**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Giugno 2013

Domanda del 13.6.2013

Buongiorno Dottore,
sono felice possessore di due cani labrador. (mamma 7 anni e figlia 15 mesi)
Felice fino a quando non li porto fuori, perché da quel momento in avanti mangiano di tutto.
Ovviamente la cosa più fastidiosa" e' quando (con voracità') mangiano feci di cavallo e umane,uccelli morti, strusciamenti vari etc.
Ne sentira' parlare ogni giorno, ma io sono disperato per puzza ,lavaggi e anche perché abitando vicino al Lambro e al parco di Monza non mi va proprio di tenerli sempre al guinzaglio, per cui le chiedo gentilmente qualche consiglio (sempre che ne esista qualcuno).

La ringrazio in anticipo
Francesco Parisi
Macherio

Buongiorno, credo che l'unica soluzione non passi da me ma da un bravo educatore cinofilo che con lei porti i cani in passeggiata nei luoghi abituali.
Durante queste ore insieme lei verrà formato onde cambiare il comportamento in modo efficace e dolce, quindi senza usare mai rinforzi negativi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 13.6.2013

Salve,Dody ha un gran bisogno d'aiuto!!
E' un misto tra yorkshire e lasa apso di 6 anni e 8 mesi, castrato un anno fa per testicolo ritenuto. In passato ha avuto episodio di ematemesi e melena risoltosi dopo due giorni con diagnosi di gastrite, tenuta sotto controllo con eco annue e terapia con antra stagionalmente. Da 2 mesi ha iniziato ad avere inappetenza e sporadici episodi di diarrea; dal 6/5/2013 si è iniziata una terapia con Ringer lattato, antibiotici, integratori, cortisone, poichè ha anche presentato episodio di vomito ed ittero con forte dimagrimento, effettuati esami ematici che hanno riscontrato esami del fegato e del pancreas molto alterati: CK 278, AST 187, ALP 2562, ALT 578, GGT 317, colinesterasi 5044, biliribina 8.12, trigliceridi 205, amilasi 14792, lipasi 5816, calcio 6.5, HCO3 15.5, FERRO 258, UIBC 48, TIBC 306, PCR 10.02, acidi biliari pre-prandiali 55.3, RCB 3.59, Hb 9.2, PLT 79, WBC 26.9 eseguita eco addome con risultato tutto nella norma, le condizioni peggiorano e si esegue biopsia epatica che riscontra moderata epatite portale linfoistiocitaria e neutrofilica subacuta diffusa, si continua con la medesima terapia, ma le condizioni non migliorano, Lei cosa ne pensa? p.s. ha iniziato a manifestare ascite..
Lieta in un suo parere, ringrazio anticipatamente

Buongiorno, solo un ricovero in una clinica specialistica potrà fornire una diagnosi.
Su ciò che posso leggere sinceramente non ho consigli particolari se non il timore che siate davanti ad un problema oncologico non ancora evidenziato.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 14.6.2013

Salve Dottore,ho bisogno di un parere sincero e disinteressato.
Ho una femmina di Pastore Tedesco di 2 anni intera,sana,esente da displasia,che non presenta alcun problema(almeno per ora) come gestione, gravidanze isteriche o altri comportamenti anomali durante il calore. Ho deciso solo ora che non ho intenzione di farla accoppiare,e chiedo a Lei se sia opportuno o meno farla sterilizzare.
Mi sono informata un poco al riguardo e ho letto che l'effetto dell'OHE si perde dopo due cicli o in caso in cui le femmine abbiano da 2,5 a 4 anni di età.
Conferma questo dato? Io farei sterilizzare la mia cagna solo ed esclusivamente per un discorso di prevenzione da patologie neoplastiche,perchè come Le ho già scritto non ho problemi riguardo la sua gestione nè riguardo problematiche come gravidanze isteriche o comportamenti anomali;ma mi rendo conto che l'età non sia d'aiuto.
Vorrei quindi un parere disinteressato sull'utilità o meno della sterilizzazione a quest'età.
Grazie in anticipo

