**

Il veterinario risponde

Se vuoi consultare l'archivio delle domande e le risposte date dal Dottor Emanuele Minetti, scrivi un argomento e ti appariranno le risposte al riguardo.

Ricerca le risposte per Anno e Mese
Anno 2006 Anno 2007 Anno 2008 Anno 2009 Anno 2010 Anno 2011 Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017
Cerca un argomento:

Le risposte di Aprile 2017

Domanda del 3.4.2017

Buonasera sono un padre di famiglia di tre figlie ed un bellissimo cane di nome Amelie. Lei è un Labrador, nato il 05/09/2017...e purtroppo sta venendo a mancare.
Il giugno dell'anno passato aveva una piccolissima protuberanza sul gomito della zampa destra grande circa una nocciola. Portatala dal ns. veterinario di fiducia ci disse che era solo un agglomerato di grasso che non le avrebbe dato noia e tenerla così. Sta di fatto che in due mesi e molto velocemente questa protuberanza è aumentata ed è diventata della grandezza di una ananas...questo nei mesi di Luglio e Agosto 2016. Portatala nuovamente dal veterinario, lo stesso ci disse che andava subito asportata con la conseguenza che le venne asportata l'intera gamba. Non le dico la nostra reazione, però messi di fronte al fatto o così o la perdete non abbiamo esitato un attimo. La zampa le è stata asportata nel mese di settembre 2016 e ci siamo applicati tutti quanti per non farla cadere in depressione credendo in fine di esserci riusciti. Circa dieci giorni fa vedendola molto giù di morale ho pensato di portarla dal veterinario che dopo averle fatto dei raggi RX ha diagnosticato un tumore all'ultimo stadio diffuso ormai in tutto il corpo. A parte il fatto che non capisco come possa essere successo tutto così in fretta...ma tant'è che ora lei quasi non mangia più se non pezzetti di pane dati a mano, dorme tutte le sere con noi e la sentiamo respirare a volte in modo faticoso....la veterinaria ci ha detto che possiamo vederla finire piano piano così oppure fare altro.....nei suoi occhi vedi la sua disperazione....e noi tutti siamo disperati.....cosa ci consiglia di fare ? vederla spegnersi piano piano magari soffrendo ?....lei non uggiola, non si lamenta mai, ma i suoi occhi sono espliciti...per il ns. egoismo la dobbiamo tenere ancora così per quanto tempo ? Scusi ma sono disperato....
Cordiali saluti.
Giacomo

Buongiorno, purtroppo sono stato all'estero irraggiungibile sino a ieri sera e leggo solo ora questa sua disperata mail.
Solo la sensibilità personale aiuta a prendere la decisione giusta per non dare inutili sofferenze ad un animale amato come un figlio.
Io sono abbastanza propenso alla anestesia con eutanasia in questi casi, ma ognuno deve fare i conti con se stesso e prendere la decisione/responsabilità finale pensando solo a lei e non a noi stessi, sarebbe un peso insopportabile di sensi di colpa in futuro.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 6.4.2017

Gentile dott. Minetti,
Mi chiamo Valentina e ho una beagle femmina di circa un anno e mezzo che 3 settimane è stata sottoposta alla sterilizzazione, l'intervento è andato bene e lei si è subito ripresa ma il giorno dopo, sul dorso si è manifestato uno stranissimo gonfiore ad arco che è scomparso poco dopo.
Successivamente in quella stessa zona, il cane ha iniziato a perdere pelo e sopratutto, mordendosi (prima che me ne rendessi conto e che potessi utilizzare il collare elisabettiano) si sono create delle zone rosse, con la pelle viva e quasi scorticata.
Il mio veterinario, nel quale ho piena fiducia, sta procedendo nel tentativo di risanare quella che sembrerebbe una dermatite ma non riesce a capire quale possa essere stata la causa di tale situazione.
Spero di averle dato i dettagli principali e che possa darmi la sua opinione e magari qualche consiglio su come gestire la cosa, sono molto preoccupata.
Grazie in anticipo,
Valentina.

Buongiorno, spesso ed usualmente ciò avviene per problemi di disinfettanti che ustionano/lesionano, oppure di tavoli operatori troppo caldi, o di medicazioni che danno forti allergie, oppure di più cose insieme.
Il resto è solo una serie di ipotesi senza risposta.
Saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www,biessea.com

Domanda del 9.4.2017

Ho tre cuccioli che hanno avuto la gastro e da 15 gg che faccio cura con antibiotici ,hanno iniziato a mangiare da tre giorni pero sono deboli ,uno addirittura non riesce a stare in piedi,cosa posso dare per il recupero delle forze ,va bene qualche integratpre?grazie per la risposta

Buongiorno, esistono specifici nutrienti da somministrare in aggiunta al cibo normale oppure come unici prodotti. Deve andare dal suo veterinario di fiducia e farsi prescrivere i cosi detti "recovery" per cuccioli.
saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 11.4.2017

buona sera, vorrei chiedere un consiglio, il mio caniolino ha sette e mezzo e sono disperato perché mi fa la pippi ovunque anche in casa avevo chiesto al veterinario eunuco consiglio e mi ha detto che non cè niente da fare , lei mi può dare qualche consiglio grazie

Buongiorno, deve rivolgersi ad un medico veterinario comportamentalista per una visita vera e propria per capire le cause di tale comportamento, non ci sono altre vie.
Saluti e Buona Pasqua.
Emanuele Minetti
www.biessea.com

