**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Novembre 2014

Domanda del 1.11.2014

buon giorno,sono silvana e ho un cane meticcio di piccola taglia,ha 4anni e mezzo ed femmina,da qualke mese ha inizia to a fare la pip in casa sempre al solito posto ,la faccio uscire il pomeriggio x la passeggiata dove lascia tracce di pip ovunque e poi ha a disposizione un giardinetto dove raramente fa i suoi bisogni,lo beccata sul fatto e lo rimproverata la premio quando la fa fuori ma lei continua a farmi la pip la notte o nelle mattinate,nn capisco il motivo di questo comportamento cosa mi consiglia di fare?grazie e buona giornata

Buongiorno, la prima cosa da fare in questi casi accertarsi che il cane non abbia in corso una patologia, che pu andare da una banale forma infiammatoria delle basse vie urinarie sino ad un pi grave problema metabolico.
Quindi si deve eseguire una serie di accertamenti banali: esame delle urine ben fatto, alcuni esami del sangue mirati, una visita completa.
Se nulla si palesa allora la situazione deve essere ragionevolmente di tipo comportamentale, anche magari correlata a precisi stati ansiosi.
A quel punto resta solo il medico veterinario esperto in comportamento per chiudere il cerchio diagnostico e consentire l'inizio di una terapia adeguata.
Altro non si pu n si deve fare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Montecceneri n. 64 Milano
www.biessea.com

Domanda del 2.11.2014

Salve, mi chiamo Martina e ho da poco adottato uno splendido cucciolo di pitbull. Purtroppo il mio cucciolo stato allontanato precocemente dalla madre (dopo 30 giorni) perch la madre lo rifiutava e mostrava comportamenti aggressivi ogni volta che il cucciolo voleva allattare. Due giorni fa ho notato che tiene la zampetta anteriore destra male, ovvero non poggia tutta la zampa, ma solo la punta. Il cucciolo non prova dolore quando provo a toccarla, per dopo un p che cammina, poi inizia a camminare molto male e a tremare. Il veterinario mi ha consigliato di fare una cura a base di calcio dicendomi che in 40 giorni questo problema dovrebbe risolversi. Ho paura per che al cucciolo rimanga la zampetta storta. Lei pensa che con questi integratori si possa risolvere il problema?
La ringrazio per la cortese attenzione, aspetto sue notizie.
Martina

Buongiorno, credo sia meglio capire bene cosa ha il cucciolo. Le "cure di calcio" si facevano negli anni '70-'80 quando anche solo eseguire una rx era un problema.
Fosse il mio cane lo porterei da un'altro collega che ponga una vera diagnosi, magari con il consulto di un buon veterinario esperto in ortopedia e problemi della crescita.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Montecceneri n. 64 Milano
www.biessea.com

Domanda del 3.11.2014

salve chiedo questo consulto per la mia cagnolina giulia, ieri all'improvviso gli si sono irrigidite le zampe e la coda,faceva fatica ad stare dritta,ma stata questione di minuti,come se si fosse spaventata, e paralizzata nello stesso tempo. ho iniziato ad accarezzarla e confortarla e dopo qualche minuto sembrava essere tutto passato. Che cosa pu essere stato?
grazie
angela

Buongiorno, pu essere stata una crisi di piccolo male epilettico.
La faccia vedere e chieda di eseguire un profilo di esami del sangue di base per iniziare.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Montecceneri n. 64 Milano
www.biessea.com

Domanda del 3.11.2014

Buongiorno,
ho una gatta sterilizzata molto anziana, ha 18 anni e mezzo, in ottima salute e mi ha eletto a sua mamma. Mio figlio che ha 11 anni vorrebbe prendere un gattino per poterci giocare insieme e vederlo crescere ma il mio veterinario me lo ha sconsigliato perch le farei un grosso torto, ne soffrirebbe. Lei cosa mi consiglia? Grazie Luisa

Buongiorno, vista l'eta della gatta pu essere che ne avrebbe a soffire ma la cosa non affatto certa a priori.
Dovete parlarne bene in casa.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Montecceneri n. 64 Milano
www.biessea.com

Domanda del 4.11.2014


Buongiorno dottor Minetti,
la contattiamo perch preoccupati dal fatto che abbiamo adottato da 15 giorni due gattini (ora hanno 3 mesi), la persona che ce li ha dati li aveva fatti visitare da un veterinario prima di darli in adozione, il quale aveva detto che erano due maschietti. Al richiamo del secondo vaccino, qualche giorno fa, scopriamo che in realt sono un maschietto ed una femminuccia. La nostra problematica : quando possiamo fare la sterilizzazione di almeno uno dei due (ed eventualmente chi dei due) prima che la micia vada in calore? Il veterinario da cui li abbiamo portati dice che fino a quando non hanno cambiato i dentini, quindi circa 7 mesi, non li sterilizzerebbe.

