**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Luglio 2015

Domanda del 27.7.2015

Buongiorno, mi chiamo Alessandra ed ho adottato un gattone di undici anni, Oscar, da sempre alimentato solo con cibo secco. Dato la storia clinica del gatto (problemi renali), in accordo con il mio veterinario di fiducia ho introdotto anche il cibo umido prediligendo marche il più naturali possibili (almo nature o royal canin). Da qualche mese però il micione soffre di colite (feci molli e a volte vomito). Sempre dietro suggerimento del mio veterinario ho provveduto a cambiare l'alimentazione dell'animale passando ad una dieta monoproteica per escludere eventuali intolleranze alimentari. La situazione è migliorata moltissimo ma non passata del tutto. Vorrei evitare visti il suo pregresso clinico e l'età di somministrargli ripetutamente iniezioni di cortisone e pertanto sono a chiedere se esistono dei farmaci omeopatici per curare il disturbo.
Grazie mille per la risposta che vorrà darmi.
Cordiali saluti

Buongiorno, se il gatto soffre davvero di disturbi renali (solo gli esami del sangue e delle urine però sono utili a valutarne la funzione) e l'alimentazione precedente non dava problemi non capisco perchè sia stata cambiata se poi siete entrati in una situazione così fastidiosa.
Inoltre un'alimento monoproteico non è affatto indicato ove serva invece diminuire quantitativamente e percentualmente la quantità di proteine, animali o no, nella dieta del gatto con insufficienza renale cronica.
Probabilmente inoltre non è una colite (?) su base allergica o da intolleranza alimentare ma forse il cibo somministrato è sbagliato per questo gatto.
Le terapie si possono prescrive solo se esiste una diagnosi che qui mi pare alla fine sia mancante.
Inoltre vedo che sono stati dati farmaci - cortisone - e mi si chiede di cambiare cura con qualcosa che deve curare il disturbo e non la possibile malattia: in realtà molte malattie hanno sintomi e segni simili - i diturbi - ma cause completamente diverse.
Le consiglio pertanto di cambiare approccio al problema, e magari richiedere una serie di esami come detto sopra ed eventualmente una visita specialistica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 29.7.2015

Buon giorno!  Vorrei un consiglio su comportamento del mio cane!
È un bastardino di piccola taglia!
Ha 13 mesi ed è sempre stato abituato a vivere in casa con noi e a dormire con noi.
Buon giorno sono alberto
Da qualche settimana abbiamo iniziato i lavori in casa e abbiamo spostato le stanze al piano superiore! !
I primi giorni eratino spaesata continuava a cercare la sua stanza ma poi saliva lo stesso a dormire!
Poi una sera si è spaventata per il temporale!
Da allora non vuole più salire e è sempre agitata!  Respira affannosamente e si spaventa per ogni rumore!
Ora siamo nella casa al mare e è sempre agitata! !!
Sta quasi sempre nascosta sotto i mobili e continua a tremare e a respirare affannosamente!
Sta bene solo quando é fuori!
Cosa posso fare! !!

Buongiorno, vista la situazione non forzatela a fare cose che non vuole e cercate velocemente un medico veterinario esperto in comportamento per una visita clinica urgente.
Cercate di stare con lei il più possibile quando è in casa e come misura d'urgenza acquistate Adaptil in compresse (mezza una volta al giorno) seguendo le indicazioni.
Cari saluti
Enanuele Minetti DVM SSPV

Domanda del 30.7.2015

Buongiorno,
ho un volpino di pomerania nano di 8 anni, leggermente in sovrappeso. da qualche giorno lo portiamo a passeggiare per 2/3 km. sulla strada , ma le zampe iniziano a sanguinare abbondantemente, il sangue sembra uscire dalle unghie, cosa puo' essere successo ?

Grazie

silvia

Buongiorno, visto il caldo e la scarsa abitudine a camminare è probabile vi siano delle ferite o ustioni.
Portatelo da un veterinario subito.
Saluti
Dr Emanuele minetti DVM SSPV
www.biessea.com
Pagina  1234