**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Dicembre 2014

Domanda del 5.12.2014

Salve, vorrei esporle il mio problema. La nostra cagnolina ha ormai 4 mesi, e nonostante venga portata fuori regolarmente fa ancora i bisogni in casa, soprattutto la pipi. Vorrei risolvere questo problema..cosa posso fare per abituarla a chiamare - hoanche una bastardina jek russel e questa quando ha necessità si mette vicino alla porta - basta che apro e va nel prato. grazie cuzzolin primo da san donà di p.

Buongiorno Primo, non esiste un tempo uguale per tutti per questo problema, sono troppe le variabili per avere regole o soluzioni preconfezionate.
Abbia ancora pazienza, ma non la sgridi mai: deve solo premiarla molto quando fa i "bisognini" fuori ed ignorarla quando non li fa (si chiama uso del "rinforzo positivo").
In un secondo tempo se la soluzione non arrivasse ne parli con il suo veterinario per vedere se serve una visita comportamentale.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico Veterinario
Viale Monteceneri 64, Milano
www.biessea.com

Domanda del 5.12.2014

Gentile Dottore,
ho una meticcia simile a un pastore belga presa da cucciola in un canile 8 anni fa. Non ha mai subito traumi ma è sempre stata un po' paurosa, ora che è invecchiata ha paura ad uscire e appena sente un rumore anche molto lontano vuole subito rientrare a casa.
Ho sentito su Radio Montecarlo la sua collega parlare dei Fiori di Bach: potrebbero aiutarla e renderla più serena?
A chi mi potrei rivolgere a Milano?
cordiali saluti
Sabrina

Buongiorno, prima di pensare ad una terapia deve avere una diagnosi perchè anche le terapia alternative necessitano di una precisa individuazione del problema attraverso un approccio tradizionale.
Infatti tutte le strategie terapeutiche potrebbero dare risultati frustranti costringendo a passare ad altre: lavorando solo sui sintomi senza una diagnosi comportamentale specifica questo non sarebbe ovviamente possibile.
Ancora una volta pertanto bisogna seguire la logica clinica che impone la sequenza: 1-visita 2-diagnosi 3-prognosi e terapia.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico Veterinario
Viale Monteceneri 64, Milano
www.biessea.com

Domanda del 8.12.2014

Salve dottor Emanuele Minetti, volevo chiederle perchè il mio cane di circa 1 mese e 15 giorni si morde sempre la punta della coda, tant è che ha diverse piccole ferite e ha praticamente mangiato (suppongo) un po di peli nella zona della punta, provo più volte a farlo smettere ma non c'è verso. Inoltre è molto aggressivo, gioca a mordere tutta la famiglia, talvolta anche facendo male, e fa il carino al momento della preparazione del mangime, dopo di che finito di mangiare riprende a mordere. Consigli?..

Andrea

Buongiorno, il suo cane mi pare abbia un serio disturbo del comportamento.
Dirle da cosa questo derivi solo con tre righe di descrizione è assolutamente impossibile, però le assicuro che ciò che lei descrive non è assolutamente normale e sinceramente da prendere subito seriamente in considerazione.
Infatti ORA le correzioni sono fattibili con ottimi risultati: non perda un secondo, faccia fare una serissima visita da un medico veterinario esperto in medicina comportamentale!!
Non sottovaluti il problema, altrimenti saranno guai seri, la prego! E non ascolti consigli superficiali o cerchi soluzioni in rete perchè serve lavorare direttamente sul cucciolo!!
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Monteceneri 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 9.12.2014

Salve, la contatto per un quesito che mi mette ansia. Io e il mio compagno abbiamo una meticcia di quasi un anno. Verso i sei mesi ci siamo interessati di contattare alcuni veterinari per farla sterilizzare. Tutti ci hanno sconsigliato l'intervento prima del suo primo ciclo, così abbiamo aspettato. Il ciclo le è arrivato a 8 mesi inoltrati, poi per dei problemi personali abbiamo dovuto rimandare fino alla scorsa settimana. Un parente del mio compagno lavora all'asl e ci ha dato il contatto di un suo collega che fa il veterinario, l'abbiamo chiamato e lui subito ci ha dato appuntamento per questo venerdì. Ora mi sorge un dubbio, si puó stabilire un intervento prima di aver visitato il cane e aver fatto tutti gli accertamenti di modo che l'esito dell'intervento sia ottimale? È possibile che lo stesso giorno dell'operazione si accerti prima che tutto vada a buon fine facendo le adeguate analisi? La ringrazio.

