**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Novembre 2016

Domanda del 2.11.2016

buongiorno, il mio cane di quasi tre anni, preso in canile quando aveva poco più di 5 mesi da circa un anno continua a scappare quando usciamo da casa per lavoro. non si allontana, scavalca la recinzione ma al massimo si reca dai vicini ed attende il nostro ritorno. purtroppo la nostra casa da direttamente sulla strada e vorremmo evitare che possa farsi del male lui e ancor di più per i tanti ciclisti e motociclisti che passano sulla strada. abbiamo alzato la recinzione ma nulla lo ferma, ho provato a tenerlo in casa quando non c'eravamo ma non vi dico cosa non ha combinato. appena tornati a casa piange e ci fa mille feste, resta in casa con noi anche la notte e come mi muovo per casa lui mi viene dietro piangendo se per caso mi chiudo una porta dietro. non sappiamo più cosa fare, sta diventando insostenibile, anche i vicini si lamentano perché è sempre fuori, non infastidisce è dolcissimo a bravissimo ma la strada di fronte casa è veramente un pericolo. prendere un altro cane che possa tenergli compagnia potrebbe servire? saluti SARA

Buongiorno, deve assolutamente fare una visita comportamentale con un medico veterinario esperto.
Il resto dei consigli/idee sono tentativi empirici che non portano da nessuna parte.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 6.11.2016

Buongiorno dottore , la nostra gatta felv positiva. Per precauzione , quanto è meglio stendere prima di introdurre un altro gatto in casa? Grazie mille
Franca

Buongiorno, se la gatta è deceduta dovete aspettare almeno 4 settimane ma disinfettando bene l'ambiente con vapore ed ammonio quaternari.
saluti
Emanuele Minetti

Domanda del 7.11.2016

BUONASERA,
SONO DISPERATA!!!!
HO UN COCKER SPANIEL DI TRE ANNI CHE PER DISPETTO MI FA LA PIPI' A CASA QUANDO NON CI SIAMO COSA POSSIAMO FARE.
GRAZIE

Buongiorno, deve fare una visita con un medico veterinario specialista comportamentalista.
Il resto non serve a nulla veramente ma sposta soltanto in avanti il problema aumentando disagi e danni. Si attivi quindi senza cercare soluzioni semplici (non ci sono) od empiriche (non funzionano mai).
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 8.11.2016

Salve dottore.
Sono la mamma di una piccola pelosetta che da ieri ha sangue in un orecchio.
Oggi ho chiamato il veterinario ed è venuto a guardare.
Ha controllato l'orecchio con un attrezzo e mi ha detto che è otite.
Mi ha detto dove possibile di pulire l orecchio esternamente con cotonfioc e olio ma non lo fa fare e quindi di mettere alcune gocce di Otalgan.
Va bene.? o devo fare qualcos altro.?
Mi fa una tenerezza incredibile
La ringrazio per l attenzione attendo risposta

Buongiorno, credo sia necessario che venga eseguita una visita più consona al problema in corso. La medicina presritta è ad uso umano e non copre le patologie di solito presenti nell'orecchio dei nostri animali domestici.
Non leggo poi una vera diagnosi. Inoltre l'uso dei bastoncini di cotone in un orecchio malato è quasi sempre fortemente controindicato, infatti il suo animale lo rifiuta per il dolore che sente, non certo perchè sa che cosa è.
Francamente mi recherei in una struttura veterinaria più seria ed attrezzata e farei fare una visita vera, e se necessita anche esami per capire ed individuare il problema pienamente (esame citologico e/o batteriologico per esempio).
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com
.

Domanda del 9.11.2016

Spett.Le Dottore,
> Le scrivo per una situazione che mi preme molto. La mia cagnolina di soli 10 anni ha il cancro ai linfonodi, con metastasi. Ho deciso di non sottoporla a chemioterapia per farle passare senza stress i suoi ultimi mesi. Nonostante il cortisone, le masse nel collo continuano a ingrossarsi. Di notte fa sempre più fatica a respirare. Di giorno la situazione sembra sotto controllo. Le volevo chiedere cosa è possibile fare durante la notte quando inizia a far fatica a respirare. Kloë, la mia cagnolina, durante il giorno gioca come fosse una cucciola, mangia bene, beve molto (cortisone). L'unico problema è la sua respirazione. Le chiedo con il cuore in mano se è possibile fare qualcosa e in caso contrario, secondo il Suo parere, come capire quando è arrivato il momento di prendere la decisione più giusta.
> Cordiali saluti,
> ALBANESE RITA

