**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Dicembre 2014

Domanda del 1.12.2014

Buona sera, ho una calopsite allevata a mano,quindi praticamente un piccolo uccellino umanizzato,ieri volendo attaccarsi ad una porta è scivolata e nn ha volato,quindi è caduta sul pavimento,da li non ha più volato,le ali nn sembrano rotte xk le apre,ma da quel momento resta un un angolo della voliera con la testa dietro le spalle sotto ala.mangia e beve solo se forzata non canta e fisica più e continua a dormire...domani la porto dal mio veterinario di fiducia xk da stasera si scarica con diarrea liquida e nera...premetto che il mio veterinario nn è specializzato nelle specie esotiche ma sono molto preoccupata xk so ke nn è una bella situazione...lei cosa ne pensa visto questo comportamento?
grazie infinote per i vostri consigli...

tamara

Buongiorno, credo che lei debba subito trovare un collega esperto in medicina aviare e nel caso in esotici. (io ne so davvero poco...)
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri, 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 1.12.2014

Buongiorno,
ieri ho portato il mio cane, Balù, in clinica in quanto ogni volta che veniva toccato piangeva e camminava molto lentamente.
Dopo una lastra mi è stato detto che ha un lieve schiacciamento di una vertebra.
io volevo solo sapere se è una cosa permanente e quindi che tornerà a dare fastidio oppure che dopo la cura guarirà?

Cordiali saluti
Sara

Buongiorno Sara, se la vertebre(che è un osso della colonna vertebrale, durissimo) è "schiacciata" faccio fatica a capire il referto radiografico e la diagnosi.
Forse si tratta di altro, magari uno schiacciamento del disco intervettebrale.
Purtroppo quindi non so cosa dirle.
Magari senta il suo veterinario se sia necessaria una consulenza con un neurologo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri, 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 1.12.2014

salve, ho un pastore tedesco di 11 anni e da un paio di giorni presenta un rigonfiamento sopra l'ascella della zampetta anteriore con del pus. Il veterinario, tramite contatto telefonico, gli ha prescritto Augmentin e Deltacortene poiche aveva l'unghia della stessa zampa infiammata e si pensi sia dovuto a questo. Ora , vorrei sapere, siccome beve ed urina parecchio di più rispetto a prima ed inoltre affanna (anche se,essendo un po in sovrappeso,è un cane che affanna molto),pensa sia dovuto ai farmaci oppure è qualche altra patologia diversa?
La ringrazio in anticipo per la Sua cortese attenzione,
cordiali saluti ,
Angelica

Buongiorno Angelica, deve fare vedere il cane davvero e non curarlo senza una visita vera.
Quindi purtroppo non so cosa dirle, se non che le cose non mi pare vadano affatto nella direzione della guarigione.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri, 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 1.12.2014

Buongiorno Dottor Minetti, mi chiamo Tina, scrivo per un consiglio su come trattare quella che appare come una lunga recidivante da avvelenamento da rodenticidi nella mia cagnolina, una pincherina di 4,5 Kg. di peso e 2 anni di età. A inizio ottobre colgo i sintomi dell'avvelenamento e la porto dal veterinario, che la trattiene tre giorni e la rimanda a casa con cura da fare per 1 settimana (Konakion 3 fiale mattina e 3 fiale sera). Per il veterinario è guarita e mi dice di sospendere, ma la ricaduta è immediata, di nuovo ipotermia, stato di prostrazione e sangue pesto nelle feci. Nuovo ricovero per tre giorni e cura prolungata prescritta con altro farmaco ma stessa molecola: K1 vet. da 50 mg (metà pasticca mattina e metà sera). Ora siamo al 1° dicembre, sono passati due mesi dall'evento, ma se cerco di diminuire, come sarebbe corretto fare, il dosaggio (quello prescritto è per un cane da 10 kg., dovrei almeno dimezzarlo... e ho tentato un paio di giorni fa), si ripresenta in modo preoccupante la sintomatologia. Che fare? Mi preoccupa un fatto: la vit. k1 prolungatamente assunta a così alte dosi può avere effetti collaterali importanti? Oppure posso continuare con questo dosaggio anche per molti mesi? E c'è un rischio di cronicizzazione di questi effetti emorragici? Il fegato della mia cagnolina sarà di nuovo in grado, in un futuro anche lontano, di riprendere a produrre da sè gli enzimi necessari alla funzione di coagulazione? Grazie per l'attenzione che vorrà riservarmi, buona giornata.

Buongiorno, credo sia necessario ri-ragionare sulla diagnosi da capo perchè il problema mi pare sia molto più grave di quanto ad oggi sia apparso.
Ricoveri quindi di nuovo il cane in una clinica ad alta specializzazione per qualche giorno per vedere se alla base di tutto non vi sia altro, e non solo il rodenticida. Cerchi anche di trovare l'azienda produttrice del veleno ingerito per chiedere la scheda del prodotto, cosa importantissima.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri, 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 1.12.2014

Gentilissimo dottore,
Volevo Porle un quesito un merito ad un episodio di vomito nel mio pastore tedesco di due anni. Nel pomeriggio ha avuto un episodio di vomito ( evidentemente croccantini) e una leggera diarrea. Il cane sta bene ( in questo momento sta giocando in giardino), ma ho comunque chiamato il veterinario, il quale mi ha consigliato di tenerlo a digiuno 24 h. Lei è d'accordo? Posso fare qualcos altro?
La ringrazio.

