**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2014

Domanda del 1.10.2014

La ringrazio dott. Minetti per aver risposto alla mia domanda...ieri abbiamo fatto ecografia alla gatta.....l'ecografista ha detto che ha una grave linfoadenopatia mesenterica quindi che secondo lui si può trattare o di fip o di tumore, con certezza si dovrebbe fare ago aspirato ma la micia è troppodebilitata...secondo lei cosa mi rimane da fare??la gatta ora è isolata dagli altri mici che seguo..purtroppo la diarrea continua..la ringrazio di cuore per prestare attenzione a questo caso.

Buongiorno, difficile dire che strada seguire a questo punto.
Ho la sensazione che le possibilità terapeutiche siano talmente legate ad una diagnosi precisa che senza di essa non ce la farà.
Quindi forse, persa per persa, fare un veloce ago sottile (con adatto aghino spinale magari) sulle masse mesenteriche sarebbe la soluzione onde poter anche addormenarla per sempre sapendo di non fare una scemata.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 2.10.2014

Salve da un po' di tempo il mio cane (3 anni compiuti) presenta uno sfogo simile a tanti puntini rossi, sotto il corpo nelle giunture delle zampe e un po' sul muso. posso darle qualcosa tipo anti infiammatorio umano, oki ad esempio ? ringrazio. Michela

Buongiorno, da ciò che lei scrive si capisce che siete molto confusi su come si debbano affrontare i problemi di salute del suo cane.
Infatti poverino ha una fastidiosa malattia, con prurito ed infezioni, che lei non sta curando e che vorrebbe invece curare con una medicina pericolosa e che non c'entra nulla con il problema in corso.
Ogni giorno mi trovo a combattere con la presunzione da parte dei proprietari meno attenti di trovare una soluzione ad una malattia senza arrivare a fare invece il corretto percorso che la medicina seria richiede.
Il cane deve essere visitato, il veterinario alla fine della visita deve emettere una diagnosi, dopo la diagnosi deve fare una ricetta con le cure migliori, dopo dirà che controlli fare e come.
Senza questo ineviatbile percorso - normale per curare noi stessi ma stranamente poco praticato su cani e gatti - il padrone si comporta malissimo verso l'animale (che tanto dice di amare magari!!) perchè fa solo il suo male cercando stupide scorciatoie ed inutili cure pericolose.
Quindi lei NON DEVE dare medicine al suo cane, NON deve cercare una soluzione via mail,ma:
1- DEVE PORTARE il cane da un bravo e serio veterinario
2- DEVE SEGUIRE le terapie prescritte
3- DEVE occuparsi di lui in modo maturo e serio.
Cosi non soffrirà per causa sua e potrà avere una vita normale e non tormentata.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 2.10.2014

Gentilissimo Dott. MINETTI, nel mese di Agosto abbiamo portato con noi in vacanza la ns. cagnolina adottata al canile quando aveva solamente 8 mesi circa (ora ha poco più di 4 anni). Tale cagnolina è di razza incerta, taglia media (25 kg. ca.), incrocio fra uno schnauzer e un pastore tipo da montagna. Adorata da tutta la famiglia e di indole molto buona, quest'estate però ci ha lasciato tutti di stucco, addentando un mio braccio e prendendo di striscio mio marito (che tra l'altro adora più di tutti e considera un vero e proprio "leader"). Quest'episodio si è verificato in quanto mia nipote di 10 anni che la stava accarezzando (per niente agitata, quindi non può averla irritata più di tanto) ha ricevuto in cambio una vera e propria "ringhiata". Visto che ero vicinissima alla cagnolina e la conosco benissimo, mi sono messa in mezzo, evitando che azzannasse la bambina, prendendo io un bel morso sul braccio ed anche mio marito che è intervenuto per calmarla, portandola via al guinzaglio.
Ora mi chiedo: è possibile che tutto ciò sia da imputare alla tanta stanchezza della cagnolina? A casa è abituata a dormire molto, al mare invece... Mattina presto a spasso con mio marito e poi subito in spiaggia con noi, dove difficilmente riusciva a riposarsi bene...
Spero possa aiutarmi a capire come mai di questo comportamento, la ringrazio in anticipo e la saluto.
Sonia

Buongiorno, è difficile esprimere un parere sull'evento da Lei raccontato senza raccogliere altre informazioni.
È però da rilevare che quando un cane, soprattutto se al guinzaglio, e di conseguenza non libero di allontanarsi, subisce un contatto che non gradisce potrebbe rispondere in malo modo. Tale risposta può essere rivolta anche alle persone che il cane conosce. Il ringhio alla bambina significava "Vai via, non voglio". Inoltre, il cambiamento delle abitudini, così come accade anche per noi, può
provocare un aumento dell'irritabilità.
Per definire meglio l'accaduto è necessario realizzare una visita comportamentale presso un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale così da poter, nel caso fosse necessario, realizzare un percorso riabilitativo.
Cordiali saluti
D.ssa Sabrina Giussani
Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale

