**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2016

Domanda del 3.10.2016

buongiorno dott. ho un labrador che svolge la funzione di cane guida essendo io non vedente. praticamente da circa un anno sono usciti fuori dei lipomi di natura benigna, e precisamente sotto le ascelle quindi zampe davanti ed uno alla parte superiore della stessa, tra zampa e dorso. oltre ha fargli fare una ecografia cosa mi consiglia di fare, ci sono dei particolari accorgimenti che devo adottare anche riguardante l'alimentazione? da circa quindici giorni gli ho cambiato il mangiare con i light perché leggermente sovrappeso. pesa 39 kg. grazie ed attendo info.

Buongiorno, a parte eseguire un pannello di esami ematobiochimici le consiglio di verificare la funzione della tiroide che talvolta si rallenta molto in tali animali. Tutto il resto deriva poi dalla visita clinica che verrà eseguita e dalle sue evidenze, anche per eventuali interventi chirurgici.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 5.10.2016

Salve io ho il cagnolino che fa la cacca molle da un pó di tempo, non la fà sempre molle, all'inizio la fa normale ma la seconda e terza la fa liquida o molle a volte, gli stiamo dando le crocchette che ci ha consigliato il veterinario, ma non capiamo la fonte del problema, oltre alla cacca molle il cane sta bene mangia, beve, gioca ecc. ora stiamo provando a dargli solo del riso bollito con un goccio d'olio e a volte il pollo amche se il veterinario ha detto che doveva mangiare solo maiale. Lei cosa consiglia?

Buongiorno, non posso che consigliare di eseguire delle indagini diagnostiche sul perchè il cane abbia un malassorbimento con conseguente feci non formate.
Di solito per iniziare si eseguono degli esami parassitologici sulle feci, anche con metodi di arricchimento come il FLOTAC ( http://biesseanew.blogspot.it/2016/09/tips-cheap-n432016-m-flotac-esame.html ), meglio anche in questo caso un test ELISA specifico per Giardia.
Se tutto è negativo si devono eseguire esami batteriologici per verificare non vi sia un problema batterico alla base del disturbo.
Poichè si tratta di una enterite cronica non grave se anche questi esami fossero negativi bisogna eseguire test specifici per alcuni organismi patogeni in biologia molecolare / PCR.
Nel frattempo serve una dieta iper-digeribile gastrointestinale.
Se non si arriva ad una diagnosi è bene però affidare il caso ad un veterinario gastroenterologo, che deciderà se fare indagini invasive come quelle endoscopiche.
Una ulteriore possibilità è che il cane sia allergico od intollerante: qui però bisogna andarci piano e si deve lavorare molto seriamente con il veterinario curante per non fare pasticci. Esistono esami su sangue che danno delle buone risposte in molti casi per trovare cosa realmente il vostro cane può mangiare.
Come vede, prima serve capire bene cosa ha perchè la diarrea è uno dei sintomi meno specifici di malattia.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 7.10.2016

salve. il mio yorkshire si e' accoppiato 2 volte con la stessa yorkina...in entrambi i casi si e' avuta la gravidanza. la prima volta e' nato un solo cucciolo,femmina, ma dopo una settimana e' morta. la seconda volta e' nato un cucciolo gia' morto. il nostro veterinario dice che la causa potrebbe essere una incompatibilita' genetica. lei cosa mi puo' dire in proposito? grazie

Buongiorno, per darle una risposta bisognava almeno avere un esito di esame autoptico dei neonati, anche di base.
Esso è infatti il primo passo per capire se ci troviamo davanti ad un problema genetico, oppure infettivo, oppure di altro genere. Dopo l'esame necroscopico è possibile eseguire indagini anche raffinate di genetica per ricercare germi e virus e sostanze tossiche.
Poichè sono decine le possibili cause di morte neonatale, o perinatale, è assolutamente inutile cercare colpe, o motivi fantasiosi, quando la scienza ci aiuta a definire perfettamente ogni cosa se vogliamo.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 13.10.2016

Buongiorno Dottore,
la mia gatta ha avuto una reazione allergica al frontline, dopo l'applicazione ha iniziato a strapparsi via il pelo dove riusciva ad arrivare, cioè sulla schiena/fianchi. Se può servire come informazione ha la pelle delicata, non può stare al sole perchè le si bruciacchiano le orecchie.
Ora ha problemi di pulci, cosa posso usare in alternativa??
Ringrazio in anticipo.
Sara

Buongiorno, il problema delle pulci si può anche affrontare con prodotti per via orale e non solo transcutanea come gli spot-on.
Ovviamente le strade sono anche altre e diverse, quindi l'unico modo per trovare la terapia giusta è non una eventuale automedicazione ma una prescrizione veterinaria vera e propria, con il farmaco più indicato per il suo gatto.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 17.10.2016

Salve, chiedo un parere a proposito della procedura prima e dopo l'anestia (per la tac) in un cane che presenta insulinoma, quindi un bassissimo livello di glicemia rispetto alla norma, causato da un tumore nel pancreas. Grazie

Buongiorno, esistono protocolli e procedure diverse in base a vari fattori: età, razza, malattie intercorrenti, anamnesi recente e remota, eccetera.
Il veterinario esperto in anestesia si occupa di tutto e ciò e stabilisce per il singolo soggetto il migliore, e più sicuro, protocollo anestesiologico.
Ovviamente bisogna accertarsi che esista l'anestesista nella struttura.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 19.10.2016

