**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Luglio 2013

Domanda del 20.7.2013

Gentilissimo Dottor Minetti mi chiamo Alfredo ho uno shitzu di 3 anni che pesa kg 5,800.Mangia solo croccantini agnello e mirtillo della Farmina e mi sto trovando bene.Volevo gentilmente un consiglio leggendo tra gli ingredienti mi sono accorto che come proteine ne ha il 28% e grassi il 18%, mi chiedo se è troppo alta la percentuale per un cane di piccola taglia. La ringrazio anticipatamente e la saluto.

uongiorno, oltre ad avere scelto un prodotto italiano molto valido la tranquillizzo: la formulazione della dieta è scientificamente corretta.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 22.7.2013

Buongiorno Dottore,
abbiamo una cucciola di 10 mesi incrocio border/setter, è stata benissimo fino a giugno, poi una settimana prima di cominciare il calore ha cominciato ad essere inappetente (prima lustrava la ciotola, era un pozzo senza fondo!). Abbiamo inizialmente dato la colpa al calore. Poi la vet ci ha fatto fare esami sangue e cultura urine. Esiti cistite, curata con antibiotico. Al secondo esame urine i valori erano ancora sballati (peso specifico basso x un cane così giovane). La vet consiglia una ecografica. Nel frattempo per un paio di settimane (fino a domenica scorsa) il cane aveva ricominciato a mangiare di gusto. Ora è di nuovo inappetenete( a meno che non sia carne, simmenthal, biscotti etc insomma della sua pappa o di roba non particolarmente appetibile non ne vuole sapere).
Venerdì abbiamo fatto l'eco. Ci hanno detto che di grosso da rilevare non c'è niente ma il rene poteva avere la membrana corticale troppo poco evidente rispetto alla midollare. Alla fine non sappiamo ancora niente. Le hanno fatto un esame delle urine (il terzo) prelevando direttamente dalla vescica. Ma di risposte al momento nessuna. Hanno parlato di infezione ai reni o possibile displasia renale (per cofnermare altra eco e possibile biopsia)
Sto cercando seconde opinioni perchè non voglio sottoporre il mio cane ad inutili procedure dolorose. Altri sintomi non ne ha, a parte un pò di stanchezza ma penso che sia dovuto al caldo...Secondo lei vale la pena andare a fondo della cosa anche con una biopsia?
mi scusi se mi sono dilungata,siamo solo molto preoccupati
Grazie mille
ELENA

Buongiorno, prima di arrivare ad esami anche in parte invasivi credo sia logico fermarsi e rivedere con buonsenso tutti i dati clinici disponibili.
Purtroppo non posso nè leggere i referti nè visitare il cane ma mi salta all'occhio che se viene nutrito con alimenti molto appetibili mangia, e che per due settimane era tornata normale.
Ciò dovrebbe escludere le patologie che hanno ipotizzato poichè se fossero alla base dei sintomi non sarebbe cambiato nulla. Ovvero il cane non avrebbe avuto i miglioramenti descritti e non mangerebbe anche se stimolato: sembra più che il problema sia indotto da un evento comportamentale, mediato magari da squilibri ormonali (ormoni sessuali).
Questo per una parte del problema descritto; l'esame delle urine però può dare molte risposte in più se viene eseguito per determinare la proteinuria quantitativa e quella qualitativa.
Infatti questi due esami (rapporto creatinina/proteine urinarie ed elettroforesi SDS-Age) forniscono informazioni che servono per escludere la biopsia renale.
L'età del cane al momento infatti deve fare riflettere sulla necessità o meno di trovare la diagnosi senza accanimento diagnostico.
Tutto ciò facendo salve le analisi dei colleghi ovviamente.
Come detto sopra infatti mi permetto solo di aggiungere un pizzico di esperienza e di buon senso al caso clinico.
Mi faccia sapere

PS: alla fine del calore può insorgere una "falsa gravidanza" che da inappetenza, svoglatezza, comportamenti strani.

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 24.7.2013

Buongiorno Dottore,
Abbiamo preso un gattino che al momento ha 2 mesi e mezzo. Ci siamo accorti solo ora che è pieno di pulcette. Avendolo preso da una cucciolata di gatta da casa non mi sono preoccupata prima. ora abbiamo messo un prodotto spay "Fiproline" oltre aver fatto anche il trattamento dei vermi intestinali. Ma nonostante tutto le pulci sono ancora presenti anche se diminuite notevolmente. informandomi in rete mi sono resa conto del pericolo di infestazioni anche per la casa e ora sono preoccupata perché ho anche 2 bambini 7 e 5 anni. C'è qualche accorgimento che posso attuare per la disinfestazione senza dover buttare via tutto? Mi ritroverò comunque uova e larve in giro? sono molto preoccupata. La casa è molto grande e dire dove possa aver fatto cuccia il gatto è impossibile perché una volta di qua e una di la lui stava dove preferiva senza avere una zona sola. La ringrazio molto per la disponibilità e cortesia. Buone giornate.