Buongiorno, se invece di affrontare il problema a metà lo avesse affrontato bene i linfonodi sarebbero diminuiti e quindi non darebbero i problemi che stanno dando.
Poi ognuno può fare come crede ma una possibilità al mio cane io la avrei data, magari non per guarire ma almeno per soffrire meno nei suoi ultimi mesi od anni di vita.
Peraltro l'ocologia veterinaria ha fatto passi da gigante e il grosso dei problemi sono legati alla mancanza di fiducia e non alla efficacia delle terapie.
Quindi una cosa da fare c'è: vada dall'oncologo clinico veterinario e segua le terapie.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 9.11.2016

Salve la disturbo nuovamente.
L ho scritto ieri a propositodi un problema all orecchio dellamia gattina.
Ho notato cercando di pulire l orecchio che non è sangue ma grumi marrone scuro quasi nero.
Ha l orecchio abbastanza rosso e caldo
Apparte la visita da in altro veterinaio che farò cosa posso mettere nell attesa.il veterinaiomi diceva che è otite.

Buongiorno, le terapie devono essere usate in seguito ad una visita ed una diagnosi precisa.
Pertanto in attesa della visita può usare il farmaco che già ha in casa ma solo per evitare che la cosa peggiori.
Saluti
Emanuele Minetti DVM
www.biessea.com

Domanda del 10.11.2016

Salve vorrei sapere se la rogna si può trasmettere avendo avuto contatto con il cucciolo? Vorrei mandarle una foto per sapere se è dermatite o rogna. La ringrazio in anticipo per la sua attenzione

Buongiorno, deve fare visitare il suo animale e non mandare foto. La medicina si fa dal vivo e già così è molto difficile e complicata.
Deve quindi subito andare da un bravo veterinario esperto.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 13.11.2016

Buonasera dottore,
Lia, la nostra cagnolina soffre tremendamente all'udire dei petardi che purtroppo in questo periodo diventano sempre più frequenti.
Lo scorso anno il nostro veterinario ci consigliò un prodotto che però addormentava completamente Lia. C'è qualche farmaco che possa aiutarla senza addormentarla?
Ha qualche consiglio per noi?
La ringrazio e complimenti per la trasmissione.
Lia

Buongiorno, abbiamo avuto notizie confortanti sull'utilizzo di un nuovo farmaco veterinario da poco registrato anche in Italia per l'ansia e la paura generata dai rumori.
Infatti esso è stato già utilizzato per esempio con successo negli USA durante i festeggiamenti del 04 luglio.
E' un prodotto che si presenta come un gel che viene applicato/spalmato all'interno della guancia del cane 1 ora prima dei botti tramite un dosatore a forma di siringa, quindi non si devono somministrare compresse o punture, quindi davvero molto semplice da utilizzare anche per un proprietario poco pratico.
Tornando a ciò che mi scrive l'enorme vantaggio nel suo utilizzo è che il cane resta sveglio e attivo ma non avverte l'ansia e la paura.
Il suo effetto è di circa tre ore e nel caso ce ne fosse bisogno può essere ripetuto,
è un farmaco molto sicuro con un'indicazione molto precisa, ne parli quindi con il suo veterinario curante e ne chieda la prescrizione.
Cari saluti

Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 16.11.2016

Spett.Le Dottore,
ho soccorso un cucciolo randagio di 4 mesi che era solito giocare con il mio pastore tedesco sotto casa, perchè l'ho trovato una mattina mogio (prima era superattivo), con vomito e diarrea. L'ho portato dal veterinario che gli ha diagnosticato gastroenterite NON emorragica ancora. Gli ha prescritto mezza fiala di Plasyl la mattina e mezza la sera, 1 ml di antibiotico Ceftriaxone la mattina e 1 ml la sera e 1 fiala di Epargriseovit al dì, in tutto per sei gg. gli sto facendo le punture, il problema è che il cane non tocca nulla da mangiare nè da bere da due giorni!! Ho provato a dargli dell'acqua e dell'omogeneizzato con una siringa, ma dopo un pò le vomita. non si muove più dalla sua cuccia.. Mi consiglia di fare delle flebo per contrastare la disidratazione? O è meglio continuare con la cura e aspettare??
ed inoltre è possibile somministrare antibiotico e Plasyl insieme nella siringa per evitare troppe punture??
La ringrazio anticipatamente per l'aiuto.
Cordiali saluti,
Claudia Brasacchio

Buongiorno, il cane è sicuramente in pericolo di vita se non assume liquidi e cibo da giorni e vomita ed ha diarrea.
Non può affrontare il problema a casa a questo punto ma deve per forza ricoverarlo in una clinica in flebo continua e con adeguate terapie.
Mi spiace ma la cosa gestita così può sinceramente avere un finale davvero brutto, anche perchè la diagnosi non mi pare certa al 100%.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 17.11.2016

Buonasera dott. Minetti

Le scrivo per il mio cagnolino, meticcio di anni 14, ancora brillante e in forma.