Domanda del 2.10.2014

Salve dottore il mio cucciolo di pastore tedesco di circa tre mesi, nato da un accoppiamento di cani da lavoro presenta le zampe anteriori che si allargano quando cammina su pavimenti un po' scivolosi e quando assume la posizione di terra. Un mio amico mi ha detto che si tratta di petto piatto e di non preoccuparmi perché steccando gli arti per circa quindici giorni con una cura appropriata dovrebbe andar bene, infatti lui mi dice che ha visto in setter irlandese con quel problema da cucciolo che si è ristabilito. Chiedo solo se è possibile che ciò si verifichi e se posso stare tranquillo per un futuro sportivo per il cucciolo. Grazie

Buongiorno, tutto è possibile, sia che il suo cane NON abbia proprio nulla sia che abbia invece una patologia da diagnosticare e poi curare.
Come detto milioni di volte però le visite e le diagnosi non si fanno nè a chiacchere, nè ai giardinetti nè via mail ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE portando l'animale da un bravo medico veterinario, nel caso specifico meglio se esperto di ortopedia.
Quindi lei saprà cosa e come fare per il suo cucciolo non sentendo i pareri di terze persone (non certamente preparate e competenti ed abilitate dopo anni ed anni di studio pesante) ma solo seguendo un veterinario: questo solo ed esclusivamente per il bene del cane sulla cui salute non abbiamo diritto di fare nulla se non essere dei bravi "papà".
Spero mi abbia compreso bene, senza alcuna polemica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 3.10.2014

Buongiorno, il canarino di mia suocera è stato trattato domenica sera con FRONTLINE COMBO SPOT ON, 1 goccia dietro la nuca x prevenire gli acari.
Probabilmente parte del liquido deve essere finito nell'occhio perché ieri pomeriggio (giovedì, a distanza di 4 giorni) l'ho ritrovato con un occhio per metà opaco e sembra quasi che sia cieco.
L'ho risciacquato abbondantemente con acqua, ma sembra che la situazione non migliori.
Cosa posso fare?
Grazie
Cordiali saluti
Anna

Buongiorno, deve solo portare il canarino da un veterinario che sia esperto in volatili per avere una diagnosi e quindi la terapia adatta prima che perda la vista del tutto (cosa probabile).
Tutto qui.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 6.10.2014

Buongiorno Dr. Minetti, mi chiamo Olga e il 23 Ottobre prendero' una cucciola di Pinscher nata dalla cagnolina della mia vicina. Abitando appunto nello stesso palazzo volevamo portare fuori i cani, quindi mamma e figlia, nello stesso momento. Volevo sapere se è un bene o un male sia per mamma che per figlia mantenere questo contatto.

Ringrazio e saluto.
Olga Forestieri.

Buongiorno, credo che il problema non esista proprio, quindi vivete tranquillamente l'esperienza. Se vi saranno crisi di compatibilità fra cani ne riparleremo.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 7.10.2014

Salve dottore buongiorno volevo avere dei consigli per quanto riguardo un problema che perseguita il mio cavalier king di 5 anni.
Il problema è il fortissimo prurito che presenta in tutte le parti del corpo addome,zampe ,schiena..insomma ovunque nonostante non presenti nessun tipo di valore sballato nelle analisi del sangue e nonostante non abbia né pulci ne zecche.inoltre per fronteggiare un'ipotetica allergia abbiamo anche cambiato alimentazione da royal canin e hill's DD ma continua ad esserci il problema.
Si gratta a tal punto da ferirsi scuote le orecchie e arriva anche a tremare dal forte prurito quasi come se avesse una specie di crisi.
La ringrazio anticipatamente per l'attenzione.
Aspetto sue notizie
Cordiali saluti
Di Matteo Giovanna

Buongiorno, da ciò che racconta è possibile che il suo cane sia un soggetto "Atopico" e che necessiti di una diagnosi precisa, di una serie di indagini collaterali, sino ad arrivare ad una corretta terapia.
oggi infatti sono disponibili gli stessi esami, e cure, come per noi umani, con risultati clinici una volta impensabili.
Deve pertanto rivolgersi a qualcuno che sia esperto ed in grado di eseguire il migliore iter diagnostico.
Può anche rivolgersi ad un collega esperto di dermatologia poichè sono ormai molti, e molto bravi, ad operare nel nostro paese.
Mi faccia sapere.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 8.10.2014

Gentile Dottore Minetti,

Mi scuso in anticipo per i miei errori di scrittura ma sono una ragazza tedesca.
Una settimana fa ho trovato un gattino (ha più o meno 1 mese). In questa settimana e sempre andato tutto benissimo nonostante che io sono fuori casa 12 ore al giorno per lavoro, delle volte pure di più. Solo che ieri notte e successo una cosa stranissima. Lei dorme con me nel lettone e ieri come sempre e venuta al letto con me. Purtroppo era una notte infernale che la gattina ha fatto la pipi 4 volte nel letto di cui una su di me. La pipi era chiara con un odore dolciastro e ogni volta tantissima. MI preoccupo perché non vorrei che e un'abitudine che prende. pure perché essendola abituata di dormire con me , se la chiudo fuori miagola e gratta alla porta per ore. Che cosa potrebbe essere la causa di questo comportamento? Sta troppo da sola?