Salve Dott. Minetti
a mio figlio piace avere animali ed in casa teniamo una volpina ora gli hanno regalato due tartarughine è possibile farle convivere insieme ? qualche consiglio grazie
giuseppe

Buongiorno, certamente possono convivere, anche perchè il cane fa vita "sociale" in casa e fuori e per le tartarughine prendete un terrario apposito.
Buona giornata
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 20.10.2016

Buongiorno mi chiamo Barbara e vorrei un consiglio
La mia cagnolina di 14 mesi incrocio pinscher e chihuahua qualche giorno fà giocando con un suo pupazzetto è riuscita a romperlo e a mangiare un pochino di lanetta che conteneva. Vorrei sapere se può dare dei problemi o se la potrebbe già avere espulsa andando di corpo
Premetto che la cagnolina stà benissimo ma non sò se dovrei portarla comunque dal mio veterinario
Grazie per le informazioni che mi darete

Buongiorno, usualmente queste cose non comportano grossi problemi se le sostanze ingerite sono sia a prova di bambino sia a prova di cane. Nel senso che ci sono leggi per cui ogni parte dei giocattoli in commercio devono essere atossiche e non pericolose per ingestione, in particolare per quanto riguarda i peluche/pupazzi di pezza e simili.
Poi dipende dalla quantità di lanetta ingerita in relazione alle dimensioni del cane. In questi casi si consiglia di fare uno o due giorni di pasti a base di polenta con un poco di olio di paraffina (poco!) per sfruttarne "l'effetto scopa" a livello di lume gastroenterico.
Se sono passati già 3-4 giorni ed il cane sta benissimo, e defeca normalmente e non ha mai vomitato, direi che oltre a controllare le feci non deve fare.
Se è in ansia comunque faccia almeno visitare con una palpazione addominale ben fatta il cane.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 23.10.2016

Buonasera, il mio cane springer spaniel di 10 anni non appoggia completamente la zampa anteriore sn (cammina un po' zoppo). Questo problema dura da circa 1 settimana. In farmacia ho preso rimadil da 20 mg ma per ora non ci sono miglioramenti. Al tatto sulla parte interessata non mostra dolore. Mi devo preoccupare? Chiaramente tra qualche giorno andrò dal veterinario.
Grazie

Buongiorno, credo sia bene anticipare la visita ortopedica. Le lesioni in pazienti anziani/senior che procurano una zoppia, e quindi probabilmente dolore al carico, sono talmente tante che si va dal banale risentimento muscolare od articolare al tumore osseo.
Prima si ha una diagnosi precisa e prima si può applicare una terapia mirata e non semplicemente sintomatica.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 25.10.2016

Salve, possiedo un gatto europeo, età 14 anni, il 12 settembre scorso ho notato che il mio gatto respirava affannosamente, quindi il giorno successivo l'ho portato dal veterinario che in seguito ad una radiografia ha constatato che il gatto aveva un versamento pleurico in tutto l'addome, gli ha quindi praticato immediatamente e per tre giorni punture di antibiotici, cortisone, diuretico, dopodichè mi ha fatto continuare a casa la cura con un quarto di pasticca di diuren per 2 volte al giorno e 1 pasticca di fortekor 2,5 mg al giorno ritenedo che il versamento fosse dovuto ad un problema cardiaco perchè il cuore risultava ingrossato e batteva velocemente.
Per 18 giorni ho continuato la cura, ma una notte il gatto ha cominciato a tossire e a respirare malissimo, cosicchè il giorno successivo l'ho riportato dal veterinario che gli ha aspirato il liquido dall'addome (110 ml di liquido trasparente).
Poi gli ha segnato fortekor da 5mg (ma ho continuato con quella da 2,5 poichè ho difficoltà a somministrarla al gatto) e diuren (un quartino mattino e sera) e per 4 giorni antibiotico.
Gli abbiamo fatto anche le analisi: sono risultati tutti giusti, ad eccezione dell'azoto ematico che è 80 mg/dl (valori normali 20-30mg)
ho integrato la terapia somministrando la sera renal gatti.
Se possibile volevo sapere se sto seguendo la terapia giusta, se posso fare qualcosa in più e soprattutto volevo sapere se devo somministrare il diuren al gatto per tutta la vita o se è preferibile sospenderlo a cicli, in quanto temo che a lungo andare possa danneggiare i reni del mio gatto.
Ringrazio anticipatamente per la risposta, cordiali saluti.
Roberta.

Buongiorno, l'unica risposta corretta la può dare solo un veterinario cardiologo che esegua un esame ecografico doppler completo con ECG.
Per il resto è possibile che l'urea sia aumentata a causa delle terapie cardiologiche in corso.
Però, come detto sopra, è bene che uno specialista intervenga direttamente sul suo gatto.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 26.10.2016

Buona sera ho in piccolo maltese di anni 10,in perfetta salute ultimamente ha dei puntini bianchi (tipo piccoli ovetti) nelle feci.cosa può essere?grazie buona serata.

Buongiorno, possono sia essere proglottidi di tenia, che è un verme piatto che vive nell'intestino dei cani, sia un residuo della digestione.
Deve pertanto portare al suo veterinario o ad un laboratorio analisi veterinarie un campione di feci in apposito contenitore per una analisi specifica.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com
Pagina  12