Buongiorno, le statistiche sono fatte di molti numeri ma fondamentalmente di moltissimi esseri viventi che vengono visti come una unica popolazione.
Il problema è che non si può nè si deve riportare sempre tutto alla "massa" perchè in medicina si deve lavorare alla fine sul singolo soggetto: quindi bisogna raccogliere una anamnesi accuratissima, anche remota e possibilmente familiare, per prendere una decisione corretta.
Per capirsi meglio: se nell'albero genealogico del suo cane vi sono stati casi ripetuti di soggetti ammalatisi di tumori alla mammella l'indicazione della sterilizzazione come prevenzione diventa più stringente che per un'altro cane senza anamnesi in tal senso, e così via.
La sterilizzazione chirugica ha sempre e comunque dei vantaggi su molti aspetti (nessun problema ad utero ed ovaie anche in età avanzata, migliore gestione del cane in società, eccetera....) così come però anche degli svantaggi (un possibile cambiamento comportamentale non previsto, la possibilità in alcuni cani dell'incontinenza urinaria, l'aumento di peso, eccetera).
Solo l'analisi di ogni singola componente (compresa la valutazione del rischio anestesiologico e chirurgico, che non sono mai uguali a zero) sul suo proprio cane (lasciamo quindi da parte le popolazioni e le statistiche, anche se aggiornate) può fare propendere l'indicatore verso la sterilizzazione con serenità.
Quindi le consiglio un iter estremaente serio fatto di indagini presso l'allevamento, presso i colleghi che hanno curato i parenti in passato, l'esecuzione di alcuni test di laboratorio.
Ma la cosa più importante resta avere un medico veterinario curante che sia al suo fianco per arrivare ad una decisione cosciente sulla strada da prendere.
Se devo dire la mia comunque in un cane giovane e sano in genere tendo a consigliare abbastanza serenamente la sterilizzazione perchè può essere si che sia inutile (ma chi lo può dire oggi con sicurezza matematica assoluta?), ma se non la facesse e capitasse un pasticcio (un tumore della mammella od un problema serio all'apparato riproduttivo) non credo se lo perdonerebbe tanto facilmente.
Cari saluti
Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 14.6.2013

Salve, la scrivo perché mi è venuto un dubbio leggendo i moltissimi ingredienti dei croccantini light che uso per il mio gatto sterilizzato (contengono molte integrazioni di sali minerali, amminoacidi e, sembra, molta poca carne).
Ho letto che una rivista tedesca a tutela dei consumatori ha eletto con ottimi punteggi la marca Iams. A questo punto il dubbio della scelta mi viene, contando il fatto che è l'alimento esclusivo del mio gatto e che assume in continuazione.

Lei che marca di croccantini consiglia per gatti sterilizzati e che tendono ad ingrassare?

La ringrazio molto,
Mattia

Buongiorno, io consiglio di variare molto sia la marca sia il tipo di fonti proteiche.
Spesso consiglio anche un misto di dieta casalinga equilibrata ed industriale di buon livello, personalmente però non generalizzo mai: ogni mio paziente cerco di farlo alimentare in base alle sue esigenze e caratteristiche.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 16.6.2013

il mio cavallo si e tagliato al nodello e gli si e formata una bolla di carne dopo aver consultato un veterinaio ho usato acido citrico il quale ha fatto un po sparire la bolla pero la ferita continua a sanguinare e temo non si riformi la bolla di carne che fare grazie

Buongiorno, lo faccia visitare e curare dal suo veterinario perchè senza la visita vera non si può fare una terapia vera.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 17.6.2013

Salve,piacere maria luisa,le volevo chiedere un consiglio rispetto la mia gatta di 12 anni che ha riscontrato da qualche anno un ingrossamente(specie di ciste) sull'addome che in questo periodo ha aumentato le sue dimensioni,e delle volte ha delle crisi respiratorie,nelle quali non riesce a respirare.Lei mi consiglia di operarla o sarebbe solo più dannoso per lei?! o solo qualche paliativo? ...grazie.tengo molto alla vostra risposta.ansiosamente aspetto.CORDIALI SALUTI.

Buongiorno, serve una diagnosi, una radiografia almeno, esami del sangue: senza un quadro medico vero non so cosa dirle di fare, mi spiace.
Cerchi un bravo collega cui farla curare subito.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 18.6.2013

gent.mo Dottore, ho u pastore tedesco femmina di un anno, vive in un contesto con un meticcio maschio e la settimana scorsa il mio cane ha avuto delle perdite mestruali durate pochissimi giorni e non abbondanti, vedendo il comportamento dei cani, molto tranquillo ed indifferente ho pensato che non fosse in calore anche perchè sarebbe dovuta entrare nel secondo calore a settembre! invece questa mattina quando sono uscita in giardino li ho trovati attaccati sedere contro sedere! purtroppo è la prima femmina che ho, quindi esperienza e conoscenza zero, la mia vicina mi ha detto di buttarci acqua fredda per farli staccare e senza pensare se fosse bene o male l'ho fatto e si sono staccati istantanemente, ora vorrei sapere se c'è la possibilità che sia rimasta incinta, sarebbe una gravidanza indesiderata, e cosa si deve fare in questi casi. ringrazio saluti.