Buongiorno, direi che la procedura non è assolutamente usuale, anzi la definirei pericolosamente superficiale e contraria ai dettami del codice deontologico in ogni sua parte.
Non ho capito se la ASL direttamente le sterilizza il cane (cosa non di sua pertinenza perchè il cane non è nè randagio nè abbandonato, ma ha dei padroni) oppure lo porta in una struttura privata.
Le consiglio in ogni caso di andare a verificare come e cosa facciano i colleghi: deve essere presente l'apparecchiatura di anestesia gassosa, uno spazio vero dedicato alla chirurgia, possibilmente un monitoraggio, la garanzia che gli operatori siano almeno due.
Deve chiedere un preventivo scritto, e capire nero su bianco come hanno intenzione di procedere: esami pre-operatori, terapia del dolore, tipo di anestesia, tipo di intervento programmato.
In ogni caso PRIMA di operare un qualsiasi paziente il medico serio e coscienzioso lo conosce, lo visita, stabilisce la classe di rischio anestesiologica, richiede accertamenti per ridurre i rischi al minimo, anche PER UNA SEMPLICE STERILIZZAZIONE!!
Fosse il mio cane quindi cercherei un'altra SOLUZIONE più professionale: il low cost in medicina non esiste, se lo si trova è perchè la qualità proposta su tutto è davvero bassa e mette a rischio la vita dei pazienti E/o ne causa sofferenza senza alcun motivo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Monteceneri 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 9.12.2014

ho uno shih tzu di 13 anni.è una femmina stamattina quando si è alzata dalla sua cuccia sembrava che avesse il torcicollo,tiene la testa tutta su un lato che sarà? grazie buonasera il mio nome è elvia russo

Buongiorno Elvia, deve portare il cane dal suo veterinario perchè in base a quello che scrive non dovrebbe trattarsi di un torcicollo ma di un serio problema neurologico e/o vascolare con sede intracranica.
Non aspetti quindi perchè in questi casi un intervento farmacologico precoce fa la differenza in maniera molto ma molto marcata.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Monteceneri 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 12.12.2014

Salve dottore, ho scelto un cane tra i mille annunci di adozione che circolano in rete.
Chi piu di lei può fornirmi un consiglio!
Ho letto infatti che la sua specializzazione sono le malattie parassitarie.
Il cane è affetto da leismaniosi, ma attualmente ha finito la terapia e i volontari lo sottoporranno nuovamente ad analisi per il controllo.
Dall'aspetto pare che stia benone.
La domanda che le pongo è questa: che rischi ci sono che la malattia sia trasmissibile dal cane all'uomo e se è cosi, cosa si può fare per evitarlo.
Consideri che chi le scrive ha il maledetto vizio di mettere in bocca le dita!
Grazie per la risposta
Annamaria

Buongiorno Annamaria, la possibilità di trasmissione diretta da cane ad uomo è praticamente ridotta a zero in persone sane non immunocompromesse (caso nel quale sconsiglierei per pura precauzione l'adozione).
Il problema è invece che lei sappia che il nuovo cane non guarirà realmente mai, che dovrà regolarmente eseguire controlli ed analisi di vario tipo con relativi costi d impegno di tempo, e se mal gestito che può diventare un problema per altri animali se è presente il vettore (i papatacci) nella sua zona.
Ne parli bene, e si faccia dare tutti documenti possibili ed immaginabili dello stato di salute del cane: hiami i veterinari curanti e ne parli chiaramente con loro.
Non sottovaluti la cosa di essere pienamente informata di ogni cosa che riguardi la salute del cane. Poi faccia vedere al suo veterinario la documentazione clinica per stabilire da subito una strategia adeguata.
Mi faccia sapere.
Emanuele Minetti
Medico veterinario