Domanda del 12.4.2017

Buongiorno dottore,
Sono Sabrina e ho un pinscher maschio di 1 anno e 2 mesi di circa 12 kg, e da un po' di tempo ho notato che i suoi testicoli sono po' neri, ma perchè è così? Lo devo portare da un veterinaio?
E ha anche una piccola ferita sull'orecchio interno e che si sta formando una cosa nera simile a quando ci feriamo noi che si forma la crosta.
Grazie

Buongiorno, senza vedere ciò che descrive non si può fare alcuna ipotesi.
Lo porti in visita.
Saluti e Buona Pasqua.
Emanuele Minetti
www.biessea.com

Domanda del 23.4.2017

Buongiorno dottor Minetti,
A proposito di vaccini le saremmo grati se potesse chiarirci alcuni dubbi: abbiamo un bassotto nato a ottobre 2014 vaccinato per la prima volta a dicembre 2014 con Eurican Epta, successivamente a settembre 2015 con il Nobivac Cep e Nobivac Lepto, e ancora a maggio 2016 con gli stessi vaccini dell'anno precedente.
Siamo quindi tornati dal veterinario quest'anno il quale ci riferisce che non intende rinnovare i vaccini su indicati perchè gli stessi avrebbero effetto per 2 anni. Sul web abbiamo letto che il nobivac lepto è da ripetere ogni anno per prevenire la leptospirosi. Come dobbiamo comportarci?
La ringraziamo anticipatamente per i chiarimenti che vorrà suggerirci.
Cordiali saluti Alberto da Torino

Buongiorno, questione complessa di cui ho parlato qui molte volte.
Le vaccinazioni sono un vero "abito tagliato su misura" in base ai rischi epidemiologici che ogni singolo soggetto incontra nella sua vita, ma anche in base alle sue condizioni di salute, al carattere (sembra curioso ma ogni cane ha un comportamento sociale che lo espone più o meno ai rischi di contrarre malattie), alle condizioni di salute del gruppo familiare in cui vive, eccetera.
Quindi talvolta è meglio ripeterle ogni 6 mesi, altre volte ogni anno, talvolta ogni 3 anni, oppure mai più.
La valutazione di ogni singola opzione si può fare solo col proprio veterinario curante, anche eseguendo esami del sangue per vedere se il cane è realmente protetto (presenza di anticorpi).
Però in effetti la leptospirosi (esistono nuovi vaccini più efficaci e completi) dovrebbe praticamente di regola essere ripetuta all'incirca ogni anno non essendo un virus, come le altre valenze vaccinali che sono presenti nei vaccini che usiamo di solito.
Usiamo il buon senso e la scienza per decidere al meglio.
Cari saluti
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com

Domanda del 29.4.2017

Gent.mo Sig. MINETTI,

le Scrivo perchè vorrei avere un suo parere, una spiegazione o almeno un paio di probabili cause che possano farmi capire come può essere avvenuta la morte del mio cane .
Cane meticcio preso al canile da cucciolo,(40 giorni non ha avuto la madre), taglia media ( 28 kg) , 4 anni compiuti a febbraio 2017 , sempre sano, mai dato nessun sintomo di nessun tipo, di carattere molto vivace, iperattivo ( a volte fin troppo) giocherellone come tutti i cuccioli! Sabato sera scorso 22 aprile era come sempre, arzillo e pimpante, visto l' ultima volta nella sua cuccia( dormiva in casa) alle ore 22, alle ore 5.30 ritrovato senza vita con le gambe posteriori e anteriori distese e la testa rivolta all' indietro.
Nessun segno di vomito o diarrea o sangue, niente bava alla bocca lingua colorito normale.
Cosa può essere successo? So che avrei dovuto richiedere l autopsia se avessi voluto una risposta chiara ma non abbiamo avuto il coraggio di sottoporlo a un tale trattamento per avere risposte che comunque non avrebbero cambiato la situazione!
Vorrei solo sapere quali potrebbero essere le varie cause nel suo caso specifico e considerando i dati forniti nel mio messaggio.
Non riesco a spiegarmelo, un cane cosi giovane e sano, che possa avere un arresto cardiaco, a riposo,è davvero cosi' comune? Potrebbe essere un avvelenamento anche se non vi erano tracce di sangue, rigonfiamenti o bave?
Il veterinario non ha saputo dirmi nulla, capisco che senza autopsia non poteva che azzardare alcune ipotesi ma sembrava anche infastidita nel darmele ed è stata a mio parere decisamente troppo superficiale e vaga.
Vorrei sapere se forse ho sbagliato qualcosa io, cosa avrei dovuto fare di più?
Grazie in anticipo...
Federica

Buongiorno, purtroppo fare una ipotesi logica e credibile su quanto lei mi ha scritto è davvero impossibile.
La rigidità non è un sintomo nè un segno di malattia, ma un evento spesso solo legato al decesso ma non alla causa sottostante.
In un cane giovane sano le possibili diagnosi/cause di morte improvvisa sono tantissime come per noi, basti pensare alle così dette morti in culla. Quindi mi rammarico ma non sono in grado di lenire il vostro dolore e colmare la vostra grande perdita.
Inoltre trovare una causa non aiuta mai a farsi una ragione del lutto.
Cari saluti
Emanuele Minetti DVM SSPV
www.biessea.com