzione fisiologica 120 ml al giorno. La gatta, con
questa cura ha avuto una andamento ciclico, a giorni affamata edinamica, a volte stanca depressa e senza energia. l'ho portata per un prelievo ed ero in attesa delle analisi, laveterinaria, era fiduciosa che IR si potesse tenere sotto controllo, ma ieri sera la gatta era stanchissima, le zampette posteriori, non la
reggevano, visto che era a digiuno dalla mattina, le ho dato mezzascatoletta di stuzzy in bocca tramite siringa, poi la soluzione fisiologica.Ma stamane l'ho trovata morta.
> il pomeriggio vado a ritirare le analisi, il fosoforo è sceso a 5,9 le altre rimaste uguali.
Anzi aveva un'infezione, perchè i valori dei linfociti emonociti edeosinofili, si era alzato, così come quelli dei neutrofili segmentati.
Ma comunque La sua collega è rimasta basita quando le ho raccontato che la gatta era morta, per lei nonc'erano le condizioni, ha ipotizzato una complicazione neurologica.
Oral le chiedo alcune cose: per lei di
cosa è morta la gatta? quella cratinafosfochiansi alta, era proprio da ignorare?
grazie.
Fabio De Santis

Buongiorno, non mi è logicamente possibile dare risposta alcuna alla sua domanda.
Credo che, se per lei è importante avere una risposta certa, l'unica possibilità sia quella di fare eseguire una autopsia da un istituto universitario per avere una ipotesi diagnostica post mortem.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano.

Domanda del 30.5.2011

Buongiorno dottore :)
la mia Clio di 9 mesi, incrocio tra pastore tedesco e lupo (più o meno), è stata sterilizzata prima del primo calore: tutto bene sia prima che dopo l'operazione.
Ultimamente però, quando beve molto o gioca molto, capita che le scappi la pipì senza accorgersene, magari mentre è distesa; accade molto raramente, nel senso che riesce comunque a controllarla, ma (un pò come i bambini) quando è euforica forse non ci pensa... crede che si possa parlare di incontinenza? conviene che ne discuta con il veterinario?
Grazie mille,
Pasquale

Buongiorno, credo sia bene discuterne col suo veterinario poichè l'incontinenza è sempre un evento raro ma possibile nei cani femmina sterilizzati.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 30.5.2011

salve, io ho un deutscher jagdterrier ed è iperattivo, il suo problema è che con le persone è abbastanza buono mentre con i cani di qualsiasi razza no, piange come un disperato urlando e cerca di attacarli cosa posso fare?

Buongiorno, vista la razza e ciò che descrive l'unica strada percorribile è cercare un bravo medico veterinario comprtamentista. Nel frattempo può provare ad usare il collare ai feromoni.
Salui
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  123