**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Aprile 2014

Domanda del 3.4.2014

Buongiorno Dr Minetti mi chiamo Alfredo ho un cagnolino di piccola taglia pesa circa 5 kg , mangia solo croccantini ed ogni tanto pollo lesso e carote. Fa le feci 3/4 volte al giorno formate ogni tanto un po molli mi devo preoccupare ? Ho fatto fare anche l'esame delle feci ed è tutto apposto. Il cane ha 4 anni e da piccolo ha sempre evacuato 3 volte al giorno.La ringrazio anticipatamente per la sua risposta cordiali saluti.

Buongiorno, direi che ne deve discutere bene col suo veterinario.
Non essite una ricetta magica per tutti i cani e non si possono dare consigli su animali che non si conoscono, mi spiace.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.4.2014

Egregio Dottore,
sono proprietaria di una bassotta di 8 anni e mezzo, sterilizzata e ipotiroidea in evidente sovrappeso (16,5 kg).
Dagli esami effettuati è risultato: T4 <0.7 e TSH 2.46.
Il veterinario che ha effettuato gli esami ha prescritto EUTIROX 75 microgrammi, 1/2 compressa ogni 12 ore, dicendomi che sarebbe meglio partire con un dosaggio un po' più basso del previsto.
Stamani mi sono recata da un altro veterinario che mi ha fatto notare come il dosaggio sia troppo basso perché nel cane il corretto sarebbe 15 - 20 microgrammi per kg ogni 12 ore, che quindi nel mio caso diventerebbe 240 microgrammi ogni 12 ore, visto che la bassotta pesa 16,5 kg.
Ora mi trovo nel dubbio di quale sia il dosaggio giusto, vista la netta differenza tra 37,5 (attuali) e 240 (previsti secondo l'altro veterinario) microgrammi.
Cosa devo fare?
Mi potrebbe aiutare?
Grazie mille in anticipo.
Cordiali saluti,

Sara Negretto

Buongiorno, in effetti la dose iniziale anche a me appare piuttosto bassa.
Anche quella "alta" però si riferisce al peso attuale di ben 16,5 kg, e forse è eccessiva perchè sarebbe opportuno iniziare con la dose calcolata valutando il "peso ideale" (nel caso del suo cane l'ultimo che lei si ricorda di quando era normale e non grassa, magari intorno ai 10 kg) per poi correggere le dosi entro 4-8 settimane.
Calcoli se vuole leggermente complessi ma che per centrare la terapia sono necessari.
Peraltro forse è bene che lei provi ad usare il farmaco veterinario specifico che si può somministrare ogni 24 ore invece che ogni 12.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano.

Domanda del 3.4.2014

Salve,abbiamo una piccola domanda.
La nostra dolce pechinesina luna (di quasi 7 anni) ha avuto un dimagrimento brusco negli ultimi giorni e la vedavamo un po triste.La cagnetta ha sempre bevuto acqua ad ettolitri e fatto spesso pipì,e nonostante tutte le nostre richieste e controlli il veterinario ha sempre detto che gli esami davano i reni a posto,e che probabilmente è una cagnetta arrivata nei purtroppo odiosi "viaggi disperati" ed è rimasta traumatizzata dalla carenza d'acqua nel viaggio da piccolina.Era stata salvata per un pelo già da piccola.
Visto il deperimento degli ultimi giorni abbiamo portato subito a visita la cagnetta,dove dopo esami del sangue ed ecografia veniva stabilita una insufficienza renale.Il veterinario dice che anche a curarla dura un anno.
Ci ha prescritto Fortekor,Ringer Lattato e Plasil.Ma io il Plasil non glielo voglio dare,1 perchè non vomita 2 perchè mi pare di aver capito che è controindicato in casi di insufficienza renale.
Notiamo che oltre a non avere vomito non presenta neanche diarrea.La cagnetta sembra farsi forza,mangia anche di gusto e anche se debole rimane coccolona.
Ha qualche consiglio,soprattutto sui medicinali citati e su eventuale alimentazione consigliata?E visto che il veterinario dice che non ha malformazione ai reni,e non ha tumori o altre patologie non capiamo il danno ai reni da dove è saltato fuori.
Grazie Davide

Buongiorno, di fronte ad un quadro di questo tipo le consiglio di rivolgersi ad un centro di alta specializzazione, una clinica grande di riferimento od una università, dove probabilmente può trovare uno specialista in medicna interna e nefrologia.
A mio parere infatti serve subito capire la causa del problema, e vedere se essa può essere curata: purtroppo lei mi ha inviato pochi dati e non posso minimaente ipotizzare se vi sia di base una malattia infettiva (Leishmaniosi?) oppure un problema congenito.
Non so nemmeno da dove mi scrivete e non posso indirizzarvi.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 3.4.2014

Buon giorno sono Enzo Ciccarelli di Lucera (Fg) voglio portarvi a conoscenA di un problema con la speranza xhe si possa risolvere o almeno di aver qualche consiglio da persone qualificate. Cerco d8 eswere sintetico
Possego un husky di circa 4/5 mesi e ha sempre paura di tutto e tutti dico questo perché nn sappiamo il.passato di questa cagna. Portato dal vetrinario mi diceva che era una cosa passeggera ma nn ci credo e quindi mi sono rivolto ad un vetrinario comportamentalista che me la meso sotto cura prima con paaticche adatpil e poi con il collare adatipil e selgian 20 kg.ma da un mese che è sotto cura ma niente nn cambia carattere ha sempre paura quanto avvicinaga da persona si fa i suoi bisogni sotto.volevo sapere se secondo voi cambierà carattere o mio figlio dovra tenerla così .come um soprammobile in casa ,perche e restiva anche a scendere il giardino per fare i bisogni ,che li fa regololarmente su terazzo e noi non la possiamo sgridare perché gia e timorosa .speri che sia stato chiaro vi ringrazio in anticipo per la risposta . Per concludere volevo dirvi che quanto esce nel giardino di fronte casa e un cane normalissimo corre gioca con altri cani ma quanto ce gente e paurosissimo.e poi mi sa che non ha fiducia in noi che la vogliamo bene. Io penso che sta meglio all aperto che in casa dorme tutto il giorno.se e cosi la potrei roiportRe dov vivono i genitori e altri husky in campagna. Attento vostre notizie con ansia.