E' stata fatta un'eco addome un po' per l'età un po' a seguito di episodi gastrointestinali, poi rientrati.

Tutto è pressoché nella norma, eccetto fegato un po' ingrossato, ma soprattutto eccetto i reni.

Le riporto di seguito il referto circa i reni:
"normali per forma e dimensioni, corticale disomogenea, ipoecogena con fitte striature iperecogene verticali e piccole aree anecogene diffuse, ridotta distinzione corticomidollare
surreni normali per forma, dimensioni, ecostruttura
quadro ecografico compatibile con nefropatia bilaterale cronica"

Dalle analisi del sangue non è risultato niente di strano, eccetto i trigliceridi un po' aumentati.

Calcio 9,7 (9-11,6)
Cloro 96 (95-120)
Colesterolo 234 (150-280)
Creatinina 0,8 (0,5-1,3)
Fosforo inorganico 4 (3-6,5)
Glucosio 72 (75-120) **
Potassio 4,6 (3,5-5,8)
Proteine 5,7 (5,5-7,8)
Albumine 3,4 (2,6-3,9)
Sodio 142 (139-152)
Trigliceridi 105 (10-80) **
Urea 40 (20-45)

Emocromo:
Globuli rossi 6,71 (5,5-8)
Globuli bianchi 9,47 (6,5-15)
Emoglobina 15,4 (12-18)
Ematocrito 44,4 (35-55)
MCH pg 23 (19-24)
MCHC 34,8 (32-38)
MCV 66,1 (60-75)
RDW 18,2 (12-16) **
Neutrofili 70 (60-75)
Neutrofili B 0 (0-5)
Linfociti 30 (12-30)
Eosinofili 0 (2-10)
Monociti 0 (3-10)
Basofili 0 (0-1)
Piastrine 428 (180-550)
MPV 13,1 (5,8-9,2) **
PDW 19
Eritrociti nucleati 0 (0-5)

Stima piastrine adeguata
Ca corretto = 9,8 mg/dl
Ca ione = 1,21 (1,18-1,4)
Osmolalità sierica calcolata = 311,40 (250-310) **
Rapporto Na/K = 30,8
Rapporto A/G = 1,7

Dalle urine invece:

Colore Giallo Oro
Aspetto Sublimpido
Peso 1028
pH 6
Albumine mg/dl 19,4 **
Glucosio negativo
Chetoni negativo
Urobilinogeno normale
Bilirubina negativo
Nitriti negativo
Sangue +++ **
Proteine/Creat. ratio 0,16
Globuli rossi +++ **
Globuli bianchi assenti
Cellule epitel. di sfald. ++ **
Cellule epitel. di transiz. + **
Cellule cubiche assenti
Cilindri assenti
Cristalli Fosfato triplo ++ **

A seguito di tali valori mi è stato prescritto Cystocure da somministrare per un mesetto. Dopodiché abbiamo rifatto le analisi urine.

pH 6
Peso specifico 1020
Leucociti neg.
Nitriti neg.
Proteine 30 mg/dl
Glucosio normale
Chetoni neg.
Urobilinogeno normale
Bilirubina neg.
Eritrociti neg.
Hb neg.
Sedimento = poche cellule di transizione

Permanendo la proteinuria, è stato prescritto:
Fortekor cpr. + cambio alimentazione con Hill's k/d

I miei dubbi sono i seguenti:
1) Visto che il cane presenta sì insufficienza renale con proteinuria, ma creatinina e urea normali, come pure PU/CU che è pari 0,16.... non basterebbe cambiare la dieta senza dare Fortekor?
Tra l'altro mi sembra di aver capito che il farmaco abbassa la pressione arteriosa e al mio cane non è stata misurata la pressione.

2) Ho letto che Hill's k/d non è indicato per casi di iperlipidemia e il mio cane ha i trigliceridi un po' alti e perdipiù in passato ha sempre avuto il colesterolo alto (tranne questa volta).... va bene uguale?

Scusandomi per la lungaggine del messaggio, la ringrazio sin d'ora per l'attenzione che vorrà dedicarci.

Roby

Buongiorno, sinceramente non è possibile "da lontano" entrare nella terapia (dietetica o medica che sia) di un paziente come il suo cane.
E' molto meglio ragionare con il suo veterinario curante e, se non ha risposte adeguate, cercare una visita di consulenza ma vera, non virtuale.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com
Pagina  12