Buongiorno, ha fatto male a dare retta alla sua vicina perchè è pericoloso fare staccare così i cani (fratture, lacerazioni, traumi imponenti sono la regola).
Per il resto credo che sia molto probabile che la gravidnza sia in corso, almeno statisticamente: deve quindi portare il cane dal suo veterinario per stabilire cosa sia meglio fare per lei e per il cane.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.6.2013

Buongiorno, il mio cagnolino deve fare iniezioni di diuren in quanto cardiopatico, come da prescrizioni del ns. veterinario. Avremmo bisogno di un chiarimento in merito alla conservazione di questo prodotto DIUREN SOLUZIONE INIETTABILE in quanto alcuni ci dicono che va conservato in frigorifero altri no.... sulla confezione è indicato che non deve essere esposto a temperature superiori ai 30° gradi e con questo caldo, a volte in casa senza aria condizionata, ce ne sono anche 28°.... come dobbiamo comportarci? Chi ci ha detto di metterlo nel frigo, ha anche aggiunto che se non conservato in frigorifero, il prodotto perde efficacia. Grazie mille per l'attenzione riservata, Lucia

Buongiorno, ogni farmaco ha nel bugiardino le istruzioni di conservazione ed a quelle ci si deve attenere, a niente altro.
Molto semplice quindi: se la temperatura dove lo tenete supera i 30 gradi lo dovete conservare in frigorifero nello scomparto meno freddo e tirarlo fuori un'ora circa prima dell'uso.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.6.2013

Salve ho un cane di piccola taglia che oggi si mostra maggiormente abbattuto non mangia si isola ed ha rimesso un paio di volte . Le ho misurato la febbre per vedere se ce l'aveva e la temperatura è di 37.8 mi sa dare dei consigli ?

Buongiorno, l'unico consiglio che le posso dare è che se continua a stare male deve essere subito visitato.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 20.6.2013

Salve , il mio cane , una meticcia di nome stella , ha un tumore . Quindi vi spiego cosa ho notato e la diagnosi che mi hanno fatto .
10 giorni fa , stella , mi sveglia e aveva l'affanno , mi preoccupo , la tocco dappertutto e cosi noto un rigonfiamento vicino a l'ano . L'indomani vado dal veterinario per sapere di cosa si tratta , il medico chirurgo mi dice che è una massa , mi chiede se è sterilizzata , e rispondo di si . Al ché , fa un ecografia dietro e dice che è una massa , forse un tumore maligno visto che è sterilizzata . Quindi facciamo anche esame istologico ma senza risultato come mi ha preventivato , perché pensa di avere preso un grumolo di sangue . Mi dice di curarla per 10 giorni con stomorgyl e anti infiammatori , poi me la opera e gli da 2 anni di vita .
Al ché , vado altrove , il giorno stesso per un secondo parere in un'altra clinica veterinaria . Hanno ricominciato tutto , ma in più hanno fatto anche l'ecografia addominale , al ché hanno visto una massa con una lesione di 7 cm. La massa gli schiaccia il colon , e ovviamente fa fatica a farla , e in più la fa piata da un lato . Comunque facciamo l'esame , e dopo 3 giorni il responso :
Sede prelievo : lesione parianale
anamnesi : estesa a vena cava e linfonodi lombo aortici
descrizione : ottimo prelievo , costituito da una popolazione monomorfa , di elementi epitelioidi con margini citoplasmatici non distinti e nuclei ovoidali , non marcatamente dismetrici , citoplasma chiaro , cito architetture micro follicolari .
Diagnosi : quadro riferibile a carcinoma di ghiandole apocrina dei seni parianali .
Mi ha anche detto che non voleva operare , ma di agevolargli la vita il più possibile . Io amo il mio cane , e non voglio che soffra , c'è una speranza ? Mi rimane poco tempo con lei ? E vero che gli rimane 2 mesi di vita andando bene ? è così grave ? Se per non farla soffrire gli devo fare la punture che sia ....ma i sintomi della gravità , quali sono ? come faccio a sapere che ha dolori ? Ora come ora corre , gioca , mangia , dorme , insomma ha l'occhio vispo , il pelo lucido e brillante , un po' l'addomeno è gonfio , ma senno nulla , salta lo stesso sul letto ...Come faccio a sapere quando soffre ? Mi dia un consiglio la prego , l'unico momento in cui ci fanno del male è quando se ne vanno , ed a diritto a tutto gli accorgimenti possibili . La prego mi risponda .

Buongiorno, la diagnosi non permette di essere minimaente ottimisti poichè vi sono a quanto pare già metastasi addominali linfonodali di un tumore molto maligno.
Deve quindi valutare con l'oncologo veterinario se iniziare un iter farmacologico, compresa la terapia del dolore, per capire se la situazione sia o meno gestibile ed a quale prezzo per il benessere del suo cane.
Altro non posso dirle poichè i dati che ho sono troppo pochi, mi spiace davvero.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano
Pagina  123