Buongiorno, putroppo un problema così serio necessita di pazienza, tempo, dedizione.
Da lontano non potrei nemmeno immaginare di aiutarla.
Le consiglio di riparlare a lungo con il collega comportamentalista per evidenziare se si possono usare ulteriori armi terapeutiche correttive, oppure di richiedere un'intervento di più colleghi che s confrontino fra loro sul campo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 6.4.2014

Gent. Dott. Minetti

vorrei un consiglio per come gestire il decadimento della mobilità degli arti posteriori del mio cane, Kira, un pastore "svedese" di quasi 14 anni ( è un lupoide con il manto biondo del labrador).
E' ancora molto vitale come spirito , si sente di fare delle piccole corse ma poi non riesce a controllarsi nel fine corsa e trascina le zampe posteriori come se non le sentisse più..
camminava normalmente fino a stamattina e dopo un brevissimo gioco con un altro cane ha repentinamente peggiorato..

mi rendo conto dell'età ma è triste vederla così..
che cosa fosso fare per aiutarla?
Grazie
Giovanni Palladino

Buongiorno, deve subito portarla da un veterinario esperto-specialista in neurologia veterinaria.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 7.4.2014

Buonasera dottore...vorrei farle una domanda...ho un meticcio di 1 anno e tre mesi taglia piccola...non ho mai avuto problemi fino ad ora..ma da una settimana che il cane mi e scappato due volte...e poi quando lo trovo non mi ascolta...mi rimane difficile prenderlo.

Buongiorno, sarà interessato a qualche cagnetta in calore vicino a casa sua?
Faccia una ricerca e cerchi di tenerlo a bada, potrebbe farsi del male da solo.
Si rivolga anche al suo veterinario curante per capire se non sia necessario sterlizzarlo.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 10.4.2014

Buongiorno. Alla mia cagnolina uno yorky di 12 anni durante una visita di controllo (la fa ogni sei mesi da 4 anni dopo una doppia mastectomia)sono risultati elevati gli esami del fegato. Ha fatto un eco addome e mi hanno detto che il fegato era molto brutto e che la surrenale destra era lievemente ingrossata. Ha fatto il dosaggio di cortisolo nelle urine ed è risultato di 152.4 otto giorni dopo ha fatto la stimolazione con acth e il valore era cortisolo(ECLIA) 7.4 cortisolo2 determinazione 28.0 aveva anche una fosfatasi a 1779 gpt 206 ggt 32 gldh 60 .Ha iniziato la terapia con vetoryl 30mg e dopo 17 giorni ha ripetuto la stimolazione con acth era cortisolo(ECLIA) 6.5 cortisolo2 determinazione 15.5 A distanza di 26 giorni ha ripetuto gli esami erano : got 53.6 gpt 129 alp 786 ggt 22.1. La diagnosi è stata morbo di cushing ma il cane non ha nessun sintomo della malattia e ne sono stupiti .19 giorni prima del primo esame del cortisolo sulle urine abbiamo cambiato casa e il cane era molto agitato tanto da iniziare a grattarsi e mordersi la coda a sangue quando abbiamo fatto il secondo test con la stimolazione era passato un mese dal cambio di casa. E' possibile che lo stress possa avere aumentato il cortisolo da averlo più alto dei valori stabiliti anche dopo un mese ? Non vorrei dargli il vetoryl inutilmente aumentando il danno al fegato. A questo punto cosa potrei fare per sapere se è realmente cushing ? Grazie Mary

Buongiorno, sussistono pochi dubbi che sia un mordbo di Cushing, ma deve anche avere in mano una diagnosi di sede, quindi se è dovuto ad un tumore della surrenale oppure se è centrale.
Ne parli con i suoi veterinari.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 12.4.2014

Egregio dott. Minetti buon giorno. Mi chiamo Emanuela. Vorrei se possibile un consiglio su come educare il mio cucciolo di west hingland. Ha solo 5 mesi e il problema più grande non è tanto fargli capire dove fare i bisogni (quando siamo in casa 3 volte su 5 capisce che si fa sul tappetino ) ma è che che dopo che ha fatto i bisogni che sia liquido o solido lui ci sguazza dentro. Se defeca addirittura ci cammina dentro fino a sporcarsi tutte le zampe. Spero davvero che dipenda solo dal fatto che sia cuciolo. In attesa di un suo gentile consiglio, cordialmente la saluto. EMANUELA.

Buongiorno, a mio parere deve contattare un bravo educatore perchè non posso esaudire la sua richiesta in queste poche righe,

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti - Milano

Domanda del 29.4.2014

Gentile Dottore
ho un chihuahua di 10 mesi e da tre mesi ha perdite di sangue è normale?
Il veterinario l'ha visitata e mi dice che al primo calore può succedere e che non devo preoccuparmi in quanto la cagnolina mangia ed è attiva.
Sinceramente vorrei avere un suo parere.
Grazie mille
Cordiali saluti
Barbara

Buongiorno, non è affatto normale: chieda un consulto presso un collega più esperto in medicina interna e riproduzione, e faccia eseguire una ecografia addominale.

Cari saluti
Dr Emanuele Minetti
Milano