Cordiali Saluti e grazie mille in anticipo!

Buongiorno, credo sia assolutamente necessario che lei porti la gattina da un collega e faccia anche analizzare le urine, le feci e forse il sangue.
Può essere infatti una cosa banalissima e transitoria (assestamento metabolico fisiologico, cibo non corretto, problema comportamentale, parassitosi....) ma senza indagare le ipotesi in ballo sono talmente tante che senza un controllo medico reale non se ne esce.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 8.10.2014

buonasera dottore sono angela il mio beagle di 8 anni oggi gli e' spuntato un gonfiore all orecchio nel padiglione nella cartilagine toccandola si sente mollo tipo liquido di circa 3 o 4 cm dentro l orecchio non vedo niente tutto perfetto solo alle esterno dalla parte del pelo l unica cosa che ho letto che potrebbe essere otoematoma ma la cura e' solo la piccola operazione ??? e' pericolosa ?? ed eventualmente avendo otto anni passati l anestesia non potrebbe essere pericolosa non sarebbe meglio sedarlo con il tubo ?? oppure esiste qualche medicinale nuovo per farlo assorbire o si puo assorbire da solo grazie e buonaserata.

Buongiorno, è probabile sia un "Otoematoma" ma solo una visita adeguata potrà derimere la diagnosi.
Esistono due strade terapeutiche: la più praticata è quella chirurgica in anestesia generale con l'applicazione di specifiche "spugne-tamponi" dopo svuotamento eseguita in anestesia generale gassosa con tutti i crismi delle buone pratiche veterinarie (non accetti anestesie solo iniettabili senza intubare il cane!!). Un'altra via è medica con l'uso di corticosteroidi a dose immunosoppressiva, antibiotici eccetera.
Non possiamo decidere quale sia per il caso del suo cane la strada migliore via mail. Cerchi una struttura molto seria che le dia garanzia di operare nel caso con tutti i crismi della qualità e che utilizzi i materiali migliori appositamente studiati per il problema in essere.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 8.10.2014

Buonasera dott. Minetti,inizio col dirLe che sto letteralmente uscendo di testa con la mia cagnolina. Si chiama Emy l ho adottata 3anni fa da una volontaria,educata tutto sommato,abituata a star in casa ecc ecc,il problema è questo:all inizio tenendola in casa ringhiava e basta ai minimi rumori ,qualunque esso sia e non ci facevo caso le dicevo basta due coccole e la smetteva,poi un bel giorno mio padre mi disse che in casa non la voleva vedere per i peli e me la legò fuori con una catena. Da li in poi per un buon annetto rimase alla catena e non potevo far assolutamente nulla.Fin qui diciamo OK anche se non lo è. Ora sono venuta a convivere con il ragazzo e lei è peggiorata ,abbaia a tutto e tutti ringhia di continuo non va d accordo con nessun cane,morde adirittura la rete di casa quando vede un cane,in casa ringhia..insomma non riesco a farle fare nemmeno una passeggiata. Non obbedisce nemmeno più quando la chiamo. Cosa devo fare? Io non lavoro il tempo l avrei ma mi sta facendo esasperare.
La Ringrazio in anticipo e spero di aver scritto correttamente.
Cordiali saluti

Buongiorno, si metta nei panni del suo povero cane epoi veda se anche lei non sarebbe un filino "incazzata" con gli uomini ed il mondo intero.
Avete fatto una serie di cretinate enormi ed ora bisogna metterci una pezza: ma senza un bravo veterinario esperto in medicina comportamentale che la prenda in cura non otterrete nulla.
Non dovete assolutamente più perdere tempo nè provare strade alternative. Dovete prendere appuntamento con un bravo collega che la segua, che possa prescriverle i farmaci più consoni, che sia in grado di avere tutta la vostra collaborazione.
Dovete RIEDUCARLA ridandole serenità, fiducia, tranquillità.
Non basta scrivere a me quindi per affrontare il problema bene ma lei ed il suo compagno avete l'obbligo morale di fare ciò che vi scritto.
Nessuna scorciatoia nè alternativa a ciò.
E' arrivata l'ora di fare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano
Pagina  1234