Sabrina

Buongiorno, bisogna valutare se il vomito è avvenuto in seguito a qualcosa di nuovo e/o particolare. Il digiuno ha senso, ma lei deve anche stare attento a che il cane stia davvero bene, a che l'addome non si gonfi, e che non compaiano altri sintomi.
Deve tenere quindi sotto controllo il cane molto bene per essere pronto a portarlo in visita se le cose si complicassero.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
mecio veterinario
Direttore sanitario
BiEsseA srl Milano
www.biessea.com

Domanda del 2.12.2014

buongiorno, mi chiamo luigi, il mio cane un meticcio di 14 anni , mercoledì 26 è stato operato di mastectomia, premetto che è cardiopatica, l'operazione è andata benissimo , ma la sera stessa ha avuto una specie di emorragia , lo riportata in clinica e mi hanno detto che è carente di vitamina k che serve pr la coaculazione del sangue, mi anno prescritto delle pasticche TK1 nela misura di 2,1/2 la mattina e la sera, prende l'antibiotico e la terapia per il cuore, si rifiuta di mangiare, non reagisce, ed è sempre sdraiata, fa fatica a stare in piedi e se cerco di alzarla barcolla, la pipì la fa sdraiata cosa posso fare?

Buongiorno, il cane deve assolutamente essere ricoverato in una clinica veterianria subito, e non tenuto a casa.
L'ospedalizzazione in questi casi è l'unica strada da seguire.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
mecio veterinario
Direttore sanitario
BiEsseA srl Milano
www.biessea.com

Domanda del 2.12.2014

Salve, ho due cocoriti , uno di tre anni e la femmina di un anno. Da qualche tempo trovo sul fondo della gabbia dell'acqua e nonostante dei cicli con il Fura Os non riesco ad ottenere nessun risultato . Cosa posso fare? Grazie in anticipo per la cortese risposta.

Bungiorno, non sono esperto della materia quindi la esorto a cercare un collega che si occupi di medicina aviare.
Cari saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 3.12.2014

buongiorno, ho una maltesina di due anni ed e' stata coperta dal maschio il 04/10/2014 quindi il tempo, compresa la settimana di ovulazione, dovrebbe finire il 04/12/2014, ha una pancia grande ed ho paura che soffra, e' normale la tempistica?
Dall'ecografia fatta dal veterinario si vedevano almeno due, potrebbe avere delle complicazioni??
Grazie pre la risposta

Buongiorno, mi pare tutto normale ma solo una visita veterinaria vera potrà toglierle dubbi ed ansie perchè in ogni parto le complicazioni possono arrivare anche inaspettate.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 3.12.2014

silvia.Buongiorno, esiste un sonnifero o tranquillante per cani, per la notte del 31 è terrorizzato dei botti di capodanno.se esiste è acquistabile senza ricetta?grazie mille per l'aiuto che potrete darmi.saluti.

Buongiorno, esistono varie strategie per aiutare il suo cane a superare al meglio la situazione intorno alle feste.
Di sicuro il tranquillante non è la scelta attuale migliore ma esistono altri validi prodotti, meno pericolosi e spesso più efficaci.
Solo però sulla base di carattere, razza, età, stato di salute, si potrà stabilire cosa fare e come farlo.
Anche per questo pertanto non esiste una unica possibilità terapeutica, e nemmeno una scorciatoia.
Bisogna quindi comunque andare dal proprio veterinario curante, oppure chiedere ad un collega esperto in medicina comportamentale, per farsi preparare adeguata ricetta con dosi e prodotti corretti in quanto nulla si può acquistare senza di essa.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monetceneri 64 Milano
www.biessea.com

Domanda del 4.12.2014

Salve,mi chiamo Giuliana,vivo con un dobermann di 4 anni sterilizzata e 2 gatte anche loro sterilizzte,tutte rigorosamente in casa. Ho deciso di adottare una cucciola di taglia piccola,la ricerca che sto svolgendo mi porta sempre nelle regioni del centro sud,domanda: se la cagnolina dovesse in seguito risultare positiva alla lesmania,questa malattia può essere contagiosa x gli altri animali che vivono con me? In attesa di risposta le porgo i più Cordiali Saluti.

Buongiorno Giuliana, abbiamo due seri problemi da affrontare in questo caso.
Il primo è quello etico, legato al fatto di poter salvare un cane da un canile e dare lei una vita normale.
Il secondo è quello che lei mi pone, ove sottolinea rischi e problemi per il futuro dei suoi animali.
Apparentemente essi non vanno d'accordo, e si capisce bene perché.
In realtà se la cosa viene affrontata con competenza e professionalità si può trovare una giusta misura onde non rischiare quasi nulla e non rinunciare alla adozione.
Per questo serve però preparazione veterinaria di alto livello, serietà da parte di tutti, impegno economico medio.
Se pensa sia possibile affrontare così la questione ne torniamo a parlare perchè può essere lungo e complicato per questo spazio.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico Veterinario
Viale Monteceneri 64, Milano
www.biessea.com
Pagina  1234