Buongiorno, deve usare anche un prodotto con IGR che potrà farsi prscrivere dal suo veterinario curante.
Le pulci possono essere un bel problema, e per questo noi consigliamo di portare prima gli animali da un medico veterinario piuttosto che in casa, soprattutto quando ci sono dei bambini piccoli conviventi.
Non farlo comporta costi e problemi mille volte più onerosi che pochi euro di una visita preventiva.
Esistono poi anche prodotti adatti alla disinfezione della casa, come il Solfac Automatic, che le consiglio caldamente: per come e quando usare il tutto dovrà farsi fare le ricette opportune.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 24.7.2013

salve dottor Minetti, lunedì 22 in tardo pomeriggio il mio cane (un meticcio di 4 mesi) è stato investito, l'ho portato dal vet che l'ha controllato (non ha fatto radiografie, ecografia ed analisi) e gli ha somministrato l'urbason e mi ha detto di aspettare l'indomani. fortunatamente il piccolino ha superato già 2 notti, cammina lentamente anche se si lamenta (continuiamo a dargli il cortisone), il problema è che non può nè sdraiarsi nè sedersi e continua a stare in piedi, non so che pensare e soprattutto che fare! per favore mi dia qualche consiglio su come comportarmi! grazie, luisa

Buongiorno, dovete ovviamente andare da un collega esperto in ortopedia e fare eseguire radiografie e visite opportune.
Da qui non posso certo aiutarvi di più.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 24.7.2013

perche la mia cagnolina vomita invece che curarsi quando mangia l'erba. per liberarsi?
luna

Buongiorno, da ciò che lei scrive non capisco molto bene cosa lei voglia dire.
Se il cane vomita il motivo c'è sempre, ma serve che sia un medico veterinario a fare la diagnosi.
Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 24.7.2013

Buongiorno dottore,
ho una shiba femmina di quasi 2 anni che ha avuto 3 calori con altrettante gravidanze isteriche.
Il veterinario mi ha consigliato la sterilizzazione poichè di sicuro andrebbe incontro a tumori. A parte precludere la possibilità di farle avere dei cuccioli, la mia paura maggiore è l'operazione in se'. La mia cucciola è "allergica" alla vaccinazione annuale, sia EURICAN che VANGUARD 7, in entrambi i casi dopo alcune ore (5 per EURICAN e 1 per VANGUARD) le si è gonfiato il muso come un pallone e il vaterinario le ha dovuto fare una dose di cortisone. Vorrei sterilizzarla per evitarle un possibile tumore e le continue gravidanze isteriche, ma ho paura per l'anestesia. Mi puo' consigliare sia in merito la vaccinazione che per la sterilizzazione? C'è un modo per capire se puo' avere problemi anche con l'anestesia? Grazie mille e cordiali saluti per il tempo dedicatomi.
Vania

Buongiorno, oltre a valutare con vari test pre anestesia lo stato di salute esiste un esame del sangue che aiuta a capire se il suo cane ha scritto nel DNA che non tollera alcuni farmaci o sostanze.
Deve quindi rivolgersi ad un medico veterinario espero per fare eseguire il test genetico MDR-1.

Saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 30.7.2013

Gent.le dott. Minetti, ieri ho portato la mia cagnetta di 2 anni dal veterinario perché avevo notato un vermetto nell'occhio e lui, dicendomi che si trattava di larva migrans, le ha fatto una puntura di sverminante e in più mi ha dato delle compresse di canitel plus da assumere a distanza di 20gg. Ora visto che sono molto preoccupata perché lei vive in giardino ma viene anche dentro casa, volevo sapere il pericolo per noi che le stiamo vicino e in quanto tempo la larva lascia l'occhio perché ancora si vede chiaramente non é morto!
Grazie. Mille
Saluti
Daniela

Buongiorno, credo sia meglio che lei riporti il cane a fare visitare e magari richieda la visita di uno specilista.
Per voi nessun pericolo da ciò che lei ha scritto.
Saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 30.7.2013

Salve dottor Minetti..sono una ragazza che quest'anno affronterà il quinto anno del liceo scientifico per poi proseguire con l'università...il mio sogno fin da piccola è stato sempre veterinaria ma un giorno se riuscissi a laurearmi potrei trovare lavoro? Io vengo dalla sicilia e vorrei provare a messina anche se i posti sono davvero pochi..io già ho iniziato a prepararmi x il test che ci sarà ad aprile..lei che mi consiglia? Devo seguire il mio obiettivo? Il percorso è lungo e faticoso? Aspetto una sua risposta e grazie in anticipo. Gloria

Cara Gloria, insegua i suoi sogni se uò permetterselo economicamente, oggi questo mestiere è inflazionato e non redditizio per quasi tutti.
Non si illuda, solo se la sua famiglia potrà aiutarla a lungo potrà studiare e specializzarsi bene, soprattutto andando all'estero.
I tempi non ci consentono di essere ottimisti e le assicuro che la nostra categoria professionale sta soffrendo più di ogni altra.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti

Domanda del 31.7.2013

Gentilissimo dottore, ho seguito il suo precedente consiglio e ho fatto operare Gilda, ai crociati, e' andato tutto bene. Grazie dottore. Le volevo anche chiedere se i vaccini trivalente e lepto, sono da fare anche dopo il terzo anno d'età. Parlavo con un veterinario di Forlì , la mia città e lui ha asserito che dopo il 3 anno del cane, non servono più, se non a far fare soldini ai veterinari. Grazie per la risposta. Patrizia

Buongiorno, i vaccini devono essere fatti in base alle problematiche del singolo cane ed ai rischi che corre. Quindi devo smentire il collega che generalizzando ha detto una inesattezza, anche un pochino volgare a mio parere.
Curi il suo cane al meglio e segua i consigli dei colleghi preparati che la seguono.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  123