**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019
Cerca un argomento:

Le risposte di Ottobre 2016

Domanda del 27.10.2016

Salve, il mio gatto siamese di 8 anni da circa 2 mesi ha iniziato un escalation preoccupante di vomito, il primo veterinario aveva ipotizzato un intolleranza alimentare(mangiava gourmet) ho cambiato con Almonature, dopo breve miglioramento ha ripreso a vomitare anche a stomaco vuoto e anche senza peli nel vomito. Il secondo medico gli ha fatto radiografia e analisi del sangue, dice che tranne i denti un po malandati non c'è niente, poi successivamente mi dice che dallo striscio ematico risulta positivo all'anaplasma platys, non ho iniziato terapia specifica(molto aggressiva) perchè il gatto è nato e cresciuto in casa senza mai uscire ed abitiamo al terzo piano in centro, lo toiletto spesso e non ha mai avuto ne pulci ne tanto meno zecche, possibile che sia stato magari contagiato da una zanzara infetta? esiste una correlazione tra il vomitare e la malattia? Nel frattempo remover e olio di vasellina, il gatto è comunque attivo e reagisce al gioco, adesso inizia a rifutare il cibo nonostante sia affamato e lo cerchi. Possibile che non riesca a smaltire il pelo nonostante vomiti almeno una volta la giorno? Pipì regolare, le feci a giorni alterni, ora è al 5 giorno di stormogil prescritto dal terzo veterinario ma continua a vomitare.

Buongiorno, a questo punto se il problema persiste è logico pensare ad una patologia meno banale. Quale sia al momento non ci è dato sapere nè ipotizzare perchè le malattie che hanno il vomito fra i sintomi principali sono davvero troppe. Come per noi umani quindi bisogna andare dal gastroenterologo specialista dopo essere stati dal medico di famiglia: serve una prima visita generale e forse servirà una indagine approfondita tramite endoscopia gastrica ed intestinale.
Troppo spesso non si passa da questo importante ausilio diagnostico però così facendo si perde di vista la diagnosi vera continuando a lasciare l'animale malato e facendo terapie a caso.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 28.10.2016

Buongiorno, la mia gatta, un Europeo di 7 anni, da qualche tempo urina fuori dalla cassetta ed in piedi. La gatta vive in casa e non è mai andata fuori se non per andare dal veterinario. Ci chiedevamo da cosa potesse dipendere questo comportamento. Spero possiate aiutarmi Grazie e buona giornata

Alessandro

Buongiorno, può essere sia un problema fisico vero (infezione vie urinarie, calcolosi, eccetera) oppure comportamentale.
Fra le cause anche il cambio di tipo di lettiera non gradito alla gatta.
Vada dal suo veterinario per una visita accurata.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 31.10.2016

Buonasera Dottor Minetti,
pensa che una gatta di circa 3 anni possa affrontare un trasferimento ai Caraibi con tanto di volo di circa 12 ore senza subire danni alla sua salute?
grazie mille
davide

Buongiorno, certamente si se ben gestita con l'aiuto di un medico veterinario esperto.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com
Pagina  12