Domanda del 12.12.2014

BUONGIORNO DOTTORE, io ho un cane femmina meticcio di 11 mesi (15 kg) che si innervosisce quando i miei tre figli piccoli (10-8-5 anni) le si avvicinano anche ad 1m quando ha voglia di riposare, o quando rosicchia o mangia qualcosa. Di norma gli abbaia per avvertimento, ma è capitato che facesse anche uno scatto con morso, se il bimo passava troppo visicno (senza far davvero male per fortuna). Finchè dà segnali di avvertimento dico ai miei figli di stare lontano, ma quando scatta su di loro mi arrabbio e le do delle sberle sul muso. Lo faccio un po' di istinto per difesa dei miei figli, è chiaro che lei li vede suoi pari e non va bene (con me e con mio marito non si comporta così), ma mi domando se sia il comportamento giusto il mio, o cosa dovrei fare in questo caso.
Spesso cerco di farle dare il cibo dai miei figli, e lei lo accetta , ma li manda via appena inizia a mangiare. Quando è ben disposta gioca tanto con loro. La ringrazio anticipatamente per ogni consiglio che potrà darmi. Cordilai saluti Elisabetta

Buongiorno Elisabetta, nei casi in cui ci possono essere problemi con dei bambini è OBBLIGATORIO chiedere una visita comportamentale con un medico veterinario esperto della materia, magari iscritto alle liste ministeriali.
Quindi non esiti a cercarne uno nella sua città, li trova ovunque oramai (SISCA ed ASETRA sono le principali due associazioni professionali che li riunisce, cerchi sul web).
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Medico veterinario
Viale Monteceneri 64 - Milano
www.biessea.com

Domanda del 13.12.2014

Salve
ho un jack russel di 75 giorni che ieri ha fatto il terzo vaccino.
Desideravo sapere quando potrò portarlo a passeggio fuori casa per evitare eventuali contagi e che tipo di prodotto usare per evitare che fuori prenda pulci o altro (collare - fialetta).
La ringrazio
Anna

Buongiorno, deve chiedere al suo veterinario curante, quello che ha fatto le vaccinazioni, perchè non sapendo che protocollo sia stato fatto non me la sento di dare consigli alla cieca. Idem per i parassiti. Se non le fosse seguita da un collega serio ed esperto ne cerchi uno subito.
Saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano

Domanda del 14.12.2014

Carmelo

salve dottore
il mio cane di 14 anni ultimamente beve urina molto ed ha delle piccole crosticine pruriginose sulla testa,gli abbiamo fatto gli esami del sangue ma risultano tutti nella norma.
il dottore dice che probabilmente il fatto di urinare spesso è una conseguenza dell'età avanzata e mi ha consigliato di fare solo un trattamento antiparassitario in quanto secondo lui le crosticine sono dovute ad alcune punture di pulci.
il cane continua a bere e urinare parecchio anche in casa e mi preoccupa,cosa mi consiglia di fare?

grazie

Buongiorno Carmelo, direi che bisogna arrivare ad una diagnosi.
Se il collega ha risposto così non ha sufficienti competenze ed esperienza e deve rivolgersi altrove: infatti c'è sempre un motivo per queste cose, e quasi sempre esso va individuato e curato fino a dove è possibile.
Nessun animale sano, pur se anziano, beve ed urina eccessivamente ma ha sempre qualcosa, od una malattia metabolica, od una ormonale, o una malattia infettiva (tipo leishmaniosi....) oppure una forma neoplastica.
Lei si deve impegnare a dare disponibilità per le indagini necessarie ed i colleghi si devono impegnare a dare il meglio.
Casomai cerchi una clinica di referenza nella sua città, ma non molli.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Viale Monteceneri 64 Milano
www.biessea.com

Domanda del 15.12.2014

Buongiorno, vorrei sapere se è veritiera la diceria sul fatto che i cani maschi castrati precocemente, cioè entro i 5 mesi d'età, non alzino mai la zampa per urinare ma che si accuccino come le femmine. Grazie. Susy

Buongiorno, a parte che la sterilizzazione precoce nel cane di sesso maschio raramente deve essere consigliata (e raramente viene consigliata ed eseguita) ciò che lei chiede è possibile avvenga ma non è una regola.
Saluti
Emanuele Minetti
Pagina  1234