**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Luglio 2011

Domanda del 7.7.2011

Buongiorno,
è rischioso portare un cagnolino in elicottero?
Ho un beagle di 9 anni in buona salute e mi chiedo se portarlo in elicottero, altitudine circa 2.000 metri, possa essere rischioso per la sua salute.
La ringrazio, saluti

Gaia

Buongiorno, è rischioso - se è sano - quanto lo è per lei.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 8.7.2011

max il mio cane di tre anni è stato morso alla gola da suo fratello è stato operato e da allora non si riprende piu .sta isolato ,non gioca piu e non reagisce .si sta lasciando andare.noi lo abbiamo separato da lui ma vedoo che a parte la paura di avvivinarsi sta ogni giorno piu male e non reagisce neanche alle cure farmacologiche.sono disperata.grazie.mariella

Buongiorno, non so cosa dirle, credo che sia necessaria una revisione clinica del problema ed una visita comportamentale se il suo cane è davvero guarito perfettamente dal trauma subito.
Da ciò che scrive non posso dirle di più ma mi pare che forse qualche problema ancora sussiste e fin quando esso non verrà risolto
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 10.7.2011

Buon giorno, vorrei andare in vacanza in un agriturismo in Toscana (LI) con il mio pastore tedesco di 17mesi, ma ho un po' paura per la leishmania...mia sorella abita ad Empoli e gia' due dei suoi cani l'hanno contratta. E' sufficente la copertura con il collare escalibur e l'advantix? E' vero che in Toscana c'e' un gran numero di papatacci? Grazie Margherita

Buongiorno, l'esposizione protratta in zona endemica aumenta in maniera esponenziale il rischio epidemiologico poiché la possibilità che pappataci infetti pungano i cani sono ovviamente maggiori. Per un breve periodo di vacanza tale rischio diminuisce molto, e se il cane viene protetto per bene cala quasi a zero. E' però vero che per ora il rischio "zero" non esiste: deve quindi cercare di non fare dormire all'aperto il cane durante le ore a rischio e cercare di avere luoghi chiusi ben protetti da zanzariere e/o da insetticidi classici venduti per noi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 11.7.2011

SALVE DOTT. MINETTI VOLEVO CHIEDERLE GENTILMENTE UNA DELUCIDAZIONE:
ALLORA IO E IL MIO COMPAGNO ABBIAMO UNA CAGNOLINA (SPITZ TEDESCO NANO) DI 2 ANNI PESO 3.5 KG ALLORA QUEST'ESTATE ANDREMO IN VACANZA IN TOSCANA E DEVO FARGLI LE FIALETTE PER LA LESMANIOSI ALLORA PREMETTO CHE IO O SEMPRE USATO FRONTLINE COMBO (CHE NON COPRE DA LESMANIOSI) VISTO CHE NON SIAMO ANDATI MAI IN VACANZA CON LEI! ALLORA MI SCADE L'EFFETTO FRONTLINE IL 14/07 POI HO COMPRATO ADVANTIX GLIELO METTO IL 14/07? NOI PARTIAMO IL 10-11 AGOSTO COSA FACCIO SO CHE ADVANTIX COMPRE SOLO PER 2 SETTIMANE DALLA LESMANIOSI?? GLI METTO UN ALTRA FIALETTE PRIMA DI PARTIRE?? GRAZIE PER LA SUA ATTENZIONE ELENA

Buongiorno, correttamente applicherà il prodotto il 14 luglio e poi il 7-9 agosto. Nel caso lo riapplicherà dopo altri 15 gg se in area endemica.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 11.7.2011

grazie per la risposta che mi ha fornito volevo chiederle quindi non fa male advantix eè giusto metterlo ogni 15 giorni???per la lesmaniosi?
elena rossi

Buongiorno, se va in zona endemica deve applicare il prodotto più frequentemente ma deve essere il suo veterinario a darle dosi e tempi in base al rischio che il cane corre ed alle sue condizioni di salute.

Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 11.7.2011

SALVE, IL MIO CUCCIOLO DI CHIWAWA HA 2 MESI, IO ANDREI AL MARE AL SUD DAL 13 AGOSTO AL 20 AGOSTO E POI DAL 27 AGOSTO AL 10 SETTEMBRE. POSSO PORTARLO CON ME SENZA FARGLI PATIRE TROPPO IL CALDO OVVIAMENTE???
GRAZIE MILLE

Buongiorno, può portarlo con se ma deve essere:
1- visitato e correttamente vaccinato
2- avere tutte le profilassi che servono nel luogo dove va
3- evitare sole diretto e caldo
4- usare buon senso perchè è come un bambino neonato

Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 11.7.2011

Buon pomeriggio Dott.Minetti, sono la felice compagna di vita di una gatta ed una canina ad agosto andrò in liguria (sanremo) con entrambe ed attualmente le sto trattando con stronghold. il veterinario mi ha detto per la cagnolina di usare advantix per il periodo di vacanza (solo sulla canina perchè so che per la gatta è velenossimo), quello che volevo sapere è se somministrando al cane l'advantix devo tenerla separata dalla gatta e per quanto tempo.
inoltre mi è parso di capire che l'advantix va somministrato 15 gg. prima dell'esposizione nelle aree a rischio e che dura 15gg. (quindi dovrei somministrarglielo unitamente al cardotek il 1/8 ed il 15/8 partendo noi il 16/8).
grazie per ogni informazione e buona giornata
Cinzia

Buongiorno, deve tenere lontana la gatta, solo se ha l'abitudine di leccare il cane, fino a quando il prodotto non è stato assorbito completamnete dalla cute. In area endemica va applicato ogni 15-20 gg e la prima applicazione deve essere fatta alcuni giorni prima del viaggio.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 12.7.2011

Dear Doctor,Sorry I have to write you the question in English. My cat is 2 years old,neutered, female, daughter of Scottish fold and English short hair .she just arrived in Italy on Jun 22.She was all fine and active before,but since about 1 week, i found her is not active anymore.but she still eats,drinks and goes to toilet by herself. when I pulled her to stand up, i can see her walks slowly and carefully, the back legs seem to be lack of strength. She was given pet food since she was born, firstly was Hill's, then AVODERM(from US),she should have good nutrition. I tried to pull her legs, but seems she didn't react with pain. So I really don't know what happened and very worried. Many thanks,Simona

Buongiorno, rispondo in italiano per i lettori del sito, lei può tradurre senza difficoltà.
Quando si presenta una sintomatologia simile è assolutamente necessario che il gatto venga visitato, meglio in una clinica veterinaria con vari specialisti. Infatti le cause di ciò che lei descrive sono molte, da quelle più banali a quelle più gravi, e non essendo sintomi specifici darle un consiglio mi è impossibile. Mi spiace ma deve subito cercare nella città dove abita un centro ove portarla oggi stesso.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 13.7.2011

buon giorno ho un meticcio di 4 anni di taglia medio-piccola. ogni estate con l'arrivo del caldo comincia a grattarsi fino a farsi uscire il sangue. il nostro veterinario ci ha parlato di allergia probabilmente all'erba secca e di fatti quando ricomincia a piovere verso settembre il prurito sparisce. il nostro veterianrio ci ha dato il bentalan ln punture ma finito l'effetto ricomincia.....cosa possiamo fare per alleviare questa situazione senza riempirlo di cortisone.
grazie

Buongiorno, direi che la cosa migliore è rivolgersi ad un collega più esperto e specialista magari di dermatologia.
Infatti anche l'uso del farmaco che nomina non mi pare essere adatto alla situazione.
Direi che la cosa migliore quindi è un approccio completamente diverso da quello che è stato seguito fino ad oggi, sempre che lei come proprietario sia disponibile ad eseguire indagini anche importanti per arrivare alla diagnosi ed alla terapia giusta che ancora non sono minimamente state poste in essere.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 14.7.2011

Salve Dottore,
Da circa 3 giorni la mia gattina di 11 mesi ha il labbro inferiore gonfio,come se qualche animale l'avesse punta o come se avesse una reazione allergica. Ovviamente non mangia,perchè probabilmente è infastidita o le crea dolore. Cosa posso fare? Ho chiamato il veterinario,ma al momento non posso portarla.Spero possa darmi qualche consiglio nell'attesa di poterla portare da un veterinario.
Distinti saluti.

Carla Di Maio

Buongiorno, necessita per forza che sia visitata perchè la lesione che lei descrive può avere varie cause a cui però seguono diverse cure. La più probabile delle diagnosi è quello che viene chiamato comunemente "granuloma eosinofilico felino" ma senza visita vera e non virtuale non se ne esce, mi spiace.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  123