Vorremmo avere un altro parere per capire come comportarci, di certo non possiamo rischiare una gravidanza.

Grazie in anticipo.

Vanessa e Marco

Buongiorno, legga anche le vecchie mail dove ho dato i consigli adatti a queste situazioni. Comunque si possono sterilizzare anche prima se ben sviluppati. Solo una visita completa da la risposta giusta.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 5.11.2014

Buongiorno Dott. Minetti ho trovato abbandonata nell'immondizia una piccola gattina che ho adottato e chiamato Borchietta allattata e svezata da me. Ormai ha quasi due mesi. Per questioni di lavoro (spesso sono in trasferta) trasferisco Borchietta a casa dei miei genitori dove altrettanto amata ed accudita. Il mio quesito il seguente un cambio di ambiente frequente dannoso per l'animale? Confermo che ho l'accortezza di trasferire tutte le sue abituali cose (cuccia lettiera tiragraffi scodelle tappetini e gichini).Grazie per il parere professionale
Ylenia

Buongiorno, stia tranquillo, nessun problema manifestato quindi nessun guaio presente.
Del resto i nonni educano i nostri figli no?
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 5.11.2014

Buongiorno.

La mia gattina di tre mesi in cura con itrafungol per una micosi. Abbiamo fatto una settimana di trattamento e ora siamo nella seconda settimana, quella di sospensione. Sabato inizieremo la terza settimana e la gattina dall'nizio della cura che in isolamento sotto consiglio del veterinario. Chiedevo se a questo punto della terapia la gattina da considerare ancora contagiosa e se davvero ancora necessario l'isolamento.

Grazie mille

Barbara

Buongiorno, isolamento per almeno 3 settimane e poi controllo per verificare se il problema ancora presente ed il gatto contagioso.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 5.11.2014

Buona sera. Sono chiara, le avevo chiesto consiglio riguardo a biagio il mio cane e al problema del suo orecchio. Ho seguito il suo consiglio e ho portato il cane presso la clinica veterinaria di savona .Hanno eseguito oltre alla visita anche diversi esami: la radiografia della conca ossea, antibiogramma . Non avendoriscontrato modifiche ossee quindi a quanto pare non la perforazione(cosa che il mio veterinario sosteneva in forma lieve) . presenti invece forme batteriche hanno prescritto la seguente cura: BAYTRIL 150mg 1/3 past. al di. OTOGENT 5 goccex 2volte al di -SPORANOX 100mg 1 al di x 15gg ZYLKENE 1 al di. Attendo un suo parere se possibile. Vorrei che biagio potesse stare meglio ....deve averne gi passate tante...e tutte le sue paure lo confermano. Grazie anticipatamente CHIARA

Buongiorno, posso dire solo che avete fatto bene e che la cura di sicuro giusta. Chieda per ai colleghi che lo curano e non a me come vanno le cose.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 6.11.2014

Salve mi chiamo davide ,
ho un husky di quasi un anno e fin da piccolo ha avuto qualche problemino intestinale ma per diverso tempo risolto , solo raramente poteva avere disturbi tipo vomito e feci sciolte , ultimamente succede che almeno una volta a settimana si produce il vomito mangiando l'erba e escono solo i succhi gastrici(liquido giallastro) e un paio di volte capitato che dopo aver vomitato quel poco che aveva in corpo si accasciato in terra per pochi secondi di botto e poi rialzato come se niente fosse diciamo proprio svenuto... non riesco a capire il motivo di ci.. la ringrazio in anticipo

Buongiorno, serve una bella visita, forse delle rx, forse una ecografia, forse degli esami di laboratorio. Bisogna avere una diagnosi precisa, magari ha un corpo estraneo nell'inestino, magari una patologia non diagnosticata da curare.
Troppe diagnosi su questi sintomi, vada dal suo veterinario.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 7.11.2014

Buongiorno, la mia Sbiry nata nel 2003 ha un tumore ai linfondi diffusi di basso grado
ha gia assunto vincristina nel mese di marzo interrota per dissenteria e vomito poi ripreso deltacortene un al gg e leuheran da una settimana ma sospeso perch linfonodi aumenati
a questo punto cosa mi consigliate di fare?

Buongiorno, queste domande non deve falre a me ma ad un veterinario oncologo che segua davvero il cane e ne conosca lo stato clinico.
Pensa che io possa darle per mail una terapia complessa come quella per il linfoma?

Lei si curerebbe un tumore con i consigli via mail di uno che non la ha mai vista in vita sua?


Saluti
Dr Emanuele Minetti
Pagina  12345